Visita a Turner Bikes

Visita a Turner Bikes

20/10/2014
Whatsapp
20/10/2014

David Turner produce bici biammortizzate in America dal 1994. Con sede a Murrieta, California, la piccola compagnia è nata quando David ha unito la sua esperienza nella gare con quella acquisita nel campo delle sospensioni lavorando ad AMP research con Horst Leitner. Negli anni, Turner si è sviluppato come uno dei pochissimi marchi di fullsuspension prodotte negli USA. Una delle loro caratteristiche principali è loro leggendaria assistenza ai clienti. Di recente, David ha cominciato a spingersi oltreoceano per produrre in Taiwan il proprio telaio xc da gara. Dopo ricerche senza risultati negli Stati Uniti, è stato chiaro che non era fattibile costruire una bici così in casa.

Trovandoci a soli 45 minuti da San Diego, siamo partiti verso nord per vedere cosa c’è di nuovo in Turner Bikes. Siamo anche riusciti a girare nel parcheggio con la nuova King Kahn e siamo riusciti a curiosare nel negozio scovando qualche interessante reliquia.

_DSC5244

Benvenuti a Turner. Meno di 10 impiegati ed uno spazio relativamente piccolo ma pieno zeppo di bici.

_DSC5247

Ogni Turner che si compri viene da questa struttura: è assemblata a mano e le tolleranze sono controllate da un essere umano vero in America. Una cosa veramente bella e decisamente rara.

_DSC5246

Le pareti sono tappezzate di storia.

_DSC5243

La “Nitrous”. Con una di queste Geoff Kabush ha vinto i campionati nazionali Norba. Qualcun altro ha nostalgia della serie Norba?

_DSC5240

Bici da 4X.

_DSC5241

La DHR originale. Un disegno decisamente all’avanguardia per il tempo, ed imitato ancora oggi, in alcuni casi più, in altri meno.

_DSC5242

La DHR DW-Link originale era un prototipo per provare il sistema di sospensione. La DHR DW Link è stata la prima bici da downhill lunga, bassa e con angoli aperti. Possiamo dire con certezza che è stata la prima bici sul mercato ad usare uno sterzo da 63°. Quattro anni dopo è ancora un buono standard nel design di bici da downhill.

_DSC5206

_DSC5201

_DSC5203

_DSC5199

_DSC5197

Uno dei motivi per cui il servizio clienti di Turner è riuscito a mantenere una reputazione così alta sta nel fatto che mantengano parti di ricambio anche per bici più vecchie. Se si riscontra un difetto da garanzia su un telaio che non può più essere riparato, offrono al cliente l’opzione “Turner-4-Turner“.

_DSC5189

_DSC5218

_DSC5215

_DSC5216

Kit completi pronti per la spedizione. A parte la produzione dei telai, TUTTO è fatto qui.

_DSC5208

_DSC5207

_DSC5212

_DSC5210

_DSC5209

Ricordate di quando abbiamo parlato del fatto che i telai sono controllati uno ad uno per essere sicuri che siano perfetti? Ogni bici che passa per le porte di Turner è controllata per assicurarsi della precisione dei forcellini posteriori, attacchi freno, tubi sella, scatole movimento centrale, serie sterzo ed altro. Per una casa che non costruisce tutto in azienda, è bello vedere che in Turner vogliano mantenere il controllo su quello che mandano a negozi e clienti.

_DSC5236

_DSC5234

_DSC5235

Se comprate una Turner, ci sono possibilità che sia Bobby a montarla. E’ un gran biker, un incredibile meccanico ed una delle persone più in gamba che si possa sperare di incontrare. Questa è la sua Burner personalizzata.

_DSC5185

_DSC5196

_DSC5192

_DSC5187

_DSC5194

_DSC5188

Parlando di montaggio… Guardate questi triangoli anteriori e questi carri saldati alla perfezione. Stanno solo aspettando di venire adottati da qualcuno.

_DSC5220

_DSC5229

_DSC5222

_DSC5228

_DSC5227

_DSC5223

Qualche settimana fa vi abbiamo parlato della “King Kahn”… ecco, siamo riusciti a fare un giro intorno al palazzo ed a scattare qualche foto dei dettagli. Speriamo di vederla in produzione. A parte la Salsa Bucksaw, non c’è altro di simile sul mercato.

Ringraziamo la famiglia Turner per averci ospitato e permesso di fare le foto. Visitate www.turnerbikes.com per maggiori dettagli.