MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Mountainbike elettriche di Trek: la linea Powerfly +

Mountainbike elettriche di Trek: la linea Powerfly +

Mountainbike elettriche di Trek: la linea Powerfly +

23/01/2014
Whatsapp
23/01/2014

Asset_202023[Comunicato stampa] L’elettrico arriva sui sentieri con il lancio della Powerfly+

(Waterloo, WI) – Divertirsi in sella alla tua mountain bike diventa più semplice grazie alla Powerfly+, il primo passo del brand americano nelle bici da fuoristrada a pedalata assistita. L’esperienza di Trek nelle mountain bike è stata combinata all’ingegneria elettrica per creare una nuova linea di bici front a pedalata assistita da 29″, le Powerfly+. Il motore e la batteria delle Powerfly+ danno al rider la potenza extra di cui ha bisogno per poter fare molto di più di quello a cui era solitamente abituato, metre la sua forte struttura da mtb consente loro di andare su qualsiasi sentiero.

Asset_202024

Le tre bici della linea derivano dall’esperienza approvata di Trek sulle 29″, supportata dal migliore sistema elettrico assistito per biciclette, fornito da Bosch. Il telaio è stato progettato dall’inizio alla fine per integrare il sistema Bosch con una geometria bilanciata, che è la miscela perfetta di comfort e agilità per ispirare scurezza durante le pedalate. Il motore Bosch della Powerfly+ è stato posizionato strategicamente sul telaio al fine di ottenere un baricentro più basso, che permette più stabilità di qualsiasi altra mountain bike a pedalata assistita. L’unità di guida Bosch utilizza un sensore di forza, un sensore di velocità e uno di cadenza per garantire una qualità di pedalata naturale. La batteria Bosch si posiziona perfettamente nel tubo obliquo e fornisce 400 watt di potenza aggiuntivi per consentire ai rider di pedalare facilmente in salita, sia su strada che fuoristrada.

Asset_189957

Quando si va fuoristrada con la Powerfly+, il motore Bosh è circondato da un’armatura che protegge il sistema dalle rocce, fango e detriti. La Powerfly+ porta tutti i vantaggi di una Trek 29″ sui trail con un’aggiunta di vesatilità in più. Il passaggio dei cavi interno per una semplice installazione di luci aggiuntive sia anteriori che posteriori mostra come tutti i dettagli dell’intera linea della Powerfly+ siano stati ben progettati. Queste bici sono state pensate anche per poter montare parafanghi, portapacchi, cavalletto e portaborraccia.

Asset_202026

Con il sistema Bosch a pedalata assistita che trasforma le montagne in colline e con la rinomata conoscenza di Trek per le mountain bike, la Powerfly+ condurrà i rider ovunque vogliano andare. Tutti i modelli Powerfly+ sono in vendita presso i rivenditori autorizzati di bici Trek a pedalata assistita in Italia.

Dettagli, allestimenti, colori e pressi sulla pagina dedicata alle Powerfly+ del sito Trek.

 

Asset_146889

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Deroma
Deroma

ottima idea e ben vengano le elettriche, sicuramente prima di ogni giudizio va testata, però l’idea che mi da è che con quel peso (non so quanto ma sicuramente non trascurabile 2/3 kg?) sui sentieri un pò scassati non sia proprio facile da condurre!!!
o no?

RickyDabomb
RickyDabomb

da che città viene il comunicato….portatrice di brutto passato

cmq bella la bici (estetica)

sunsetdream
sunsetdream

Quando dovrò usare una mtb a motore, non userò una mtb e mi comprerò un ktm da regolarità, e andrò in giro piano piano senza disturbare i ciclisti che pedalano con fatica le loro mtb. Ah naturalmente questo ibrido (che bici non è) non mi piace per niente.

crab
crab

Sarà ma così finisce il discorso bici !!
Concordo con pilade66 su tutto !
Anzi quando comprerai la ktm chiamami che la compro anch’io.

sunsetdream
sunsetdream

Ci facciamo un freeride 3 e mezzo. Ah tra l’altro costa come una tanto amara bronson in carbonio montata con questo, quello e quell’altro…faticosi e pedalati/spinti saluti a tutti!

