[Foto e Video] WC#7 Val di Sole: Minnaar cede lo scettro a Gwin

[Foto e Video] WC#7 Val di Sole: Minnaar cede lo scettro a Gwin


Sole, polvere, rocce e radici. La Val di Sole si riconferma uno degli eventi più belli e interessanti della stagione, su di un tracciato, quello della Black Snake, ritenuto dalla maggior parte degli addetti ai lavori, e non solo, come il più impegnativo e temibile di tutto il circuito di UCI DH World Cup. Le emozioni legate a questo evento erano fortissime, soprattutto la tensione legata a una finale ancora incerta con Minnaar, Gwin e Brosnan a pochissimi punti di distacco che dovevano dare il tutto per tutto per poter salire sul gradino più alto del podio della premiazione di stagione.

Il titolare della tabella numero 1, Greg Minnaar, stava esaudendo le aspettative con una run spettacolare prima di finire fuori dal tracciato con il copertone posteriore stallonato dalla ruota. Un’infinita tristezza vedere il campione sudafricano dover rinunciare in questo modo alla vittoria della UCI DH World Cup 2017, che si sarebbe onestamente meritato. Un’interminabile scroscio di applausi ha accompagnato il suo passaggio a piedi, col cerchio ormai distrutto, dalla “curva Sam Hill” fino al traguardo.

Dire che Aaron Gwin ne abbia approfittato sarebbe poco lusinghiero nei confronti dell’atleta americano che ha effettuato una gara grandiosa e che, nonostante quanto accaduto a Minnaar, ha meritato di vincere questa gara per la determinazione e la costanza con la quale ha aggredito la Black Snake in ogni suo punto. Gwin scrive quindi nuovamente il suo nome nella storia della UCI DH World Cup, come campione della stagione 2017.

La seconda posizione è di un outsider francese che ha dimostrato una forte crescita nelle ultime due stagioni. Amaury Pierron ha preso la hotseat e l’ha mantenuta a lungo, scalzato solo da Gwin a fine gara.

Terza posizione di Loic Bruni che sembra aver dato realmente il 100% su questa pista incredibilmente tosta. Grazie a questo risultato chiude la stagione salendo dalla sesta alla quarta posizione in classifica generale.

Loris Vergier chiude al quarto posto nonostante un errore che gli stava per costare una brutta caduta e che il giovane francese ha recuperato in extremis. Risale dal settimo al quinto posto nella overall.

Quinta posizione per Troy Brosnan che grazie a questi punti è riuscito anch’egli a scavalcare Greg Minnaar in classifica generale classificandosi secondo.

Loris Revelli si riconferma il più veloce degli atleti italiani in ambito internazionale, chiudendo in 38ª posizione. Il Campione Italiano Francesco Colombo lo segue a breve distanza, in 40ª posizione. 57ª e 58ª posizione rispettivamente per Francesco Petrucci e Marco Milivinti, mentre Carlo Caire chiude al 68° posto.

In ambito femminile la competizione è stata ulteriormente dura e impegnativa, con le ragazze visibilmente provate dalla Black Snake di Val di Sole. Thanée Seagrave è stata l’atleta che meglio ha saputo interpretare il tracciato, con un mix di aggressività e di costanza che l’hanno portata a vincere con oltre 3 secondi di vantaggio e conquistare la seconda posizione in classifica generale.

Seconda posizione per Myriam Nicole, protagonista di un’ottima manche finale che le ha garantito i punti necessari per conservare la leadership della classifica generale e vincere con un discreto margine di vantaggio la UCI DH World Cup 2017.

Terza posizione di Tracey Hannah, vincitrice della manche di qualificazione, che ha aggredito il tracciato guidando con tecnica e fisicità, ma non le è stato sufficiente a piazzarsi sul gradino più alto del podio. Slitta dalla seconda alla terza posizione in classifica generale.

