Fire Cannon, progetto italiano per luce da MTB

Fire Cannon, progetto italiano per luce da MTB


[Comunicato stampa] FIRE CANNON® nasce da un team tutto Italiano che ha unito l’esperienza lavorativa nell’ambito elettronico e meccanico con la passione per la MTB e gli sport Outdoor. Consapevoli delle problematiche di affidabilità e di assemblaggio legate alle batterie esterne ed alla bassa qualità delle torce presenti sul mercato, abbiamo deciso di sviluppare un prodotto innovativo e performante, progettato ed assemblato interamente in Italia.

>>> Vai alla campagna Kickstarter

Le tre caratteristiche tecniche chiave sono:

  1. INTENSITÀ LUMINOSA
  2. DURATA E AFFIDABILITÀ DELLE BATTERIE INTEGRATE ALL’INTERNO DELLA TORCIA
  3. SOSTITUZIONE RAPIDA DEL PACCO BATTERIE ( PATENT PENDING )

I 10 mesi di continuo sviluppo e test sul campo  ci hanno dato la confidenza di aver sviluppato un prodotto unico nel suo genere. Dimenticate i problemi di disconnessione e tranciatura dei cablaggi o di fissaggio delle batterie esterne su telaio.

Il prodotto è stato progetto per l’impiego gravoso sulle seguenti applicazioni:

  1. MTB
  2. ENDURO / DH
  3. PESCA NOTTURNA
  4. CAMPEGGIO
  5. TREKKING
  6. MOTO DA ENDURO

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • MASSIMA POTENZA LUMINOSA
  1. Fire Cannon® è dotata di 4x LED tra i più potenti attualmente in commercio nel mondo del lighting.
  2. La temperatura di colore dei LED è di circa 4000K, una luce calda, questo permette una migliore e realistica percezione visiva degli ostacoli rispetto le torce a luce fredda.

  • PACCO BATTERIA CUSTOM PLUG-IN

  1. Dotata di N° 4 batterie in formato 18650, con apposito BMS, di altissima qualità e di lunga durata, possono essere ricaricate fino a 1500 volte.
  2. Possibilità di cambio rapido della batteria acquistando un ricambio originale.
  3. Grazie alla gestione elettronica della batteria, anche se utilizzata a piena potenza per più di un 1h e 45min, il flusso luminoso dei LED viene diminiuto in automatico in funzione dello stato di carica della batteria, permettendo un ulteriore autonomia aggiuntiva di alcune ore. 
  4. Ricarica rapida: il caricabatterie in dotazione permette una piena carica in solo 1h e 45min.

  • INVOLUCRO IN LEGA DI ALLUMINIO AERONAUTICO
  1. Il design ricercato e la scelta della lega di alluminio anodizzata permette una dissipazione dei LED ottimale, garantendo una vita dei LED oltre i 10 anni di funzionamento.
  2. L’involucro è interamente ricavato dal pieno tramite l’utilizzo di macchinari CNC.
  3. Progettato per resistere fino ad un grado di protezione IP65.

  • PULSANTE DI ACCENSIONE E DI STATO BATTERIA
  1. Un pulsante permette l’accensione/spegnimento del prodotto e la regolazione delle modalità della torcia ( HIGH – MIDDLE – LOW – ECO – STROBE ).
  2. Due led di stato indicano lo stato di funzionamento del prodotto, uno verde per il corretto funzionamento e quello rosso per la riserva della batteria.

  • FACILE DA INSTALLARE
  1. Viene fornito un attacco a manubrio completamente realizzato dal pieno, in lega di alluminio anodizzata.
  2. È possibile inoltre smontare la staffa esterna della torcia per consentire l’utilizzo manuale.
  • CONTENUTO CONFEZIONE

  1. 1X  FARO ANTERIORE CON BATTERIA INTERNA E STAFFA MANUBRIO PRE-ASSEMBLATA
  2. 1X  SUPPORTO MANUBRIO BICI
  3. 1X MATERIALE ADESIVO IN EPDM PER PROTEZIONE MANUBRIO
  4. 1X VITE DI SERRAGGIO SUPPORTO MANUBRIO
  5. 1X CARICABATTERIE RAPIDO CON PRESA EU

Il progetto cerca finanziamenti su Kickstarter, qui trovate il link e le modalità.

  1. a testa in giù sbatte sul telaio se cadi.
    IMHO il prezzo è elevato, le dimensioni pure, ma la cosa che secondo me castrerà di più questo progetto è la batteria plug in custom che diventa un limite piu che un valore aggiunto.
    Penso che una soluzione con 4 batterie da infilarci dentro sarebbe stata più flessibile e conveniente.

