• it
  • en
  • es

Viti spanate: come rimuoverle?

Viti spanate: come rimuoverle?

14/09/2011
Whatsapp
14/09/2011

Viti spanate, impossibili da svitare con qualsiasi utensile. Si tratta di un problema che affligge tutti i meccanici alle prime armi, ma che spesso si presenta anche ai più esperti. Una vite grippata, una chiave consumata. Basta poco per danneggiare la testa della vite rendendola impossibile da svitare con gli strumenti tradizionali.

In questo articolo vedremo le principali tecniche per rimuovere una vite in queste condizioni senza danneggiare nient’altro.

Perché si spana una vite?

Quando diciamo che una vite ha la testa spanata, significa che ha la testa danneggiata, ovvero l’innesto in cui va ad inserirsi il giraviti (nelle biciclette essenzialmente si tratta di chiavi Torx o esagonali) si è danneggiato diventando rotondo. La chiave quindi non riesce più a fare presa e risulta impossibile rimuovere la vite.


Vite con innesto esagonale spanato. Si noti come l’incavo sia diventato circolare a causa della rotazione della chiave.

Una vite si spana quando la chiave esercita una forza eccessiva, che il metallo della vite non è in grado di supportare. Solitamente questo accade quando si avvita con troppa forza oppure quando si cerca di svitare una vite bloccata a causa del grippaggio (ossidazione galvanica tra metalli diversi), a causa del frenafiletti o perché è stata eccessivamente stretta in fase di montaggio.

La chiave è infatti realizzata in un materiale molto duro, più di quello della vite. Almeno nel caso di chiavi di buona qualità, la parte più debole è sempre la vite che quindi è la prima a danneggiarsi.

Viti di materiali duttili, quali ad esempio l’ergal e le viti in alluminio, tendono poi a spanarsi con estrema facilità. Per questo quando si ha a che fare con viti in alluminio è molto importante rispettare la coppia di serraggio prevista dal produttore e fare uso di anti grippante.

Un’altra causa di danneggiamento della testa della vite è l’utilizzo di attrezzi di scarsa qualità. Le chiavi di buona fattura hanno infatti delle punte realizzate con precisione, che si incastrano correttamente, senza giochi, sulla testa della vite. Le chiavi scadenti invece hanno teste imprecise che non riescono a distribuire in maniera uniforme lo sforzo sulle pareti dell’innesto, con il rischio di spanare la vite stessa.

Anche l’inesperienza gioca un ruolo molto importante. Se ad esempio la chiave scappa o non viene inserita perpendicolarmente o completamente nell’incavo, è facile che questa, seppur di buona qualità, possa danneggiare la testa della vite. E’ altresì importante pulire le teste delle viti, in modo che non ci siano residui di polvere o fango che impediscano alla chiave di innestarsi completamente.

Come rimuovere una vite spanata

La rimozione di una vite spanata può rivelarsi piuttosto difficoltosa se non si sa come fare.

Vedremo qui di seguito le principali tecniche, partendo dalle più semplici e meno aggressive, per arrivare a quelle più drastiche, ma di comprovata efficacia.

VITI PARZIALMENTE SPANATE: CAMBIARE CHIAVE

Se la vite non è eccessivamente spanata e la causa del danneggiamento della testa è l’utilizzo di una chiave scadente, spesso è sufficiente l’utilizzo di una chiave di buona qualità per riuscire a fare presa sulla testa.

Per facilitare la rimozione può essere utile spruzzare dello sbloccante o scaldare la parte, specialmente se la vite è stata bloccata con il frenafiletti.

Nel caso di viti piccole a testa esagonale, si può anche ricorrere ad una chiave Torx di opportuna grandezza per fare presa sulla vite. E’ un classico delle viti in alluminio delle forcelle.

La chiave Torx spesso presenta una punta leggermente conica. E’ quindi facile da piantare nella testa di una vite esagonale (alcuni leggeri colpi di martello o pressione del palmo della mano) e per la sua forma “dentellata”, una volta piantata permette di fare una discreta presa sulla vite.

Queste soluzioni però funzionano solo se la vite non è completamente spanata e nel caso in cui non sia particolarmente stretta o bloccata dal frenafiletti.

VITI PARZIALMENTE SPANATE: LIQUIDO “SCREW GRAB”

Un altro metodo, più efficace del primo, prevede l’utilizzo di un apposito prodotto, chiamato “Screw Grab”.

Si tratta di un liquido che è in grado di ricostruire la testa della vite. In pratica si tratta di una specie di colla. Si applica il prodotto sulla testa della vite e si inserisce la chiave. Il prodotto solidifica, riempiendo gli spazi tra chiave e vite, permettendo lo svitamento della vite stessa.

Naturalmente il prodotto non è in grado di riparare la vite, che quindi una volta estratta andrà sostituita.

Un effetto del tutto simile, in assenza del prodotto specifico, si può ottenere con il Super Attack.

Come nel caso precedente questa procedura va bene se la vite è solo parzialmente spanata e non è troppo dura da svitare, altrimenti bisogna intervenire con tecniche più efficaci. Anche questa tecnica è particolarmente indicata per viti di piccole dimensioni.

VITI SPANATE: INTAGLIO

Quando la vite è veramente bloccata o la testa è completamente arrotondata, l’unico modo per rimuoverla è creare un intaglio in cui far presa con un cacciavite a taglio.

Questo procedimento è particolarmente indicato per tutte le viti che hanno la testa sporgente. E’ perfetto per le viti dei dischi, ad esempio, ma non è assolutamente applicabile in tutti quei casi in cui la vite è incassata (attacchi manubrio per esempio).

Il procedimento è piuttosto semplice. Innanzitutto si deve creare un intaglio, come in figura:

La profondità dell’intaglio dev’essere di alcuni millimetri, in modo che il cacciavite possa far presa senza scivolare. La larghezza dev’essere tale da permettere alla punta del cacciavite di entrare agevolmente.