Quarto posto per Rachel Atherton che, per quanto abbia effettuato una buona run, è apparsa sottotono rispetto al ritmo e alle performance a cui ci ha abituati durante la famosa “stagione perfetta” del 2016. Per lei una quarta posizione nella overall, nonostante l’assenza per infortunio a metà stagione.

Eleonora Farina ritorna sul podio che sicuramente può considerare quello, per ora, più significativo della sua giovane e brillante carriera, salendo al 5° posto proprio nel suo Trentino. La Campionessa Europea nonché Campionessa Italiana guadagna un’eccellente 6ª posizione in classifica generale.

Veronika Widmann chiude al 12° posto, il miglior risultato in coppa di questa stagione 2017. Alia Marcellini, appena rientrata dall’infortunio alla clavicola, ottiene un buon 13° posto a fronte della mancanza di allenamento.

Praticamente già scritto invece il risultato della categoria Junior maschile, dove è nuovamente vittoria di Finn Iles. Il giovane canadese del team Specialized Gravity ha staccato di oltre due secondi la concorrenza ma soprattutto ha messo in archivio altri punti che si sommano al distacco totale di 215 punti in classifica generale, dove Iles ha letteralmente dominato per tutta la stagione. Seconda posizione di Matt Walker, che con i punti di oggi sfiora anche la seconda posizione in classifica generale che è invece di Sylvain Cougoureux, arrivato in terza posizione nella gara di oggi. Andrea Bianciotto migliora il 12° posto ottenuto ieri in qualifica nonostante una brutta caduta e si piazza in 9ª posizione. Federico Monzoni pur cadendo chiude al 14° posto. Luca Vinante ottiene la 17ª posizione.

Nella categoria Junior femminile è ancora Melanie Chappaz a prevalere, effettivamente senza sfidanti che possano preoccuparla se non la lettone Paula Zibasa. Terza posizione per Beatrice Migliorini mentre Alessia Missiaggia è distante dal confermare la prestazione dei Worlds della scorsa stagione quando, sullo stesso tracciato, ha conquistato la medaglia d’oro di categoria.

Classifiche complete Finali Val di Sole – Elite Men
Classifiche complete Finali Val di Sole – Elite Women
Classifiche complete Finali Val di Sole – Junior Men
Classifiche complete Finali Val di Sole – Junior Women

World Cup Overall – Elite Men
World Cup Overall – Elite Women
World Cup Overall – Junior Men
World Cup Overall – Junior Women

Foto di Michele Mondini

Leave a Reply

65 Commenti il "[Foto e Video] WC#7 Val di Sole: Minnaar cede lo scettro a Gwin"

Notificami di
Ordina per:   più recente | più vecchio | più votato
Marco Toniolo

per quanto mi dispiaccia non aver visto una finale combattuta fino alla fine, va ricordato che Gwin ha subito la stessa mesta sorte di Minnaar a Lenzerheide, quando era in testa alla gara ad ogni intertempo e ha stallonato poco prima dell’arrivo: https://www.mtb-mag.com/dh-wc5-lenzerheide-minnaar-sigilla-la-sua-leadership/

Una specie di giustizia divina, se si vuole, che ha premiato il rider più consistente della stagione. E adesso sarebbe ora che, dopo 5 coppe del mondo, Aaron vestisse la maglia iridata…

shrubber83
shrubber83

esatto e aggiungo pure che non so quanto Minnaar si sarebbe meritato la vittoria. Al secondo intertempo era 2 decimi sopra il tempo di Gwin… sarebbe stata interessante come sfida.
Certo è che arrivare in fondo con un tempo di 5 minuti senza praticamente la ruota posteriore… beh. Onore a lui e onore a Gwin per una grandissima vittoria

