[Bike Check] La GT Fury di Tyler McCaul per la Rampage

[Bike Check] La GT Fury di Tyler McCaul per la Rampage


T-Mac ha appena finito di montare la sua nuova GT Fury custom che userà all’imminente Rampage. Infatti ieri mattina è partito in direzione deserto dello Utah, ma l’ho bloccato per qualche foto prima che caricasse la bici in macchina.

Ruote da 26 pollici. Tyler non è molto alto e ha una predilizione per i backflip, motivo per cui preferisce questo formato ruote, anche per evitare di prendersi la ruota posteriore sul sedere.

C’era un problema: la nuova Fury è stata progettata per le ruote da 27.5 e 29 pollici. Per tenere il movimento centrale sufficientemente alto anche con le 26, T-Mac ha usato un Fox Float X2 con interasse maggiore. L’ammo ha dentro il numero massimo di spacer, oltre ad un tuning più duro di quello che richiederebbe i suo peso e un controllo del bottom out tramite una molla custom.

I pedali sono dei Deity signature T-Mac.

Marzocchi 58 con 200mm di escursione, e ovviamente il maggior numero di spacer possibile per renderla progressiva.

Trasmissione Shimano Saint con pignone custom a 7 velocità. Guidacatena e bashring Gamut. Anche i freni sono dei Saint con dischi di 200mm davanti e dietro.

Le ruote sono delle DT-Swiss EX-471 con gomme 26″ X 2.7″ Maxxis DHF, davanti e dietro. Le camere d’aria sono ultraleggere per provare a tenere il peso basso.

Manubrio Deity Black label e manopole Deity Knuckleduster.

Attacco manubrio super corto Micro DM da 30mm. Praticamente il manubrio è incollato ai pomelli delle forcella.

Grafiche custom per il suo sponsor di abbigliamento, Fasthouse. Tagliate ed incollate da Tyler stesso.

Sul telaio troviamo anche dei gommoni pensati per evitare i colpi della forcella quando il manubrio si gira.

Altri dettagli del telaio.

Seguite Tyler sul suo account Instagram!

GT
Marzocchi
Deity
Maxxis
Shimano
DT-Swiss

  1. Bellissima .
    Sul telaio si nota che i cavi sono fermati da 2 cavallotti anzichè dai 4 previsti , dei 2 attacchi centrali sprovvisti di cavallotto uno pare tappato da vite , ma l’altro è visibile il foro , c’è una ragione per ciò , magari il fissaggio di qualche aggeggio ?

    0
    1. Concordo. L’angolo fra le leve mozzo-perno braccio e perno braccio-perno biella e’ molto vicino ai 180 gradi. Probabilmente non avrà vita lunga il telaio, ma immagino che il rider non intenda comunque trattarla ‘con i guanti’…

      0
      1. É un effetto ottico, dovete guardare la posizione dei fulcri del quadrilatero, senza guardare il perno ruota
        Se si guarda il “giunto horst” e i due fulcri della biella si vede che sono sufficentemente non allineati

        0
        1. Non credo. Il punto di applicazione della forza è sul perno ruota. Se l’angolo che ho descritto fosse superiore a 180 gradi il quadrilatero imploderebbe, indipendentemente dalla posizione del giunto horst. Prova a fare dei disegni su linkage.
          F

          0