Per effettuare l’intaglio si può utilizzare un seghetto tradizionale con lama da metallo. Bisogna armarsi di pazienza ed eventualmente proteggere adeguatamente le zone che potrebbero danneggiarsi durante l’operazione di taglio. Ad esempio nel caso delle viti del disco è meglio proteggere la pista frenante, interponendo un pezzetto di plastica o meglio di metallo, tra disco e seghetto, per evitare che si possa rigare.

Un utilissimo strumento per realizzare l’intaglio è invece il Dremel, con il dischetto da taglio.

Con il Dremel ed un po’ di manualità si realizza l’intaglio in maniera rapida e pulita, senza rischiare di rigare nulla. Consiglio di fissare il pezzo su cui è spanata la vite in morsa, in modo da lavorare con maggior precisione.

Una volta realizzato l’intaglio, con un cacciavite a lama, si può svitare la vite. Se la vite si rivelasse molto tenace si può cercare di sbloccarla con delle martellate puntando il cacciavite su un estremo dell’intaglio, oppure utilizzare un avvitatore a percussione. Anche scaldare ed applicare prodotti sbloccanti aiuta a sbloccare la vite.

VITI SPANATE E BLOCCATE: ESTRATTORE CONICO

Quando la vite è molto tenace, oppure quando non si può procedere con l’intaglio della testa perché la vite è incassata, bisogna ricorrere all’estrattore conico.

L’estrattore conico è costituito da una testa conica, opportunamente filettata in senso contrario rispetto al filetto della vite. Esistono infatti estrattori conici sinistrorsi e destrorsi, che vanno utilizzati rispettivamente su viti destrorse e sinistrorse.

Il principio di funzionamento è semplice. La punta conica si avvita in un foro appositamente realizzato. Essendo conica, la punta filettata ad un certo punto si blocca facendo presa sulla vite.

La procedura per la rimozione della vite è la seguente:


Innanzitutto si devono conoscete le dimensioni della vite e scegliere le dimensioni del foro. Generalmente si deve creare un foro pari al 50-60% delle dimensioni della vite. Una vite M6 andrà quindi forata con una punta da 3mm, utilizzando un estrattore adatto ad un foro da 3mm.
Fissiamo in morsa il componente su cui è presente la vite da estrarre, eventualmente proteggendolo con degli stracci o dei pezzi di gomma.
Con un punteruolo creiamo una scalfitura sulla superficie della vite che serva da guida per la punta (utile nel caso di viti spezzate dalla superficie irregolare, mentre se è solo la testa spanata già questa funzionerà da guida).
Con una punta da metallo foriamo perpendicolarmente la vite, creando un foro sufficientemente profondo ad alloggiare l’estrattore. Non serve forare completamente la vite. Attenzione a forare dritti e a non danneggiare il filetto della sede della vite.
Si monta l’estrattore su di un giramaschi. L’operazione di estrazione va fatta a mano, per avere maggiore precisione.
Esercitando una certa pressione per far prendere l’estrattore, si svita in senso antiorario e la vite dovrebbe uscire completamente.

Ad estrazione completata, il risultato che si dovrebbe ottenere è il seguente:


Estrattore conico che ha fatto presa sulla vite

Per rimuovere l’estrattore conico è sufficiente aiutarsi con una pinza.

Questa tecnica è particolarmente indicata per viti di medie dimensione, mentre per le viti più piccole può risultare difficoltoso realizzare il foro. L’efficiacia di questo sistema comunque rimane piuttosto elevata: il 95% delle viti spanate, con l’estrattore conico vengono fuori.

VITI SPANATE E BLOCCATE: ESTRATTORI SPECIALI

Oltre agli estrattori conici, esistono in commercio degli estrattori auto foranti. Esistono diversi prodotti, la differenza tra questi estrattori e quelli conici sta nella loro praticità.

A differenza di quelli conici non è necessario forare per poi utilizzare l’estrattore. Il tutto si fa con un unico attrezzo. Si montano questi estrattori sulla punta del trapano, si imposta la rotazione in senso antiorario e si fora. Una volta forata la vite si avvita un dadino, si innesta la parte estraente conica e la vite viene via.

Il vantaggio di questi sistemi è la loro estrema praticità e facilità d’uso. Il rovescio della medaglia è invece il costo.

VITI SPANATE E BLOCCATE: DISTRUZIONE DELLA VITE

Quanto tutto il resto non ha funzionato, questa è l’ultima spiaggia. Se la vite non vuole saperne di uscire, allora bisogna procedere distruggendola.
Questa operazione può però provocare il danneggiamento del filetto della sede della vite che andrà ripassato a fine operazione o addirittura allargato.

Per fare un buon lavoro è importante forare parallelamente alla vite. Forare parallelamente all’asse della vite e in centro è l’unico modo per non rovinare la sede. E’ quindi consigliabile utilizzare un trapano a colonna.


Trapano a colonna: lo strumento ideale per forare correttamente la vite.

Per distruggere la vite si deve utilizzare una punta che sia leggermente inferiore al diametro della parte filettata. Una volta forata la vite questa si distruggerà e sarà necessario pulire la sede.

Il problema di questa soluzione è che è facile che si danneggi il filetto della sede, soprattutto se si fora a mano ed in casa, senza un banco da lavoro. Generalmente una ripassata del filetto con un maschio è sufficiente, ma se il danneggiamento è grave può essere necessario aumentare le dimensioni del foro (operazione non sempre possibile perché potrebbe indebolire il componente).

Prevenire è meglio che curare

Naturalmente quando si spana una vite, significa che qualcosa non è andato per il verso giusto durante l’operazione di svitamento oppure non abbiamo montato correttamente il componente. Le viti delle nostre biciclette dovrebbero infatti poter essere svitate, senza danneggiarsi, tutte le volte che vogliamo.

