MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Workshop] Come migliorare il passaggio guaina della GT Force 2014

[Workshop] Come migliorare il passaggio guaina della GT Force 2014

[Workshop] Come migliorare il passaggio guaina della GT Force 2014

14/05/2014
Whatsapp
14/05/2014

Certe volte la la cuasa di un problema si trova nei dettagli, nelle piccole cose che spesso si trascurano. Un buon passaggio delle guaine è fondamentale per il corretto funzionamento della trasmissione. Puoi avere il deragliatore migliore del mondo, ma se le guaine fanno giri troppo stretti la cambiata non sarà mai precisa.

Il problema

Sin da quando abbiamo montato la GT Force Carbon con la trasmissione X01 abbiamo avuto un po’ di problemi con il deragliatore che risultava pigro a scendere. Se quando tutto era nuovo il funzionamento era accettabile, la situazione è però peggiorata con il tempo, mano a mano che le guaine si sono usurate e che lo sporco ha cominciato ad infiltrarsi dai terminali.

Il problema era piuttosto semplice: il deragliatore faticava a scendere durante la cambiata da un pignone più grosso ad uno più piccolo, specialmente quando si scalava di un solo pignone. Un problema che dapprima abbiamo imputato ad una cattiva regolazione del cambio, poi al mancato allineamento del forcellino. In realtà però anche intervenendo su questi parametri non siamo giunti a nessuna soluzione.

E’ stato però quando abbiamo sfilato il cavo dalla guaina che ci siamo resi conto che questo risultava usurato in prossimità delle strette curve che la guaina fa attorno al piantone sella. Il trattamento nero di Teflon era completamente andato via, segno di un forte sfregamento tra cavo ed interno della guaina.

La causa

Il routing (o percorso) della guaina del cambio posteriore sulla GT Force è piuttosto complesso.

01Dopo essere passata sotto al telaio, la guaina si interrompe. Il cavo compie una stratta curva di 90° verso l’alto, sfruttando una guida di plastica. Dopo la guida parte la seconda guaina, che facendo una stretta curva ed avvitandosi su se stessa, si innesta nel fodero alto sinistro passando all’interno del parafanghino posteriore di protezione dell’ammortizzatore.

Insomma, si tratta un passaggio piuttosto complesso, con delle strettissime curve che ovviamente vanno a minare la scorrevolezza del cavo dentro la guaina.

Se questo non costituisce un problema con le trasmissioni 10V fornite di serie con la bici (ed il test della Sensor, bici che adotta lo stesso routing, lo conferma), diverso è il discorso quando si va a montare un deragliatore 11V, un cambio che meno tolleranza ed un funzionamento diverso dai fratelli a 10V.

La soluzione

Come quindi ovviare a questo problema? La soluzione è semplice: bisogna cambiare radicalmente il routing ed eliminare queste curve strette. Facile a dirsi, il problema è che collegare carro e triangolo posteriore, in continuo movimento reciproco, non è per niente banale. Bisogna evitare sfregamenti della guaina sul telaio, così come evitare che la guaina si pieghi troppo quando il carro si comprime. Questo potrebbe causare fenomeni di ghost shifting.

Ecco quindi la soluzione: creare un nuovo punto di fissaggio della guaina sfruttando il perno del forcellone. Il perno del forcellone è infatti cavo e con un po’ di fantasia possiamo realizzare un passaggio guaina decisamente migliore di quello di serie. Si tratta tra l’altro di un punto neutro, essendo il centro di rotazione del carro, perfetto per evitare che la guaina sfreghi sul telaio durante il lavoro della sospensione.  Vediamo come fare.

Innanzitutto cominciamo con il procurarci:

obe

  • Un tassello da muro in nylon da 8mm (si avete letto bene, proprio un tassello da muro!)
  • Una vite Parker adatta al tassello
  • Una placchetta metallica con doppio foro. In questo caso abbiamo trovato perfetta allo scolo la placchetta di un disco Shimano, quelle che servono ad impedire alle viti di svitarsi, ma scavando a fondo nei cassetti dell’officina potete trovare tantissime valide alternative.
  • Una rondella di una camera d’aria o valvola tubeless.

