4 modi per tallonare una gomma tubeless

4 modi per tallonare una gomma tubeless


In un mondo idilliaco, le gomme tubeless salgono da sole, semplicemente con la pompa a piede. Questo è spesso vero con certe accoppiate cerchio/pneumatico, ma ci sono certe volte (soprattutto su cerchi di fascia economica) in cui le gomme non ne vogliono sapere di tallonare. Vi vedo già annuire, so bene che è una situazione in cui ci siamo trovati tutti! Avete già deciso di buttare tutto nel cassonetto? Nessuna paura: oggi vedremo come tallonare anche la più rognosa gomma del pianeta!

Regola 1: no “lattice” nel copertone

La prima regola da seguire è semplice: non inserire il liquido anti foratura nella gomma prima che questa sia tallonata. Il motivo di questa regola è piuttosto banale. Il lattice non influisce in alcun modo sulla facilità o difficoltà con cui il copertone tallona nel cerchio, ma in caso di problemi, quando la ruota non tallona, il lattice fuoriesce ovunque: un vero e proprio macello!

Per evitare quindi di trovarci con l’officina, la ruota, le mani, i vestiti imbrattati di liquido antiforatura, è meglio tallonare la gomma senza lattice, gonfiarla per bene e farla salire correttamente lungo tutto il cerchio. A questo punto, con la gomma tallonata, possiamo iniettare il liquido attraverso la valvola in maniera rapida e pulita.

In questo modo, anche se dovessimo trovare difficoltà nel tallonare la gomma, siamo almeno sicuri di non sporcare in giro.

Regola 2: lubrificare i talloni

Per facilitare l’operazione di “tallonamento” della gomma è fondamentale che il copertone sia correttamente lubrificato. L’utilizzo di un lubrificante non solo favorisce la salita ed il corretto assestamento del tallone sul cerchio, ma stressa meno anche il nastro evitando che il copertone, salendo, lo possa strappare.

In commercio esistono prodotti specifici, ma una normalissima soluzione di acqua e sapone per i piatti, svolge perfettamente questa semplice funzione. Basta diluire un certo quantitativo di sapone dentro uno spruzzino, bagnare bene i talloni del copertone con la soluzione, strofinarli con le mani per fare un po’ di schiuma ed il gioco è fatto.

Metodo 1: la pompa a mano

Ok, bisogna ammettere che riuscire a tirare su un copertone tubeless con la pompa a mano richiede 3 ingredienti: un ottimo accoppiamento gomma/cerchio, un ottimo allenamento di braccia, una buona dose di fortuna. Detto ciò, se non abbiamo un compressore a portata di mano e dobbiamo tallonare la gomma, possiamo provarci.

Fondamentale è aver lubrificato bene i talloni con acqua e sapone ed avere un core valvola nuovo, oppure (se la nostra pompa lo consente) ancor meglio attaccarci direttamente alla valvola con il core smontato.

Preparato il tutto non ci resta che pompare come dei disperati, senza sosta, con tutta la forza che abbiamo. Quando stiamo per svenire possiamo fermarci e vedere se il copertone ha tallonato.

Se ci è andata bene non ci resta che scollegare la pompa, iniettare il lattice dalla valvola e rigonfiare alla pressione desiderata. Altrimenti dobbiamo passare a metodi più drastici…

Metodo 2: il compressore

Uno strumento che nel 95% dei casi è efficace è un buon compressore. Il compressore ha una portata d’aria decisamente elevata e riesce quindi a far tallonare con più facilità i copertoni rispetto alla pompa, che ha una mandata decisamente inferiore.

Molto importante è la capacità della bombola: consiglio di utilizzare almeno un 50l. Noi utilizziamo addirittura un 100l a cinghia, ma per un uso domestico 50l sono l’ideale. Un buon volume d’aria è necessario per mantenere alta la pressione dell’aria che esce dal manometro quando il copertone fatica a salire, con ovvie dispersioni lungo tutta la circonferenza.

Se il nostro compressore lo permette, consiglio di attaccare il tubo direttamente alla bombola e non sul riduttore di pressione. In questo modo la portata di aria è ancora più elevata.

La preparazione del copertone è piuttosto semplice: lubrifichiamo per bene i talloni della gomma e smontiamo il core della valvola. Questo ci permette di far entrare quanta più aria possibile e dare la “botta” necessaria a far salire il copertone.

Innestiamo la pistola direttamente sulla valvola e via, il copertone dovrebbe salire facilmente. Ricordiamoci di non eccedere con la pressione di gonfiaggio, non andiamo oltre i 3-4 bar di pressione, specialmente con gomme plus o voluminose.

Metodo 3: il tyre booster

Il tyre booster è un serbatoio che, gonfiato con una normale pompa a piede, permette di liberare velocemente un grosso quantitativo di aria ad alta pressione dentro lo pneumatico, dando quella botta decisa che permette anche ai copertoni più ostinati di tallonare.

Rispetto al compressore, che arriva al massimo a 6-8 bar, il tyre booster arriva anche a 11-12bar di pressione, decisamente più alta. Di contro però il booster ha un volume inferiore, quindi data la prima “botta” forte e decisa, la spinta finisce quasi subito.