Chemicalespresso
Chemicalespresso

Sono dinamiche di gara a parer mio…più che giustizia divina.
Se GM non avesse stallonato e fosse arrivato primo, se la sarebbe meritata….se fosse arrivato secondo, se la sarebbe meritata Gwinn….se fossero usciti tutti e due, se la sarebbe meritata Brosnan…
Ha vinto Gwinn, se l’è meritata tutta e di più….è un fenomeno e sicuramente sorpasserà GM a vittorie in Coppa…ha quei 6 anni di meno che gli danno ancora molto spazio.
Alla fine con un problema meccanico ed una squalifica a testa erano pari…ha vinto Gwinn, complimenti a lui…sicuramente più consistente…ma a consistenza cosa si dovrebbe dire dei 70 e rotti podi in carriera di GM…se non è consistenza quella 🙂 si meriterà anche la quarta coppa o no? I prossimi sono 36…

Deroma
Deroma

scusa Marco ma Hart che ha fatto che me lo sono perso e non lo vedo in classifica? caduto o problema meccanico?
grazie

Marco Toniolo

Caduto, ma è in classifica

zipo1967
zipo1967

Rispetto per Minnar che conclude la sua run per il pubblico
Onore a Gwin che con la coppa del mondo in tasca attacca dall’inizio alla fine e legittima la vittoria nella overall.
Sono dei mostri

Carissimo
Carissimo

Dalla telecronaca hanno detto vhe gwin non sapevo niente della run di GM

Fbf
Fbf

Sfortunatissimo Greg! Comunque una grande vittoria meritata di Gwinn! Francesi sempre presenti!
Bravi tutti!!!
Però non ho capito se ha stallonato uscendo dal percorso od è uscito dal percorso per la stallonatura…

onosendai

Sarà un caso visto ovviamente parliamo di un campionato individuale (onori e meriti di Gwin e Nicole) ma ai prmi posti maschile/femminile sono finite due marche che vendono online (e Canyon seconda) magari un segno dei tempi che stanno cambiando.

Riki174
Riki174

E c’erano parecchie scie chimiche nel cielo.
E mio cuggino che era lì ha visto almeno 5/6 rettiliani che ci bucavano le gomme all’africano!

Hey man…riprenditi che sei messo male forte….

nicola47
nicola47

Forse quello che sta messo male sei tu

Riki174
Riki174

Probabile 🙂
Io sarò un cazzaro a spararle grosse…ma il commento “vince chi ha la bici venduta online” non meritava di meglio.

Marian85
Marian85

Ti sei perso il punto del discorso. Personalmente sono contento che dei marchi che vendono online abbiano vinto cosicché i grossi marchi ci facciano un pensiero, ovviamente ritengo comunque che non siano gli 200 € che guadagna un meccanico che fa la differenza ma e per le migliaia che risparmi eliminando tanti introiti. Ci vuole un segnale, indifferentemente da tante cose, certe bici hanno prezzi inspiegabilmente alte se non ridicoli.

nicola47
nicola47

Io leggo soltanto che hanno vinto dei marchi che vendono solo online, considerando che questi nuovi marchi erano visti come delle cenerentole anni fa, e il solo pensiero che potessero vincere qualcosa faceva sorridere, ora bisogna constatare che hanno vinto in ogni disciplina, e sono presenti quasi tutti ufficialmente nella DH (vedi anche radon e cube) e sono tutti nei top 20. Piuttosto è da chiedersi dove sono pinarello, wilier, colnago e compagnia

giorgiocat
giorgiocat

Vista dal vivo, veramente triste per Minnaar, che ha accusato visibilmente il colpo (molto molto sfortunato anche in qualifica), alla cerimonia ha fatto ironicamente e simpaticamente il gesto di lanciare la coppa del terzo. Ma come ho detto era visibilmente provato. Se avessi dovuto dare la coppa a qualcuno, onestamente l’avrei data a lui. Comuque sono cose che uno sportivo deve mettere In conto. Altro capitolo per la Atherton, anche lei visibilmente provata, dopo l’infortunio è ritornata tra le umane, o meglio tra le fortissime sue colleghe, adesso non fa più uno sport a sè.
Da ultimo ma non meno importante: GRANDE ELEONORA, lei visibilmente raggiante, BRAVISSIMA!!!