    0
  2. inoltre a testa in giù forse interferisce con i vari cavi oltre a generare ombre, forse. E' una torcia adattata all'uso mtb con tutti i limiti che ne conseguono rispetto a soluzioni pensate ad hoc. Comunque in bocca al lupo perchè magari per altri usi il progetto è ok (anche se in quella fascia di prezzo non mancano ottimi prodotti e la concorrenza sarà tanta).

    0
  3. Ciao!
    Grazie per i complimenti ma anche dei suggerimenti che accogliamo con interesse 🙂
    Il prodotto è in fase di test da circa 10 mesi su ambiti come XC ed Enduro, il supporto in alluminio da manubrio è ricavato totalmente dal pieno tramite macchine CNC.
    Il peso su manubrio, dato principalmente dalle qualità delle batterie, non ha influenzato minimamente la guida perfino in ambito XC.
    Non è stato progettato per montarlo a testa in giù perchè sbatterebbe facilmente con cavi e sterzo, inoltre si perde efficienza sulla profondità di illuminazione.
    Le 4 batterie singole non sono state prese in considerazione perchè il pacco batterie custom è dotato di apposito BMS per la gestione della carica e scarica, inoltre le batterie a litio vendute singolarmente sono altamente pericolose ( vedi sigarette elettroniche ).
    Alessandro

    0
  4. Non ho commenti particolari sul prezzo.
    Condivido le perplessità tecniche già evidenziate:
    la batteria integrata non mi pare un plus per un uso enduro, anzi mi preoccupa per la stabilità/resistenza del supporto. Anche dal punto di vista della guida preferirei avere il peso del pacco batterie fissato al telaio… o nello zaino ed il faro fissato al casco.

    0
  5. il prezzo mi sembra allineato a prodotti di fascia simile (cinesate escluse ovviamente).
    il peso sul manubrio mi mette un pò di ansia anche a me, più di mezzo kg non è banale.
    ma quanto ci mettono a scoprire delle batterie ultra potenti, ultra durevoli e ultra leggere?
    se ci penso in scala è lo stesso problema delle e-bike, ingombro, peso e autonomia.

    0
      1. Domanda da ignorante, se qualcuno sa rispondermi : su una ebike ( che non ho) si potrebbe creare un faretto da manubrio alimentato dalla batteria del motore, con passaggio cavi parzialmente interno al telaio ? Sarebbe molto leggero

        0
  6. il peso sul manubrio mi mette un pò di ansia anche a me, più di mezzo kg non è banale.
    ma quanto ci mettono a scoprire delle batterie ultra potenti, ultra durevoli e ultra leggere?

    e che magari incidono anche pochissimo sul prezzo finale…..:roll:

    0
  7. il prezzo mi sembra allineato a prodotti di fascia simile (cinesate escluse ovviamente).
    il peso sul manubrio mi mette un pò di ansia anche a me, più di mezzo kg non è banale.
    ma quanto ci mettono a scoprire delle batterie ultra potenti, ultra durevoli e ultra leggere?
    se ci penso in scala è lo stesso problema delle e-bike, ingombro, peso e autonomia.

    le 18650 sono ottime batterie al litio. E non costano molto. Ottime da faretti.

    0
  8. Domanda da ignorante, se qualcuno sa rispondermi : su una ebike  ( che non ho) si  potrebbe creare un faretto da manubrio  alimentato dalla batteria del motore,  con passaggio cavi parzialmente  interno al telaio  ? Sarebbe molto leggero

    pensi al peso di un faretto su una e-bike???

    0
    1. Ciao.
      la staffa custom è stata progettata per resistere ad urti, vibrazioni e salti, è ricavata completamente dal pieno tramite macchine CNC ed ha una larghezza di circa 15mm, il tutto in lega di alluminio, sabbiato e anodizzato.
      Viene fornito inoltre in dotazione un materiale tipo schiuma in EPDM, da apporre come protezione x manubrio, che funziona anche come ammortizzatore e che può essere compresso fino al 90%.
      Per il momento, dopo 10 mesi di test in diversi ambiti, possiamo affermare di essere molto confidenti dei nostri risultati!
      Alessandro

      0
  9. Mi permetto di aggiungere, dato che spesso utilizzo questo tipo di luci sia in moto che in mtb che il fissaggio al manubrio è poco funzionale alla guida in quanto il fascio di luce deve illuminare dove noi guardiamo con la testa (es. Uscita di curva) e non dove punta il manubrio quindi sarebbe utile creare un supporto per caschi