Per queste sue caratteristiche il tyre booster permette spesso di tallonare gomme che non vanno su neanche con il compressore, quindi lo possiamo classificare come sistema più efficace, anche se talvolta la spinta continua del compressore risulta più efficiente del booster. Dipende da caso a caso.

Il primo step è quello di gonfiare, con il rubinetto chiuso, il booster alla massima pressione consentita, naturalmente con una pompa a piede di buona qualità. A questo punto avvitiamo il raccordo alla valvola e apriamo il rubinetto con decisione: l’aria in pressione verrà “sparata” dentro la gomma, tallonandola. Se l’operazione non dovesse andare a buon fine, ripetiamola di nuovo.

Metodo 4: la cinghia

Questo sicuramente non lo conoscete, ma una buona cinghia in poliestere per legare i carichi può diventare un utilissimo strumento per tallonare le più tenaci gomme tubeless.

Come funziona? Innanzitutto avvolgiamo la cinghia intorno al copertone, come in foto.

Tiriamo quanto più possibile la cinghia, prestando attenzione a non farla fuoriuscire dal profilo del cerchio. In questo modo il copertone è forzato ad aderire al cerchio.

A questo punto con il compressore o il booster, gonfiamo la gomma e rilasciamo la tensione della cinghia, il copertone in questo modo tallonerà.

Questi trucchetti sono in realtà superflui nella maggior parte dei casi. Quando l’accoppiata copertone/cerchio è buona, basta infatti un compressore, se non proprio la normale pompa a terra da officina, per far tallonare una gomma tubeless. Un’operazione da neanche 1 minuto!

  1. Forse c’è anche un ulteriore metodo, legato alla sola disponibilità di Pompa a Mano…:tenere un giorno o due la camera d’aria bella gonfia, dopodichè sgonfiare e toglierla facendo attenzione a non stallonare la parte opposta al lato di estrazione.
    Con un po di fortuna poi con la pompa a mano ce la fa a tallonare la sola spalla non tallonata mancante 🙂

    9+
  2. La tallonatura del TL è uno dei momenti della vita che più mi mette ansia e la riuscita o meno dell’operazione mi influenza l’umore per molti giorni a seguire.
    In questo momento ho un nastro che non ne vuole sentire di tenere in corrispondenza della valvola e infatti di notte riposo male.

    5+
  3. C'è anche il metodo della camera d'aria, usato una volta con successo con pompa a pedale normale su gomma plus.

    Si tallona la gomma prima con la camera d'aria, poi si stallona solo un lato per togliere la camera e si ritallona tubeless, in questo modo c'è da tallonare solo un lato con minore perdita di aria.

    Segnalo inoltre che, come in parte indicato nell'articolo, ma con gomme plus o a maggior ragione fat tallonano già bene a 1,5 bar e sono di marmo, io non mi azzarderei a salire sopra i 2 bar, secondo mè c'è il forte rischio che esploda tutto.

    0
  4. Io invece trovo molto utile, di fronte ad una gomma nuova o che comunque è stata piegata per un certo tempo, dispiegarla il giorno prima, lasciandole il tempo di ritrovare la giusta forma; spesso, infatti, sono le deformazioni provvisorie del tallone lasciate dalla piegatura ad impedire la tallonatura.

    3+
  5. negli ultimi anni la qualità delle gomme e probabilmente delle ruote per quel che riguarda la tallonatura e la tenuta è notevolmente migliorata secondo me. alcune o forse tante gomme utilizzo AM/Enduro tallonano perfettamente con la pompa a mano o sempre col compressore e molte restano gonfie per giorni anche senza liquido. per le ruote TR ovvio la nastratura dev’essere fatta bene e la valvola giusta. ci sono profili del cerchio interno che preferiscono valvole col core tondo piuttosto che quello utilizzato una volta rettangolare…

    1+
  6. wally73

    Ci sono profili del cerchio interno che preferiscono valvole col core tondo piuttosto che quello utilizzato una volta rettangolare…

    Quando il canale del cerchio è stretto (19-21) e il profilo del copertone è tosto un accidenti, la valvola col gommino tondo a volte non permette di passare il profilo gomma al di sopra di esso per portarlo a battuta col profilo del cerchio o comunque da fastidio rispetto al più piccolo retrangolare che lascia più spazio.
    Esperienza personale con la mie prime Joe's e copertoni Vittoria Barzo 26"

    Ah, uso il compressore.

    Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

    0
  7. avete dimenticato il 5° metodo che coinvolge i primi 4 e una innumerevole serie di invocazioni a divinità antropomorfe e ai lavori delle loro madri

    scherzi a parte io uso sempre il compressore che è la soluzione più comoda ma credo che il passaggio fondamentale sia piazzare bene la gomma cercando di eliminare il più possibile le pieghe che restano quando si apre la confezione, credo sia meglio se possibile aprirle giorni prima e lasciare che riprendano la forma, infatti le gomme gia usate e smontate non le piego e tallonano sempre meglio della prima volta

    2+
  8. con il compressore da 6 litri e 8 bar di pressione riesco a tallonare con facilità diversi tipi di copertoni e cerchi ust e non . con il tirebooster sono rimasto fortemente deluso , l ho regalato per evitare di lanciarlo il più lontano possibile , proato con racing ralph su mavic slr ust per un ora abbondante e nulla non sono riuscito

    0
  9. Big Steak One

    Quando il canale del cerchio è stretto (19-21) e il profilo del copertone è tosto un accidenti, la valvola col gommino tondo a volte non permette di passare il profilo gomma al di sopra di esso per portarlo a battuta col profilo del cerchio o comunque da fastidio rispetto al più piccolo retrangolare che lascia più spazio.
    Esperienza personale con la mie prime Joe's e copertoni Vittoria Barzo 26"

    Ah, uso il compressore.

    Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

    Mi quoto perchè ho dimenticato di aggiungere qualcosa al problema del gommino tondo che da fastidio sul profilo della gomma facendo fuoriuscire l'aria in quella zona.
    La cinghia avvolta tutta intorno al copertone permette, grazie alla compessione che esercita su tutta la circonferenza, di avvicinare il "tallone" al profilo del cerchio.
    Io non ci avevo pensato e mi sono limitato a schiacciare solo la parte interessata appunto per allontanare il profilo dal gommino.
    Spero di essermi riuscito a spiegare[emoji106]

    Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

    0
  10. Spero di non essere OT, ma a questo punto mi chiedo: se c’è necessità di mettere una camera d’aria nel corso del giro, con al seguito solo la classica pompetta portatile, come faccio a far tallonare? Devo accontentarmi di un copertone messo male che ad ogni curva potrebbe stallonare? O la presenza della camera d’aria evita questi problemi?

    0
    1. Con la camera d’aria non hai problema di fuga di aria dal copertone. È la camera a gonfiarsi e spingere il tallone in sede una volta raggiunta una “buona” pressione (in genere sui 3 bar per un copertone nuovo, un po’ meno per uno usato).

      0
  11. Quando arrivo alla terza/quarta bestemmia, metto una camera d’aria e pompo fino a quando i due talloni sono piazzati.
    Poi tolgo la camera d’aria facendo attenzione di stallonare la gomma da una parte sola.
    Poi di solito col compressore funziona e tallono l’altro lato.

    0
  12. Danybiker88

    4 modi per tallonare una gomma tubeless
    La prima regola da seguire è semplice: non inserire il liquido anti foratura nella gomma prima che questa sia tallonata. Il motivo di questa regola è piuttosto banale.

    C'è da dire che purtroppo non tutti i copertoni rimangono tallonati una volta che l'aria smette di spingere, su quelli tubeless ready funziona e il tallone rimane in posizione ma su cerchi vecchiotti, resi tubeless e magari anche stretti di canale purtroppo il copertone ritorna miseramente nella gola del cerchio…

    0
  13. lumerennù

    Spero di non essere OT, ma a questo punto mi chiedo: se c'è necessità di mettere una camera d'aria nel corso del giro, con al seguito solo la classica pompetta portatile, come faccio a far tallonare? Devo accontentarmi di un copertone messo male che ad ogni curva potrebbe stallonare? O la presenza della camera d'aria evita questi problemi?

    L'ultima che hai detto, la camera d'aria permette un facile tallonamento anche con la pompetta portatile.

    0
  14. Fenix17

    Io devo ancora capire se ci si riesce con le bombolette di CO2…. e se si quante ce ne vogliano… qualcuno ha esperienza?

    di solito ne basta una per dare la botta, poi finisci di gonfiare con la pompa, però va fatto assolutamente senza lattice

    0
  15. giouncino

    concordo, con il 24l e senza nemmeno togliere il core valvola nel mio caso le gomme tallonano sempre (2.5 x 27,5). Spesso non è nemmeno necessario lubrificare il tallone.

    Bisogna vedere che cerchi hai… e anche che copertone….
    Se hai i NOTUBES CREST qualsiasi pneumatico tallona anche gonfiandolo con la bocca…
    Le bestemmie che risparmi in questa fase le hai già sprecate per fare entrare le due spalle del pneumatico sul CREST…
    Sono convintissimo che hanno un diametro maggiore…
    L'altro ieri cerchio DT SWISS XR331 e pneumatico Michelin usato e quasi liscio col lattice dentro…
    Col compressore da 25 litri che ho a casa ho tentato un paio d'ore….
    Poi esausto sono sceso dal gommista che ha il compressore da 300 litri….
    Abbiamo provato un quarto d'ora…. Niente da fare…
    Tornato a casa buttato al secchio il Michelin liscio e ne ho montato uno nuovo identico….
    Col compressore da 25 litri ha tallonato al primo tentativo….