Per questo esistono alcuni accorgimenti che permettono di evitare questo tipo di problema:

Applicare anti grippante o frenafiletti ove richiesto
Utilizzare chiavi di buona qualità che non abbiano giochi sulle teste
Rispettare le coppie di serraggio previste dal produttore in fase di assemblaggio
Lavorare con la bicicletta o il componente fissato saldamente, per evitare che la chiave possa scappare durante lo svitamento
Controllare che la testa della vite sia pulita e non ci siano terra o detriti che possono impedire il corretto inserimento del giravite nell’innesto.

Inoltre, qualora una vite dovesse rivelarsi troppo dura da svitare, prima di sforzare e rischiare di spanarla, è meglio provare a:

Spruzzare un prodotto sbloccante
Scaldare (se possibile) la vite, per ammorbidire l’eventuale frenafiletti
Utilizzare un giravite a percussione, utile per sbloccare le viti grippate.
Utilizzare strumenti con leva lunga

C’è poi da dire che con un po’ di esperienza si impara a sentire quando la vite sta per cedere e ci si riesce a fermare prima di averla danneggiata, ma è ovvio che un meccanico non professionista e magari non troppo esperto, le prime volte possa arrivare a spanare alcune viti. E’ una cosa successa a tutti e come abbiamo visto in questo articolo, si tratta di una problema di facile riparazione.

E voi, come vi comportate con le viti spanate? Avete delle tecniche che trovate particolarmente efficaci? Conoscete qualche trucchetto che volete condividere? Dite la vostra!

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
sat.paolo

Grazie del reportage…davvero utile per chì fà manutenzione da solo

Domanda:

Vite dello spurgo Olio degli Avid – manubrio

Come sai è piccola e non permette l'intaglio, nè l'utilizzo dell' estrattore

Ho visto lo: ?SCREW GRAB? l'hai mai usato..oppure è solo un pagliativo, nel senso che non tiene nulla..??

Ho pure pensato a far saldare la chiave sulla vite, ma non saprei che saldatrice utilizzare, perchè ho lo stesso problema con la vite della rotellina del cambio

Soluzioni..??

B

Ottimo, grazie !!!

J

Mi ricordo i primi lavoretti meccanici che facevo sul motorino, passavo più tempo a litigare con viti che spanavo che altro. Comunque, ancora adesso ogni tanto capita, soprattutto lavorando su mezzi di una certa età. E i "trucchetti" per risolvere il problema vedo che sono sempre quelli; a parte lo "screw grab" di cui non avevo mai sentito parlare. Articolo ottimo, ma non è una novità 🙂 Grazie e ciao.

RANDYGRAMOLA

articolo utilissimo e dettagliato in modo semplice ed efficace.

complimenti!

proprio la settimana scorsa mi si è rotta dentro una vite del collarino della pompa dei freni a causa di ossidazione, tale vite è avvitata nella cavità della vite che avvita il coperchio della membrana ………….

…..ho risolto il tutto facendo un foro ed usando la punta sinistra ( estrattore ), diversamente avrei dovuto cambiare il corpo pinza.

alcos

articolo molto utili, ottimi "trucchetti".

estrattori speciali mi sembra strumenti di tortura! 😛

Y

aggiungo che siccome la filettatura fa presa assialmente, a volte è utile dare qualche martellata alla testa della vite, con un bulino robusto e una mazzetta pesante, a colpi decisi e abbastanza forti.

in ordine

-una scaldata decisa ( che aiuta a far penetrare lo sbloccante )

-sbloccante in abboddanza, lasciato agire 15 minuti

-mazzate forti sulla testa

-poi seguire uno dei vari metodi descritti nella guida

(come ultima spiaggia anche un punto di saldatura potrebbe essere utile)

RANDYGRAMOLA

[quote="sat.paolo, post: 5005272"]Grazie del reportage…davvero utile per chì fà manutenzione da solo

 

Domanda:

Vite dello spurgo Olio degli Avid – manubrio

Come sai è piccola e non permette l'intaglio, nè l'utilizzo dell' estrattore

 

Ho visto lo: ?SCREW GRAB? l'hai mai usato..oppure è solo un pagliativo, nel senso che non tiene nulla..??

 

Ho pure pensato a far saldare la chiave sulla vite, ma non saprei che saldatrice utilizzare, perchè ho lo stesso problema con la vite della rotellina del cambio

 

Soluzioni..??[/QUOTE]

 

mi sembra di capire che la prima cosa di cui hai bisogno sono un set di chiavi serie, poi come sulla vite della rotellina cambio, pulisci la cavità della vite dove devi innestare la brugola dallo sporco che potrebbe esserci!

saluti

ottomilainsu

Un appunto: mi pare che un paio di foto siano fuori posto o con didascalia errata.

Nella mia carriera di "meccanico" sono capitati dei casi quasi disperati, risolti ricorrendo al trapano e ai "maschi sinistri".

In qualche caso non c'è stato rimedio, la vite troppo piccola e ossidata è rimasta nel pezzo dovendo buttare tutto.

Consiglio un po' di cautela per la soluzione del riscaldo se i pezzi sono in alluminio, attenzione che oltre i 100°C le leghe leggere possono perdere parte del trattamento termico.

La "martellata" sulla testa a volte è possibile altre no, dipende da che cosa c'è sotto, una botta troppo forte potrebbe danneggiare il pezzo.

M

ottimo articolo, spero che non servano mai i suggerimenti.. 😉

P

@sat.paolo

sono sicuro che sia un errore di battitura, ma per non indurre altri in tentazione: "palliativo" e non "pagliativo".

R

Ottimo.

Andrea Bertu

ottimo articolo !

purtroppo è già successo più di una volta di ritrovarmi a bucare viti spanate per tentare di estrarle (sopratutto le torx dei dischi)

Andrea Bertu

[QUOTE=ottomilainsù;5005489]Un appunto: mi pare che un paio di foto siano fuori posto o con didascalia errata.

