Bici della settimana: la Ibis Ripley di wilierzanna

22

Il piatto piange ragazzi, postate più foto delle vostre bici per riempire la rubrica “Bici della settimana”! Qui trovate le linee guida.

Oggi tocca ad una Ibis Ripley v4 montata molto bene.

Ibis ripley V4 taglia M
Forcella: Fox 34 grip2 140mm (2021)
Ruote: Spacecarbon WS Signature da 31mm di sezione interna
Cambio xtr 12v con corpetto sram XX1 rainbow 10-52
Guarnitura: Raceface Next sl con corona Abosolute Black ovale da 30
Pedali: Shimano xtr trail
Reggisella: Bike Yoke da 160
Sella: San marco shortfit carbon
Manubrio: Enve da 76cm
Attacco: Newmen a 2 viti da 60mm
Manopole: Prologo
Freni: Shimano xtr m9000
Dischi: Formula da 180 e 160mm
Viteria in titanio

Proponi la tua bici per la rubrica “Bici della settimana” cliccando qui!

 

Commenti

  1. Lanfi:

    Bellissima, tutto perfetto....se devo proprio fare un appunto lo muoverei alla cassetta pignoni, da utilizzatore di sram 10-50 la nuova 10-52 mi pare ideata con una rapportatura poco accorta. Già il salto 42-50 mi pare importante....ma 42-52 è davvero eccessivo.
    Guarda avevo dubbi pure io piú che altro per il fatto che il cambio xtr arriva a 51, ma ho pensato che uno o due denti li gestiva sicuro e cosí è. Poi sale bene dal 42 e ti diró che per uno come me che fa 2/3000 km all'anno va anche bene avere due denti extra.
  2. Bella, nero e arancione sono un'accoppiata sempre vincente. Anche io proporrò la mia in questa versione per la rubrica
    Le Trail bike sono La Bici con la maiuscola, non c'è niente da fare.
  3. wilierzanna:

    Non ti dico lo studio (e ringrazio gli amici consulenti) sulla scelta della misura telaio dato che sono 175cm giusti e pedalo a 73cm.... a cavallo tra M e L, è brutto dover spendere migliaia di euro senza nemmeno poter provare... ho fin fatto un foglio excel che misura di quanto sarebbe avanzata la sella dai 73° della ripley precedente ai 76° di questa, quindi ho tenuto conto del reach, e di quanto doveva essere l'attacco manubrio, infatti alla fine il 60mm è perfetto. Un cm in più di forcella ha si portato l'angolo a 75° ma ha aperto lo sterzo di mezzo grado, quindi è in parte bilanciato dall'attacco più lungo che ti aiuta a tenere bassa la ruota anche su pendenze molto elevate. La posizione di pedalata è davvero ottima a mio avviso, al momento non posso che parlarne bene.
    Urca, è proprio una bici ragionata la tua.
    Per me è stato molto più semplice, ho preso la L "alla cieca" ma sapevo che era la mia taglia, essendo io 181cm. Ho messo 140mm davanti perchè la Selva che possedevo dalla precedente bici poteva essere ridotta appunto fino a 140, non di piu, quindi ho fatto diventare questa necessità una scelta, e devo dire che ci sto benissimo. Con quel bel angolo sella e uno stem bassissimo ho un dislivello sella-manubrio da stradista praticamente, e in salita è piantatissima.
    Mi piace molto anche il Dissector davanti, l'ho provato su un'altra bici in estate e mi sono convinto a metterla adesso sulla Ripley, adoro il DHR2 all'anteriore ma dopo due stagioni ha i tasselli alla frutta ma soprattutto la mescola si è indurita.

    Infine, il peso è spettacolare, io sono a 13,1 in taglia L in ordine di marcia. Potrei togliere mezzo chilo penso tra cerchi ancora piu leggeri (I reserve 27 pesano comunque 1700gr) e altre parti, ma poi diventerebbe una stucchevole ricerca del peso basso per il solo gusto di vedere il numero. Meglio qualche etto in più ma una bici che poi sui trail funziona, anche perchè in discesa la piccolina scende forte quindi perchè limitarla? Già c'è il pilota scarsissimo a frenarla :-D
Storia precedente

Nosepress alla Kilian Bron

Storia successiva

Primo raduno annuale IMBA Italia

Gli ultimi articoli in Bici della settimana