I mountainbiker al tempo del coronavirus

84

La foto del giorno del 14 marzo 2020 postata da Filippo Macalli riassume bene cosa provano i mountain biker che vivono in Italia ai tempi del coronavirus. Non ci sono rulli o passeggiatina intorno all’isolato che tengano. Arriva la primavera ma si è chiusi in casa, magari con una bici o un componente nuovi fiammanti!

Vi invitiamo quindi ad ammazzare un po’ il tempo pensando e realizzando una foto che rispecchi il vostro stato d’animo o quello che state facendo, poi postarla nei commenti qui sotto (si deve entrare dal forum, cioé da qui, ed aver fatto il login). Se poi si capisce bene che è la foto di un biker “recluso”, ancora meglio.

Fuoco alle polveri!

 

Commenti

  1. Ivo:

    Successo anche a me nel 2007 di questi giorni, 90 giorni senza carico, riabilitazione, insomma non una passeggiata.
    In bocca al lupo.
    Sottoscirvo , a me é successo nel 2005, piatto tibiale ginocchio sx. Posso solo consigliarti tanta riabilitazione e piscina. Falla anche da solo, importante è che abitui subito il ginocchio a piegarsi progressivamente per evitare il calleo osseo. . Inizalmente fará male ma poi vedrai che recuperi subito. Io infortunato a luglio ed il 1 gennaio tornato sul luogo maledetto...... in bocca al lupo
Storia precedente

Nepal in autosufficienza, il video (parte 2)

Storia successiva

Trenino Scott andato male

Gli ultimi articoli in Report e interviste

Segnala lo sconto!

Finita la bolla Covid, in cui la domanda superava l’offerta, il mercato bici sembra essersi avviato…