[/QUOTE]

in effetti la didascalia "Estrattore conico che ha fatto presa sulla vite" non riesco ad associarla alla foto sopra :nunsacci:

K

tante le utilizzo già ma qualcuna non la conoscevo quindi grazie ancora per i consigli

V

Ottimo articolo, neanche io conoscevo lo Screw Grab… immagino che sia un intruglio che costicchia pure, o no?

Fortunatamente sono state veramente poche le volte in cui mi sono trovato a combattere con viti spanate, sempre vinte con il metodo dell'inserto torx o con l'intaglio della testa; sarà perché di regola uso sempre il grasso antigrip per ogni vite che vado ad avvitare.

A questo proposito, cito quello specifico a base di rame della Finish Line, ne basta un microvelo e lo si ritrova intatto anche smontando la vite a distanza di un anno.

E poi gli attrezzi di qualità… in questo caso è proprio vero che chi più spende meno spende… per lo meno in bestemmie… 🙂

A

non ho letto tutti i commenti perciò non so se qualcuno l'ha già scritto, ma se roviniamo il filetto con l'ultimo metodo, possiamo sempre ricorrere all'Helicoil 😀

A

[quote="yosku, post: 5005398"]aggiungo che siccome la filettatura fa presa assialmente, a volte è utile dare qualche martellata alla testa della vite, con un bulino robusto e una mazzetta pesante, a colpi decisi e abbastanza forti.

in ordine

-una scaldata decisa ( che aiuta a far penetrare lo sbloccante )

-sbloccante in abboddanza, lasciato agire 15 minuti

-mazzate forti sulla testa

-poi seguire uno dei vari metodi descritti nella guida

(come ultima spiaggia anche un punto di saldatura potrebbe essere utile)[/QUOTE]

ottima soluzione, in alternativa si può comprare un cacciavite a percussione :il-saggi:

GIUIO10

Consiglio per scaldare la vite che fatica a togliersi, pratica efficace sia per ammorbidire il frenafiletti che per "dilatare" la presa.

In situazioni nelle quali la pistola termica (il phon da carrozziere) può causare danni limitrofi (leggi vernice, parti plastiche ecc.), si può usare lo stagnatore elettrico, appoggiando il puntale sulla vite stessa.

babylonboss26

un articolo di un'utilità straordinaria!!! Grazie mille, davvero utilissimo e molto dettagliato. Voto 10++++++++++++++++++++

R

per le viti dei freni, se non riuscivo con l'intaglio, usavo la tenaglia…è molto efficace

M

finalmente so cosa devo fare quando si rovinano le valvole delle tavole sandwich

C

… è anche a questo che si arriva , se non si seguono i consigli di settimana scorsa sulle chiavi dinamo-metriche  🙂

sat.paolo

[quote="RANDYGRAMOLA, post: 5005446"]mi sembra di capire che la prima cosa di cui hai bisogno sono un set di chiavi serie, poi come sulla vite della rotellina cambio, pulisci la cavità della vite dove devi innestare la brugola dallo sporco che potrebbe esserci!

saluti[/QUOTE]

Purtroppo già fatto tutto..e comprato tutto di ottima qualità

[quote="Danybiker88, post: 5005741"]Hai provato con una torx di buona qualità? Quelle viti sono piccole, non serve tanta forza per svitarle.

Lo Screw Grab funziona se la vite non è troppo dura da svitare, non ha nulla a che vedere con un incastro meccanico come può essere l'intaglio.

La saldatura può essere difficoltosa su viti così piccole, senza contare che potresti danneggiare il resto del componente a causa del calore generato dalla saldatura.

[/QUOTE]

Le chiavi buone ce l'ho..solo che si è spanata

Proverò con lo Screw Grab

Grazie a tutti

Adi

[quote="sat.paolo, post: 5006047"]Purtroppo già fatto tutto..e comprato tutto di ottima qualità

Le chiavi buone ce l'ho..solo che si è spanata

Proverò con lo Screw Grab

Grazie a tutti[/QUOTE]

Io ho avuto il problema della testa spanata della vitina (testa a croce) che chiude il serbatoio olio dei freni shimano xtr.

ho risolto con il metodo dell'intaglio usando un seghetto e nervi saldi. Alla fine l'intaglio ha funzionato e sono riuscito a togliere la vite, mi è comunwque rimasto qualche segnetto sul coperchio del serbatoio che, essendo brunito, evidenzia dei segni più chiari.

Articolo comunque valido. Nella mia ignoranza non sapevo dell'esistenza dello Screw Grab.

Grazie

sat.paolo

[quote="Adi, post: 5006076"]Io ho avuto il problema della testa spanata della vitina (testa a croce) che chiude il serbatoio olio dei freni shimano xtr.

ho risolto con il metodo dell'intaglio usando un seghetto e nervi saldi. Alla fine l'intaglio ha funzionato e sono riuscito a togliere la vite, mi è comunwque rimasto qualche segnetto sul coperchio del serbatoio che, essendo brunito, evidenzia dei segni più chiari.

Articolo comunque valido. Nella mia ignoranza non sapevo dell'esistenza dello Screw Grab.

Grazie[/QUOTE]

Ciao Adi,

fortunatamente gli Avid hanno 2 viti (Superiore ed inferiore) e quindi per lo spurgo, capovolgo il freno e risolvo

Cmq oggi proverò con l'intaglio..penso che alla fine sia la soluzione migliore

Ciao

andrea541970

ottimo articolo, sul modellismo mi aiuto anche con il trapano…..metodo arcaico ma efficace………..!!!!

:i-want-t:

M

a mio parere sarebbe comunque opportuno sostituire le viti o grani che normalmente vengono svitati per manutenzioni varie dopo una decina di volte o quando si nota un certo "gioco" tra chiave e vite e intestare l'esagono della chiave.