giorgiocat
giorgiocat

Comunque ho visto il video del crash di Di Minnaar, con varie moviole ma non ho capito come il telaio si sia rotto in due in quella maniera. Bah…
In ogni caso che non é che Gwin non si è meritato vincere la gara o la coppa. Dispiace soltanto che Greg sia finito fuori così…

Ghirotto
Ghirotto

Il telaio è andato ad impattare contro il paletto di legno che delimitava il percorso , ha sbattuto perpendicolare e si è rotto nel punto di collisione con le ruote che hanno aiutato a aumentare la leva . Ora si tratta di DH quindi può sembrare banale parlare di spostare un paletto che delimita il percorso quando è pieno di alberi , rocce e quant’altro , però col senno di poi il tracciato io lo delimiterei solo con paletti in plastica almeno stai con la coscienza a posto.

giorgiocat
giorgiocat

si questo l’ho visto, ma come hai detto è pieno di alberi enormi, e queste bici fanno test di rottura….quello che volevo dire è che non mi sembrava un impatto tale da rompere un telaio in quella maniera….

Marco Toniolo

Dal video non si capisce molto la velocità e quanto fosse ripido. In ogni caso, era un prototipo, quindi chissà com’era costruito.

giorgiocat
giorgiocat

E qui volevo arrivare ; ) loro aono dei missili (li ho visti dal vivo) ma come c#[email protected] era costruito per spaccarsi così?… cioè anche per l’incolumità del pilota

Pitaro
Pitaro
I test di rottura li fanno per gli sforzi del normale utilizzo, ovviamente maggiorati di un coefficiente di sicurezza, di sicuro non fanno test per tutti i tipi di impatto che può subire un telaio dopo una caduta. Sicuramente mettono delle pelli di carbonio extra per dargli un po’ più di resistenza ai colpi accidentali, ma non è che possono mettere su mezzo chilo di materiale perché così non si rompe se uno gli passa sopra con la macchina… E poi non me lo chiedo neanche com’è costruito: al meglio che si possa fare. O volete dirmi che Santa Cruz dopo aver investito un botto di soldi in progettazione, stampi, ecc… per fare un telaio su misura di Minnaar (altro costo da non trascurare) va a risparmiare sulla realizzazione? L’unica cosa che secondo me potrebbero aver fatto per renderlo più fragile di un telaio di serie è ridurre gli strati… Continua a leggere »
giorgiocat
giorgiocat

eh appunto non gli é passata sopra una macchina ( in quel caso capirei ; )) sembra una caduta come tante…poi non lo so….

shrubber83
shrubber83

si è abbracciato ad un palo… probabilmente ha pure sbattuto forte anche se non si vede visto che è l’inquadratura è col telescopico che schiaccia tutto.

Clod.LP
Clod.LP

prototipi e prodotti finiti sono cotruiti alla stessa maniera. Il carbonio necessita sempre di un mold per avere un prodotto finito. Poi credo che per l’incolumità del rider, il telaio ha abbondantemente passato tutti gli ISO test del caso. Solo che gli iso test non prevedo impatti laterali di quel tipo.

teoDH

son contento, primo perché Gwin se la merita piú di tutte le altre sta coppa, e perché magari si rimandano le 29 dove stanno bene… a pedalare e sulle piste delle biglie… spero in Gwin di nuovo campione il prossimo anno su una 26″… tanto per lui il diametro ruote eé un optional…

kristian
kristian

..ma è la bici per lui…è enorme e sopra lui ci sta a pennello… se se la sente…
Poi a vederlo scendere dal vivo è emozionante..sembra tutto semplice

enduardo
enduardo

scusa ma devi far polemica su tutto? enduro non va bene, le 29 neanche, a quanto pare neanche le gare xc… sei un po noioso ormai

MasterOfSilence
MasterOfSilence

Ha ragione eduardo. Credi di spezzare il pane dell’anticonformismo sulle nostre teste, ma ad ogni tuo commento in ogni post non solo mi trovo in disaccordo con te (e lo dico da superanticonformista) ma hai un modo altezzoso di dire le cose veramente insopportabile. Sappilo.

