Cannondale Lancia il programma di spedizione diretta al consumatore

Cannondale Lancia il programma di spedizione diretta al consumatore

Staff, 24/04/2020
Whatsapp
Staff, 24/04/2020

[Comunicato stampa] Cannondale, marchio premium di Dorel Industries Inc. (TSX: DII.B, DII.A), ha presentato alla rete di rivenditori europei ed americani, il programma di spedizione diretta al consumatore. Il nuovo programma consente ai negozianti di ordinare una bicicletta e spedirla direttamente dal magazzino Cannondale al consumatore.

I negozi di biciclette sono ancora chiusi in molti paesi, e stanno andando incontro a riaperture scaglionate e normative che limiteranno il flusso di accesso al punto vendita. I consumatori, dal canto loro, stanno modificando i loro comportamenti di acquisto indirizzandosi maggiormente verso gli acquisti online, durante questo periodo di distanziamento sociale. Cannondale desidera aiutare i suoi rivenditori, alleggerendoli di una parte del lavoro, in maniera che possano accontentare i loro clienti durante questo periodo di incertezza.

Il procedimento è molto semplice. I consumatori possono individuare il modello di bicicletta che desiderano sul sito
cannondale.com, contattare il rivenditore Cannondale di zona e procedere all’ordine della bici attraverso il negoziante.
Ogni bicicletta sarà consegnata all’indirizzo di casa del consumatore, perfettamente assemblata in scatola e quasi pronta per essere pedalata, unitamente a istruzioni per il semplice assemblaggio finale.

Ulteriori dettagli sull’iniziativa sono disponibili sul sito cannondale.com.

Commenti

  1. Ma cavoli non mi sembra scritto in lingua straniera:

    - Scegli la bici sul sito Cannondale (dato che i negozi sono chiusi è chiaro che si possono vedere solo on-line)
    - Contatti il RIVENDITORE che ti sta più simpatico e A LUI ordini la bici
    - IL RIVENDITORE ordina a Cannondale
    - Cannondale spedisce a casa tua
    - Tu completi il montaggio

    sinceramente non mi pare male come sistema, non solo per il coronavirus, anche per periodi normali. Vai dal negoziante una volta sola per vedere (e magari provare) taglia e allestimenti, discuti il prezzo e piazzi l'ordine (magari anche per telefono o mail dopo averci pensato con calma a casa) poi la bici ti arriva comodamente a casa e comunque hai un negozio fisico di riferimento per gestire le rogne.
    Almeno per me che i negozi li ho tutti più o meno lontani e che i lavori me li faccio da solo sarebbe un incentivo in più per prendere una bici in negozio invece che on-line, soprattutto se questo sistema permettesse ai negozi di abbassare i prezzi.
  2. pk71:

    Questa è la risposta a chi, come me, ha sempre avuto dubbi sulla necessità dei distributori, meri intermediari tra il produttore e il negoziante.
    cannondale non ha distributori.
  3. Io se vado da un negoziante per una bici nuova mi aspetto di poter cambiare pipa, manubrio e eventualmente reggisella. Magari non monta di serie il telescopico? Quindi il negoziante in qualche modo questo servizio lo dovrà continuare a fornire, a chi serve. Il vantaggio di questo sistema rispetto ai produttori che vendono direttamente é che la garanzia la deve dare il venditore.