Controllate sempre la pressione delle vostre gomme!

Controllate sempre la pressione delle vostre gomme!


Ieri il caro Diretur mi ha dato un paio di ruote nuove da provare, così ho deciso di montarle sulla mia Stoll T1, abbinate ad un paio di gomme Schwalbe TLR che abbiamo qui in sede. Ho messo il lattice, le ho tallonate con il compressore e sono partito. Ho percorso circa 1000 metri di dislivello in salita prima di lanciarmi su una delle classiche discese del Monte Bar. Un sentiero che conosco a menadito. Complici le condizioni primaverili, mi sono lasciato trasportare dall’entusiamo e ci ho dato dentro per bene, ma soprattutto non mi è passato per il cervello di controllare se le gomme appena montate avessero perso aria.

Dopo la prima parte di discesa, piuttosto ripida, arriva un tratto che abbiamo ribatezzato “pumptrack” perché è composto da diverse curve in sequenza. Se si tirano bene non c’è bisogno di frenare, basta comprimere la bici in curva. Proprio in una di queste compressioni mi sono trovato con la faccia per terra senza neanche rendermene conto. La botta è stata molto violenta, tanto che stavo per svenire. Essendo in giro da solo continuavo a dirmi “non svenire, non svenire” per concentrarmi e fare l’inventario dei danni. Come potete vedere ho un taglio sopra lo zigomo, causato da degli occhiali senza montatura inferiore. La lente scoperta e piuttosto tagliente è andata ad impattare contro la mia faccia tagliandola.

La visiera del casco è andata in mille pezzi, il casco stesso è bozzato e da buttare via. Ha fatto il suo lavoro. Il polso destro è piuttosto concio, ma non dovrebbe essere rotto. Il collo mi fa male.

Il motivo della caduta è stato lo stallonamento totale della gomma anteriore: è proprio uscita completamente dal cerchio, rilasciando tutta l’aria immediatamente e non dandomi il tempo di reagire, non ho neanche fatto in tempo a mettere le mani in avanti. Probabilmente avevo perso un po’ d’aria prima, forse in una delle curve precedenti, sempre sulla “pumptrack”. Fattostà che sono qui a raccontarlo grazie al casco e al terreno morbido su cui sono caduto.

Conclusioni: d’ora in poi controllerò sempre la pressione delle gomme prima di una discesa e mi comprerò un paio di occhiali con montatura completa.

  1. Ti capisco…capita anche a me di cadere, ma sul discorso gomme…mi spiace ma la presisone la controllo sempre.
    Per giunta, spessisimo prima di iniziare la discesa con manometro Schwalbe che ho nello zaino.
    Al massimo…se ho osato troppo la sento “sbuffare”.
    Tanti auguri e rimettiti presto.

    3+
  2. Mi spiace per la botta, volevo chiederti se i cerchi erano hookless?

    In ogni caso io non latticizzo e poi esco subito ma lascio sempre una notte per far lavorare il lattice e controllo la pressione prima di partire.

    0
  3. jimmy27

    Mi spiace per la botta, volevo chiederti se i cerchi erano hookless?

    In ogni caso io non latticizzo e poi esco subito ma lascio sempre una notte per far lavorare il lattice e controllo la pressione prima di partire.

    confermo, hookless. Io li ho usati per un bel po' senza problemi, quindi escludo che la colpa sia del cerchio.

    0
  4. Non rendersi conto di avere la gomma sgonfia è più grave della facciata, ahime è sempre più frequente, mi capita spessissimo di far notare, sopratutto a gente con le bici da enduro, che hanno le gomme sgonfie, e questi iniziano con "eh ma ho i tubless e giro basso zio"… poi li vedi spianati due curve dopo la partenza… gli zii!
    Non serve un manometro per la pressione, dovrebbe bastare la sensibilità nella guida, o alla peggio premere il ditino sulla gomma da fermi…

    12+
    1. se è stata una perdita di pressione improvvisa all’uscita di una curva con in sequenza l’altra potrebbe non essersene accorto…la fatalità esiste…il biker in foto non mi sembra neanche uno sbarbato che dà dello zio a tutti…

      1+
  5. E IL CASCO CON MENTONIERA?
    probabimente non ci sarebbero meno danni al viso?
    scusate ma sono infastidito da sta moda del caschetto aperto su discipline gravity, capisco che da meno fastidio ma ora in commercio esistono buone soluzioni per respirare bene anche con la mentoniera (vedi troy lee stage, fox proframe) e che proteggono più di uno aperto.
    tralasciando l’errore della gomma sgonfia, visto che una caduta del genere poteva essere causata anche da mille altri motivi.

    in ogni caso BUONA GUARIGIONE!

    6+
      1. Hai ragione Marco, ma ormai la linea di demarcazione è davvero sottile, raggiungi velocità alte anche con un XC di nuova generazione, Trail non ne parliamo. Ormai son dei missili terra aria con le ruote.

        0
    1. Esattamente quello che ho pensato pure io, tanti soldi tra bici ecc. E poi nemmeno un minimo di testa per un casco SICURO, si pensa di essere furbi ma mettiamo in pericolo noi stessi. Meglio anche 100€ di casco e proteggersi il 90% di testa e VISO o rischiare per un qualsiasi motivo di spaccarsi i DENTI?? Con conseguenze molto dolorose e + di 1000€ di dentista? Pensate SEMPRE alle possibili conseguenze delle proprie scelte. Scusate lo sfogo ma penso sia un discorso ragionevole.

      2+
      1. Se si utilizza una bici da trail, quindi non troppo veloce di suo, su sentieri non estremi è molto improbabile sbattere di faccia senza riuscire a proteggersi o come minimo alzarla rispetto al petto, poi gli imprevisti ci sono per tutti, ma l’integrale in ordine di importanza viene dopo le ginocchiere e il paraschiena

        0
        1. @cheyax io personalmente userei in ordine di importanza : casco integrale, paraschiena e spalle, e poi le ginocchiere. Ho più paura di diventare celebro leso o paralizzato piuttosto di sbucciarmi le ginocchia. Proprio ieri dopo aver letto questa notizia e ripensando a un paio di giorni fa di una mia quasi facciata a terra, sono corso a prendere un casco integrale sia per me che per il mio fratellino di 14 anni.

          0
      1. Scrivere commenti senza ragionare mica fa figo sai?…
        Vediamo se riesco a illuminarti…ci sono situazioni in cui ti rendi conto che la bici sta andando e che non la tieni (magari ad esempio quando si impunta in una pietraia in discesa), quindi in quel micro istante “ti prepari”, altre in cui, come successo ad Andrea, non senti quel momento…chiaro ora??

        7+
  6. vice.marco94

    Perche di solito ti prepari le cadute pianificate?

    No non è questione di prepararsi, però quando sai che stai facendo qualcosa un po' al limite, che stai andando un po' oltre sai anche che può finir male. Di conseguenza attivi tutta una serie di reazioni per cui spesso riesci a prepararti meglio….tutto qui

    2+
  7. sorvoliamo sul uso del casco integrale , ma almeno una mascherina chiusa in discesa in discesa andrebbe messa, almeno ti protegge da rami e eventuali cadute, gli occhialetti da figo con montature a vivo poi, sono piu adatte a bdc che ad un uso da vera mtb

    1+
    1. Su questo sono pienamente d’accordo, tanto una buona mascherina da indossare solo in discesa non da nessun tipo di fastidio (si tiene tranquillamente attaccata al manubrio e ci vogliono 30 secondi a metterla, dopo un po’ impari a farlo pure mentre vai se il sentiero lo permette) e protegge parecchio

      0
  8. Alexrcl

    Scrivere commenti senza ragionare mica fa figo sai?…
    Vediamo se riesco a illuminarti…ci sono situazioni in cui ti rendi conto che la bici sta andando e che non la tieni (magari ad esempio quando si impunta in una pietraia in discesa), quindi in quel micro istante "ti prepari", altre in cui, come successo ad Andrea, non senti quel momento…chiaro ora??