1) Accorciamento guaina: cominciamo subito con l’accorciare la guaina. Rispetto al routing originale toglieremo 3-4 cm di guaina, il metodo migliore per determinare la giusta lunghezza è di posizionarla come la intendiamo far passare e tagliarla a misura.

obe

Come si vede dallo foto il passaggio prevede delle curve piuttosto dolci.

2) Preparazione tassello: poichè l’interno del perno è liscio, la presa del tassello non è ottimale come se fosse nel muro. Posizioniamolo quindi in morsa (o teniamolo con una pinza) ed avvitiamo/svitiamo alcune volte la vite in modo che si crei il filetto nella plastica.

obeAlcuni tipi di tassello (come questo qui utilizzato) hanno delle alette nella parte terminale che servono per far presa nell’intonaco ed impedire la rotazione del tassello quando si avvita. Queste alette costituiscono un problema per il completo inserimento del tassello e quindi vanno eliminate con un cutter.

obeL’operazione è semplicissima: il nylon si taglia facilmente.

3) Preparazione fissaggio guaina: adesso è giunto il momento di preparare la piastrina che servirà a fissare la guaina. Fissiamo un’estremità in morsa, poi pieghiamo l’altra parte con una pinza a ca 90°.

obePiegata a metà la placchetta, posizioniamo un cacciavite nei pressi della piega e, premendo con la pinza sulle due asole forate, pieghiamo la lamiera dandole la forma voluta.

obe Il risultato del nostro lavoro è il seguente:

obeUna lamiera piegata a metà co i due fori sovrapposti ed un’asola sufficiente ampia ad ospitare la guaina.

4) Installazione sul telaio: ora è giunto il momento di installare il tutto sul telaio. Cominciamo con l’inserire il tassello, che entra agevolmente a mano.

obe

Infiliamolo fino a completa battuta, eliminando eventuali alette o sporgenze di plastica che possono creare spessori indesiderati.

obe

Il risultato estetico non è dei peggiori, tra l’altro il colore del tassello ben si abbina ai colori del telaio.

Facciamo ora passare la placchetta metallica attraverso la guaina, con l’estremità aperta che punta verso l’alto:

obe

Infiliamo tra i due fori la rondella e fermiamo il tutto con la vite.

obe

Avitiamo quindi completamente la vite, fino a che il tutto non arriva a battuta.

obe

Non è necessario stringere più di tanto, anche perchè il tassello oltre una certa forza tende a ruotare. Il tassello è bello lungo, da solo non esce anche perchè la guaina non tira verso l’esterno, ma solo verso il basso.

Il risultato del lavoro è il seguente:

obe

Esteticamente piuttosto gradevole, praticamente invisibile se non andando a vedere nel dettaglio. Quello che però è veramente importante è che ora la trasmissione funziona meglio, non è più pigra a scendere e fulminea nella scalata!

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Marco Toniolo
Marco Toniolo

ingegnoso!

baccoba
baccoba

Gran bel lavoro, ma inaccettabile che una bici con quel costo debba avere questi difetti.

raven
raven

se avessi letto l’articolo avresti letto che non da problemi di serie ma solo con l’11 v montato in aftermarket. Leggere prima di commentare no?

teoDH

Mah… indipendentemente da XX1 o altro, quel passaggio gavi è assurdo, anche e soprattutto pere l’eccessiva vicinanza del cavo con la traiettoria che il piede fa in pedalata, sia sul cavo cambio che sul cavo freno… in un momento di passaggi cavi interni, la cosa sarebbe abbastanza facile da ovviare facendo passare i cavi nel tubo obliquo… perché se la soluzione proposta è pratica e ingegnosa, è altrettanto vero che non pensare in fase di progettazione alle varie configurazioni è un errore madornale…

vickiekepler0
vickiekepler0

ancora peggio!!!!
Faccio un upgrade spendendo un botto di soldi e mi trovo la catena “pigra”… dai su