G

BRAVI BRAVI BRAVI!!!!! Finalmente! 😉 Idea semplice quanto geniale: un tutorial chiarissimo per un problema tanto semplice eppure molto diffuso … e soprattutto "insormontabile" per chi è alle prime armi. Continuate così 🙂

Patrunne

Ciao a tutti, quando ho problemi di questo tipo di solito spruzzo un po di sbloccante, lo lascio agire qualche minuto e poi inserisco la chiave nel suo incastro e do qualche colpetto col martellino da calzolaio, x non esagerare con la forza, e provo a svitare il tutto.

Con il grano dello spurgo dei Formula ha funzionato benissimo anche perché la tecnica dell' intaglio è inapplicabile.

2' soluzione: ho fresato una punta da trapano x il ferro ed ho realizzato un piccolo scalpello che utilizzo x battere la testa, dopo aver lasciato agire lo svitol, delle viti nel senso che permette la loro fuoriuscita.

Spero di esservi stato utile!

R

mi è capitato di spanare la testa di una vite del disco, in quel caso ho utilizzato una cagnetta e un paio di pinze. Con la cagnetta ho preso la testa della vite e facendomi aiutare, con le pinze ho spinto sulle tenaglie della cagnetta per far si che non scivolasse dalla testa. e ha funzionato :mrgreen::loll::mrgreen::yeah!:

D

Un'ulteriore ultima spiaggia sarebbe quella dell'elettroerosione a tuffo, però bisogna rivolgersi ad un'officina. Il risultato è simile a quello della distruzione con il trapano a colonna.

X

visto che siamo in tema di spanatura anche se sono un po off topic ho un grosso problema con la pedivella destra di una mia bici…. in poche parole…. si è rovinato il filetto interno della pedaliera dove si avvita l'estrattore….. ke fare taglio la pedivella oppure esistono altri rimedi??

topic interessantissimo…..

RANDYGRAMOLA

[quote="xrder, post: 5007219"]visto che siamo in tema di spanatura anche se sono un po off topic ho un grosso problema con la pedivella destra di una mia bici…. in poche parole…. si è rovinato il filetto interno della pedaliera dove si avvita l'estrattore….. ke fare taglio la pedivella oppure esistono altri rimedi??

topic interessantissimo…..[/QUOTE]

 prova con due cavafascioni da auto, se riesci ad entrare tra interno pedivella e scatola movimento, o con due bei cacciavite a taglio e dai tanto svitol intorno al perno del movimento e facendoti aiutare mentre fai leva con i cavafascioni/ cacciavite dai qualche colpetto con un buon martello di gomma sulla pedivella, secondo me dovresti riuscirci!

Nig

[quote="Adi, post: 5006076"]Io ho avuto il problema della testa spanata della vitina (testa a croce) che chiude il serbatoio olio dei freni shimano xtr.

ho risolto con il metodo dell'intaglio usando un seghetto e nervi saldi. Alla fine l'intaglio ha funzionato e sono riuscito a togliere la vite, mi è comunwque rimasto qualche segnetto sul coperchio del serbatoio che, essendo brunito, evidenzia dei segni più chiari.

Articolo comunque valido. Nella mia ignoranza non sapevo dell'esistenza dello Screw Grab.

Grazie[/QUOTE]

Un consiglio che posso dare:quando si usa il seghetto o semplicemente la lama,per evitare di operare oltre alla vite e quindi lasciare qualche segno non desiderato,io ho applicato sulla lama il profilo plastico per le protezioni lame/ricambio per tagliarine da ferro.

Lo applico sulla lama lasciando scoperto il punto della lama stessa che mi è più comodo per operare.

ottomilainsu

[quote="xrder, post: 5007219"]visto che siamo in tema di spanatura anche se sono un po off topic ho un grosso problema con la pedivella destra di una mia bici…. in poche parole…. si è rovinato il filetto interno della pedaliera dove si avvita l'estrattore….. ke fare taglio la pedivella oppure esistono altri rimedi??

topic interessantissimo…..[/QUOTE]

Questo è un caso (quasi) disperato, la soluzione migliore se si vuol salvare la pedivella sarebbe quella di maschiare un filetto maggiorato e poi avvitare un estrattore maggiorato… ma una pedivella nuova costa infinitamente meno.

RANDYGRAMOLA

[QUOTE=ottomilainsù;5007795]Questo è un caso (quasi) disperato, la soluzione migliore se si vuol salvare la pedivella sarebbe quella di maschiare un filetto maggiorato e poi avvitare un estrattore maggiorato… ma una pedivella nuova costa infinitamente meno.[/QUOTE]

 per come mi immagino la situazione non credo ci sia lo spazio x entrare a filettare, la pedivella è ancora inserita nel perno del movimento!

G

tutte tecniche che in gran parte ho gia sperimentato, sopratutto il taglio sulla testa, per poi rimuoverla col cacciavite. Pero purtroppo a me è successo che la vite del mozzo post deemax, prima serie, si sia rotta la testa della vite, che tiene il supporto disco attaccato al mozzo, e quest'ultima sia rimasta all'interno del mozzo stesso, senza possibilita di poter praticare un taglio,e neanche forarla, perche la vite è di piccolissimo diametro. Come posso fare rimuoverla? grazie.