    Esatto…:il-saggi:

    0
  9. Successo lo stesso sue anni fa ma per un pietrone, Valgrisenche, assieme ad un gruppo svizzero che stavo guidando. Stavo finendo l’ultima parte di sentiero, i patti (credo) contro un sasso che non ho proprio visto, morale:
    Bici-cerchio davanti rotto in due con stallonamento e pedivella piegata da buttare
    Io: svengo, vomito, comincio a straparlare, elicottero(dove facevo avances alla dottoressa che era , mi dicono, figa paurosa, vergognoso…) 3 coste, scapola e clavicola tutte rotte e in più clavicola , che non ha saldato ed ora è una bella pseudo artrosi da trattare chirurgicamente.
    Purtroppo quello che mi è rimasta è una forte paura nei tratti veloci apparentemente semplici, ho paura che succeda di nuovo qualcosa di incontrollabile e replicare traumi. Blocco mentale a parte, è sempre preferibile proteggersi bene , ah… Il casco aperto continua a farmi molta paura, maschera sempre in discesa proprio per evitare incidenti come il tuo.
    Mi dispiace, e fatti forza andreA!!!!

    0
    1. Si la maschera non l’ho mai usata, ma immagino sia meglio in queste situazioni. Io comunque ctredo che . visto che il nostro sport ha comunque qualche rischio. sia fisiologico che un paio di botte all’anno bisogna metterle in preventivo, poi si spera sempre siano di poco conto…

      0
      1. Ti auguro di riprenderti al più presto. Mi permetto di manifestare il mio totale disaccordo con l’idea che “sia fisiologico che un paio di botte all’anno bisogna metterle in preventivo”. Non tutti qui sono professionisti pagati, non tutti hanno 17 anni e molti hanno un lavoro ed una salute da tutelare per loro e per chi da loro dipende da noi. Rifletterei bene su certe affermazioni.

        0
        1. Forse allora sarebbe il caso di darsi alle bocce… Penso intendesse dire che la mtb non è uno sport famoso per essere completamente esente da rischi. La consapevolezza di questi rischi secondo me è positiva perché permette di prevenirli nella maggior parte dei casi. Poi per la sfortuna, come in questo caso, si può far poco.

          1+
      2. Se posso chiedere, ma non c’è niente nel mercato che sia come una maschera da gravity ma con la lente con un taglio più da xc ed un elastico più sottile? Sono sicuro di aver visto qualcosa del genere, ma solo in campo “sicurezza sul lavoro” tipo UVEX. Il concetto di maschera ha molti vantaggi ma il design tipo motocross cozza troppo col mio stile XC-trail. Giuro che se li fanno li compro anche domani…
        E auguri di pronta guarigione!

        0
  10. La pressione l’avevo controllata proprio prrima di partire per il giro ma alle volte quando latticizzi le gomme tendono ancora a perdere una certa parte di pressionefintanto che il lattice sigilla tutta le porosità . Quindi di norma bisognerebbe ricontrollarla durante il giro e, se caso, ripristinare la pressione ottimale. Di norma direi che bisognerebbe fare riposare le gomme una notte , dopo averle montate e ben scosse per dispribuire bene il lattice, cosa che io non ho fatto. Aggiungo comunque che sono tutte belle teorie, ma quando ci si mette di mezzo la sfiga…..c’è poco da fare! Comunque l’importante è che sono ancora intero,,,e non vedo l’ora di tornare in sella!

    6+
  11. E’ sempre brutto vedere i colleghi scassarsi….auguri e rimettiti presto Andrea! buoni consigli non ne do, tanto la teoria la sappiamo tutti e poi tutti, prima o poi, ci caschiamo (letteralmente), quindi…
    Qual’è il sentiero in questione?

    0
  12. Ciao! Innanzi tutto ti faccio i miei migliori auguri di buona guarigione. Conosco anche io quel percorso, l’ho fatto una volta in “gruppo”. Certamente non sarò esperto nella guida come te, ma sono sicuro che anche se lo fossi, non mi avventurerei da solo, in determinati percorsi, tipo il Monte Bar, in quanto li reputo molto pericolosi e se accade il peggio e si è soli, può veramente finire male. Difficilmente esco solo. Quando vuoi, io abito a Bellinzona, e se vuoi organizzare basta che batti un colpo.

    0
  13. Ciao! Innanzitutto ti faccio i miei migliori auguri di buona guarigione. Conosco anche io quel percorso, l’ho fatto una volta in “gruppo”. Certamente non sarò esperto nella guida come te, ma sono sicuro che anche se lo fossi, non mi avventurerei da solo, in determinati percorsi, tipo il Monte Bar, in quanto li reputo molto pericolosi e se accade il peggio e si è soli, può veramente finire male. Difficilmente esco solo. Quando vuoi, io abito a Bellinzona, e se vuoi organizzare basta che batti un colpo.

    0
  14. Sono perplesso sulla causa della caduta individuata nella perdita di pressione prima della discesa. Latticizzazione e montaggio secondo me erano ok. L’evento determinante è avvenuto dopo ovvero durante la discesa. Una pietra o qualcos’altro. Auguri di pronta guarigione.

    0
  15. Rimettiti quanto prima!
    Se mi succedesse una cosa del genere, lo so per certo, probabilmente smetterei con la MTB per un bel pezzo! :maremmac:

    E' il motivo per cui in discesa non mollo mai del tutto o non mi fido di certi passaggi oltre un certo limite. E che controllo sempre, anche prima di ogni discesa seria, la "consistenza" della gomma. Solitamente, se la gomma tende a sgonfiarsi te ne accorgi in salita: la bici diventa "cedevole" più del solito, e senti la parte interessata più "morbida". Questo quando hai una bici normale. Mi sono reso conto, per esempio, che tantissimi utilizzatori di e-bike, vuoi perchè senti meno la differenza in pedalata, vuoi che usano pneumatici dalla generosa sezione, girano con le gomme praticamente sgonfie. Spero non vadano poi a rischiare qualche brutta discesa…

    La cosa degli occhiali invece mi ha fatto pensare… Ho sempre usato occhiali con lente scoperta in basso, ed effettivamente rischi che si pianti sotto l'occhio. Toccherà cambiarli…

    0
  16. Mi dispiace, bella botta.. però sembra andata bene dai, poteva andare peggio..
    mi è successo pure a me di prendere una facciata, via l’anteriore su una radice bagnata che fra l’altro conoscevo però quel giorno li doveva andare così e mi è andata bene, gli occhiali rotti, senza montatura non mi hanno tagliato e protetto gli occhi…
    adesso uso Casco integrale fox proframe o bell super dh che mi piace moltissimo..
    inoltre uso sistemi antistallonamento, ptn o barbieri anaconda…

    0
  17. Church

    Grazie, tranquillo sono già qui che scalpito….anche perchè in queste occasioni prima si torna in sella meglio è

    è vero…io sono tornato sabato dopo 3 settimane di stop.
    Non ho "spinto" in discesa perchè ho notato che ancora non sono al top…:-|

    :razz:rost:

    0
  18. Auguro ad Andrea di rimettersi in fretta. Sul discorso occhiali nel lontano 2001 ho fatto un volo simile a causa di una foratura all’anteriore che ha afflosciato lo pneumatico in pochi metri , ero in discesa e quando mi sono reso conto che l’anteriore andava alla deriva ero già per terra, occhiali con montatura parziale e 7 punti di sutura sotto l’occhio (ed mi è andata bene) , da allora le montature di quel tipo non le voglio neanche vedere
    Sulla caduta ho letto un sacco di commenti con tanti SE , SE … . Qualcuno si dimentica che alcuni eventi o rotture se capitano all’improvviso non danno il tempo di reagire, si cade e basta .. mi pare che anche i PRO di tanto in tanto cadono e forse hanno più esperienza della maggioranza dei bikers normali .

