Controllate sempre la pressione delle vostre gomme!

Controllate sempre la pressione delle vostre gomme!

11/03/2019
Whatsapp
11/03/2019

Ieri il caro Diretur mi ha dato un paio di ruote nuove da provare, così ho deciso di montarle sulla mia Stoll T1, abbinate ad un paio di gomme Schwalbe TLR che abbiamo qui in sede. Ho messo il lattice, le ho tallonate con il compressore e sono partito. Ho percorso circa 1000 metri di dislivello in salita prima di lanciarmi su una delle classiche discese del Monte Bar. Un sentiero che conosco a menadito. Complici le condizioni primaverili, mi sono lasciato trasportare dall’entusiamo e ci ho dato dentro per bene, ma soprattutto non mi è passato per il cervello di controllare se le gomme appena montate avessero perso aria.

Dopo la prima parte di discesa, piuttosto ripida, arriva un tratto che abbiamo ribatezzato “pumptrack” perché è composto da diverse curve in sequenza. Se si tirano bene non c’è bisogno di frenare, basta comprimere la bici in curva. Proprio in una di queste compressioni mi sono trovato con la faccia per terra senza neanche rendermene conto. La botta è stata molto violenta, tanto che stavo per svenire. Essendo in giro da solo continuavo a dirmi “non svenire, non svenire” per concentrarmi e fare l’inventario dei danni. Come potete vedere ho un taglio sopra lo zigomo, causato da degli occhiali senza montatura inferiore. La lente scoperta e piuttosto tagliente è andata ad impattare contro la mia faccia tagliandola.

La visiera del casco è andata in mille pezzi, il casco stesso è bozzato e da buttare via. Ha fatto il suo lavoro. Il polso destro è piuttosto concio, ma non dovrebbe essere rotto. Il collo mi fa male.

Il motivo della caduta è stato lo stallonamento totale della gomma anteriore: è proprio uscita completamente dal cerchio, rilasciando tutta l’aria immediatamente e non dandomi il tempo di reagire, non ho neanche fatto in tempo a mettere le mani in avanti. Probabilmente avevo perso un po’ d’aria prima, forse in una delle curve precedenti, sempre sulla “pumptrack”. Fattostà che sono qui a raccontarlo grazie al casco e al terreno morbido su cui sono caduto.

Conclusioni: d’ora in poi controllerò sempre la pressione delle gomme prima di una discesa e mi comprerò un paio di occhiali con montatura completa.