canyon67
canyon67

Un amico con una sensor 2014 con la tripla di primo montaggio, ha avuto lo stesso problema. Dopo averla portata più di una volta dal rivenditore ha dovuto ingegnosamente risolvere il problema da solo. Visto che force e sensor utilizzano gli stessi passaggi cavi, evidentemente il problema è seriale. E come già indicato da molti su bici che costano più di 5000 euro è inaccettabile. Il problema di spendere molto ed avere problemi comunque non riguarda solo GT. Io ho una spark sl e la ruota posteriore in carbonio ha avuto più rotture di raggi che forature.

vickiekepler0
vickiekepler0

completamente d’accordo. Io spendo 6500 ero per una gt force carbon con trasmissione x01 e poi devo mettere dei tasselli dentro gli snodi del telaio perchè il cambio la catena fatica a scendere? follia. la mia prima bici una atala da 150 mila lire del 92 non ha perso una cambiata in 15 anni. FOLLIA

giumafrapa
giumafrapa

complimenti x l’ingegnosa soluzione.Chissà cosa ne pensa GT…..

dangerousmav
dangerousmav

Te l’ho già detto a voce ma te lo ripeto: geniale!

Deroma
Deroma

ciao
scusa l’OT come mai ho sempre problemi di visualizzazione con i tuoi articoli? il resto lo vedo perfetto, mentre questi sono sempre spostati sulla sinistra e dopo un pò non riesco più a vedere la fine dell’articolo è come se la pagina si bloccasse…
thanks
ps. tra l’altro sono i miei preferiti 🙂

Marco Toniolo
Marco Toniolo

browser e sistema operativo?

Deroma
Deroma

IE 9
Windows 7 enterprise
thanks

menollix
menollix

Butta explorer! 😀
Chrome o Firefox e la rete ti sorride 😉

Deroma
Deroma

non potrei essere più d’accordo con te ma ‘politiche aziendali’ 🙁

MASTERDH
MASTERDH

Ciao Marco, ti volevo chiedere se mi potevi aiutare per un problema simile;
Io vedo le parole a DESTRA, tagliate, come se l’ articolo non ci stia dentro alla “schermata”.

Ti metto il link di uno screenshot appena fatto su questo articolo, così capirai meglio il problema: http://oi58.tinypic.com/2vkxe7m.jpg

O.S.: Windows 7 Home Premium
Browser: Internet Explorer 11

Ciao e buon lavoro!

magomania
magomania

succede anche a me solo con gli articoli di danybiker..

menollix
menollix

Soluzione degna di una puntata dell’ A-Team … ah no, non hai usato una fiamma ossidrica 😀

Tornando seri è un peccato essere costretti a mettere questo genere di pezze su bici di questa categoria!

vickiekepler0
vickiekepler0

non è solo un peccato…. non ha proprio senso. E’ come se compri una Rolls-Royce e poi ti dicono di mettere lo scotch nello sportello del vano porta oggetti perchè si apre quando prendi una buca! MA DAAAAAI

moscas988
moscas988

Prova ad inviare l’articolo anche alla stessa GT.
Forse in corso d’opera riescono a rimediare a questi errori di gioventù!
In ogni caso ottimo lavoro!

Newbiker9988
Newbiker9988

E io che credevo obsoleta la mia Enduro 2010 coi cavi sotto il tubo diagonale… qua il cavo del cambio nasce con un percorso imbarazzante (per non parlare del leveraggio che sporge vistosamente sotto il MC, punto drammatico per le sassate).
Ottima soluzione artigianale!

daoxiannai5
daoxiannai5

domanda: la vite utilizzata è una comune vite zincata? forse converrebbe procurarsi una vite in acciaio inox o titanio onde evitare futuri problemi.

perunabicicosatoccafare
perunabicicosatoccafare

Grande @Daniel Naftali! Soluzione ingegnosa e con cose semplicemente reperibili a casa. Sicuramente si potrebbero utilizzare materiali piu’ nobili per rendere la modifica un po’ piu’ in linea con la qualita’ e il montaggio della tua Force! Aspettiamo un test dopo un paio di gare per sapere se la soluzione ha migliorato la durata nel tempo del cavo.