    0
  19. Riprenditi presto Andrea. La facciata è sempre brutta! Ne ho fatta una bella l’estate scorsa. Avevo l’integrale ma ne sono uscito malconcio lo stesso. La visiera si è spaccata tagliandomi il labbro. Controllerò sempre la pressione delle mie gomme!!

    0
  20. marpa

    Qualcuno si dimentica che alcuni eventi o rotture se capitano all'improvviso non danno il tempo di reagire, si cade e basta

    Il problema è che se cerchi di stare attento a TUTTO, alla fine non ti godi nemmeno il giro in bici… Anzi, ti irrigidisci e cadendo rischi di farti pure peggio.

    0
  21. Paolo.95

    Esattamente quello che ho pensato pure io, tanti soldi tra bici ecc. E poi nemmeno un minimo di testa per un casco SICURO, si pensa di essere furbi ma mettiamo in pericolo noi stessi. Meglio anche 100€ di casco e proteggersi il 90% di testa e VISO o rischiare per un qualsiasi motivo di spaccarsi i DENTI?? Con conseguenze molto dolorose e + di 1000€ di dentista? Pensate SEMPRE alle possibili conseguenze delle proprie scelte. Scusate lo sfogo ma penso sia un discorso ragionevole.

    ma dai, piantiamola di pretendere di girare come dei motociclisti ogni volta che si sale in bici. Io e il @Church faremo quel sentiero una 50ina di volte l'anno, in ogni condizione possibile ed immaginabile. Non penso di aver mai portato su neanche le ginocchiere, e spesso manco lo zaino. CAdere fa parte del gioco, ieri gli è andata bene ma dubito di vederlo mai sul Bar bardato come un ninja.

    6+
  22. marco

    ma dai, piantiamola di pretendere di girare come dei motociclisti ogni volta che si sale in bici. Io e il @Church faremo quel sentiero una 50ina di volte l'anno, in ogni condizione possibile ed immaginabile. Non penso di aver mai portato su neanche le ginocchiere, e spesso manco lo zaino. CAdere fa parte del gioco, ieri gli è andata bene ma dubito di vederlo mai sul Bar bardato come un ninja.

    IL giorno che ti fai ne riparliamo. Credo che è meglio sembrare un Ninja che girare col gesso……io la penso cosi. Ci si può fare male anche da fermi. Prevenire è meglio che curare. Un giorno stavo facendo una discesa che conosco mm per mm e dietro un bel curvone c' era un bel sasso sceso nella notte di sicuro ho fatto un volo che se non avevo paraschiena etc etc etc forse adesso non scrivevo……..Buone cose

    0
  23. Paolo.95

    Esattamente quello che ho pensato pure io, tanti soldi tra bici ecc. E poi nemmeno un minimo di testa per un casco SICURO, si pensa di essere furbi ma mettiamo in pericolo noi stessi. Meglio anche 100€ di casco e proteggersi il 90% di testa e VISO o rischiare per un qualsiasi motivo di spaccarsi i DENTI?? Con conseguenze molto dolorose e + di 1000€ di dentista? Pensate SEMPRE alle possibili conseguenze delle proprie scelte. Scusate lo sfogo ma penso sia un discorso ragionevole.

    Esatto, io soldi per il dentista, da spendere a seguito di una caduta che mi spacchi i denti, non ne ho.
    Però un ottimo casco integrale a 100€ si prende.
    Nessuno pretende che gli altri vadano in giro bardati da motociclisti, però queste sono le conseguenze, sicuramente ne siete consapevoli.

    Sent from my iPhone using MTB-Forum mobile app

    0
  24. Even Flow

    IL giorno che ti fai ne riparliamo. Credo che è meglio sembrare un Ninja che girare col gesso……io la penso cosi. Ci si può fare male anche da fermi. Prevenire è meglio che curare. Un giorno stavo facendo una discesa che conosco mm per mm e dietro un bel curvone c' era un bel sasso sceso nella notte di sicuro ho fatto un volo che se non avevo paraschiena etc etc etc forse adesso non scrivevo……..Buone cose

    secondo te non mi sono mai fatto male in più di 20 anni di mtb?
    Non siamo dei pivelli alle prime armi, i rischi ci sono e lo sappiamo bene, e non è certo che bardarsi come un portiere di hockey li annulli. Anzi, la falsa sicurezza te la lascio volentieri, così come lo zaino da spedizione himalayana ogni volta che esco (e non esco solo al weekend).

    0
  25. marco

    secondo te non mi sono mai fatto male in più di 20 anni di mtb?
    Non siamo dei pivelli alle prime armi, i rischi ci sono e lo sappiamo bene, e non è certo che bardarsi come un portiere di hockey li annulli. Anzi, la falsa sicurezza te la lascio volentieri, così come lo zaino da spedizione himalayana ogni volta che esco (e non esco solo al weekend).

    Siamo un paese democratico……fai come vuoi. Io preferisco pararmi il culo. Se devo rischiare di farmi male per una passione cambio sport. Ciao

    0
  26. E' una questione di percezione personale: ognuno di noi va fin dove ritiene opportuno, per le ragioni che più crede giuste.
    Di mio tendo ad essere molto prudente: non ho voglia di stare fermo mesi per eventuali recuperi (già star fermo un mese, tanti anni fa, e proprio a luglio, mi seccò moltissimo), non me lo posso permettere nè come professione (sono per conto mio, niente mutua), nè come importi (il dentista è una brutta bestia, oltre a non avere più denti tuoi…).
    Detto questo, vado in MTB da 30 anni (da quando ne avevo 14, adesso ne ho 44, anzi, a giugno potrei festeggiare il trentennale!) e, a parte una caduta da scemo praticamente da fermo che comportò un mese e rotti di gesso al braccio destro, altre magagne mai avute.
    Ma appunto, cerco di non fare mai il passo più lungo della gamba. Magari così mi perdo parte del divertimento, o non mi gusto appieno il bello della MTB, ma anche quelli sono aspetti personali: la discesa a tutta non mi è mai piaciuta, provando sempre un certo timore (forse i residui di una caduta fatta ancora con la bici da cross, quelle con il sellone lungo!).

