• it
  • en
  • es

XC Les Gets: grande battaglia fra Kerschbaumer e Schurter!

XC Les Gets: grande battaglia fra Kerschbaumer e Schurter!

14/07/2019
Whatsapp
14/07/2019

Ritorno amaro alla coppa del mondo per Mathieu Van der Poel, dopo la pausa di Vallnord. Quello che doveva essere l’antagonista di Nino Schurter sembra in giornata no completa, e perde da subito secondi preziosi sulla testa della corsa.

Tutto di guadagnato per un quintetto composto, oltre al solito Schurter, da Kerschbaumer, Tempier, Cink e Avancini. È il gruppetto che detta il ritmo di gara. A proposito di Cink, dopo la tachicardia di Vallnord (si era fermato quando il cuore gli andava a 230 battiti al minuto!) ha effettuato diversi controlli ospedalieri, ma i risultati sono stati tutti negativi, motivo per cui lo ritroviamo al via 7 giorni dopo.

Tempier perde il gruppo di testa durante il sesto giro, con Kerschbaumer in testa che fa il tempo. Poi tocca sia a Cink che ad Avancini, e diventa una lotta a due fra Schurter e l’Italiano.

Nino attacca durante il settimo giro, Gerry soffre ma tiene il ritmo forsennato dello Svizzero anche in discesa, chiudendo il gap e passando per primo sotto il traguardo all’inizio dell’ultimo giro.

La domanda è: quando attacca di nuovo Schurter per portare a casa la vittoria? A ruota di Kerschbaumer sembra solo aspettare il momento giusto per scattare, ed eccolo arrivare alla fine dell’ultima salita, con un’accelerazione lenta ma costante che mette alle corde l’avversario.

Non c’è niente più da fare per Kerschbaumer, che chiude secondo una gara avvincente e che fa ben sperare per la prossima tappa di coppa del mondo in Val di Sole davanti al pubblico di casa.

Fra le donne ritorno alla vittoria di Kate Courtney, che ha dominato la gara senza lasciare scampo alle concorrenti. Seconda la Neff e terza la Brandnau. Eva Lechner decima.

Risultati completi donne

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
giorgiocat
giorgiocat
Bella gara, anche se a dir la verità ho visto un po’ il "solito" Schurter (quello imbattibile), che lascia un po’ fare, controlla sempre stando nel gruppo di testa,s’intende, che man mano si assottiglia fino a ridursi a una coppia, per poi staccare a un ritmo allucinante il suo sfidante nel finale. Solo l’ho visto un po’ provato. Segno che oramai non è più "facile " come un tempo. Grande Gerry Kershbaumer, continua così , che il futuro( ma anche il presente ) è tuo!
D-Lock
D-Lock
Bella gara, anche se a dir la verità ho visto un po’ il "solito" Schurter (quello imbattibile), che lascia un po’ fare, controlla sempre stando nel gruppo di testa,s’intende, che man mano si assottiglia fino a ridursi a una coppia, per poi staccare a un ritmo allucinante il suo sfidante nel finale. Solo l’ho visto un po’ provato. Segno che oramai non è più "facile " come un tempo. Grande Gerry Kershbaumer, continua così , che il futuro( ma anche il presente ) è tuo!

Stessa identica sensazione mia, anche se speravo che Gerry riuscisse a stargli attaccato in salita temevo che poi in discesa Nino avrebbe comunque preso margine. Gerry deve un pò migliorare la discesa, è più lento anche di altri, non solo di Schurter.

Per la questione facilità nello scappare, Schurter ha adesso 33 anni, c’è gente che ne ha 10 in meno. Infatti a Nove Mesto VDP l’ha lasciato sul posto con uno scatto improvviso, non di passo.

Non ho capito il discorso che facevano in telecronaca, appunto riguardo VDP. Ok che non ha corso appunto da Nove Mesto ad oggi, ma spero intendessero in world cup e abbia fatto altro, non è che è stato 6 settimane senza allenarsi spero…

giorgiocat
giorgiocat
Stessa identica sensazione mia, anche se speravo che Gerry riuscisse a stargli attaccato in salita temevo che poi in discesa Nino avrebbe comunque preso margine. Gerry deve un pò migliorare la discesa, è più lento anche di altri, non solo di Schurter.

Per la questione facilità nello scappare, Schurter ha adesso 33 anni, c’è gente che ne ha 10 in meno. Infatti a Nove Mesto VDP l’ha lasciato sul posto con uno scatto improvviso, non di passo.

Non ho capito il discorso che facevano in telecronaca, appunto riguardo VDP. Ok che non ha corso appunto da Nove Mesto ad oggi, ma spero intendessero in world cup e abbia fatto altro, non è che è stato 6 settimane senza allenarsi spero…

Sì anche io ho pensato al discorso età per Schurter, è normale. Quella arriva per tutti. Anche lui è un essere umano. Per VDP non ho idea.

A
avalonice
. Ok che non ha corso appunto da Nove Mesto ad oggi, ma spero intendessero in world cup e abbia fatto altro, non è che è stato 6 settimane senza allenarsi spero…

Non ha corso in MTB ma in strada e probabilmente si è anche allenato per questo era molto improbabile che potesse ottenere buoni risultati in MTB.

onosendai
onosendai
Non ha corso in MTB ma in strada e probabilmente si è anche allenato per questo era molto improbabile che potesse ottenere buoni risultati in MTB.

Quindi alla fine un limite c’è nel voler fare più attività, l’ho visto veramente imballato nella parte centrale, si è ripreso un pò credo nell’ultimo giro.

A
avalonice
Quindi alla fine un limite c’è nel voler fare più attività, l’ho visto veramente imballato nella parte centrale, si è ripreso un pò credo nell’ultimo giro.

Se ti alleni per gare di 5/6 ore o più non puoi sperare di essere competitivo in una gare XC che dura massimo 1.30.
Il vecchio detto moglie ubriaca e botte piena vale sempre e ovunque

starlaFR
starlaFR
In realtà per lui sembra non valere, perchè a inizio stagione ha corso e vinto sia su strada sia in MTB (Amstel Gold Race vinta da fenomeno e poco dopo NOve Mesto idem).
Semplicemente dopo Nove Mesto ha staccato e si è preso la vacanza che tutti si prendono in inverno (e che lui non fa avendo la stagione di Ciclocross).
Ha ripreso ad allenarsi (Livigno) ed è arrivato qui come se fosse la "prima gara dell’anno" per lui, dopo la pausa. Normale che gli mancasse il ritmo gara, segno che è un fenomeno ma che le leggi della fisiologia valgono anche per lui :-)
starlaFR
starlaFR
In realtà per lui sembra non valere, perchè a inizio stagione ha corso e vinto sia su strada sia in MTB (Amstel Gold Race vinta da fenomeno e poco dopo NOve Mesto idem).
Semplicemente dopo Nove Mesto ha staccato e si è preso la vacanza che tutti si prendono in inverno (e che lui non fa avendo la stagione di Ciclocross).
Ha ripreso ad allenarsi (Livigno) ed è arrivato qui come se fosse la "prima gara dell’anno" per lui, dopo la pausa. Normale che gli mancasse il ritmo gara, segno che è un fenomeno ma che le leggi della fisiologia valgono anche per lui :-)