Ladri di Biciclette, la nuova specializzazione

145

Pubblichiamo un comunicato ricevuto da Scott Italia, che vuole sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo il crescente numero di furti di bici nei negozi.

 



.

Raffiche di furti, negozi distrutti e scene da Far West. Cerchiamo di fermare questa razzia. SCOTT pronta con una campagna di sensibilizzazione

Non stiamo parlando del famoso film prodotto e in parte sceneggiato da Vittorio de Sica nel 1948, il Ladri di Biciclette 2023 è il film che stiamo vedendo nelle nostre città, nei negozi presi d’assalto da bande specializzate che non si fermano davanti a niente e a nessuno.

La nostra è una lettera aperta per sensibilizzare le istituzioni su ciò che ogni notte accade e potrebbe accadere nei negozi italiani. Dopo la Pandemia e la conseguente crescita esponenziale del mercato, si sono moltiplicati i furti presso la rete vendita specializzata e ogni mattina assistiamo a un carosello di immagini che ritraggono negozi distrutti, vetrine infrante, bici martoriate, mobili vandalizzati e locali completamente sventrati. Sono scene che fanno male perché, oltre alla beffa del furto, in quei negozi depredati rimangono a terra sogni infranti, sacrifici di anni e investimenti andati in fumo.

SCOTT ha il dovere di sostenere i propri rivenditori e lo farà anche in questa occasione con una campagna di sensibilizzazione e di comunicazione dedicata. “Il nostro ruolo non è solo quello di veicolare e promuovere il nostro brand” – afferma Gabriele Vogini Sales Bike Manager di SCOTT – “Quando ci sono situazioni difficili le aziende possono e devono fare la loro parte. Non possiamo stare a guardare ma dobbiamo tutti insieme portare l’attenzione al tavolo delle istituzioni e dell’opinione pubblica cercando di facilitare l’intervento e la creazione di una task force che possa arginare questo fenomeno, diventato negli ultimi anni sempre più preoccupante.”

 

Commenti

  1. Cmq tenete presente che se rubano i catalizzatori delle macchine in strada, per non parlare di chi ha macchine con ricambi costosissimi, tipo bmw o audi che te le smontano in strada.
    Al mio vicino di casa che h una serie 3 hanno fregato di notte, fari, volante, centraline e display.
    23.000 euro di danni e due mesi di fermo macchina.
    Zona residenziale tranquillissima, girano bande e le fanno tutte. Il problema sono i controlli, dopo il covid vedete più posti di blocco?
    I poliziotti sono tutti in ufficio e al bar.
  2. ziozizzo:

    Ok, nel caso estremo mi pare normale che le ff.oo. facciano dei controlli. Ma se ti rubano la bici e lo becchi per strada come fai? Te ne vai a casa con la bici solo se te la riprendi con la forza, perché dubito che il ricettatore la mantenga identica a come l'avevi prima: basta staccare due adesivi che ci avevi appiccicato e cambiare i pedali e tanti saluti. A meno che non giri con in tasca la fattura della bici dov'è riportato il numero di telaio, ma anche in quel caso non è così facile.
    nel mondo civilizzato non ci si fa giustizia da soli.. se vedo uno per strada con la mia bici rubata faccio video e foto e chiamo subito il 112 e avviso le forze dell'ordine.

    quando poi le forze dell'odine avranno identificato il soggetto, col numero di telaio e denuncia di furto fatta nei giorni precedenti l'avvistamento si risolverà la questione.
    la vernice e gli adesivi li puoi anche cambiare, mai il numero di telaio impresso nel carbonio non penso sia così facile da togliere o modificare..
Storia precedente

Specialized Turbo Levo SL: l’anello mancante 3 anni dopo

Storia successiva

[Video] Bluegrass Downhill Team Camp

Gli ultimi articoli in News