    0
  27. ma che due cojoni con sta storia dell'integrale.
    Il povero Andrea ha avuto un incidente dovuto ad un problema di pressione e ci teneva a condividerlo. Invece di fargli gli auguri e ringraziarlo per il suggerimento lo state facendo passare per un mona. Come se non sapesse come si va in bici.
    Addirittura venite qua a portare sfiga…
    Piantatela che di professorini è pieno il mondo…

    8+
  28. ma che due cojoni con sta storia dell'integrale.
    Il povero Andrea ha avuto un incidente dovuto ad un problema di pressione e ci teneva a condividerlo. Invece di fargli gli auguri e ringraziarlo per il suggerimento lo state facendo passare per un mona. Come se non sapesse come si va in bici.
    Addirittura venite qua a portare sfiga…
    Piantatela che di professorini è pieno il mondo…

    0
  29. la caduta ci sta per qualsiasi motivo, e purtroppo si scopre tardi anche quanto siano taglienti gli occhiali.
    si cade allo stesso modo anche per mille altri imprevisti ma cadere per un motivo così sciocco non lo condivido. gomme con pressioni sempre più basse, salsicciotti per prevenire (probabilmente questa volta non c’erano) lo stallonamento.
    non accorgersi che la gomma aveva perso precedentemente mi sembra banale, non te ne saresti accorto? con la sensibilità che hai come tester?
    più probabile che spingendo forte con quella bici, la pressione non fosse sufficiente..
    io sotto gli 1.8 non scendo e ci vogliono gomme decenti. forse questa volta l’avresti scampata

    0
  30. Lucky86

    non accorgersi che la gomma aveva perso precedentemente mi sembra banale, non te ne saresti accorto? con la sensibilità che hai come tester?
    più probabile che spingendo forte con quella bici, la pressione non fosse sufficiente..
    io sotto gli 1.8 non scendo e ci vogliono gomme decenti. forse questa volta l'avresti scampata

    guarda che lo ha detto anche Andrea che ha stallonato perchè la pressione probabilmente era scesa. Ma è scesa mentre usava la bici.
    Secondo te uno come lui non sa a che pressione gonfiare le gomme? E non usa gomme decenti?

    0
    1. Certo che usa gomme buone, ma su una bici da trail magari non erano troppo sostenute… e la pressione non era adeguata alla velocità.
      se è tutta fatalità dico solo che mi spiace e grazie per la condivisione

      0
  31. le protezioni si mettono a discrezione propria. certo che scendere a cannone con una trail bike odierna che corre come un am di un paio di anni fa,con su una magliettina e un occhialetto da bdc un casco a scodella da 300g non mi pare una cosa troppo normale, dovrebbe far riflettere, non è solo colpa della gomma che ha stallonato o perche non controllata a dovere, ma è anche colpa della troppa consapevolezza e della troppa fretta che spesso porta a scelte sbagliate e conseguenze che sarebbero facilmenti evitabili

    0
  32. marco

    stai attento tu, a furia di augurare la rogna agli altri ci rimani tu. Ti auguro di arrivare a fine 2019.

    Diretur….sotteriamo l' ascia di guerra, io NON auguro la rogna a NESSUNO, sto solo dicendo che la sicurezza non deve essere sottovalutata. Poi logico che se deve succedere succede. Mi sto ancora grattando gli zebedei dopo questo tuo messaggio. Pace e bene Fratelli.

    0
  33. Un augurio ad Andrea per rimettersi in pista al più presto 👍
    Mi domando se sia un infortunio sul lavoro ? in quel caso starei attendo ad affermare di non aver controllato la pressione , mica che l’INAIL si rivalga per imperizia !😜
    Certo che se oltre ai cerchi avessi avuto da provare anche un paio di salsicciotti , magari andava diversamente .

    0
  34. my 2 cents: non sono un campione e non detengo i KOM, ma anche io trovo sovradimensionato il modo in cui vedo girare molta gente, a livello di protezioni.

    sul tema invece: stallonare l'anteriore con relativa facciata è una brutta esperienza, successo anche a me. meno lividi perchè mi ha generato un cappottone (OTB) ed ho avuto il millisecondo per girare la faccia e atterrare di guancia. Avevo il tatuaggio del cinghietto casco in faccia, ma solo quello.
    probabilmente non andavo "a tuono" come l'autore del post, non ne sarei capace.

    sugli occhiali condivido: quelli senza montatura manco per xc ormai.

    0
  35. Even Flow

    Diretur….sotteriamo l' ascia di guerra, io NON auguro la rogna a NESSUNO, sto solo dicendo che la sicurezza non deve essere sottovalutata. Poi logico che se deve succedere succede. Mi sto ancora grattando gli zebedei dopo questo tuo messaggio. Pace e bene Fratelli.

    Nessuno dice di non proteggersi. Tutto sta nel trovare la giusta misura per quello che si ritiene giusto e adatto a quello che si fa. Sentirsi dire di mettere il casco integrale a priori è una cosa che ha abbastanza stufato, anche perché nel post di Andrea c'è chiaramente scritto che si era sparato 1000 metri di dislivello in salita, pedalando.

    1+
    1. Ciao Marco. Ad oggi ci sono diverse soluzioni per proteggersi, in questo caso un integrale con mentoniera removibile ti permette di fare tutto il dislivello che vuoi e scendere in sicurezza. Questo detto in generale. Poi capisco la situazione: giretto tranquillo, sentiero conosciuto, ti fai prendere la mano e ti fai male. Capita. Ognuno e responsabile per se stesso. Saluti

      0
  36. marco

    Nessuno dice di non proteggersi. Tutto sta nel trovare la giusta misura per quello che si ritiene giusto e adatto a quello che si fa. Sentirsi dire di mettere il casco integrale a priori è una cosa che ha abbastanza stufato, anche perché nel post di Andrea c'è chiaramente scritto che si era sparato 1000 metri di dislivello in salita, pedalando.

    Tutto chiaro…….

    P.S mi avete massacrato col red passion oggi…….:-) 🙂 Ciao a TUTTI

    0
  37. Tutti professori qui dentro eh !!! E la pressione era bassa, e dovevi controllare, e l' hai gonfiata poco, e parlen e parlen e tanti parol, e chi che ghe l' ha dur e chi che ghe l' ha mool (Cit. D. Van de Sfroos) …e di qui e di la…ma neanche all' Asilo Mariuccia dai !
    Il mitico Church è la dimostrazione che anche ai PRO ogni tanto capita di cadere. PUNTO. Se poi si considera che è caduto per un problema sul mezzo, e quindi senza possibilità di reazione, ci sta che abbia picchiato il musone…povero…;-)ù

    Vedo con piacere che sei comunque tutto intero, quindi passa dal carrozziere che con un paio di ritocchini mi torni come nuovo !

    Ma la domanda più importante di tutte non l' ha ancora fatta nessuno: MA LA STOLL SI E' ROVINATA ?

    3+
  38. Anche è me è capitato, errore di guida (gradone preso troppo forte) + pressione dell' anteriore leggermente inferiore al solito = gomma stallonata e facciata con ematoma provocato dagli occhiali. Da allora controllo sempre la pressione col manometro prima di partire e in discesa sempre con la mascherina.

