Drop Best modifica l’offset del Reverb e l’angolo sella effettivo

47

Il problema dell’angolo sella troppo disteso che obbliga a pedalare in posizione troppo arretrata è piuttosto diffuso, soprattutto su bici un po’ datate o con geometrie non esattamente moderne. Spostare la sella completamente in avanti, fino alla fine dei binari, spesso non è comunque sufficiente a garantire una posizione ottimale. Consapevoli di questo problema, gli svizzeri di Fair Bicycle hanno sviluppato un nuovo prodotto, una soluzione semplice e a quanto pare efficace.



.

L’estetica della bici non ne esce indenne ma il Drop Best riesce a modificare concretamente l’angolo sella effettivo alla reale altezza di seduta. Consiste in un clamp per il binario della sella che si sostituisce all’originale del reggisella, modificando l’offset a + oppure – 27 millimetri rispetto alla posizione standard a zero offset, senza modificare l’altezza. Ne deriva una modifica di 2 gradi sull’angolo sella effettivo. Inoltre è possibile regolare l’inclinazione della sella di 30 gradi (+/-15°) e la regolazione dell’inclinazione è indipendente da quella dell’avanzamento della sella.

Sono stati effettuati diversi test, sia per quanto riguarda il Drop Best in sé che per quanto concerne le prestazioni del reggisella e, stando a quanto dichiarato dai produttori, non sono stati rilevati problemi evidenti di scorrimento o di usura.

Il Drop Best al momento è compatibile solo con reggisella RockShox Reverb, non in versione AXS, ma è possibile che seguiranno implementazioni per fornire compatibilità anche con altri modelli di telescopico. È interamente realizzato in Svizzera con alluminio 7075 per un peso complessivo di 125 grammi, dai quali vanno sottratti i 74 grammi dell’hardware originale del Reverb che viene rimosso per la sua installazione, per un aggravio effettivo di 51 grammi. Il prezzo è di 109 franchi svizzeri

Fair Bicycle

 

Commenti

  1. ottima idea e soluzione.
    però se la sella la devi avanzare come in foto si riesce a fare anche senza "drop best".. andrebbe avanzata ancora di più ma allora mi sa che esteticamente diventa proprio inguardabile..

    e poi va beh il prezzo assolutamente senza senso..
  2. andy_g:

    Io non stravedo per angoli del tubo sella troppo chiusi, che mi sembrano più adatti alle gare che ad un utilizzo amatoriale e prolungato, ma effettivamente può essere una soluzione in alcuni casi altrimenti difficilmente gestibili.
    il caso classico è quello di chi ha un cavallo molto lungo
  3. marco:

    il caso classico è quello di chi ha un cavallo molto lungo
    Vero, soprattutto con le bici come quella in foto, che hanno il tubo sella che non punta direttamente al barilotto del movimento centrale, ma più avanti e hanno di fatto un angolo effettivo variabile con l'altezza della sella.
Storia precedente

Pastiglie contaminate, come risolvere il problema

Storia successiva

[Test] Scarpe Specialized 2FO Roost Clip Mountain

Gli ultimi articoli in News

Tornantini esposti

In questo ultimo episodio della serie “Let’s ride” di Ludo May, ci dirigiamo a Embrun, nelle…

Posso la borraccia?

Durante l’ultima salita del Monte Grappa il dominatore del Giro d’Italia 2024, Tadej Pogacar, viene affiancato…