    0
  10. come dice @silvanoviola , nella mia minima esperienza di notturna, viaggio anche io con due lampade, una sul manubrio e una in testa:
    (oltre ovviamente ai motivi di vedere dove si "guarda" e anche per bkup) il fatto di avere una sola luce, anche se forte, appiattisce troppo le ombre e non (mi) permette di valutare bene le imperfezioni del terreno, cosa che avendo due punti di illuminazione non allineati mi risulta invece piu' facile

    0
  11. Domanda da ignorante, se qualcuno sa rispondermi : su una ebike  ( che non ho) si  potrebbe creare un faretto da manubrio  alimentato dalla batteria del motore,  con passaggio cavi parzialmente  interno al telaio  ? Sarebbe molto leggero

    si tanto già la batteria dura tanto!!! sicuramente si può fare ma dato che uno dei limiti delle e-bike è proprio l'autonomia non credo sia una scelta furba.

    0
  12. Prodotto sicuramente molto interessante e mi pare ben costruito e realizzato.
    Per quello che mi riguarda, con un po’ (nel senso di pochine) esperienze in notturna con luce “cinese” vedo dei pro:
    – costruzione (ottimo l’impatto, si capisce che è un prodotto realizzato professionalmente)
    – integrazione pile (all in) piuttosto che avere cavi e pacchi di pile da fissare qua e là (che si staccano e possono dare problemi)
    – ottimizzazione materiali e design (mi piace)
    Contro:
    – prezzo (sicuramente per un prodotto pro ci sta, ma non per mie esigenze attuali)
    – peso (mi sembra piuttosto importante)
    – dimensioni (grandi)
    Mi unisco a chi propone un prodotto più contenuto: 2 pile, meno lumens e prezzo abbordabile.
    Per gli E-Bikers capisco l’osservazione fatta e sarebbe interessante: faretto senza pile, ma collegamento diretto alla batterie della e-bike = più autonomia (e meno peso e magari dimensioni super contenute sul manubrio).
    Finisco con i complimenti, bravi, chapeau!

    0
  13. Ma invece di quella fascia che gira attorno al corpo non si poteva realizzare il supporto direttamente nel corpo stesso? Credo che si sarebbe riusciti ad avvicinare il faro al manubrio di diversi mm.
    Comunque mi dispiace ma sarò franco, pare l’esatto contrario di quello che serve in mtb: troppo grande, troppo pesante, troppo staccata dal manubrio, non comprerei mai una cosa del genere.

    0
    1. @nemox Ciao! La fascia che gira attorno al corpo è stata progettata per essere smontata con facilità, in questo modo puoi utilizzare la torcia su altri ambiti, semplicemente tenendola in mano .
      Inoltre il supporto x manubrio integrato comportava uno studio sulle tenute IP non banali, nonchè delle lavorazioni meccaniche ancora più costose.
      Al momento tutti i tester non hanno trovato problemi sul peso e sulle dimensioni, perfino sull’ XC.

      0
  14. Complimenti innanzitutto. Secondo me il prezzo non è elevato. Ci sono lampade tedesche che costano il triplo…. X essere una cosa nuova non credo sia male…. Poi con il tempo e consigli il prodotto migliorerà…. Farlo più leggero…… Con pacco batterie staccabile……attacco per il casco ……e anche in versione più economica sarà un nuovo obbiettivo da raggiungere…….
    Bravi

    0
    1. @marcols Grazie Marco, tutto ciò è frutto di tanti mesi di lavoro e di investimenti.
      Sicuramente, con i vs. consigli e le vs. esigenze, cercheremo di migliorare.
      Abbiamo cercato di realizzare qualcosa di diverso rispetto i prodotti che ci sono sul mercato e di avere molta flessibilità anche su altre discipline.
      Se un giorno hai voglia di fare trekking o di andare a funghi te la porti a dietro ed illumini a giorno un bosco intero.
      è chiaro che la spesa iniziale può sembrare elevata ma quando si testa il prodotto e si percepisce la qualità dei materiali e la potenza di illuminazione….bhe….un altro mondo 🙂

      0
  15. io ho sempre sperato in luci compatte e potenti, anche se con batterie esterne…qui siamo un pò contro i miei gusti, però non posso che farvi i complimenti per l’idea e un grosso in bocca al lupo.