GIUIO10

[quote="xrder, post: 5007219"]visto che siamo in tema di spanatura anche se sono un po off topic ho un grosso problema con la pedivella destra di una mia bici…. in poche parole…. si è rovinato il filetto interno della pedaliera dove si avvita l'estrattore….. ke fare taglio la pedivella oppure esistono altri rimedi??

topic interessantissimo…..[/QUOTE]

Estrattore, di norma per cuscinetti, a due o tre graffe: graffe sotto la pedivella, vite di bloccaggio avvitata, lasciando un paio di mm dalla battuta, sul perno e via…

M

Ottimo ed accurato! devo dire che su alcune tecniche non ci ero mai arrivato!!!! vai di super attack!!!! 🙂

M

se posso dire la mia, io le viti spannate con chiave a brugola,le tolgo sempre con le chiavi torx, semplicemente inserento 1 chiave torx misurandola con il calibro in nodo che misuri circa 1 m m più grande della vite scantonata, inserendola con il martello a pressione, poi prendi il manichetto con il suo atacco e giri, poi butti la vite e chiave assieme

M

[quote="xrder, post: 5007219"]visto che siamo in tema di spanatura anche se sono un po off topic ho un grosso problema con la pedivella destra di una mia bici…. in poche parole…. si è rovinato il filetto interno della pedaliera dove si avvita l'estrattore….. ke fare taglio la pedivella oppure esistono altri rimedi??

topic interessantissimo…..[/QUOTE]

 se la pedivella e' montata su perno quadro (conico) un po' di pedalate decise forse sortiscono l'effetto

T

Ciao,

ammetto di non aver letto tutti i commenti precedenti,

però, dove è possibile usarlo, il GIRAVITE A PERCUSSIONE sortisce ottimi risultati componendo torsione e pressione, un sistema antidiluviano ma efficace!

1

2

T

Io il 90% delle volte risolvo utilizzando una pinza a pappagallo di precisione che una volta serrata alla vite non gli lascia scampo.

marino.roma

Interessante anche per l'eventuale utilizzo in altri settori.

M

io uso le tecniche descritte nell'articolo, piu in alcuni casi altre due tecniche:

1-pinza a pressione o tenaglie, afferro la vite dai lati della testa e svito

2-scalpello e martello, batto su un lato della testa fino a spiantarla e poi la svito con un altro metodo.

francescoMTB1

Ottimo servizio,utilissimo nei casi di necessita'.

M

grazie davvero….

dopo aver spanato la vite del comando cambio inspiegabilmente bloccata  rispettivamente con:

la sua brugola

la torx 25/27/30

infine testa semi-distrutta con cacciavite piatto

grande soddisfazione con estrattore conico…

se non ci fosse stato questo topic non avrei neanche immaginato l'esistenza di questi miracolosi strumenti.

saluti

C

Ho un problema con la vite superiore che blocca la pinza sulla forcella…

Poco fa, ho smontato la pinza per sistemare e allineare il tutto, ma nell'avvitare la vite superiore della pinza ho sentito uno "stac" metallico e ora credo si sia spanato il filetto interno alla forcella.

La vite gira bene per i primi mm, poi, quando deve finalmente "stringere", salta e si smolla.

Sulla vite ci sono circa 5 mm di alluminio dell'adattatore (che ora ho tolto) a circa 3-4 mm dalla punta.

Come risolvo? Non posso girare con una sola vite che blocca la pinza (anche perché è il freno anteriore :paur:)

Se uso la vite (più lunga) che stringe la pinza sotto, questa si avvita nella parte più profonda del supporto PM della forcella e stringe bene.

Posso prendere una seconda vite più lunga e usare quella in modo da usare il filetto "buono" in fondo al supporto?

O il filetto è andato?

Aiuttoooooo!!!

Ciaoo

RANDYGRAMOLA

[quote="crc_error, post: 5499383"]Ho un problema con la vite superiore che blocca la pinza sulla forcella…

 

Poco fa, ho smontato la pinza per sistemare e allineare il tutto, ma nell'avvitare la vite superiore della pinza ho sentito uno "stac" metallico e ora credo si sia spanato il filetto interno alla forcella.

 

La vite gira bene per i primi mm, poi, quando deve finalmente "stringere", salta e si smolla.

Sulla vite ci sono circa 5 mm di alluminio dell'adattatore (che ora ho tolto) a circa 3-4 mm dalla punta.

 

Come risolvo? Non posso girare con una sola vite che blocca la pinza (anche perché è il freno anteriore :paur:)

 

Se uso la vite (più lunga) che stringe la pinza sotto, questa si avvita nella parte più profonda del supporto PM della forcella e stringe bene.

Posso prendere una seconda vite più lunga e usare quella in modo da usare il filetto "buono" in fondo al supporto?

O il filetto è andato?

 

Aiuttoooooo!!!

 

Ciaoo[/QUOTE]

 ..!!! di quanti mm è più lunga la vite?

in pratica se sono almeno 9/10 mm in più potresti provare a rimontare stringendo bene e con cautela, vedi se riesci a capire quanto filetto buono hai nella sede forcella , anche se ho ben capito trattasi della vite alta quindi quella che fa meno forza in frenata delle due…. ma stai attento !

C

Nella forcella il supporto spanato è quello alto, per cui come dici tu dovrebbe avere meno "forza" applicata durante la frenata.

Misurata con il righello "ad occhio" una, quella superiore (con il supporto spanato) è lunga 4 cm, mentre l'altra è 4,5 cm.

Sembra che quei 0,5 cm in più siano quelli che permettono di chiudere correttamente.

La cosa strana è che se la avvito senza la pinza e l'adattatore gira bene senza "saltare", invece se la avvito con la pinza e il resto appena sforza un attimo salta…

RANDYGRAMOLA

[quote="crc_error, post: 5499808"]Nella forcella il supporto spanato è quello alto, per cui come dici tu dovrebbe avere meno "forza" applicata durante la frenata.

 

Misurata con il righello "ad occhio" una, quella superiore (con il supporto spanato) è lunga 4 cm, mentre l'altra è 4,5 cm.

 

Sembra che quei 0,5 cm in più siano quelli che permettono di chiudere correttamente.

 

La cosa strana è che se la avvito senza la pinza e l'adattatore gira bene senza "saltare", invece se la avvito con la pinza e il resto appena sforza un attimo salta…[/QUOTE]

 Io non mi fiderei di 5mm soltanto di "impanatura" per tenere una pinza freno !

