MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [First Ride] Michelin entra nel segmento XC/Trail con 4 nuove gomme

[First Ride] Michelin entra nel segmento XC/Trail con 4 nuove gomme

[First Ride] Michelin entra nel segmento XC/Trail con 4 nuove gomme

10/03/2017
Whatsapp
10/03/2017

[ad3]

Michelin ci ha invitato a Santa Barbara, in California, per provare la sua nuova gamma di pneumatici per mountain bike. Sono state aggiunte 4 gomme con cui il marchio francese dice di poter coprire l’80% delle esigenze dei biker, dal XC all’All Mountain passando per il Trail riding. Nel segmento Enduro Michelin è già presente da diversi anni e in quello della DH sta sviluppando dei prodotti appositi.

Abbiamo provato dapprima le gomme da XC, e successivamente quelle pensate per utilizzi più aggressivi.

Da sx a dx: Jet XCR, Force XC, Force AM e Wild AM

Dettagli e disponibilità

Jett XCR – Ottobre 2017

• 27.5×2.25 – 560g
• 29×2.25 – 610g
• 29×2.10 – 560g

Force XC – Maggio 2017

• 26×2.10 – 580g
• 27.5×2.10 – 600g
• 27.5×2.25 – 640g
• 29×2.10 – 630g
• 29×2.25 – 680g

Force AM – Maggio 2017

• 26×2.25 – 690g
• 27.5×2.25 – 715g
• 27.5×2.35 – 720g
• 27.5×2.60 – 830g
• 29×2.25 – 760g
• 29×2.35 – 770g

Wild AM – Giugno 2017

• 27.5×2.35 – 760g
• 29×2.35 – 800g

**Prezzi non ancora stabiliti**

Tecnologia

Dopo tre anni di sviluppo con prove sul campo anche durante le Olimpiadi, Michelin presenta delle novità sia dal punto di visto della mescola che della carcassa, senza dimenticare ovviamente la tassellatura.

Mescole

Le mescole X2D e X3D appartengono ad una nuova generazione di mescole GUM-X, che influenzano trazione, scorrevolezza e durevolezza dei pneumatici.

• GUM X2D (performance e trazione): combinazione di due mescole. Il Race Compound è pensato per le alte prestazioni da gara, ed è usato per la parte della gomma situata sotto la tassellatura, che influenza direttamente la trasmissione della potenza dai pedali al terreno. La mescola esterna (quella dei tasselli) si occupa della trazione, compresa quella in frenata.

• GUM X3D (performance, traction e grip): combinazione di tre mescole che si rifà al concetto della X2D e vi aggiunge grip nella regione della spalla per aumentare la tenuta in curva.

Carcasse

La tecnologia Michelin Shield ha permesso lo sviluppo di una nuova generazione di gomme che abbina una carcassa rinforzata con strutture specifiche (3×150, 3×110 or 3×60 TPI).

• RACE SHIELD: versione ultraleggera 3×150 TPI ad alta performance, ottenuta con un rivestimento rinforzato ad alta densità.

• CROSS SHIELD: versione a 3×110 TPI pensata per il Cross-Country. Leggera e duratura, grazie ad un rivestimento ad alta densità.

• TRAIL SHIELD: versione a 3×60 TPI per l’uso All Mountain e Trail. Molto duratura nel tempo.

Santa Barbara

Santa Barbara combina le temperature miti tipiche del sud della California con montagne alte fino a 1500 metri, con le isole Anacapa visibili all’orizzonte. Ci sono sentieri lunghi e rocciosi con terreno misto, per lo più asciutto. Ci si può ritrovare nella foresta così come in sezioni molto esposte. Insomma, un posto perfetto per provare nuovi prodotti.

Not bad.

MTB tire designer/engineer Vincent Lediue.

La precisione, prima di tutto, se si vogliono provare delle gomme come si deve!

Shuttles!

L’autore con Cam Zink.

Durante il primo giorno abbiamo girato con le Force XC sulla nostra Evil The Calling.

I giornalisti che sono arrivati in aero giravano invece con delle YT Jeffsy. Cam Zink si occupa della distribuzione in America.

Sui sentieri

Abbiamo cominciato a girare su sentieri tranquilli, con qualche rock garden piuttosto semplice e diversi attraversamenti di ruscelli. Non essendo questo il terreno classico del XC puro, abbiamo usato le Force XC piuttosto che le superleggere Jet XC. Le Force XC usano la mescola Gum-X3, con un disegno molto scorrevole, visti i tasselli piccoli e bassi. Confermando le aspettative, è una gomma eccellente su terreno compatto, soprattutto se gripposo, ma non si trova a suo agio sullo smosso. Togliendo un po’ di pressione, siamo comunque riusciti ad aumentarne le prestazioni anche in questi frangenti, senza bucare o stallonare.