    Esperienza che entra 😉

    0
  39. Le cadute con l’anteriore che molla sono bruttissime, mi è capitato l’estate scorsa, fortunatamente nella gomma era restata un po’ di pressione e in cerchio con bordo a J ha tenuto tutto assieme ma quella sensazione di anteriore che da un momento all’altro ti molla senza una ragione ti fa perdere parecchia fiducia

    0
  40. Lucky86

    la caduta ci sta per qualsiasi motivo, e purtroppo si scopre tardi anche quanto siano taglienti gli occhiali.
    si cade allo stesso modo anche per mille altri imprevisti ma cadere per un motivo così sciocco non lo condivido. gomme con pressioni sempre più basse, salsicciotti per prevenire (probabilmente questa volta non c'erano) lo stallonamento.
    non accorgersi che la gomma aveva perso precedentemente mi sembra banale, non te ne saresti accorto? con la sensibilità che hai come tester?
    più probabile che spingendo forte con quella bici, la pressione non fosse sufficiente..
    io sotto gli 1.8 non scendo e ci vogliono gomme decenti. forse questa volta l'avresti scampata

    Si era un po bassina probabilmente per via del lattice che non aveva ancora sigillato, ma credo che nella curva prima ( che prendo sempre bella secca) ci sia stata una fuga d'aria , quindi impostando quella successiva ( sono in sequenza) mi sono trovato a girare sul cerchio… Shit happens!

    0
  41. Successo anche a me: preso un pietrone sul dritto, poco dopo entrando in una gola, ho perso l’anteriore. Fatalità di pochi secondi. Forse con un po’ meno adrenalina in corpo mi sarei fermato a vedere, ma di pietre appuntite se ne prendono, e non ci si ferma ogni volta. Ma quella volta avevo le Schwalbe di primo montaggio, e non le mie solite Maxxis Exo….

    Escluderei gomme sgonfie ad inizio discesa. L’avresti capito molto prima. Più probabile una pietra o una perdita di pressione dovuto a stallonamento provvisorio.

    1+
  42. Storia vecchia quella delle protezioni. È una pratica potenzialmente rischiosa, e annulare il rischio non si può. Prendere o lasciare. In bici, come in quasi tutti gli ambiti della vita, è questione di compromessi. Ognuno trova il giusto punto di equilibrio tra quanto fastidio ha voglia di sopportare e quante protezioni mettersi. L’esperienza, non solo nel ciclismo, dice che il casco fa davvero la differenza, ed è indispensabile. Sul resto ad ognuno di stabilire le sue priorità.

    0
  43. iaio

    Ti auguro di riprenderti al più presto. Mi permetto di manifestare il mio totale disaccordo con l'idea che "sia fisiologico che un paio di botte all’anno bisogna metterle in preventivo". Non tutti qui sono professionisti pagati, non tutti hanno 17 anni e molti hanno un lavoro ed una salute da tutelare per loro e per chi da loro dipende da noi. Rifletterei bene su certe affermazioni.

    Per quanto si possa (debba) essere prudenti e lasciarsi del margine, l'unico modo per essere certi di non prendere botte è non uscire in mtb. Purtroppo, aggiungo…

    Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

    1+
  44. a me è successa la stessa cosa, e avevo pressione controllata e cerchi con profilo a J. Per fortuna avevo il casco integrale e quindi è andato tutto bene. Un amico mi ha filmato, e il problema è stato che nell’atterraggio da un gradone neppure troppo alto ho sterzato di colpo torcendo il copertone che ha stallonato per una frazione di secondo, ma tanto è bastato per cadere. In bocca al lupo per le ferite

    0
  45. Ciao, cacchio che botta ! buona guarigione.
    Anche io in convalescenza da scivolata di ruota anteriore, neanche so su cosa e mi sono ritrovato con trochite omerale rotto… Forse ancdare in discesa con i panni della BDC non mi é stata una grande idea.
    Ma sono curioso, dove si trova il pump track al monte BAR ?? Mi piacerebbe provarlo

    0
  46. marco

    secondo te non mi sono mai fatto male in più di 20 anni di mtb?
    Non siamo dei pivelli alle prime armi, i rischi ci sono e lo sappiamo bene, e non è certo che bardarsi come un portiere di hockey li annulli. Anzi, la falsa sicurezza te la lascio volentieri, così come lo zaino da spedizione himalayana ogni volta che esco (e non esco solo al weekend).

    Concordo anche perchè con le protezioni normalmente in uso in Mtb non proteggi la parte più esposto ossia la spalle…..la prima cosa che più frequentemente un ciclista si rompe cadendo è la clavicola, oppure la testa dell'omero, con conseguente frattura oppure lussazione. per evitarlo servirebbe appunto la pettorina mia motocross….e spesso manco quella…se fatta male o l'energia e peso del pilota è notevole. ma come si fa in bici? per non parlare dei polsi, del carpo ….lo scafoide!
    ginocchiere servono perchè spesso si batte il ginocchio, gomitiere meno perchè nella maggior parte dei casi metti la mano a difesa e ti fotti lo scafoide o il polso…il caco integrale è utile ad alta velocità , quando cadendo non hai il tempo di atteggiarti a difesa. nella maggior parte dei casi batti la zona frontale , o zona parietale propio dove si vede il casco segnato….
    a proposito anche io lo stesso casco POC giallo ho distrutto il frontino e segnato il frontale del casco contro una pianta….ma non per pressione sbagliata per un errore mio. cmq il casco mi ha protetto alla grande, bella botta, ha incassato il colpo, io nessun problema, casco l'ho buttato.

    0
  47. Purtroppo è vero che quando si è tranquilli succedono le cose peggiori, hai molte meno probabilità di cadere ma quando succede non sei così pronto a reagire come quando stai andando a tutta…
    Sabato ho perso l'anteriore in una curva in cui sapevo che stavo chiedendo il 110%, ero già pronto all'evenienza e nonostante la velocità non è successo quasi niente niente, probabilmente fossi scivolato sul brecciolino durante una passeggiata, il graffio sull'avambraccio l'avrei avuto in faccia.

    Per la questione protezioni è tutto in relazione al giro che si vuole fare, la sicurezza è importante ma è impensabile partire bardato con pettorina e integrale per farsi un giro pedalato… chiaramente poi ci si regola di conseguenza in discesa, purtroppo però le sfighe esistono.

    Quella dell'autore del post è semplicemente sfiga mista a una dimenticanza (che purtroppo capita), sono sicuro che se fosse successo andando a cannone, con integrale e tutte le protezioni del mondo non avrebbe neanche toccato terra con il casco.

    0
  48. fafnir

    Magari i fenomeni dell'integrale sono anche quelli che in salita vanno senza casco, magari pure in strada.

    Per quello ormai uso praticamente sempre il bell super dh; col fox proframe mi capitava spesso di salire col casco al manubrio e ho deciso di abbandonarlo.
    Bell super dh è un comodo aperto in salita ed un comodo full in discesa.
    Non ne potrei fare più a meno

    0
  49. Controllo sempre le gomme della mtb e della bdc sempre prima e dopo di ogni uscita. Non uso casco integrale ne altre protezioni in mtb, solo guanti. Ma “uso” sempre una prudenza smisurata sia su strada che fuori soprattutto in discesa. Qualche tempo fa feci una brutta caduta in bdc per una stupida imprudenza proprio in discesa (solo escoriazioni varie per fortuna) e da allora la mia prudenza si è ancora più innalzata. Buona guarigione!

    0
  50. Tutte questa filippica quando esistono i caschi con mentoniera staccabile? Spendete 200 euro e chiudiamo la disputa. La cartella è da mettere in conto, ma potendo evitare conseguenze più gravi con un aggravio di peso di 2 etti… vi faccio inoltre riflettere che fino a qualche decennio orsono il casco non era obbligatorio neppure in moto, mentre oggi quando vedo qualcuno con la bici da passeggio in mezzo al traffico penso a quanto potrebbe essergli vitale portare il casco. Il fatalismo è per incoscienti o superstiziosi.