    0
  16. Le 4 batterie singole non sono state prese in considerazione perchè il pacco batterie custom è dotato di apposito BMS per la gestione della carica e scarica, inoltre le batterie a litio vendute  singolarmente sono altamente pericolose

    a parte l'intrinseca pericolosità delle batterie al litio, avrete sicuramente preso in considerazione l'utilizzo di batterie per esempio 18650 con circuito di protezione integrato giusto? Ritenete anche quelle pericolose per questo utilizzo? grazie

    0
    1. @Jeega Ciao! Il nostro pacco batterie custom è formato proprio da 4 batterie in serie 18650 con elevata capacità e con scheda elettronica per la gestione carica/scarica e di protezione ( BMS ).
      Purtroppo, le batterie ad alta capacità e di qualità pesano, di fatti la maggior parte del peso del prodotto è appunto dato dal pacco batterie.
      C’è chi sul mercato usa solo delle 18650 senza BMS e che risultano “leggere”, ma semplicemente è perchè sono batterie di pessima qualità che durano pochi mesi e che potrebbero scoppiare durante la carica o il funzionamento.
      Sulla qualità delle batterie non siamo scesi a compromessi x il nostro prodotto, chiaramente ci abbiamo rimesso come “peso” e come prezzo di acquisto, però garantiamo >1000 cicli di carica ed una variazione di capacità minima sulle basse temperature.
      Non è così invece per i nostri amici Cinesi, però c’è chi preferisce spendere 50€ all’anno di torcia e batterie e continuare a comprare da loro 🙂
      Non ho notato però molta gente che racconta di esperienze di batterie esplose o che sono rimasti senza luce durante la notturna, tutti contenti quindi ? 😀

      0
  17. Beh le celle "buone" giustamente pesano anche sul prezzo, su questo no "cinesate" mai, anche se posseggo torce cinesi come Zebralight che son costruite decentemente e infatti costano 8090€…ma intendevo…usate 4 batterie indipendenti e sostituibili dall'utente oppure all'interno c'è un pacco con attacco proprietario?

    0
  18. ma c’è qualcuno che davvero usa la luce sul manubrio per le uscite notturne ???
    secondo me è inutilizzabile in quel modo, la luce va sul casco, si deve poter illuminare dove noi guardiamo e non dove sta puntando la ruota, e se guidate come si deve, le due cose non coincidono !

    0
    1. Io non ho mai usato luce sul casco, e mai ne ho sentito l’esigenza… con una luce discretamente potente ma con un buon angolo di illuminazione se ne fa tranquillamente a meno. Basta pensare ai fari dell’auto… mediamente sono tutti fissi e puntano davanti a te 🙂 Ciao

      0
  19. Per il mio utilizzo 1 notturna a settimana su una ebike enduro questo faro non lo monterei.
    Troppo pesante e ingombrante dubito fortemente che rimane attaccato e in posizione dopo una discesa nello scassato, non ha regolazione laterale e non si riesce a centrare il fascio luminoso al centro a me dà particolarmente fastidio, nella ebike al centro c’è solitamente il display e costringe il montaggio laterale come nella stragrande maggioranza delle luci in commercio.
    Una luce fissa a manubrio va bene solo se si scende piano, per avvicinarsi nel fuoristrada a prestazioni simili al giorno bisogna averne una a manubrio e una sul casco altrimenti non si percepiscono gli ostacoli nella esatta profondità.
    Capisco l’esigenza di fare un prodotto diverso da cosa si trova sul mercato ora, ma non penso sia la strada giusta una lampada da 600gr a manubrio almeno per uso enduro.
    Io ho una Hope R4 con attacco disassato centrata a metà del manubrio con batteria a telaio e una xeccon leggerissima da mettere sul casco con batteria nello zaino.

    0
    1. @runza70 Ciao! 6 mesi di test su diversi ambiti ci danno la confidenza che la torcia non si è mossa neanche a martellate, per uso enduro non ci sono problemi.
      Seguirà spero a breve una recensione del prodotto.
      La Hope R4 è una 1000 lumen, la Fire Cannon è un 2400lumen, non ci sono problemi di centraggio su manubrio perchè illumina un fascio talmente ampio e profondo che si vede a giorno.
      Ciao e buoni giri !! 🙂

      0
      1. questo sicuramente non lo metto in dubbio, ripeto la qualità del prodotto per come è stato presentato mi pare sicuramente di alto livello.
        continuo a dire che io in notturna non riesco a fare a meno della lampada sul casco.
        Fosse anche solo per il fatto che la fonte luminosa non “oscilla” o almeno oscilla molto meno rispetto al montaggio sul manubrio.
        e poi ci sono anche altri aspetti, se giri la testa per guardarti attorno vedi tutto per bene, perchè il fascio di luce si sposta insieme ai tuoi occhi.
        Se invece sei fermo e vuoi vedere cosa succede attorno a te devi ruotare tutta la bici.
        Anche con una luce come questa che sicuramente funzionerà in modo eccezionale, ne vorrei comunque una sulla testa.

        0