Porta la forcella in una buona officina, esistono…. ( non mi ricordo come si chiamano ) … in pratica ti fanno una filettatura + grande poi dentro inseriscono avvitata sulla filettatura fatta quella giusta ed il gioco è fatto e con pochi euri di spesa.

G

[quote="RANDYGRAMOLA, post: 5500578"]Io non mi fiderei di 5mm soltanto di "impanatura" per tenere una pinza freno !

Porta la forcella in una buona officina, esistono…. ( non mi ricordo come si chiamano ) … in pratica ti fanno una filettatura + grande poi dentro inseriscono avvitata sulla filettatura fatta quella giusta ed il gioco è fatto e con pochi euri di spesa.[/QUOTE]

si, si chiamano "elicoidi" e funzionanano molto bene. L'importante é che ci siano alcuni mm di materiale intorno

RANDYGRAMOLA

[quote="gattonero, post: 5500604"]si, si chiamano "elicoidi" e funzionanano molto bene. L'importante é che ci siano alcuni mm di materiale intorno[/QUOTE]

Bravo,

non me lo ricordavo

 

si nell'attacco pinza di una forcella c'è materiale a sufficienza a far fare presa all'elicoide.

Tank

GIUIO10

[quote="crc_error, post: 5499808"]…Sembra che quei 0,5 cm in più siano quelli che permettono di chiudere correttamente…[/QUOTE]

Non è per niente strano. Tieni presente che i primi 5-6 filetti (spire) sostengono il 90% del carico, la vite in questione è una M6 passo 1mm, quindi…

Il problema è che la tenuta è lontana dalla giunzione (è in profondità, insomma) e il raccordo è sottoposto (dalla forza della pinza-disco in presa) a tensione tangente l'asse della vite, il che non fa un gran bene!

Se c'è lo spazio (se è una Totem, no!) metti l'elicoil, se non c'è potresti risolvere avvitando un prigioniero, sufficientemente sporgente da calettare adattatore e pinza) sulla madrevite dopo aver iniettato una resina epossidica ricostruente che lo blocca in sede. In questo caso dovrai serrare la pinza con un dado.

X

[quote="crc_error, post: 5499808"]

La cosa strana è che se la avvito senza la pinza e l'adattatore gira bene senza "saltare", invece se la avvito con la pinza e il resto appena sforza un attimo salta…[/QUOTE]

xche' senza pinza la vite prende piu' filetto…

segui i consigli dti dagli altri..fatti mettere un elicoil…

p.s dato che l'elicoil non e' alluminio, ma bensi' acciao, e' piu' soggetto ad allentarsi, quindi dopo avrai da ricontrollare la tensionatura della vite, quindi onde evitare di ri-spanare (anche le altre viti ) ti consiglio di farti un dinamometrica..almeno sarai corretto nei vari settaggi…che non e' poco..:celopiùg:

C

Azz, pensavo di risolvere con una vite più lunga ma la questione si fa molto più complicata..

Devo trovare un tornitore per farmi un lavoro fatto bene e farmi mettere un elicoide allora 😥

C

[quote="xVALERIOx, post: 5501500"]xche' senza pinza la vite prende piu' filetto…

segui i consigli dti dagli altri..fatti mettere un elicoil…

p.s dato che l'elicoil non e' alluminio, ma bensi' acciao, e' piu' soggetto ad allentarsi, quindi dopo avrai da ricontrollare la tensionatura della vite, quindi onde evitare di ri-spanare (anche le altre viti ) ti consiglio di farti un dinamometrica..almeno sarai corretto nei vari settaggi…che non e' poco..:celopiùg:[/QUOTE]

L'idea della dinamometrica è sempre più concreta…

Mi sa che dovrò prendermene una, così la smetterò di andare "ad occhio"…

G

[quote="xVALERIOx, post: 5501500"]xche' senza pinza la vite prende piu' filetto…

segui i consigli dti dagli altri..fatti mettere un elicoil…

p.s dato che l'elicoil non e' alluminio, ma bensi' acciao, e' piu' soggetto ad allentarsi, quindi dopo avrai da ricontrollare la tensionatura della vite, quindi onde evitare di ri-spanare (anche le altre viti ) ti consiglio di farti un dinamometrica..almeno sarai corretto nei vari settaggi…che non e' poco..:celopiùg:[/QUOTE]

Non direi: l'elicoide lavora per espansione, in genere si ha pure un irrobustimento della filettatura; sempreché -ripeto- vi sia sufficiente materiale intorno.

Concordo sull'uso della chiave dinamometrica, visti i precedenti… o-o

M

ecco ti pareva.. .appena successo  con una vite di attacco alla forcella.

vite storta e con frenafiletti.

qualcuno sa dirmi se nel piede della forcella (asola dove si avvita il distanziale con standard IS PM) c'è la filettaura oppure no?

dovrò "distruggere" la vite col trapano….

:rosik:

M

si che c'è la filettatura altrimenti come ce la avviti…mica va il dado dietro…

afferra la vite con un paio di tenaglie o con la giratubi che fai prima

M

la filettatura di sicuro è nell'adattatore…. è probabile che nella fork sia solo un passante (asola).

o almeno me lo auguro alla grande!!!!

con tenaglie e altro non ho spazio, rovinerei il fodero della fork….

M

beh se l'adattatore va dietro i fori su quelle is, allora non sono filettate.

effettivamente ora che ricordo la forcella della mia vecchia bici ha solo i buchi

altrimenti se conosci qualche meccanico (di auto intendo) fatti prestare un maschio estrattore, fai un forellino al centro della vite e con quello la rimuovi.

