La fine di un incubo

83

La caduta sui binari della ferrovia sottostante, filmata da una Gopro, è stata una delle cose più terrificanti viste online in ambito mountain bike. La lunga convalescenza è la riprova che la forza di volontà smuove montagne.


Commenti

  1. lorenzom89:

    Se lo avesse chiuso stavamo a ricordarlo ed esaltarlo non credo..
    Di gesti come questi ormai è pieno il web, ce ne sono a centinaia fatti da centinaia di persone diverse..
    In tanti hanno chiuso quel salto e nessuno sta ad esaltarli, sono semplicemente delle "sfide" Con sé stessi, pure io nel mio piccolo magari mi esalto se faccio un drop da 2 metri che non tutti fanno, di certo fare un salto che se sbaglio rischi di finire in sedia, a rotelle o peggio, non lo farei di certo..!
  2. Old Blueyes:

    Ne è venuto fuori per miracolo; c'è chi he con meno è passato direttamente di là.
    Libero di raccontarla, ma spero che non passi il messaggio a qualche zucca vuota e balorda che "mal che vada, tanto dopo 3 anni torni in sella".
    Io non penso che a qualcuno possano venire in mente "tanto..." e "tre anni" nella stessa frase. Io sono cascato dieci giorni fa, ho una costola rotta e già mi sembra lunga la cosa.
  3. torakiki.gt:

    Come tutti gli sport ci sono gli estremi, pure in alpinismo e arrampicata succedono un sacco di incidenti e il più delle volte non possono nemmeno fare il video per raccontarlo..
    Esatto , ho perso tre amici in presenella per una scivolata….
Storia precedente

[Test] Casco Giro Montaro MIPS II

Storia successiva

Provando a seguire un pro sul Monte Arsenti

Gli ultimi articoli in News