Bimbo
Bimbo

Si, e io spero che quest’anno Babbo Natale scenda dal camino.

Riki174
Riki174

E comprati sta tv a tubo catodico per guardare i vhs di “wuellochehavintoindaunillconlarigidanel89”!
E molla tutte ste cagate che spari a ogni colpo.
Uns volta facevi sorridere…adesso sei una moglie brutta e vecchia che se la tira!!!!
P.S. e io sono contentissimo x Gwin:)

bax70
bax70

Caro Teo stavolta sono solo in parte d’accordo con te; vediamo…Gwin ha meritato la vittoria…ok, enduro inteso come competizione non va bene…ok, sul xc mi avvalgo della facoltà di non rispondere…mmm non siamo d’accordo solo sulle 29 che qualcuno le guida come le 27.5 e forse ci si trova un filo meglio però non sono proprio miracolose come ci volevano far credere dopo ciò che era avvenuto a Lourdes; ma d’altra parte se i miracoli non si manifestavano lì dove altrimenti? per il resto: non ti curar di lor ma guarda e passa…troppo seri un po’ di ironia, su ragazzi!

ymarti
ymarti

Grande gara.
Minnar è stato sfortunato sui due giorni ma alla fine anche la dea fortuna non è fortunata.
fuck non partecipo al concorso.
Le 29 si sono comunque dimostrate competitive. Teo non sarà d’accordo ma è così.
L’anno prossimo ci sarà da divertirsi.
Ciao a tutti

giorgiocat

un commento sulla pista: ipertecnica e spettacolare. L&#039 ;unica cosa è sempre il fondo in tanti punti sembrava sabbia. Ma d&#039 ;altronde con questa siccità…

Dr_Serpente
Dr_Serpente

Bella pista e bella gara, non avevo mai visto rider di questi livelli in azione su piste da mondiale con la M maiuscola.
Ho visto gente osare in posti dove non scenderei neanche a piedi!
Quasi quasi mi faccio una endurina… Fortuna che domani c’è XC a farmi cambiare idea.

Marco Toniolo

Il telaio è andato ad impattare contro il paletto di legno che delimitava il percorso , ha sbattuto perpendicolare e si è rotto nel punto di collisione con le ruote che hanno aiutato a aumentare la leva . Ora si tratta di DH quindi può sembrare banale parlare di spostare un paletto che delimita il percorso quando è pieno di alberi , rocce e quant&#039 ;altro , però col senno di poi il tracciato io lo delimiterei solo con paletti in plastica almeno stai con la coscienza a posto.

Non so se hai visto il "paletto"

Ghirotto
Ghirotto

No lo vedo adesso e me lo ricordavo più “paletto” e meno sequoia…comunque lo trovo in ottima salute visto che si è preso una biciclettata addosso…continuo a pensare che la cara e insana plastica sia meglio per certi utilizzi.

uomoscarpia
uomoscarpia

Gara davvero stupenda, percorso pazzesco, Gwin il mostro dei mostri, a vederli scendere ti vien voglia di vendere la bici…Non conoscevo la Farina, è davvero una ragazza molto simpatica ed onesta in quello che ci ha raccontato sul campionato e sulla gara, sono felice per lei. Davvero una bella persona.

kji
kji

Gwin per me è superiore , è il più forte. Minnaar è rinato in sella alla 29 , tagliata sulle sue misure , così come Moir…è veramente bello vedere case di bici e atleti pazzi che si sfidano così. (cmq sono tutti dei mostri di bravura e di coraggio…dal primo all’ultimo)

Alex
Alex

Ragazzi io c’ero oggi e ho visto linee uguali e differenti a seconda del rider che scendeva. Credo abbia vinto il più forte, che a scapito dei problemi altrui ( vedi post di Marco ) ha vinto il mondiale in Canada con una prestazione aliena!!!

sembola

Come sempre sulle valutazioni sportive e tecniche prevalgono le polemicucce da asilo.
Che tristezza.