Waugh
Waugh

KTM, Husqvarna, Aprilia…quando non potrò fare quello che faccio attualmente con la mia endurazza a pedali, il prossimo step sta proprio lì 😀

Adri26
Adri26

mi aggiungo anch iooo….interessante anche il trial con serbatoio più grande per giretti un pò più lunghi!!! Altrimenti un ktm vabbè và…potrebbe anche andare bene ahahah
poi gia il comunicato stampa inizia male …perchè mi deve diventà più facile divertirmi con la mia mtb!!!??? col motore elettrico?? io che brucerei tutte le toyota prius del mondo!!! ahahah scherzo ovviamente…

giancazaza
giancazaza

Gitarella media: avvicinamento – salita – bici a spalle l’ultimo tratto – discesone
– con una bici normale si arriva in cima stremati … pausa e poi giù che è una goduria
– con questa cosa qui arrivi a due passi dalla cima fresco come una rosa … poi te la devi caricare a spalle ed arrivi in cima stremato … quindi per il primo tratto non cambia niente. Quanto godi in discesa?

Gitarella tosta: stai via qualche giorno … metti che non hai la possibilità di ricaricare le batterie … naaa … finche ho gambe e fiato pedalo di mio.

martejo

hahaha!!! La prox volta che ti vedo con la lingua che striscia per terra ti ricorderò le tue parole…

Michele Carlini
Michele Carlini

Ma il cavalletto opzionale serve per reggere la quintalata che pesa o per parcheggiarla prima dei tornanti, visto l’interasse da autoarticolato (29 + motore, mmm) che ne limiterà non poco l’agilità….

Massinovecento
Massinovecento

Perché non mettono un motore a scoppio al posto che elettrico? 🙂
Sono missili, ieri in ciclabile io con la bdc sfinito dal lungo giro, mi passa la vecchina che andava il doppio dando una pedalata ogni 50 m! 🙂
Dovrebbero vietarle che senno i ciclisti puri vanno in psicanalisi.

ducams4r
ducams4r

Date tempo al tempo, quando ci sarà un’offerta più ampia sul motore, batterie performanti ma più leggere e i prezzi scenderanno…
per chi è scettico dia un’occhiata al sito di haibike, hanno in totale 28 modelli di ibride che spaziano dalla strada al freeride, biammortizzate e non, ruote da 26, 27.5, 28, 29.
Le bici classiche non moriranno mai, ma a breve vedremo tante “motorizzate” sui sentieri.

Simo Muzzio
Simo Muzzio

Seguendo i post sulle bici elettriche sempre le stesse risposte fin che ci sono gambe ….io mai un elettrica….ecc poi son quelli che partono da casa con la macchina si guadagnano le cime delle piste da sci con le seggiovie percorrendo la tessa pista +volte sullo stesso giorno…..mai visto uno partire da casa con sci ai piedi magari senza neve…tanto la soddisfazione sta ad arrivare in cima senza aiuti…..io ho in elettrica da donna la uso x commissioni oltre ad avere 4 mtb vi assicuro che se uno vuole suda anche con bici elettrica se non mantieni un giro di pedali motore nn aiuta e se non pedali e aspetti lui senza forzare lui nn ce la fa e scarici la bat quindi direi stesso dislivello -tempo poi se uno vuole meno fatica o +fatica se si abbassa il livello di assistenza.molte volte per poco tempo si rinuncia fare un giro.io preferirei essere aiutato (magari solo nei trasferimenti)mettendo poi assistenza a 1 x riequilibrare peso motore e batteria chev rimanere a casa davani a tv o in una palestra chiusa…….m

sunsetdream
sunsetdream

Esattamente. Fin che ci sono gambe pedalo. Saluti.