Successivamente ci siamo diretti su un sentiero chiamato Romero: piuttosto veloce, scassato e roccioso.

Qui abbiamo provato le Force AM. Di base, ha lo stesso disegno delle Force XC, ma i tasselli sono più alti e la carcassa è più robusta. Mi ha subito sorpreso come questa gomma lavori bene in tutte le condizioni. Per fare un paragone, ho usato in passato le Michelin Wild Enduro, sempre sulla Calling, le quali hanno anche loro lo stesso disegno ma con una carcassa ancora più robusta. Prima di provarla, pensavo che la Force AM fosse quasi una semi slick da usare solo al posteriore, ma mi sbagliavo, e mi sono trovato molto bene anche all’anteriore. Una gomma polivalente, insomma.

Durante la seconda giornata di prova ho montato la Force AM al posteriore e la Wild AM all’anteriore. I suoi tasselli sono molto più alti e squadrati, con una particolarità per quelli esterni: uno sì e uno no sono più in rilievo sul bordo esterno, e sono pensati per piegarsi lievemente, mentre gli altri sono più robusti e “fissi”. La loro combinazione rende la gomma molto prevedibile se comincia a scappare via in piega. Ho spinto la bici a tutta su terreni compatti e smossi, e il pneumatico ha risposto veramente bene.

Queste sono le nostre prime impressioni di guida, ma Michelin ci ha dato le gomme da provare sui sentieri di casa, quindi state sintonizzati per i test veri e propri!

Photos: Wil Matthews

MICHELIN

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
nikitrial
nikitrial

Interessante ….
Solo una domanda … perchè non mi invita mai nessuno in California ?

Claudiop77
Claudiop77

A me basterebbero anche le gomme da provare 😉

monster74
monster74

interessanti, ma visto la tendenza alle plus sarebbe stato interessante un forceAM e wildAM in misure da 2,80 (penso)

Marco Toniolo

Tendenza plus? Non ne sono così convinto

Nik 19
Nik 19

Concordo con Toniolo, non ne sono così convinto sul plus. A meno che non vengano utilizzate su e-bike, li possono avere senso.

Tornio80
Tornio80

proverete le Jet XCR in un contesto diverso?

Marco Toniolo

le manderemo alla freccia del tirreno @samuelgol per un test

monster74
monster74

si scusate, l'ho pensato, ma non l ho scritto, mi è rimasto sulla tastiera :-)… plus (o alto volume d aria) sulle e-bike.

cmq non le ho provate e non ne sono convinto neanche io :medita:

tylerdurden71
tylerdurden71

Non devi scusarti, hai detto una cosa giusta: le ebike sono in aumento esponenziale, molto di più rispetto a qualsiasi altro tipo di bici. Vien da se che essendo il plus un formato che si adatta benissimo per questa tipologia di bici, la tendenza è proprio questa. Poi se i puristi se la prendono: chi se be frega 🙂

ChristianR
ChristianR

@marco alla presentazione di Maxxis non ci siete andati?
Ho letto su BikeRumor che avevano varie novità.

Pan-Bagnat
Pan-Bagnat

Ho messo il Force AM 27,5 2.35 al posteriore.
La bici è una Orbea Rallon, peso 85 kg vestito.
Prima avevo un Hutchinson Python 2.25 rinforzata da 900 gr, ha un profilo molto scorrevole.
Il montaggio è stato arduo, la gomma sembra di un diametro troppo piccolo. E difficile farla stallonare (su ruote Roam 60).
La spalla sembra molto rigida.
Ho fatto tre uscite identiche con tre pressioni diverse., per i Torinesi salita da parco Leopardi alla Maddalena, discesa chiesetta e parco Leopardi.

A 2 bar, la pressione alla quale gonfiavo l’Hutchinson. Sotto questa pressione con l’Hutchinson picchiavo ogni tanto il cerchio.
Molto scorrevole. Forse un po’ troppo reattiva in discesa.

A 1,8 bar la gomma rimane scorrevole ed è più morbida in discesa.

A 1,6 bar si perde in scorrevolezza sia su asfalto che in fuori strada, e non ho notato in discesa benefici o problemi maggiori tipo la gomma che si diforma.
Con questa pressione ho affrontato scale dove toccavo il cerchio con l’Hutchinson, con il Michelin no problem.

Non mi sembra che la motricità sia eccezionale, l’Hutchinson anche liscio mi dava l’impressione di avere più grip.

In curva mi sembra che vada bene, anche in frenata.
Insomma per me è promosso, non vedo l’ora di montare il Wild davanti.
Ovviamente è un compromesso per chi vuole guadagnare peso sulle masse ruotanti e accetta di passare a velocità ridotte in certi frangenti, per chi fa enduro serio doppio spessore per sempre.