Ebike leggere 3 anni dopo

Ebike leggere 3 anni dopo: la scelta giusta?

269

Le bici elettriche leggere sono ormai uscite da un po’ di anni, quindi perchè non tornare a stimolare l’argomento con qualche mia opinione personale dopo 3 anni di utilizzo intenso? Sono veramente le perfette trail bike per non ammazzarsi di fatica in salita ma divertirsi comunque in discesa grazie al loro peso contenuto e non pachidermico? Oppure sono una via di mezzo né carne né pesce?



.

Voi cosa ne dite? Qui trovate i nostri test di diversi modelli di ebike leggere:

Commenti

  1. orli:

    Beato te che hai ancora una reputazione.....haaa haa haa
    Interessante vedere come ognuno abbia i propri riferimenti per stabilire se la propria reputazione è sputtanata o meno ... ;-)
  2. lollo72:

    Probabilmente per i lettori di questo forum , già abituati ad utilizzare una mtb , queste soluzioni "light" possono risultare delle valide alternative per avere un unico mezzo "tuttofare" ; trovo però un limite : spesso tali modelli hanno la batteria integrata non estraibile , se occasionalmente giro in park o con furgonate il poter eliminare il peso delle pile potrebbe essere vantaggioso , oppure poter sostituire "al volo" un pacco scarico con uno carico a volte risulterebbe utile .
    questo è infatti quello di cui anch'io mi lamento, certo quelle due volte che in estate vado al bikepark potrei mettermi lì a smontare motore e togliere la batteria (credo che ci voglia meno di mezz'ora...ma non credo lo farò mai) se fosse estraibile facilmente sarebbe un gran vantaggio.
    Per il resto, per i miei 49 anni e 83kg la Rise è un'ottima invenzione: prima facevo giri da 1200-1500mt con una enduro da 15kg (uscivo 1 volta a settimana) e ora...più o meno uguale, solo che adesso non ci metto una settimana per recuperare e riesco ad uscire anche 2 giorni di seguito. Così come, con fatica, ora riesco a salire su salite prima impossibili. E se monto l'extender (la mia ha la batteria da 360) mi faccio un bel giro epico da 2500mt.
  3. Boro:

    Le ebike light credo siano una nicchia da riserva indiana. Mi pare stiano andando rapidamente e inesorabilmente, verso il mondo dei sogni infranti partoriti dopo cene troppo pesanti, dove abitano le fat, le 29+, le 27,5+, le gravel da trail, ed amenità simili.
    C'e' da dire che la Rise è la meno assurda delle bike light, perchè ha una batteria di capacità decente.
    Ma per me queste bici sono un pò come i pedali doppia funzione, uniscono il peggio dei due mondi senza i vantaggi, inoltre sono pure molto costose e poco rivendibili.
    Sono però belle, devo dire. Ma per un biker fisicato, credo siano più un limite che un vantaggio, per il tricheco della domenica medio invece, sono improponibili. :mrgreen:
    Avessi l'età, la tecnica e il livello atletico di Steve una bici a motore manco la considererei...se non per fare una gita di scarico.
    a vedere i nuovi motorini che vengono presentati sembrerebbe l'opposto
Storia precedente

Nuovo reggisella telescopico OneUp Components V3

Storia successiva

MS Intense Racing con Eleonora Farina

Gli ultimi articoli in Epic Trail MTB School

Il nosepress, parte 2

Il nosepress è una manovra che ogni biker deve imparare. Girando per i sentieri cosiddetti “naturali”…