    0
  51. thebikerz

    Si, li ho visti… ma hai un consiglio? Non son pratico della zona

    la discesa dal crocione è il classico. Sali come da traccia e all'ultimo tornante prima del lungo traverso che porta alla capanna Monte Bar prendi a sx e segui la traccia.

    yura

    Ma la domanda più importante di tutte non l' ha ancora fatta nessuno: @marco MA LA STOLL TE L'HA ROVINATA ?
    🙂

    Impossibile, perché è la sua.

    0
  52. Dispiace sempre quando si va in terra, ma è una gran cosa che, alla fine, sia andata di lusso.
    C’è però una cosa che non mi torna: se lo stallonamento è stato causato da una pressione troppo bassa, avresti dovuto accorgertene sin dalle prime curve che lo fosse, una pressione “da stallonamento” la riconosco anche io che sono un ceppone. Non è che c’è stata qualche altra causa?

    0
  53. marco
    thebikerz

    Si, li ho visti… ma hai un consiglio? Non son pratico della zona

    la discesa dal crocione è il classico. Sali come da traccia e all'ultimo tornante prima del lungo traverso che porta alla capanna Monte Bar prendi a sx e segui la traccia.

    yura

    Ma la domanda più importante di tutte non l' ha ancora fatta nessuno: @marco MA LA STOLL TE L'HA ROVINATA ?
    🙂

    Impossibile, perché è la sua.

    Grazie!

    0
  54. marco

    la discesa dal crocione è il classico. Sali come da traccia e all'ultimo tornante prima del lungo traverso che porta alla capanna Monte Bar prendi a sx e segui la traccia.

    Impossibile, perché è la sua.

    :bum-bum-:

    0
  55. ricapitolando le schwalbe stallonano che è un piacere e bisogna vestirsi da DH per fare trail… allora perchè vedo xc in licra con sella alta e caschetto da bdc che viaggiano più forte di gente vestita da enduro/dh sullo stesso trail? non è che il manico conta ancora parecchio in bici nonostante i pipponi su geometrie e evoluzioni futuristiche innovative??? Certo che su rotture catastrofiche o simili sventure non rimane che augurare una pronta guarigione!

    0
    1. Per me mai più brache di lycra anche se faccio XC! Anni fa son caduto di lato in salita praticamente da fermo su dei rovi.. strappo sulla coscia e 70€ buttati! Capisco il fattore leggerezza, ma se sto lycra costa e non tiene niente chemmenefaccio?

      0
  56. cianci

    Successo lo stesso sue anni fa ma per un pietrone, Valgrisenche, assieme ad un gruppo svizzero che stavo guidando. Stavo finendo l'ultima parte di sentiero, i patti (credo) contro un sasso che non ho proprio visto, morale:
    Bici-cerchio davanti rotto in due con stallonamento e pedivella piegata da buttare
    Io: svengo, vomito, comincio a straparlare, elicottero(dove facevo avances alla dottoressa che era , mi dicono, figa paurosa, vergognoso…) 3 coste, scapola e clavicola tutte rotte e in più clavicola , che non ha saldato ed ora è una bella pseudo artrosi da trattare chirurgicamente.
    Purtroppo quello che mi è rimasta è una forte paura nei tratti veloci apparentemente semplici, ho paura che succeda di nuovo qualcosa di incontrollabile e replicare traumi. Blocco mentale a parte, è sempre preferibile proteggersi bene , ah… Il casco aperto continua a farmi molta paura, maschera sempre in discesa proprio per evitare incidenti come il tuo.
    Mi dispiace, e fatti forza andreA!!!!

    Quindi oltre ad essere una sega con il basso lo sei anche in bici?:-)

    0
  57. Marco_LT_1985

    Ciao Marco. Ad oggi ci sono diverse soluzioni per proteggersi, in questo caso un integrale con mentoniera removibile ti permette di fare tutto il dislivello che vuoi e scendere in sicurezza. Questo detto in generale. Poi capisco la situazione: giretto tranquillo, sentiero conosciuto, ti fai prendere la mano e ti fai male. Capita. Ognuno e responsabile per se stesso. Saluti

    non capisco perché si parli tanto di mentoniera. Andrea ha preso la botta praticamente sulla tempia, cosa che ha poi compresso gli occhiali tagliandogli lo zigomo. Quindi una mentoniera non avrebbe cambiato niente. Piuttosto, un paio di occhiali con montatura completa sarebbero stati meglio.

    0
  58. Auguri tanti! Complimenti anche per il coraggio di mettere in scena la faccia pesta.
    Io, appena inizia la discesa, mi metto il paradenti. Roba da Decathlon, costa poco, sta in tasca; non sarà la mentoniera dell’integrale, ma forse serve a qlcs (o forse è soltanto effetto placebo…).
    Mi piace cmq la scelta del fucsia da parte del direttore artistico…

    0
  59. cheyax
    Paolo.95
    vice.marco94

    E IL CASCO CON MENTONIERA?
    probabimente non ci sarebbero meno danni al viso?
    scusate ma sono infastidito da sta moda del caschetto aperto su discipline gravity, capisco che da meno fastidio ma ora in commercio esistono buone soluzioni per respirare bene anche con la mentoniera (vedi troy lee stage, fox proframe) e che proteggono più di uno aperto.
    tralasciando l'errore della gomma sgonfia, visto che una caduta del genere poteva essere causata anche da mille altri motivi.

    in ogni caso BUONA GUARIGIONE!

    Esattamente quello che ho pensato pure io, tanti soldi tra bici ecc. E poi nemmeno un minimo di testa per un casco SICURO, si pensa di essere furbi ma mettiamo in pericolo noi stessi. Meglio anche 100€ di casco e proteggersi il 90% di testa e VISO o rischiare per un qualsiasi motivo di spaccarsi i DENTI?? Con conseguenze molto dolorose e + di 1000€ di dentista? Pensate SEMPRE alle possibili conseguenze delle proprie scelte. Scusate lo sfogo ma penso sia un discorso ragionevole.

    Se si utilizza una bici da trail, quindi non troppo veloce di suo, su sentieri non estremi è molto improbabile sbattere di faccia senza riuscire a proteggersi o come minimo alzarla rispetto al petto, poi gli imprevisti ci sono per tutti, ma l'integrale in ordine di importanza viene dopo le ginocchiere e il paraschiena

    @cheyax io personalmente userei in ordine di importanza : casco integrale, paraschiena e spalle, e poi le ginocchiere. Ho più paura di diventare celebro leso o paralizzato piuttosto di sbucciarmi le ginocchia. Proprio ieri dopo aver letto questa notizia e ripensando a un paio di giorni fa di una mia quasi facciata a terra, sono corso a prendere un casco integrale sia per me che per il mio fratellino di 14 anni.