    0
  16. Fenix17

    Io devo ancora capire se ci si riesce con le bombolette di CO2…. e se si quante ce ne vogliano… qualcuno ha esperienza?

    se il tallone non è già in sede l'esigua quantità d'aria di una bomboletta se ne esce in un attimo ed è come non avessi fatto nulla, per questo consigliano un compressore di buon volume

    la CO2 è poi incompatibile con il lattice

    0
  17. alcast

    C'è da dire che purtroppo non tutti i copertoni rimangono tallonati una volta che l'aria smette di spingere, su quelli tubeless ready funziona e il tallone rimane in posizione ma su cerchi vecchiotti, resi tubeless e magari anche stretti di canale purtroppo il copertone ritorna miseramente nella gola del cerchio…

    Teoricamente con cerchi TUBELESS READY e copertoni TUBELESS READY questo non dovrebbe accadere….

    0
  18. io sulla spalla uso silicone spray, per tallonare compressore da 24lt lo trovo più che sufficiente, silicone spray perchè ha un favoloso potere scivoloso, non mi rimane mai il copertone cn la pancia, a meno che non si da tirare la ruota.

    0
  19. Io su delle wtb economiche, neanche tr, ho sempre tallonato con la pompa a piede della Lidl. Per fortuna non ho mai avuto di testi problemi. Forse è la conformazione del cerchio perché per qualche copertone avevo già smadonnato per metterlo dentro

    0
  20. andry-96

    di solito ne basta una per dare la botta, poi finisci di gonfiare con la pompa, però va fatto assolutamente senza lattice

    tostarello

    se il tallone non è già in sede l'esigua quantità d'aria di una bomboletta se ne esce in un attimo ed è come non avessi fatto nulla, per questo consigliano un compressore di buon volume

    la CO2 è poi incompatibile con il lattice

    Senza lattice certamente… però avete fornito due "sentenze" discordanti :duello:

    0
  21. Zagabike

    Bisogna vedere che cerchi hai… e anche che copertone….
    Se hai i NOTUBES CREST qualsiasi pneumatico tallona anche gonfiandolo con la bocca…
    Le bestemmie che risparmi in questa fase le hai già sprecate per fare entrare le due spalle del pneumatico sul CREST…
    Sono convintissimo che hanno un diametro maggiore…
    L'altro ieri cerchio DT SWISS XR331 e pneumatico Michelin usato e quasi liscio col lattice dentro…
    Col compressore da 25 litri che ho a casa ho tentato un paio d'ore….
    Poi esausto sono sceso dal gommista che ha il compressore da 300 litri….
    Abbiamo provato un quarto d'ora…. Niente da fare…
    Tornato a casa buttato al secchio il Michelin liscio e ne ho montato uno nuovo identico….
    Col compressore da 25 litri ha tallonato al primo tentativo….

    Minion DHF su cerchi Answer Atac EM

    0
  22. Io uso un piccolo compressore 6L ma per le occasioni in cui non è disponsbile , da poco , mi sono fatto un Air Booster assemblando un po di parti che avevo in casa + qualche acquisto nei fai-da-te. Lo posso gonfiare con una normalissima pompa da officina. Credo che in tutto mi sia costato max 20 Euro e funziona bene. Volevo postare il progetto ma devo trovare un po di tempo per elencare le parti e mostrare un paio di foto

    1+
  23. Fenix17

    Senza lattice certamente… però avete fornito due "sentenze" discordanti :duello:

    diciamo che devi posizionare tutto bene e sperare che funzioni, ci sono riuscito qualche volta senza troppi problemi, certo che se la gomma è ostica da tallonare rischi di buttare via bombolette

    0
  24. Fenix17

    Senza lattice certamente… però avete fornito due "sentenze" discordanti :duello:

    non sono discordanti 😉

    tostarello

    se il tallone non è già in sede l'esigua quantità d'aria di una bomboletta se ne esce in un attimo ed è come non avessi fatto nulla, per questo consigliano un compressore di buon volume

    andry-96

    diciamo che devi posizionare tutto bene e sperare che funzioni, ci sono riuscito qualche volta senza troppi problemi, certo che se la gomma è ostica da tallonare rischi di buttare via bombolette

    0
  25. maako85

    Io su delle wtb economiche, neanche tr, ho sempre tallonato con la pompa a piede della Lidl. Per fortuna non ho mai avuto di testi problemi. Forse è la conformazione del cerchio perché per qualche copertone avevo già smadonnato per metterlo dentro

    Se le WTB non sono TLR non tallonano…
    Diciamo che si accostano al cerchio….
    Teoricamente utilizzare un pneumatico non TLR non è consigliabile…
    Anche se so di gente che usa cerchi non TLR con pneumatici non TLR e in aggiunta pure col cerchietto rigido….
    Non gli è mai successo nulla….
    Meglio così…

    0
  26. lumerennù

    Spero di non essere OT, ma a questo punto mi chiedo: se c'è necessità di mettere una camera d'aria nel corso del giro, con al seguito solo la classica pompetta portatile, come faccio a far tallonare? Devo accontentarmi di un copertone messo male che ad ogni curva potrebbe stallonare? O la presenza della camera d'aria evita questi problemi?

    Con la camera talloni senza problemi.
    Il problema del tubeless sono le fuoriuscite di aria prima che la gomma talloni, ma con la camera di fuorisucite non ne hai.

