Bici della settimana #288: la GT Zaskar di Makkio

Bici della settimana #288: la GT Zaskar di Makkio


Una GT Zaskar carbon pimpata per bene dal proprietario, con tanto di parafanghi ricavati da vecchi bidoni.

Montaggio

Telaio: GT Zaskar carbon 9r 2019, taglia M
Forcella: Rockshox Reba RL 100mm, boost, tuned sia parte olio che parte aria, paraolio alta scorrevolezza, comando remoto invertito.
Ruote: custom, mozzi DT350 boost, cerchi DRC 3XL 29″, 28 fori, raggi Sapim Laser.
Gomme Maxxis Forekaster 2.2 ant- ardent 2.25 post.
Guarnitura: Sram X1 1400, con corona direct mount Cruel Components 32t
Cambio: Sram X1
Comando: Sram X1
Cassetta: Sram X01 con 44 Wolftooth
Catena: Sram X1
Pedali: Shimano M540
Freni: Shimano M466, pinza post. M596, dischi XTR 180/160
Attacco: 3T Arx team -17°, 80mm
Manubrio: BH lite 725mm con manopole Esi
Reggisella: All terra zero
Sella: Bontrager Affinity RL
Portaborraccia carbon ignoto
Parafanghi: ricavati da vecchi bidoni 😛
Peso attuale: 10.5 kg
Prossime modifiche: air piston debonair, manubrio carbon

>>> Proponi la tua bici per questa rubrica

  1. Parafango posteriore escluso (ma poca roba), questa bici mi piace. Innanzitutto mi piace il marchio. Le gt dalle mie parti non sono mai state avvistate, tantomeno una Zaskar, e a me tutte le bici “desuete” piacciono molto. Poi la Zaskar mi è sempre piaciuta fin dai primi anni 90 con ancora le ruote da 26. Questa è molto bella, ben montata, con la giusta personalizzazione. Trasmette la passione del proprietario sia per il mezzo che per il nostro sport. Complimenti.

    0
    1. si il parafango posteriore ho dovuto metterlo in queste settimane per proteggere me e il telaio dallo schifo, visto il clima che stiamo avendo qua…l’ho realizzato in due minuti con quel che avevo e non l’ho levato per le foto…
      Io sono alto 1.74, la bici usciva di fabbrica con lo stem da 80, non questo ma un altro, io in pratica ho comprato il solo kit telaio-reggisella e me la sono montata con i pezzi della vecchia bici, oltre a qualcosa di nuovo (ruote, attacco, dischi).
      La bici non è estremamente maneggevole nello stretto, sicuramente ci sono bici più agili. Del resto io cercavo qualcosa che desse piu confidenza, anche a discapito di un po di reattività. Considera anche che ce l’ho da poco e non ho avuto modo di portarla su sentieri tecnicamente importanti, inoltre il mio metro di paragone è la mia vecchia trek, che era un po piccola per me ed era veramente nervosissima, non mi ci trovavo proprio ne in salita ne in discesa.

      Ne approfitto per ringraziare anche gli altri 🙂

      0
    1. si, tre anni fa stavo per prendere la tua stessa bici. Poi fra una cosa e l’altra, mi son deciso solo quest’anno. Concordo con te, è una bici fantastica nella sua semplicità…niente soluzioni avanzate ma è facile da guidare e da manutenere

      0