MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | La Cannondale Jekyll diventa anche 29

La Cannondale Jekyll diventa anche 29

La Cannondale Jekyll diventa anche 29

26/07/2018
Whatsapp
26/07/2018

La bici da enduro di casa Cannondale, la Jekyll, è ora disponibile anche con ruote da 29 pollici. Qui trovate il nostro test della 27.5, e la spiegazione di come funzioni l’escursione variabile del carro. Infatti è possibile con un comando remoto passare dai 150mm del “tutto aperto” ai 120mm della posizione “da salita”.




Prezzi

Jekyll 29 1: 6.499 Euro
Jekyll 29 2: 5.499 Euro
Jekyll 29 3: 3.999 Euro

www.cannondale.com

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
fr@nky

Arriverà anche una Trigger 29″ ?

Figini Bike

Arriverà anche una Trigger 29" ?

no.

fr@nky

peccato 🙁
grazie

demach
demach

Domanda essendo un monocross assistito la frenata neutrale sarebbe quale?

wally73
wally73

leggi bene… parla della posizione del rider non del lavoro del carro…
😉

Froster182
Froster182

Esatto.. bella menata
“Frenata naturale” hahahah
Anche coi freni a tamburo della Graziella di mia nonna c’ho la frenata naturale

fafnir
demach

Domanda essendo un monocross assistito la frenata neutrale sarebbe quale?

Geometricamente neutrale, frenando con entrambi i freni si abbassa sia il posteriore che l'anteriore mantenendo la geometria iniziale.
In un sistema con la sospensione attiva anche in frenata (esempio specialized Enduro) il posteriore rimane più alto dell'anteriore, chiudendo quindi lo sterzo.

p84
p84

Può essere che mi sbagli ma la didascalia parla dell’equilibrio geometrico del telaio che mantiene il rider in linea anche in frenata. Non ci sono riferimenti all’eventuale bloccaggio della sospensione, anche perchè la sospensione posteriore attiva in frenata può anche permettere l’affondamento dell’ammortizzatore in base al terreno, con l’effetto opposto di portare il rider all’indietro piuttosto che in avanti..

fafnir
p84

Può essere che mi sbagli ma la didascalia parla dell'equilibrio geometrico del telaio che mantiene il rider in linea anche in frenata. Non ci sono riferimenti all'eventuale bloccaggio della sospensione, anche perchè la sospensione posteriore attiva in frenata può anche permettere l'affondamento dell'ammortizzatore in base al terreno, con l'effetto opposto di portare il rider all'indietro piuttosto che in avanti..

Infatti, per mantenere la geometria deve comprimersi il posteriore oltre che l'anteriore che è esattamente quello che fanno i monocross.

p84
p84

Ho sempre avuto bici Cannondale e l’unica pecca da sempre riscontrata nelle loro sospensioni (se di pecca si può parlare) è che in frenata tende a bloccarsi, e il blocco in frenata ho sempre saputo essere tipico proprio dei monocross. Tra i pochi sistemi che evitano il fenomeno ci sono il Vpp di Intense e S.C., il cinematismo di Ibis, e il fulcro coassiale al mozzo studiato da Trek. Nonostante ciò continuo a preferire Cannondale, per altri motivi

Pan-Bagnat
Pan-Bagnat

Non male ma preferisco un progetto come la nuova Zesty/Spicy dove hanno provato a abbassare il baricentro. La possibilità di variare l’escursione può essere comoda, ma fa sempre un manettino in più, e nei sali scendi sarei a rischio intasamento di dubbi mentali…

Froster182
Froster182

Cosa cosa cosa ?
Nuove Lapierre !? Quando è uscita la notizia ??

cheyax
cheyax

non sono ancora uscite, le hanno soltanto mostrate ad eurobike

fafnir
p84

Ho sempre avuto bici Cannondale e l'unica pecca da sempre riscontrata nelle loro sospensioni (se di pecca si può parlare) è che in frenata tende a bloccarsi, e il blocco in frenata ho sempre saputo essere tipico proprio dei monocross. Tra i pochi sistemi che evitano il fenomeno ci sono il Vpp di Intense e S.C., il cinematismo di Ibis, e il fulcro coassiale al mozzo studiato da Trek. Nonostante ciò continuo a preferire Cannondale, per altri motivi

In verità neanche gli schemi che hai descritto sono completamente esenti dal "problema", contrariamente a quanto vogliono fare credere i produttori.
Bisogna inoltre considerare ogni modello a sé.

Certo, ci sono cose più importanti secondo me su una bici per limitare la scelta al solo schema di sospensione.

Fbf
Fbf

Resto sempre in attesa da parte di Cannondale di una bella 29 da trail/AM stile specialized stumpjumper FSR…

fr@nky

Sarebbe una Trigger 29” che auspicherei anche io, che chiuderebbe il vuoto tra Scalpel SE e questa nuova Jekyll
Almeno, IHMO

jojo62
jojo62

brutta è brutta….

fr@nky
Pan-Bagnat

Non male ma preferisco un progetto come la nuova Zesty/Spicy dove hanno provato a abbassare il baricentro. La possibilità di variare l'escursione può essere comoda, ma fa sempre un manettino in più, e nei sali scendi sarei a rischio intasamento di dubbi mentali…

Io possiedo la Jekyll del 2015 cui il precedente proprietario ha sostituito il comando originale con il rotativo SRAM per deragliatore
Non hai idea di quanto sia istintivo ed immediato commutare il DYAD

mcspecialized
mcspecialized

sarà funzionale, andrà bene e quant’altro. ma esteticamente è una delle più brutte bighe che abbia mai visto.
e a mio modesto avviso, per lo meno questo è il mio personale pensiero, quando spendo certe cifre anche gli occhi devono essere appagati.

tylerdurden71
tylerdurden71

Ne brutta ne bella, anonima come design e da quanto sembr,a basandomi sulle prove della 27,5, anche come prestazioni.

Reynold
tylerdurden71

Ne brutta ne bella, anonima come design e da quanto sembr,a basandomi sulle prove della 27,5, anche come prestazioni.

Concordo!

Inviato utilizzando Tapatalk

MarcoRaceX01

Ciao volevo sapere se con la jekyll posso girare tranquillamente in un bike park tipo Mottolino a livigno, visto che l’anno scorso con la dh non mi trovavo molto bene, però c’è da dire che faccio i salti da 5m e delle discese cazzute, secondo voi creo problemi alla bici mi permetterebbe fare i salti che facevo con la dh.
Grazie in anticipo

Inviato dal mio iPhone utilizzando MTB-MAG.com

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

e’ previsto un test?