Attraverso il Sudamerica in bici, canoa e arrampicata

Attraverso il Sudamerica in bici, canoa e arrampicata

Marco Toniolo, 29/12/2011
Whatsapp
Marco Toniolo, 29/12/2011

[Comunicato stampa] Con SOUTH AMERICA EXTREME 2011 Danilo Callegari continua la lunga marcia ai confini del Mondo. Non si tratta di retorica, ma di una storia di un giovane esploratore delle condizioni estreme.

Da Lima in bicicletta per 1.400 km, fino al lago Titicaca: in canoa per 200 km. Per poi proseguire in bicicletta per altri 650 km e raggiungere il più grande lago salato del mondo 12.000 kmq, il Salar de Uyuni: 100 km in bicicletta sulla superficie del lago. Per poi continuare per altri 950 km al deserto Atacama: traversata in autosufficienza del deserto. Si continua percorrendo 1000 km in bicicletta fino al Cerro Aconcagua: salita solitaria della più alta montagna di tutto l’emisfero meridionale 6962 metri. Dopo 4 mesi e 4500 km percorsi in bicicletta, in canoa e in arrampicata Santiago del Chile.

Questa l’impresa tutta in solitaria iniziata il 4 ottobre scorso da Danilo Callegari, atleta friulano appassionato di sport estremi, e che sta per giungere al termine con la sfida più difficile: la scalata in stile alpino del Cerro Aconcagua.

L’impresa è documentata e comunicata in tempo reale da Danilo stesso grazie a fotografie e video pubblicati sul sito www.danilocallegari.it, sul canale YouTube e sulle sue pagine di Facebook e Twitter.

Un reality ai limiti della sopravvivenza, che racconta giorno dopo giorno una sfida estrema, all’estremità del mondo.

 

POTRESTI ESSERTI PERSO