Dani1000
Dani1000

Un Errore non tanto piccolo di progettazione per una bici di un certo valore secondo me è poco perdonabile. Probabilmente il montaggio del X01 ha solo velocizzato un problema che si sarebbe presentato con il montaggio standard, quindi GT dovrebbe rivedere un paio di cose. Cmq ottima soluzione “temporanea” perchè pur andando bene non giusto doverla applicare per sempre. Io aggiungerei una guarnizione di gomma, anche molto sottile (la classica pezzetta di camera d’aria) intorno al cavo dove vine avvolto dalla fascetta perchè che in poco tempo si mangerà la guaina di protezione del cavo

Fratello
Fratello

Alla McGyver!Però con una vite con una testa piana e un pò più bellina sarebbe tutto più pulito.Ce ne sono diverse in commercio.

David Roilo
David Roilo

Ad esempio una vite torx, ma sono piccolezze estetiche che contano quel che contano.

Luciano_Falciani
Luciano_Falciani

Mc Gyver te fa na pippa!

Bro17
Bro17

Propongo una modifica… alla modifica. Poiché la vite Parker è INGUARDABILE su una MTB (io nel legno ci faccio un incavo per affondare la vite e poi stuccare o coprire con un dischetto di legno…) perché non pensare a una vite in ACCIAIO passante, quelle composte da due viti, una normale (filettatura da ferro) e l’altra cava e filettata che funge da dado e va in battuta dalla parte opposta (dall’altra parte del carro)?
Ovviamente si mette una piccola guaina intorno alla vite così che non graffia l’interno del perno.
Si dovrebbe mimetizzare meglio…

Bro17
Bro17

Le viti che ho suggerito si chiamano VITE E CONTROVITE…

Fabrizio Nespoli
Fabrizio Nespoli

Soluzione elegante ma ti sfido a trovare un rivenditore che tratti come prodotto standard una vite del genere , in acciaio e con le misure del caso..

Pela73
Pela73

Potevate usare un po’ di ancorante chimico e una barra filettata.
eheheheheeh

😉

KATARRUSO
KATARRUSO

Forte sta soluzione.
E una cosa fattibile anche su campi gara.
In una cassetta officina dei tasselli saltano sempre fuori e non si sa il perché.

E ovviamente affinabile esteticamente . Con quei poissoir in plastica. O al posto della vite a croce tubetto gomma o silicone e bella vite inox a testa bombata.
Poi se proprio vuoi essere pro fino nei capelli ci sono materiali più pro. Titanio e tessutino carbonio :p

Ciao

alex_bodom
alex_bodom

Ok per il laborioso ingegno fai da te, ma mi chiedo davvero a cosa pensino gli ingegneri quando realizano una bici performante ed iper costosa…

Perchè attualmente dalle recensioni è saltato fuori che più spendi più hai difetti grossolani e problemi…

Vedi Bici con cavi fissati con fascette, bici che perdono ruote, bici con cablaggio studiato male e in punti dove i colpi abbondano (vedi destinazione d’uso enduro).. bohhh….!!!

Nemmeno sulla fantomatica 5.3 da “mercatone” si verificano problemi cosi tremendi!

MN_avatar
MN_avatar

propongo una modifica: invece del tassello usare uno di quei gommini a espansione che si usano per fissare le carenature delle moto, con relativa vite metrica in acciaio o ergal, cosi si evita la ruggine.

Comunque è veramente assurdo dover fare simili modifiche su una bici cosi costosa, questo è vero!