f1000
f1000

Concordo con chi ritiene che fin che ci sono gambe si pedala tuttavia va riconosciuto che il progresso tecnico delle ibirde permette anche ai “meno abili” di poter raggiungere le mete che altrimenti non sarebbero accessibili, il tutto nel rispetto dell’ambiente. Non vedo perchè se ho un ad es. un problema ad un ginocchio, ecc. debba privarmi della possibilità di un bel giro in bici. Per me, ma spero anche per altri biker ( e forse in futuro ebiker ) il giro in bici non è solo gesto atletico ma anche contatto con la natura ecc. ecc, poi una volta giunti “in vetta” ciascuno avrà la “propria soddisfazione”.

sunsetdream
sunsetdream

Concordo pienamente. Un momento nella vita di inabilità può accadere a tutti. E massimo rispetto a chi lotta. Un aiuto allora che ben venga, almeno se elettrico non inquina. Saluti.

Jack Bisi
Jack Bisi

bhe… brutta è brutta…indipendentemente dall’etica dell’elettrico questo si può dire.

MASTERDH
MASTERDH

Io ti do ragione… Tanto vale che ti prendi una moto!

Ezio Ognibene
Ezio Ognibene

Ma questo non era un sito di bici?

Adri26
Adri26

me dispiace per quel ragazzone che la sta guidando ahahahah

KATARRUSO
KATARRUSO

Certo che l’ignoranza e brutta e ….
Trek fornisce questo prodotto.

O meglio bosch ha creato un motore con trasmissione e centralina.
E casualmente tantittissime case hanno creato un telaio per montare lo standard di quel gear box bosch .

Vi piace non vi piace….
Ma questo e un forum di bici o facebook??

Una front con pedalata assistita potrebbe portare in montagna gente over 70 o chi ha problemi fisici.
Chi è molto sovrappeso potrebbe in un paio di anni con questa bici iniziare un serio miglioramento auto invogliato.

Sinceramente alcune bici elettriche sono ben fatte e furbe.
Altre meno.

Lo standard elettrico e di fatto il futuro dell’auto trazione.
Ma se lo sviluppo non viene mai fatto continuiamo a usare petrolio. Date tempo al tempo .
In realtà esistono prodotti e tecnologie ancor migliori.
Ma produttori e standard sono anti commerciabili…

…. O così vorrebbero…
Sta generazione di bici andrà avanti per una decina d’anni.
Poi spero si adeguino.

Anche la Toyota fa auto elettriche-ibride ma ci mette le pile del 1800….!

Insomma se non si appoggia linnovazione che passo potrà mai fare il progresso?

sunsetdream
sunsetdream

Concordo. Ma il progresso della mobilità e’ una cosa ed il progresso della bicicletta e’ un altro. Questa non è una bici. Semplicemente. La bicicletta dev’essere pedalata. Poi ci possiamo mettere le sospensioni elettriche e le luci a led, possiamo farla di carta,di ferro o di vetro ma dev’essere sempre pedalata. Se parliamo di bici, naturalmente, invece se parliamo di mobilità sostenibile, agevolata, ecologicamente corretta, ben venga l’ibrido in oggetto.

xzy
xzy

Vedo sempre più biciclette, delle marche più disparate, che prendono spunto dalle colorazioni Cannondale