M

e no.. manco quello va bene perchè la vite ha ancora la testa, per cui è serrata nell'adattatore.. devo prima consumare la testa la foto inserita è la situazione attuale…

idem per una delle 6 viti del freno a disco sul cerchio…

le hanno messe storte con in più il frena filetto.. (le altre e 5 con frena filetto sono venute via normalmente)

M

il maschio sinistro si può usare anche se c'è la testa, ovviamente devi riuscire a far bene il buco.

ps la foto non si vede

M

li ho li ho…   pensavo che ti riferivi alla vite nell'adattatore….

🙂

ottomilainsu

In un caso del genere prima di forzare è meglio scaldare, circa 100°C con un asciugacapelli, la dilatazione dell'alluminio e l'allentamento de frenafiletti permettono di rimuovere più facilmente la vite.

M

perfetto.. tra poco  farò la prova….

M

eccomi.. come promesso vi porto aggiornamenti…

la forcella ha solo asole senza filettatura.. per cui phon, trapano e  punta per svitare le viti grippate o con testa spanata…..

1 ora di lavoro per 2 viti forcella e una delle 6 del freno a disco…

ecco il risultato sulla mia pag di google… non riesco a caricale, devo ridimensionatle

https://plus.google.com/u/0/communities/108235137490824206730/stream/4a940fb1-f863-452a-8655-ac3edf317515

O

[quote="albionzeronove, post: 5005732"]ottima soluzione, in alternativa si può comprare un cacciavite a percussione :il-saggi:[/QUOTE]

io con il cacciavite a percussione ho risolto diversi problemi che richiedevano, altrimenti, la lettura completa del calendario….con angeli e santi……

F

Ma scusate una cosa, se io inserisco la brugola e diciamo che l'ho inserita male, un'po di traverso, e quindi dopo gira a vuoto si rovinano le chiavi a brugola o la vite?

Ovviamente quando capita di sbagliare… non mi capita ogni giorno sta cosa…

M

Ciao Federico anche tu di Bologna???

comunque…

la risposta dipende dalla qualità delle viti e degli attrezzi…

diciamo che se hai attrezzi buoni, le tolleranze sono inferiori e c'è meno gioco, quindi minor rischio di rovinare qualcosa..

se le viti son buone e le brugole no, si rovina la brugola (meglio)

se è scadente la vite si spana… e sono cavoli…

poi ci sono altre occasioni, come  appunto l'inserimento errato o frettoloso, oppure quando c'è grasso o sporco e la chiave non entra bene…

altre volte succede…  perchè bloccata o perchè deve succedere..

esempio stupido…

sul link messo sopra nella mia precedente risposta  ho effettuato il cambio dei dischi, con  2 su 6 viti  si sono spanate…. in quell'occasione le ho sostituite tutte…

sulle due viti dei freni che  avvitano la pinza all'adattatore e le due stesse dell'adattatore, durante uno smontaggio   hanno preso un po di gioco…

sono andato dal ferramenta e ho comprato delle viti in acciaio con testa normale (non arrotondata come le originali) che sono più resistenti.. in questo modo  "anticipi" dei problemi.. ma non puoi farlo su tutte le viti…

una buona abitudine sarebbe, durante la manutenzione e smontaggi/rimontaggi, sostituire le viti se ballano o se  le brugole o torx o altre  non sono perfette nell'innesto….

in fin dei conti non costano poi tantissimo rispetto alla fatica che serve per "ripristinare" il tutto…..

😉

inve
inve

ho combinato un quasi disastro, ho spanato la testa vite del freestroke dei mie freni slx mod. br-675.
la vite è una M4x12mm
come posso rimediare? utilizzo il dremel per eseguire un intaglio e poi provare a svitare con cacciavite a punta piatta oppure prendo un estrattore conico?

inge5

problema spanatura vite free stroke su leva freni shimano SLX mod. 675.

purtroppo nell'operazione di svitare questa vite tipo M4x12mm ho rovinato uno dei 2 fori in cui far presa con cacciavite modificato.

a questo punto, qual è la migliore soluzione:

– utilizzare un minitrapano per creare un intaglio per poter utilizzare un cacciavite a testa piatta;

– procurarmi un estrattore conico adatto per estrarre la vite.

M

crea l'intaglio. L'estrattore conico dubito funzionerebbe (in generale è molto sconsigliato se le viti sono grippate nell'alluminio, non funziona praticamente mai).

Altrimenti fora al centro e procedi consumandola, poi con una punta di acciaio aggancia il primo filetto e sfilalo per un paio di giri, dunque procedi a rimaschiare avendo cura di impanare per bene la filettatura originale e rimuovendo di tanto in tanto i trucioli del vecchio perno. Questi sono i metodi che uso io.

inge5

[quote="Makkio, post: 7666348"]crea l'intaglio. L'estrattore conico dubito funzionerebbe (in generale è molto sconsigliato se le viti sono grippate nell'alluminio, non funziona praticamente mai).

Altrimenti fora al centro e procedi consumandola, poi con una punta di acciaio aggancia il primo filetto e sfilalo per un paio di giri, dunque procedi a rimaschiare avendo cura di impanare per bene la filettatura originale e rimuovendo di tanto in tanto i trucioli del vecchio perno. Questi sono i metodi che uso io.[/QUOTE]

ti ringrazio infinitamente! ero già in panico sul come fare…

provo a intagliare, nel caso passo al secondo metodo!

inge5

[quote="Makkio, post: 7666348"]crea l'intaglio. L'estrattore conico dubito funzionerebbe (in generale è molto sconsigliato se le viti sono grippate nell'alluminio, non funziona praticamente mai).

Altrimenti fora al centro e procedi consumandola, poi con una punta di acciaio aggancia il primo filetto e sfilalo per un paio di giri, dunque procedi a rimaschiare avendo cura di impanare per bene la filettatura originale e rimuovendo di tanto in tanto i trucioli del vecchio perno. Questi sono i metodi che uso io.[/QUOTE]

ti ringrazio infinitamente! ero già in panico sul come fare…

provo a intagliare, nel caso passo al secondo metodo!

 

POTRESTI ESSERTI PERSO