    0
  27. Zagabike

    Se le WTB non sono TLR non tallonano…
    Diciamo che si accostano al cerchio….
    Teoricamente utilizzare un pneumatico non TLR non è consigliabile…
    Anche se so di gente che usa cerchi non TLR con pneumatici non TLR e in aggiunta pure col cerchietto rigido….
    Non gli è mai successo nulla….
    Meglio così…

    Sarà ma non ho mai stallonato. Forse perché vado troppo piano e non mi abbasso mai troppo di pressione

    0
  28. C’è un ulteriore metodo molto rischioso sconsigliatissimo : inserire rapidamente del gas ( tipo quello da ricarica accendini o delle bombolette da camping ) ; c’è anche qualcuno , video su Youtube , che ha inserito una minima quantità di gas nel copertone ed ha avvicinato una fiamma facendo “esplodere” il gas tallonando il copertone .

    0
  29. lollo72

    Con una bomboletta di CO2 sono riuscito a tallonare un copertone 29×2,5 su cerchio in carbonio con canale 29 ; poi rinserito il lattice e finito di gonfiare con pompetta tascabile .

    anch'io mi trovo bene con la CO2, una bomboletta e via. poi dopo lattice, pressione e tutto il resto.
    cerchi con profilo alto e maxxis aggressor 29×2.3

    col compressore sono sempre invocazioni a divinità azteche, sumere ed anche nostrane.
    però c'è da dire che ho un 50L del LIDL che ha un volume d'aria schifoso, d'altronde il compressore da 49.99 €…

    prima o poi mi compro o mi costruisco un booster.

    0
    1. Uso la CO2 solo quando sono fuori , abitualmente utilizza la pompa falsh charger di Bontrager o il compressore quando sono a casa ( con il compressore però ho un pò di paura perchè basta poco per immettere troppa aria , ne ho due uno da 150lt l’altro da 270lt e “carichi” arrivano entrami a 10 bar!)

      0
    2. Magari hai ragione che il compressore inteso come puro meccanismo che produce l’aria ha una portata continua bassa ma se hai una bombola 50L una volta che è pressurizzata a 6 – 7 bar non dovresti avere problemi . . Io ho un Stanley 6L ma l’ho scelto per il pistone a bagno d’olio che ha una cilindrata a portata maggiore dei classici oil less (oltre a durare un po’ di più) ma a parte questo si tratta di componenti cinesi che ho visto marchiati su tanti marchi … se vuoi un compressore preofssionale (io ho anche un vecchio Balma che vale ben molto di più ) ci vogliono alcune centinaia di euro ma per uso ciclistico non ne vale la pena

      0
  30. lollo72

    C'è un ulteriore metodo molto rischioso sconsigliatissimo : inserire rapidamente del gas ( tipo quello da ricarica accendini o delle bombolette da camping ) ; c'è anche qualcuno , video su Youtube , che ha inserito una minima quantità di gas nel copertone ed ha avvicinato una fiamma facendo "esplodere" il gas tallonando il copertone .

    Direi che solo un idiota può usare un metodo simile 🙂

    0
  31. Da mia esperienza tallonare una gomma non è mai stato troppo difficile.
    Di oscenamente difficile ed irritante è sostituire un copertone TL nuovo: ne esco sempre in un bagno di sudore, con le mani doloranti e i cacciagomme piegati a 90° .
    Ma alla fine vinco io!

    0
  32. doghy

    in realta‘ e‘ pratica „comune“ per tallonare i pneumatici di camion o fuoristrada, ovviamente in zone „disagiate“

    Sent from my iPhone using Tapatalk

    Immagino che l'aspettativa di vita sia decisamente bassa per i camionisti di quei paesi.

    0
  33. ant
    lollo72

    Con una bomboletta di CO2 sono riuscito a tallonare un copertone 29×2,5 su cerchio in carbonio con canale 29 ; poi rinserito il lattice e finito di gonfiare con pompetta tascabile .

    anch'io mi trovo bene con la CO2, una bomboletta e via. poi dopo lattice, pressione e tutto il resto.
    cerchi con profilo alto e maxxis aggressor 29×2.3

    col compressore sono sempre invocazioni a divinità azteche, sumere ed anche nostrane.
    però c'è da dire che ho un 50L del LIDL che ha un volume d'aria schifoso, d'altronde il compressore da 49.99 €…

    prima o poi mi compro o mi costruisco un booster.

    Magari hai ragione che il compressore inteso come puro meccanismo che produce l’aria ha una portata continua bassa ma se hai una bombola 50L una volta che è pressurizzata a 6 – 7 bar non dovresti avere problemi . . Io ho un Stanley 6L ma l’ho scelto per il pistone a bagno d’olio che ha una cilindrata a portata maggiore dei classici oil less (oltre a durare un po’ di più) ma a parte questo si tratta di componenti cinesi che ho visto marchiati su tanti marchi … se vuoi un compressore preofssionale (io ho anche un vecchio Balma che vale ben molto di più ) ci vogliono alcune centinaia di euro ma per uso ciclistico non ne vale la pena

    0
  34. Dopo innumerevoli richieste di indulgenza effettuate a tutti gli abitanti della volta celeste, visto che non ho un compressore, ho imparato che con un viaggio in macchina di 1 km., un gettone da 50 cent. dell’auto lavaggio e 20 cm. di tubo cristallino (quello della miscela del Ciao. Chi è giovane e non lo conosce caxxi suoi n.d.r.) passa la paura e viene un lavoro ad ok.