Riki174
Riki174

Caro Herr Sembola
Se ti riferisci a certi talebani “daunillomorte” hai ragione.
All’inizio sghignazzavo pure io…ora hanno rotto.
P.S.
Io abolirei le bici x3anni ogni volta che Gwin (k essendo americano e’ sicuramente dopato e sfrutta i bambini del Burkina Faso x farci la bbici) ha perso 1mondiale..
E intendo di quelli mondiali che regalano le magliette eacobbaleno…
Tanto x fare il talebano

goemon
goemon

Ma possibile che sono solo io a pensare che perdere un campionato del mondo per uno stallonamento sia indice di pochissima professionalità? nel senso che si relega ancora lo stallonamento come “sfiga”, ogni tanto capita, una volta a te l’altra volta a me…boh.

fyase
fyase

Mi sa che stai prendendo un abbaglio, mica stallonano per mancanza di professionalità… Stallonano perché essendo sempre alla ricerca estrema di velocità / tenuta girano bassi di pressione e a volte si sfocia nello stallonano…. Se girassero a 2.5 non stallonerebbe nessuno ma non avrebbero neppure grip… La formula magica non esiste ogni pista / tipo di terreno ha bisogno della giusta pressione per fare il tempo…

giorgiocat

E c&#039 ;erano parecchie scie chimiche nel cielo.
E mio cuggino che era lì ha visto almeno 5/6 rettiliani che ci bucavano le gomme all&#039 ;africano!

Hey man…riprenditi che sei messo male forte….

Secondo me il messaggio quotato voleva dire che ora non sono solo i grandi marchi o iperblasonati a farla da padrone nelle competizioni ma anche marchi tra virgolette economici (di solito sono loro che fanno vendita online). Questo per dire che anche i marchi  economici sono capaci di fare prodotti di qualità.

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

Riki174
Riki174

Ah ok..si torna seri.
Quello e’ vero…ma e’ piu vero ancora che negli ultimi 5/6anni Gwin ha vinto 4volte con Trek Specialized e YT.
Grande onore a Minaar piuttosto…che ogni anno si reinventa protagonista nonostante la veneranda eta (…lo so…piu giovane di me…).
Per il femminile meglio non parlarne…Rachel e’ troppo sopra tutti (al netto degli infortuni).
Quindi: si, i marchi online producono bici all’altezza e tutti lo ssppiamo…ma secondo me in questo contesto il fattore dominante e’ al 90% uomo!

giorgiocat

si è abbracciato ad un palo… probabilmente ha pure sbattuto forte anche se non si vede visto che è l&#039 ;inquadratura è col telescopico che schiaccia tutto.

Ma lui(Minnaar) non si fatto niente … Vabbè comunque il telaio si è rotto a metà e onestamente non ne ho visti tanti ridotti così… sarà anche normale …

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

sembola

e quante bici hai visto sbattere contro un palo a quella velocità?

shrubber83

Ma lui (Minnaar) non si fatto niente  (fortunatamente)… Vabbè comunque il telaio si è rotto a metà e onestamente non ne ho visti tanti ridotti così… sarà anche normale …

Sent from my SM-G935F using MTB-Forum mobile app

Intendevo la bici, si è abbracciata ad un palo

Inviato dal mio ONE A2003 utilizzando Tapatalk

giorgiocat

e quante bici hai visto sbattere contro un palo a quella velocità?

beh imsomma in dh di ciocchi paurosi anche contro elementi fermi se ne vedono…

sembola

beh imsomma in dh di ciocchi paurosi anche contro elementi fermi se ne vedono…

se se ne vedono a pacchi non sarà difficile trovare filmati e foto, e paragonare i risultati.

Oppure (fortunatamente, aggiungo) i botti in DH sono di tutt&#039 ;altra natura.

giorgiocat

se se ne vedono a pacchi non sarà difficile trovare filmati e foto, e paragonare i risultati.