David23
David23

Mah… passaggi cavo a dir poco folli sono cosa tutt’altro che rara e per nulla recente, provate a dare un’occhiata ad una Cannondale Gemini e poi ne riparliamo. Certo, a volte sembrano buttati li a caso e, cosa che fa ancor di più arrabbiare, su bici che costano una fucilata! Anche su Ibis, ad esempio, i progettisti non si sono certo sprecati…

Newbiker9988
Newbiker9988

messi col biadesivo durano poche uscite, lascia perdere…

Matteo Ravo
Matteo Ravo

per ora ho fatto due giretti ed al momento cambia bene… spero di non dover ricorrere a questa modifica seppur ingegnosa…. attendo impaziente comunque una recensione completa sul mezzo!!

scylla
scylla

Ok ottima soluzione, ma per i soldi che spendi per una GT io pretenderi un pacco dalla società con la soluzione da montare……

Kiccofire
Kiccofire

Bel lavoro. Anch’io ho dovuto modificare il passaggio del cavo deragliatore posteriore e del tubo freno posteriore per problemi di eccessiva usura nei punti di contatto con l’ingresso nel fodero basso, sulla Stumpjumper FRS 29.

Stefano Martinelli

poca spesa tanta resa

MaxThePass
MaxThePass

la gt force è un cantiere sempre aperto… ho avuto la expert 2012, un mio amico ha la 2013 continuano a rompersi ste cazzo di viti dell’i-drive…io l’ho venduta per una bella jekyll,lui purtroppo ogni mese ne ha una.
mi spiace perchè esteticamente è molto bella,ha veramente troppi problemi

MaxThePass
MaxThePass

ma quindi con quel tassello posso attaccargli pure un quadro? ahauhauaha

Alessandro Colonnello
Alessandro Colonnello

Ma invece di usare il tassello non si poteva filettare direttamente il perno e mettere una vite in ergal?

Fabrizio Nespoli
Fabrizio Nespoli

A livello estetico la soluzione che hai pensato è probabilmente la migliore: il foro è da 8mm, lo si potrebbe filettare M10 e poi ci si mette una vite M10 a testa bombata in Ergal del colore che si preferisce. L’unico dubbio è sul fatto che si toglie un po di materiale dal perno..

Giovanni33
Giovanni33

Trek slash 9 , X01 ed ho lo stesso problema !
Il routing della guaina nel carro è troppo articolato … L’11 velocità è più pretenzioso ….

The_Farmer
The_Farmer

Grandioso.
Ora la casa farà un richiamo ufficiale e manderà un tappo fischer ai possessori della force.
(speriamo della giusta misura)

rocketsad
rocketsad

Non voglio dire che la vostra idea sia malvagia, ma esistono appositi ”passa-guaine” prodotti dall’Alligator, al costo banale di 2,30 la coppia (almeno io ho pagato questa cifra dal mio ricambista) e sarebbero questi:

http://www.pbikestore.com/components/com_virtuemart/shop_image/product/Passacavo_adesiv_4c19d11a9bab2.jpg

KATARRUSO
KATARRUSO

Da montaggio di serie io non ho avvertito problemi.
A scendere marce in discesa… Forse cambi 1-2 volte.
L’11 avendo catena più stretta e pignoni più vicini, credo abbia uno spostamento inferiore e meno giochi possibili nelle 10 cambiate. Credo.
Ma con guaina rovinata si cambia male pure col vecchio 3×6

bikmarco

Intanto complimenti per l’articolo, io ho una sensor carbon 2014 e mio fratello una force carbon 2014, gli unici problemi legati ai cavi che hò notato sono riferiti secondo mè al lavoro di montaggio quando arriva la bici dal concessionario. Ho avuto problemi di ghosting al tubo telescopico della sella causa cavo fissato male, una volta sbloccati i fermi sotto l’obliquo e sistemato il cavo il problema è risolto. Il cambio finora non ha mai dato nessun problema, sempre veloce e preciso.

Livio65
Livio65

scusate l’ignoranza….ma spostare il cavo cambio di 2cm ed diminuire il raggio della curva della guaina modifica radicalmente la cambiata?

Simone Cugis

Gt fa bici di merda per colpa di ste merdate qui! Parlo da possessore di una gt force carbon expert modello 2012 dove non si trovano pezzi e la bici è tutto un difetto !