    1+
  35. marpa

    … se vuoi un compressore preofssionale (io ho anche un vecchio Balma che vale ben molto di più ) ci vogliono alcune centinaia di euro ma per uso ciclistico non ne vale la pena

    Infatti. Il mio cinesone non mi gonfia neanche le gomme del camper, quindi è poco più di un soprammobile. Ma per usarlo 4 volte l'anno (due per tallonare, due per il camper) non sto a cambiarlo…

    1+
  36. Una cosa che vedo citata nell’articolo è il caratteristico “clack” del copertone quando tallona. Se si avvertono i due “clack”, uno per tallone, la gomma è a posto. Se non sentono, qualsiasi verifica visuale è a mio avviso inutile: il copertone non ha tallonato.

    Tallono con la pompa a mano dal primo giorno, senza grandi problemi. Il vero problema è montare il copertone, soprattutto ma non solo quando è nuovo. Serve una forza notevole e non ho trovato ancora un metodo che lo renda un’operazione semplice.

    Sono abbastanza certo che il punto sia proprio questo: evidentemente l’accoppiata cerchio (Sun Ringlé) e coperture (Schwalbe) è molto, molto “stretta” quanto a tolleranze. Tanto più è difficile montare il copertone, tanto più è efficace la tenuta dei talloni sul canale centrale, e perciò tanto è più facile tallonare anche con una normale pompa a mano. Peraltro non ho mai provato coperture Continental, che hanno fama di calzare più larghe ed essere perciò più difficili da tallonare, ma più facili da montare.

    Sarebbe utile un database qui sul forum di accoppiate cerchio/copertone con una valutazione su quanto è facile montarle e farle tallonare (e con quale attrezzo). Potrebbe essere una buona guida all’acquisto, soprattutto per chi compra o si fa costruire ruote aftermarket.

    Tutto questo per dire che se c’è “un ottimo accoppiamento gomma/cerchio” non servono nè “un ottimo allenamento di braccia” né “una buona dose di fortuna”, che quando si tratta di tecnologie consolidate non dovrebbe mai far parte dell’equazione.

    0
  37. io uso un metodo semplice economico e fin’ora è stato infallibile…uso un’altra ruota! collego un bicino di gomma , gonfio a 4 bar poi chiudo piegando il tubicino, collego alla gomma da tallonare, apro e la gomma tallona che è una bellezza…zero spesa e zero attrezzatura…può essere fatto ovunque, basta avere un tubo della misura giusta…altro che booster cinghie e camere d’aria….ovviamente servono valvole smontabili

    0
  38. andrea1966

    non ho la siringa adatta per inserire il lattice dalla valvola.

    Non serve nessuna siringa.
    Si può usare un flaconcino di lattice, es. quelli del lattice Stan da 60 ml, che hanno il beccuccio che va esattamente dentro un corpo valvola presta senza core.

    0
  39. Hot

    Non serve nessuna siringa.
    Si può usare un flaconcino di lattice, es. quelli del lattice Stan da 60 ml, che hanno il beccuccio che va esattamente dentro un corpo valvola presta senza core.

    E si evita di dover smontare lo pneumatico che magari ci son voluti 5 minuti a montare … ormai sono tutti stretti

    io uso lattice notubes e non ha quel beccuccio. comunque non smonto lo pneumatico ma stallono circa 15 cm, oramai ho pratica ed è davvero questione di un attimo.

    0
  40. Io uso un altro metodo ancora per i miei tubeless.

    Vedo se riesco a spiegarmi, al momento non ho delle foto sottomano per aiutarmi.

    Semplicemente con una normale pompa per biciclette metto in pressione un flacone (vuoto) di olio da 4 o 5 litri..

    Al flacone pongo sul tappo una valvola presta in ingresso (da cui faccio entrare l'aria), mentre in uscita ci collego un tubicino il quale sarà collegato nell'altra estremità alla ruota da tallonare.
    Mi aiuto con del silicone, e se anche ho delle perdite di aria sono irrisorie.

    Bene, il tubo in uscita sarà pinzato per non farci passare inizialmente l'aria, e sarà collegato alla ruota;
    dopo di che "gonfio" il flacone più che posso, e dopo ancora levo la pinza dal tubo in modo che l'aria arrivi di botto e con tutta la sua pressione per poter tallonare il cerchio..

    Se vedo che ancora non tallona del tutto ripeto immediatamente l'azione di gonfiaggio per fare in modo che tutta la gomma entri tutta in sede prima che fuoriesca tutta l'aria dal cerchio..

