Juri Ragnoli

Juri Ragnoli lascia lo Scott Racing Team

28

Un matrimonio durato 13 anni giunge al termine: Juri Ragnoli lascia lo Scott Racing team. In una video conferenza con i media l’atleta ha salutato il team che lo ha accompagnato per una grande fetta della sua corriera, non senza una nota amara legata ad un mancato accordo riguardo l’aspetto economico. Pare di capire che Ragnoli continuerà a correre ma metterà a disposizione del suo nuovo sponsor le conoscenze ingegneristiche che ha maturato durante i suoi studi. La nuova squadra verrà comunicata a novembre. Di seguito il comunicato ufficiale di Scott.

Tredici stagioni. Tredici anni ricchi di vittorie, sconfitte, entusiasmo, passione, fame, momenti difficili e gloria. È difficile descrivere con un semplice comunicato stampa l’avventura di Juri nel nostro team. Lo abbiamo visto crescere, vincere, diventare maturo come atleta e come uomo. Insieme abbiamo vinto tre titoli italiani XCM, una Hero, una Dolomiti Superbike e conquistato una lunga serie di vittorie a livello nazionale e internazionale. Con la maglia azzurra Juri ha portato il marchio SCOTT ai massimi livelli conquistando risultati di prestigio in Italia e in Europa tra cui uno splendido quarto posto al Mondiale XCM di Sakarya (Turchia). Il suo impegno è stato massimo anche con i giovani del team diventando in tutti questi anni un punto di riferimento per coloro che vogliano intraprendere la carriera da professionista.



.

Come in tutte le storie c’è un inizio e una fine, un punto di partenza e un punto di arrivo. Per entrambi è arrivato il momento di voltare pagina alla ricerca di nuovi stimoli e obiettivi. Siamo consapevoli che il 31 ottobre 2022 si chiuderà un capitolo importante per la storia del team e per la carriera di un grande professionista.

Commenti

  1. ide84:

    ..intanto però le bici che si vendono son quelle che finiscono in copertina, quelle che fanno podio... qui su mtb mag come sulle rivisto on-line ecc. Fidati che ha un senso sponsorizzare gli atleti marathon. Solo che l'hanno capito in pochi.
    Bah la tanto osannata mythos e hero mi pare l’hanno vinta col frontino eppure non se ne vendono più

    che poi gli stessi amatori che vanno agli eventi sono i primi che se ne fregano di chi ha vinto (giustamente anche)…figurati che ritorno c’è su questi eventi…

    poi sulle copertine e servizi della stampa si apre un capitolo a parte :roll:
Storia precedente

Quando le marmotte dormono ma tu hai l’equipaggiamento giusto

Storia successiva

Brett Rheeder si prepara per la Rampage

Gli ultimi articoli in News