    0
  60. Integrale o no, protezioni o meno, controllo della bici prima della partenza… si può discutere di molte cose. Sicuramente alla base c’è qualche errore umano, anche se la MTB è uno sport nel quale l’infortunio da caduta non può essere sempre evitato.
    Quando accade, però, non è solo la bici ad avere bisogno di un controllo. Non ne vedo menzione né nell’articolo, né nei commenti, quindi lo chiedo: sei andato a farti dare un’occhiata? Con le botte i traumi alla testa e al collo non si scherza…

    0
  61. teoDH

    Non rendersi conto di avere la gomma sgonfia è più grave della facciata, ahime è sempre più frequente, mi capita spessissimo di far notare, sopratutto a gente con le bici da enduro, che hanno le gomme sgonfie, e questi iniziano con "eh ma ho i tubless e giro basso zio"… poi li vedi spianati due curve dopo la partenza… gli zii!
    Non serve un manometro per la pressione, dovrebbe bastare la sensibilità nella guida, o alla peggio premere il ditino sulla gomma da fermi…

    Se

    cacio79

    Quindi oltre ad essere una sega con il basso lo sei anche in bici?:-)

    Minchia, puoi dirlo!!!

    0
  62. Andrea anch'io ci ho lasciato qualche pezzo in terra, nonostante la collezione di costole incrinate e punti in faccia, non riesco ancora a rallentare, bah sarà la sindrome di peter pan? ora ho una trail e mi sa che vado più forte di prima, ma almeno non salto più come primaanche se continuo a vestirmi da xc (che posso farci? Il primo amore è duro a morire). La pressione delle gomme è diventata la mia ossessione, prima di una discesa ormai lo faccio "quasi" ogni volta (se mi dimentico, mi rimane la preoccupazione sino alla fine del track). Però posso dirti quello che mi dicevano quando avevo la faccia martoriata come la tua e andavo al bar a spararmi la birretta "con quel taglio sembri pure cattivo!". Ahahah quelli che non mi conoscevano si spostavano, alla fila per il bancomat mi è capitato che quelli prima di me andassero via senza ritirare!

    0
  63. Parliamo di occhiali a montatura completa. Finora ho sempre usato degli occhiali fotocromatici del decathlon che a trenta euro (pagati poi 20 in sconto) sono da massima resa minima spesa. Non sono però a montatura completa. Decathlon fotocromatici a montatura completa li fa "da montagna", non sono bene areati e sono "scuri" (2-4 invece di 1-3). Esiste sul mercato un prodotto decente che non costi un rene?

    0
  64. morci

    Parliamo di occhiali a montatura completa. Finora ho sempre usato degli occhiali fotocromatici del decathlon che a trenta euro (pagati poi 20 in sconto) sono da massima resa minima spesa. Non sono però a montatura completa. Decathlon fotocromatici a montatura completa li fa "da montagna", non sono bene areati e sono "scuri" (2-4 invece di 1-3). Esiste sul mercato un prodotto decente che non costi un rene?

    io ho questi: https://amzn.to/2O1x9d7

    0
  65. Visto che siamo in argomento occhiali con o senza montatura completa volevo far notare che alcune marche hanno la lenti piu’ arrotondate (smussate) rispetto ad altre. Ho proprio fatto il confronto tra tre marche e ho trovato delle differenze. Quelli che indossavo erano sì smussati in basso, ma col pollice si riesce ancora a percepire un certo angolo vivo che è proprio quello che ha agito a mo’ di pela patate sul mio zigomo…..

    0
  66. Church

    Visto che siamo in argomento occhiali con o senza montatura completa volevo far notare che alcune marche hanno la lenti piu' arrotondate (smussate) rispetto ad altre. Ho proprio fatto il confronto tra tre marche e ho trovato delle differenze. Quelli che indossavo erano sî smussati in basso, ma col pollice si riesce ancora a percepire un certo angolo vivo che è proprio quello che ha agito a mo' di pela patate sul mio zigomo…..

    Dopo questa brutta esperienza pensi di passare al casco integrale ?
    Perchè da come parli degli occhiali mi sembra di no :razz:aur:

    0
    1. Il casco integrale solo se vado a fare shuttle, ma visto che non lo faccio quasi mai penso proprio che continuerò ad usare quello aperto. Quando fai tanta salita ( nei miei giri difficile che faccia meno di 1000m) diventerebbe un po scomodo l’integrale.

      0
  67. Niko9

    Dopo questa brutta esperienza pensi di passare al casco integrale ?
    Perchè da come parli degli occhiali mi sembra di no :razz:aur:

    Pensa te che ieri è uscito così. Per fortuna che avevo un walkie talkie, altrimenti non riuscivo neanche a parlargli

    [​IMG]

    1+
  68. Il casco integrale è una moda, ben venga, ma da noi è una moda !!
    Guardate il video del guado nella EWS in nuova zelanda….che non è di 10 anni fa !! non esiste l'obbligo del casco integrale? uno addirittura se lo tiene stretto con le mani !!
    Io esco delle volte con il casco integrale e altre volte senza, n base a che cosa devo fare e a che velocità affronterò il sentiero.
    Non siete d'accordo con me ??

    0
  69. marco

    Pensa te che ieri è uscito così. Per fortuna che avevo un walkie talkie, altrimenti non riuscivo neanche a parlargli

    [​IMG]

    Si ma attento che se poi ti tampona ancora come successo alcune settimane fa, poi con quelle pinze li ridi poco tu… [emoji23] [emoji12]

    0
  70. Church

    Qualcuno si inventerà i sensori pressioni gomme con allarme luminoso sul manubrio…!

    Volendo già esistono. Il problema che probabilmente potrebbero funzionare come per Zanardi a Spa nel 1994, nel momento in cui si accende la spia già vedi arrivare il muro….;-)

    0
    1. Me lo ricordo bene , quando impatto’ nelle protezioni all’esterno e poi attraverso’ la pista come una trottola impazzita. Un vero miracolo che ne sia uscito vivo. Ma parliamo di Zanardi , non un uomo qualunque…. Io ho avuto il privilegio di conoscerlo già ai tempi di Kart

      0
      1. Il mio mito… Che botta che ha tirato quella volta! La Lotus era proprio na trappola, ma anche la Williams c’aveva le sospensioni fissate coi chiodi e la Minardi cambiava il fondo piatto ogni tre gare x risparmiare. Periodo della F1 veramente nero…

        0
  71. Tipico di quando accade qualcosa di inaspettato all’anteriore, io ho dato una facciata svenendo però non ricordo cosa sia accaduto, ho solo trovato il cerchio anteriore piegato. Purtroppo non hai il tempo di mettere le mani avanti, nel tuo caso presumo di si visto il polso, li ti sei assorbito parte dell’energia limitando i danni, io c’ho dato di faccia secco cadendo tipo “uomo proiettile”…

    0
    1. Sinceramente non ricordo memmeno io cosa sia successo al poslo, Per fortuna nulla di grave perchè lo muovo già bene. Vero che in quei frangenti succede tutto cosi istantaneamente che poi fai fatica a ricostruire nei dettagli quello che è effettivamente acccaduto e la sua dinamica

      0
  72. Church

    Il casco integrale solo se vado a fare shuttle, ma visto che non lo faccio quasi mai penso proprio che continuerò ad usare quello aperto. Quando fai tanta salita ( nei miei giri difficile che faccia meno di 1000m) diventerebbe un po scomodo l'integrale.

    E' verissimo, ma esistono quelli con la mentoniera rimovibile, io ho preso un Bell Super DH e onestamente porto la mentoniera in tutti i giri am/enduro che faccio, non ne farei più a meno. Anche senza zaino è poco ingombrante, tanto da stare comodamente appesa al marsupio Evoc. Però sono tra quelli che pedala anche sempre col gilet col paraschiena, anche fossero 1300m d+ come sabato scorso…

    Poi ovviamente uno valuta pro e contro di ogni soluzione e decide, accettando i limiti/rischi di ognuna.