    È più facile a farlo che a spiegarlo 🙂

    Sent from my GT-I9505 using MTB-Forum mobile app

    0
  41. blitz

    Io uso un altro metodo ancora per i miei tubeless.

    Vedo se riesco a spiegarmi, al momento non ho delle foto sottomano per aiutarmi.

    Semplicemente con una normale pompa per biciclette metto in pressione un flacone (vuoto) di olio da 4 o 5 litri..

    Al flacone pongo sul tappo una valvola presta in ingresso (da cui faccio entrare l'aria), mentre in uscita ci collego un tubicino il quale sarà collegato nell'altra estremità alla ruota da tallonare.
    Mi aiuto con del silicone, e se anche ho delle perdite di aria sono irrisorie.

    Bene, il tubo in uscita sarà pinzato per non farci passare inizialmente l'aria, e sarà collegato alla ruota;
    dopo di che "gonfio" il flacone più che posso, e dopo ancora levo la pinza dal tubo in modo che l'aria arrivi di botto e con tutta la sua pressione per poter tallonare il cerchio..

    Se vedo che ancora non tallona del tutto ripeto immediatamente l'azione di gonfiaggio per fare in modo che tutta la gomma entri tutta in sede prima che fuoriesca tutta l'aria dal cerchio..

    È più facile a farlo che a spiegarlo 🙂

    Sent from my GT-I9505 using MTB-Forum mobile app

    Funziona come i booster in commercio.
    Solo che quelli dovrebbero essere collaudati a determinate pressioni.
    Con il tuo artigianale, invece, se ti scoppia in faccia sono solo guai tuoi…
    Bisognerebbe sempre tenere in considerazione la sicurezza quando si opera vicino a contenitori in pressione. Anche 4 bar possono causare danni di cui ci si pente per tutta la vita

    0
  42. Hot

    Funziona come i booster in commercio.
    Solo che quelli dovrebbero essere collaudati a determinate pressioni.
    Con il tuo artigianale, invece, se ti scoppia in faccia sono solo guai tuoi…
    Bisognerebbe sempre tenere in considerazione la sicurezza quando si opera vicino a contenitori in pressione. Anche 4 bar possono causare danni di cui ci si pente per tutta la vita

    Hai assolutamente ragione, invito tutti alla prudenza più assoluta quando si parla di messa in pressione di qualsiasi oggetto, il pericolo è grande.

    Nel mio caso uso contenitori robusti, e ho perdite di pressione dal tappo, comunemente di plastiche meno resistenti all'azione della pressione, e dal sistema complessivo, che garantiscono lo sfogo della eventuale pressione in eccesso.
    E uso molto sapone per abbassare tutti gli attriti.

    Sent from my GT-I9505 using MTB-Forum mobile app

    0
  43. Hot

    Funziona come i booster in commercio.
    Solo che quelli dovrebbero essere collaudati a determinate pressioni.
    Con il tuo artigianale, invece, se ti scoppia in faccia sono solo guai tuoi…
    Bisognerebbe sempre tenere in considerazione la sicurezza quando si opera vicino a contenitori in pressione. Anche 4 bar possono causare danni di cui ci si pente per tutta la vita

    Hai assolutamente ragione, invito tutti alla prudenza più assoluta quando si parla di messa in pressione di qualsiasi oggetto, il pericolo è grande.

    Nel mio caso uso contenitori robusti, e ho perdite di pressione dal tappo, comunemente di plastiche meno resistenti all'azione della pressione, e dal sistema complessivo, che garantiscono lo sfogo della eventuale pressione in eccesso.
    E uso molto sapone per abbassare tutti gli attriti.

    Sent from my GT-I9505 using MTB-Forum mobile app

    0
  44. blitz

    Hai assolutamente ragione, invito tutti alla prudenza più assoluta quando si parla di messa in pressione di qualsiasi oggetto, il pericolo è grande.

    Nel mio caso uso contenitori robusti, e ho perdite di pressione dal tappo, comunemente di plastiche meno resistenti all'azione della pressione, e dal sistema complessivo, che garantiscono lo sfogo della eventuale pressione in eccesso.
    E uso molto sapone per abbassare tutti gli attriti.

    Sent from my GT-I9505 using MTB-Forum mobile app

    Giusto.
    L'importante e capire che esistono dei potenziali pericoli e gestirli nel migliore dei modi.

    0
  45. Hot

    Ce l'ha… se solo leggessi ciò che ho scritto capiresti.
    Di pratica ne ho da vendere, per quello dico che evitare di stallonare è la cosa migliore da fare

    io leggo quello che scrivi, ma scrivi sbagliato. il lattice no tubes NON ha il beccuccio.

    Vedi l’allegato 269774

    su cosa sia meglio, tra stallonare e riempire dalla valvola, la cosa è soggettiva. quel che è meglio per te non necessariamente lo è per altri. e di pratica ne ho pure io, credimi.

    0
  46. andrea1966

    io leggo quello che scrivi, ma scrivi sbagliato. il lattice no tubes NON ha il beccuccio.

    Vedi l’allegato 269774

    su cosa sia meglio, tra stallonare e riempire dalla valvola, la cosa è soggettiva. quel che è meglio per te non necessariamente lo è per altri. e di pratica ne ho pure io, credimi.

