La pumptrack in cartone

25

Easy Pumptracks è un’azienda di Torino che ha lanciato un modo innovativo per costruire le pumptrack, usando il cartone, come spiegato nel video.



.

[Comunicato stampa] Easy Pumptracks è l’innovativo ed ecologico sistema per costruire pumptracks modulari perfettamente funzionanti. Ideale per realizzazioni nelle stazioni sciistiche, bike parks, spazi pubblici o aree verdi. L’elemento principale, mai usato prima in questo campo, che compone i nostri moduli è un robusto cartone ondulato dalla tripla copertina dal peso di 900 gr/mq.

Questa tecnica rende le Easy Pumptracks un prodotto totalmente ecologico e biodegradabile nel tempo, leggero da trasportare e perfettamente integrabile nell’ambiente, assemblabile anche in autonomia dal cliente finale. L’idea su cui il nostro modello si basa è quella di fornire una “traccia” che è stata quotata e progettata per garantire il naturale “flow” di una pumptrack. Basterà eseguire il riempimento dei moduli con della terra per arrivare al completamento della pista secondo il know how dello staff Easy Pumptracks.

I vantaggi di Easy Pumptracks sono molti:

  • totale flessibilità di progetto grazie alla modularità
  • riduzione drastica dei costi di trasporto (i moduli saranno spediti su pallet in fogli pre tagliati da 120x175cm)
  • costi ridotti di installazione
  • rapidità di installazione
  • ecosostenibilità
  • bassissimo impatto ambientale
  • installazione senza attrezzi
  • zero rifiuti

Easy Pumptracks offre sia il servizio di vendita dei soli moduli (previa progettazione del circuito) che il pacchetto completo di montaggio, trasporto, riempimento e shaping. È inoltre possibile rendere una Easy Pumptrack fruibile anche da skater o monopattini grazie a una copertura finale in uno speciale asfalto drenante ecosostenibile.

Easypumptracks.com

 

Commenti

  1. uomoscarpia:

    Sinceramente non capisco a cosa serve il cartone per fare una pump di terra
    Prova a farne una e capisci!

    A parte gli scherzi serve perchè ti evita la difficile parte di pianificazione, avendo già uno scheletro ben studiato anche chi non sa neanche cosa sia una pump track, se ha a disposizione i mezzi adatti, puo' essere in grado di costruirne una e soprattutto ben strutturata
  2. Luca_valtellina:

    Seeeh grandeeee, mancava giusto un commento così.

    A parte tutto, se mi vuoi dire che con tanto impegno e fatica si può costruire comunque una pump track senza bisogno dello scheletro in cartone sono d'accordo, altrimenti il tuo commento fa già ridere da solo
    Il mio commento farà ridere ma il tuo fa piangere, sembra che senza questa genialata non si potesse fare
Storia precedente

Imballaggi 100% riciclabili per le bici Cannondale

Storia successiva

DH WC #3: Vergier e Nicole in testa alle qualifiche di Lousã

Gli ultimi articoli in News