[First ride] Nuova Yeti SB140

[First ride] Nuova Yeti SB140

Marco Toniolo, 29/07/2019
Whatsapp
Marco Toniolo, 29/07/2019

Dopo la SB165, è giunta l’ora di mostrarvi la nuova SB140, una bici con ruote da 27.5″ e 140mm di escursione posteriore, abbbinati ad una forcella da 160mm. Anche questa fa parte del concetto “rip bikes”, con cui Yeti definisce un tipologia di mezzi pensati per divertirsi prima di tutto, sfruttando la giocosità delle ruote più piccole rispetto alle 29 presentate la scorsa stagione.

Nel video seguente la SB140 viene spiegata in dettaglio (sottotitoli in italiano).

Difficile da categorizzare, questa SB140. È una piccola enduro o una trail bike dalle geometrie aggressive? Andiamo a vedere le quote in dettaglio.

Geometria

Quella che Yeti chiama “progressive geometry” si contraddistingue per un angolo sterzo molto aperto, vista l’escursione della bici, con una focella dall’offset cortissimo, e da un angolo sella verticale. Il reach non può che essere di quelli lunghi.

Sul campo

Se con la SB165 ero scettico sulle sue qualità in salita, con la SB140 lo scetticismo riguarda un po’ tutta la bici. Perché non preferire una 29, quale la SB130? Con le ruotone si arrampica meglio e si è più stabili sul veloce. Ho potuto farci due giri a Bovec, in Slovenia, uno con 600 metri di salita pedalata e quasi 1.000 metri di discesa, l’altro con 200m di salita e la stessa discesa di prima. Si trattava di una strada militare con cui abbiamo raggiunto un singletrack tipicamente alpino: fondo sassoso, curve strette, tratti ripidi. Un po’ di tutto quello che si trova in un giro all mountain, anche se mancava la salita tecnica.

Ho pedalato tutta la salita con l’ammortizzatore completamente aperto, potendo apprezzare la neutralità dello Switch Infinity e l’ottima posizione in sella grazie all’angolo molto verticale. La taglia in prova era una L, la “solita” che uso con Yeti. Malgrado il reach lungo mi sono trovato molto a mio agio.

Se per la salita tecnica non posso dirvi molto, in discesa ho apprezzato molto l’agilità della SB140, cosa che conferma ancora una volta come le 27.5″ abbiano un senso di esistere per chi predilige una guida giocosa e ama pompare la bici sugli ostacoli che gli si presentano davanti. Ora, personalmente non ho problemi a far girare una 29 pollici moderna nello stretto, ma è indubbio che con una 27.5″ come la SB140 ci si riesca anche meglio.

Dove ho notato una mancanza di confidenza è sul roccioso tecnico/ripido. Ho un po’ avuto la sensazione che la ruota anteriore venisse letteralmente inghiottita dai gradoni in calcare di Bovec. Devo anche dire che durante il primo giro mi sono perso con Tyron di Fox e siamo finiti in un tratto ipertecnico dove una enduro come la SB165 sarebbe di sicuro stata più a suoi agio.

La cinematica è la stessa della SB165 e che trovo una delle più azzeccate sul mercato per come la sospensione stia alta nel travel e riesca ad assorbire bene le piccole asperità. Dove cambia è nella curva di progressione, visto che la SB140 è esplicitamente pensata per ammortizzatori ad aria.

Anche se la SB140 si trova nella categoria “trail bike” non bisogna dimenticare che la sua geometria aggressiva richiede comunque una posizione di guida ben impostata sull’anteriore, altrimenti è facile perdere la direzionalità. Un po’ tutte queste rip bikes sono state pensate per il rider aggressivo che ama percorrere le discese a tutta.

Allestimenti e prezzi

Telaio T: 3999 Euro
T1: 7599 Euro
T2 8299 Euro
T3 8999 Euro
C1 6299 Euro
C2 6799 Euro

Dettagli Yeti SB140

La Yeti SB140 sulle montagne di Bovec, Slovenia.

Lo Switch Infinity.

Ammortizzatore ad aria su tutte le SB140.

Trasmissione 1x only. End of story.

Attacco pinza freno posteriore.

Niente guida catena per questa trail bike.

Passaggio cavi interno guidato.

Forcella da 160mm di escursione.

Portaborraccia.

Attacco manubrio corto. Forward Geometry docet.

Se avete 4 Yeti in casa, il nome serve per non fare confusione.

Il link é l’unica parte che cambia nel sistema Switch Infinity fra i vari modelli di Yeti. Il resto è identico.

Gomma posteriore da 2.6″.

Reggisella telescopico da 125mm per la taglia XS e S, 150mm per la M e 175mm per la L e XL.

Warm up per le braccia.

I due proprietari di Yeti nella nostra intervista:

Yeti Cycles
Distributore per l’Italia: DSB Bonandrini.