Oppure (fortunatamente, aggiungo) i botti in DH sono di tutt&#039 ;altra natura.
Dico fortunatamente perché con pali di dimensione anche minore di quello c&#039 ;è chi ci ha lasciato la pelle.

basta googlare downhill crash  e si vede della roba inguardabile dove il telaio (e purtroppo il rider) sbatte ovunque
… e comunque lo ammetto non ho la prova ingegneristicamente provata che il v10 carbon 29 di Greg Minnaar fosse di carta (si fa per dire) come non ce l&#039 ;ha nessuno che non avesse un qualche punto debole di troppo. A chi dice che era supertestato: ma se ritirano della roba che è  da mesi sul mercato (vedi il dhx2 che esplodeva) non é  tutta roba super testata?

sembola
basta googlare downhill crash  e si vede della roba inguardabile dove il telaio (e purtroppo il rider) sbatte ovunque… E allora googliamo. Ghost 7000  (alu) che prende un albero Norco (alu) che prende un albero Kona Operator (carbon) che prende un albero Robe non accadute a pro in diretta tv, però 😉 … e comunque lo ammetto non ho la prova ingegneristicamente provata che il v10 carbon 29 di Greg Minnaar fosse di carta (si fa per dire) come non ce l' ;ha nessuno che non avesse un qualche punto debole di troppo. Questo ovviamente nessuno può escluderlo, anche se la dinamica non lo suggerisce: si fosse aperto in un atterraggio un po' ; allegro già sarebbe un po' ; più sospetto.Ad ogni modo, una cosa è farsi delle domande, altra cosa dedurre che "le SC fanno caà" o che "il carbonio si rompe" :medita: A chi dice che era… Continua a leggere »
giorgiocat
E allora googliamo. Ghost 7000  (alu) che prende un albero Norco (alu) che prende un albero Kona Operator (carbon) che prende un albero Robe non accadute a pro in diretta tv, però 😉 Questo ovviamente nessuno può escluderlo, anche se la dinamica non lo suggerisce: si fosse aperto in un atterraggio un po' ; allegro già sarebbe un po' ; più sospetto.Ad ogni modo, una cosa è farsi delle domande, altra cosa dedurre che "le SC fanno caà" o che "il carbonio si rompe" :medita:Diciamo che c' ;è parecchia voglia di polemica, come sempre nello scontro epocale tra i "grandi ladri  e "le cineserie online"……scommetto che se fosse capitato ad una Commencal nessuno avrebbe detto nulla, così come se fosse capitato ad una Canyon avremmo visto di molto peggio… Le certificazioni ed i test riguardano parametri ben precisi; un casco da bici, per esempio, viene testato con un impatto di… Continua a leggere »
giorgiocat

Ah ok..si torna seri.
Quello e&#039 ; vero…ma e&#039 ; piu vero ancora che negli ultimi 5/6anni Gwin ha vinto 4volte con Trek Specialized e YT.
Grande onore a Minaar piuttosto…che ogni anno si reinventa protagonista nonostante la veneranda eta (…lo so…piu giovane di me…).
Per il femminile meglio non parlarne…Rachel e&#039 ; troppo sopra tutti (al netto degli infortuni).
Quindi: si, i marchi online producono bici all&#039 ;altezza e tutti lo ssppiamo…ma secondo me in questo contesto il fattore dominante e&#039 ; al 90% uomo!

Ho detto di qualità, non magici , è  ovvio che poi ti serve  il campione. Ma anche un mezzo valido. Si parla spesso di graziella ma quella non basterebbe ; )

Riki174
Riki174

Esattamente, concordo che i marchi online sono ormai validi quanto quelli ben più costosi.
Lungi da me far crociate a favore di mezzi spropositatamente più costosi del dovuto.
Quindi si, da un certo punto di vista la cosa va notata.
Mi sembrava solo un po’ riduttivo il commento sopra (al quale ho risposto ironicamente parlando di gombloddi) in quanto in questo caso secondo me andava dato tanto merito ai rider.
🙂

wpDiscuz