    E' di lettura, di rispetto delle opinioni altrui e attenzione ai particolari che hai pochissima esperienza.
    E questo è decisamente evidente!
    Ho scritto in un mio post precedente:

    Hot

    Si può usare un flaconcino di lattice, es. quelli del lattice Stan da 60 ml, che hanno il beccuccio che va esattamente dentro un corpo valvola presta senza core.

    Quale parola tra "flaconcino" e "60ml" e "beccuccio" non capisci?
    Come fa ad essere un problema mio se leggi in modo tanto superficiale da non capire ciò che gli altri scrivono?
    Eccotelo qui sotto il flaconcino:
    Vedi l’allegato 269783

    A riguardo del riempimento con il lattice, quando si deve consigliare qualcosa a qualcuno che non lo ha mai fatto sarebbe meglio suggerire il metodo più semplice… non quello per cui (e sei tu a dirlo) è richiesta una lunga esperienza.
    Perchè consigliare attività da "iniziati" a dei neofiti è assurdo e stupido!
    Meno boria e più senso pratico aiuterebbe parecchio

    0
  47. Hot

    E' di lettura, di rispetto delle opinioni altrui… e attenzione ai particolari che hai pochissima esperienza. E questo è decisamente evidente!
    Ho scritto:
    Quale parola tra "flaconcino" e "60ml" e "beccuccio" non capisci?
    Come fa ad essere un problema mio se leggi in modo tanto superficiale da non capire ciò che gli altri scrivono?
    Eccotelo qui sotto il flaconcino:
    Vedi l’allegato 269783

    A riguardo del riempimento con il lattice, quando si deve consigliare qualcosa a qualcuno che non lo ha mai fatto sarebbe meglio suggerire il metodo più semplice… non quello per cui (e sei tu a dirlo) è richiesta una lunga esperienza.
    Perchè consigliare attività da "iniziati" a dei neofiti è assurdo e stupido!
    Meno boria e più senso pratico aiuterebbe parecchio

    il flacone da te fotografato ha un beccuccio che quello fotografato da me non ha. mi pare semplice da capire la cosa.

    stiamo parlando di flaconi diversi. io il beccuccio non lo uso semplicemente perchè da me non c'è.

    0
  48. andrea1966

    il flacone da te fotografato ha un beccuccio che quello fotografato da me non ha. mi pare semplice da capire la cosa.

    stiamo parlando di flaconi diversi. io il beccuccio non lo uso semplicemente perchè da me non c'è.

    Su una cosa hai ragione…
    E' inutile perdere tempo con chi non può, o non vuole capire.
    Mi sembri decisamente ottuso.

    Ma è un problema tuo…non mio!
    Addio
    Ti metto in lista ignorati
    E sono sicuro di non perdermi nulla!

    0
  49. andrea1966

    il flacone da te fotografato ha un beccuccio che quello fotografato da me non ha. mi pare semplice da capire la cosa.

    stiamo parlando di flaconi diversi. io il beccuccio non lo uso semplicemente perchè da me non c'è.

    Su una cosa hai ragione…
    E' inutile perdere tempo con chi non può, o non vuole capire.
    Mi sembri decisamente ottuso.

    Ma è un problema tuo…non mio!
    Addio
    Ti metto in lista ignorati
    E sono sicuro di non perdermi nulla!

    0
  50. Hot

    Su una cosa hai ragione…
    E' inutile perdere tempo con chi non può, o non vuole capire.
    Mi sembri decisamente ottuso.

    Ma è un problema tuo…non mio!

    Ti metto in lista ignorati
    E sono sicuro di non perdermi nulla!
    Addio

    non vedo il motivo di dire certe cose. tu citi un prodotto, io un altro. tu non capisci la differenza … e l' ottuso sarei io.

    come ho già avuto modo di riscontrare in altre discussioni ( e non lo dico solo io ), scrivere con te è tempo perso e ne ho perso già abbastanza.

    devo imparare ad ignorare gli ignoranti, e tu che offendi senza motivo sicuramente lo sei.

    0
  51. andrea1966

    non vedo il motivo di dire certe cose. tu citi un prodotto, io un altro. tu non capisci la differenza … e l' ottuso sarei io.

    come ho già avuto modo di riscontrare in altre discussioni ( e non lo dico solo io ), scrivere con te è tempo perso e ne ho perso già abbastanza.

    devo imparare ad ignorare gli ignoranti, e tu che offendi senza motivo sicuramente lo sei.

    Di ciò che dici tu o altri pensatori del tuo livello mi interessa davvero poco.
    Ti invito, ancora, a rileggere (sempre che tu sia capace di farlo) ciò che è stato scritto.
    E che è lì, immutabilmente, a disposizione per chiunque.
    Se non ti interessa non capirai mai… ma tanto non serve.
    Ragioni con dei moduli preconfezionati e non sei disposto a capire cosa vogliono dire gli altri.
    Si dice comunemente che solo gli stupidi non cambiano mai idea.
    Appunto!

    0