    1+
  73. vice.marco94

    E IL CASCO CON MENTONIERA?
    probabimente non ci sarebbero meno danni al viso?
    scusate ma sono infastidito da sta moda del caschetto aperto su discipline gravity, capisco che da meno fastidio ma ora in commercio esistono buone soluzioni per respirare bene anche con la mentoniera (vedi troy lee stage, fox proframe) e che proteggono più di uno aperto.
    tralasciando l'errore della gomma sgonfia, visto che una caduta del genere poteva essere causata anche da mille altri motivi.

    in ogni caso BUONA GUARIGIONE!

    Anche a me è successo, però credo che l'approccio non debba essere quello di vestirsi come cavalieri templari. Sulla sicurezza quello che fa più di tutto è la nostra capacità di gestire il rischio e la conoscenza /rispetto dei propri limiti. Poi certo, capita la cosa quasi imprevedibile come questa e allora li un casco integrale avrebbe di certo limitato i danni. Però si tratta di scelte soppesate in un ottica rischio/comodità, del resto andando in mtb si accetta un certo coefficiente di rischio e torno a ripetere, incide nettamente di più l'approccio alla guida che non le protezioni. Se poi ne facciamo un discorso di probabilità allora che il casco per girare sul marciapiede ha un suo perché, qualcuno di vasi in testa ogni tanto muore.

    0
  74. Church

    Me lo ricordo bene , quando impatto' nelle protezioni all'esterno e poi attraverso' la pista come una trottola impazzita. Un vero miracolo che ne sia uscito vivo. Ma parliamo di Zanardi , non un uomo qualunque…. Io ho avuto il privilegio di conoscerlo già ai tempi di Kart

    Lì furono le sospensioni attive ad andare in tilt, ma il concetto è quello [emoji6]

    Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

    0
  75. Io dico solo: grazie della condivisione di questa esperienza!
    Non mi sarebbe mai venuto in mente che gli occhiali senza montatura nella parte bassa della lente sono più pericolosi di quelli con qualche forma di bumper o inspessimento in basso: ne terrò sicuramente conto per il prossimo acquisto.

    0
  76. Non puoi prevedere l’imprevedibile. E successo a me con pressione ok alla partenza, in discesa ho forato e il lattice ha impiegato più tempo del solito, non appena ho avvertito la differenza non ho avuto neanche il tempo, porvi rimedio che sono caduto, anche senza stallonare.

    0
  77. @church successo anche a me uno stallonamento anomalo lo scorso novembre con RaRa liteskin 2.1 nuovo montato due giorni prima su cerchio Mavic crossmax xl. Praticamente in salita scavalcando una pietra il cerchietto è uscito da un lato. Il problema è che c’era un freddo cane e mi si è bloccata la mano anche a metter su la camera d’aria, perché il copertone non voleva saperne di ritallonare col CO2. All’inizio pensavo: “mai più test di materiale nuovo quando esco da solo lontano casa! ” poi ho capito che era la gomma ad essere difettosa xchè rimontandola e togliendola più volte coi levagomme (x altre prove) si è strappata subito sopra il cerchietto. Comunque sempre ottimo investimento il casco POC!

    0
  78. @church me cojoni che curriculum! F1, Indy, Le Mans!!! Anche solo il fatto di esserci arrivato: Complimenti! Però una domanda è d’obbligo: io seguo diversi sport a motore da anni, secondo te perché diversi piloti (mi viene in mente Seb Loeb tra i tanti) appena prendono in mano una MTB per allenarsi durante la stagione si fanno male??? Cioè sono capaci di schizzare a 200 e passa su neve fango asfalto con auto/moto e poi in bici si schiantano abbastanza facilmente…

    0
  79. DG_MTBiker

    Il mio mito… Che botta che ha tirato quella volta! La Lotus era proprio na trappola, ma anche la Williams c'aveva le sospensioni fissate coi chiodi e la Minardi cambiava il fondo piatto ogni tre gare x risparmiare. Periodo della F1 veramente nero…

    Se la Lotus era una trappola allora la Fondmetal con cui ho corso io nel 92 cos'era?….hahaha

    0
  80. DG_MTBiker

    @Church me cojoni che curriculum! F1, Indy, Le Mans!!! Anche solo il fatto di esserci arrivato: Complimenti! Però una domanda è d'obbligo: io seguo diversi sport a motore da anni, secondo te perché diversi piloti (mi viene in mente Seb Loeb tra i tanti) appena prendono in mano una MTB per allenarsi durante la stagione si fanno male??? Cioè sono capaci di schizzare a 200 e passa su neve fango asfalto con auto/moto e poi in bici si schiantano abbastanza facilmente…

    Anche Webber si ruppe una gamba in una manifestazione MTB che stava promuovendo in Tasmania. Ma perché si schiantò contro una macchina… Non saprei non credo ci sia una ragione. Forse però é per lo stesso motivo che quando qualche pilota passa dalla F1 ai Rally é inevitabile che tira delle bombe da paura…e di esempi ne potrei citare tanti

    0
  81. Il mio unico “contro” agli occhiali a montatura completa è dovuto al fatto che, sudando generalmente come un maremmano al galoppo, c’è sempre quella goccia di sudore che rimane lì e alla lunga fa l’effetto fastidioso dell’acqua nella maschera da sub. Con l’occhiale aperto non succede, si macchia la lente, ma scivola via e quindi più o meno riesci a veder fuori senza doverti fermare a pulire più o meno spesso

    0
  82. andymcnab4

    Non puoi prevedere l'imprevedibile. E successo a me con pressione ok alla partenza, in discesa ho forato e il lattice ha impiegato più tempo del solito, non appena ho avvertito la differenza non ho avuto neanche il tempo, di porvi rimedio che sono caduto, anche senza stallonare.

    Ci ho lasciato 2 cerchi dtswiss per lo stesso motivo…in discesa e con la pressione di partenza apposto in tutti e 2 i casi! L'ultima volta da quanto ero incazzato ho venduto la mia amata gt (dopo averla lasciata ferma in saloto per 8 mesi, in effetti dopo il bozzo non ci sono mai più salito sopra) e me ne son comprata un'altra! Sarò permaloso?
    Però in quegli 8 mesi me ne sono andato a pesca tutte le settimane!

    0
  83. Giusto ieri ho fatto un dritto in curva, andando a sbattere contro una staccionata di protezione…ho battuto la parte frontale del casco che ha schiacciato gli occhiali sul mio volto la cui montatura inferiore mi ha provocato dei tagli profondi…oakley jawbreaker…se non avessi avuto la montatura forse sarebbe anche stato peggio, in ogni caso neanche la montatura può prevenire certi danni purtroppo. [​IMG]

    0
  84. Vinciguerra

    Giusto ieri ho fatto un dritto in curva, andando a sbattere contro una staccionata di protezione…ho battuto la parte frontale del casco che ha schiacciato gli occhiali sul mio volto la cui montatura inferiore mi ha provocato dei tagli profondi…oakley jawbreaker…se non avessi avuto la montatura forse sarebbe anche stato peggio, in ogni caso neanche la montatura può prevenire certi danni purtroppo.

    Che tranvata che ti sei preso! Auguri di pronta guarigione! Ho iniziato a portarmi dietro la maschera, che non si sa mai!

    0