sunsetdream
sunsetdream

Si si

dubleciccio
dubleciccio

David Roilo si è preso la briga di postare questo articolo che parla di una e-bike della trek e anziché leggere post di persone che chiedono informazioni tecniche, se si può e dove, provare una e-bike, confronti con altre e-bike… quando si parla di e-bike si leggono sempre queste stron…te e quelli che come me che ne posseggono una (Mondraker Dune del 2014 elettrificata) e gli piacerebbe leggere e scambiare pareri e consigli in questo forum non ce la possono fare… se l’amministratore o moderatore dovesse bannare gli OT rimarrebbe solo l’articolo… perciò per favore astenetevi se dovete scrivere le solite min…te… chi sa che i timidi possessori o gli interessati alle e-bike riescano a portare l’articolo ad un livello interessante. Sarebbe da prendersi la briga di segnarsi tutti i nikname che “sputano” sulle e-bike, su questo e altri post dove si parla di e-bike, e fra qualche anno vedere di questi quanti posseggono o iniziano ad interessarsi a una e-bike. Ultimo… mi piacerebbe sapere tra chi ne parla male ha mai provato una e-bike a pedalata assistitita. Per la cronaca io vado in MTB dal1996 ho una discreta gamba ho 44 anni e non 70 non ho problemi fisici e amo assolutamente pedalare e sudare… e la mia e-bike mi ha aperto un mondo… e se qualcuno è interessato a farmi domande sulla mia o altre e-bike che ho provato sarò ben lieto di rispondergli… Speriamo che più avanti le discussioni sulle e-bike si facciano interessanti come lo sono… Read more »

sunsetdream
sunsetdream

Io sono pieno di preconcetti e non ho mai provato una bici elettrica. Ma i forum servono per elogiare, criticare, ed imparare. Visto che ne sei un felice possessore son curioso di sapere cosa ti ha dato in più rispetto ad una bicicletta, visto che hai esperienza sia di una che dell’altra. La parte tecnica per il momento non mi interessa, grazie delle info e saluti.

mariox88
mariox88

.,,e comunque se non si pedala la e-bike non si muove…sarà per questo che se ne parla in un forum di bici?

Ezio Ognibene
Ezio Ognibene

Anche nel motocross si fa una discreta fatica.
Leggo che l’assistenza dà 400 w.
ASSISTENZA?
400 watt sono potenze che un amatore si sogna e che se è bravo, ma davvero bravo, raggiunge come punta.

mariox88
mariox88

400 w/h è la capacità della batteria: il motore è limitato a 250w per legge. Documentarsi magari prima di sparare a zero…

Ezio Ognibene
Ezio Ognibene

…se 250 ti paiono pochi.
Tu quanti watt pensi di sviluppare per diciamo 30 minuti di fila?
Se sei pareccho allenato ma non sei un pro ti avvicini ai 250.
Quindi l’assistenza è in pratica uno che pedala al tuo posto… e tu che pedali fai il contorno.
Più che pedalata assistita sarebbe giusto chiamarlo acceleratore a pedali.

stefanin71
stefanin71

Raga.. date un occhio alla carta d’identita’…..la data resta ferma …ma gli anni passano…prima di salire in seggiovia…garantito che proverò una bicicletta assistita !!!

dubleciccio
dubleciccio

@pilade66 Rispondo a te e a tutti quelli che si sono fatti questa domanda… a me che piace pedalare nel totale silenzio in mezzo la natura da solo e con gli amici che vive e ha vissuto per 17/18 anni la Mtb in tutte le sue sfumature, cosa se ne fa di uma e-mtb? Che vantaggi da in più? Vantaggi della e-mtb: – ti si allungano i giri del doppio e anche più a parità di fatica – riesci andare via con persone più allenate di te – da solo o con altri con la e-mtb fai velocità e affronti salite prima impensabili… es. se prima una salita la facevi ai 5/7 Km/orari con lo stesso sforzo e battiti cardiaci la fai ai 15 Km/orari, salite dove prima scendevi ora le fai, le salite tecniche prese a tutta sia fisicamente che elettricamente diventano divertenti quanto le discese. – ti puoi permettere di fare giri kilometrici con una mtb da enduro o da freeride come la mia con ovvi vantaggi in discesa e di comfort. Infatti se devo dire la mia acquistare o elettrificare una front a poco senso per me. – nei trasferimenti sverniciare i ciclisti da corsa non ha prezzo 🙂 Svantaggi della e-mtb – peso se la devi caricare sul portapacchi della macchina meglio furgone o Cubo (come ho io) evitare giri dove si deve portare la bike in spalla, Vietate le ferrate – in caso di guasto elettrico se si possiede una e-mtb con motore al mozzo… Read more »

sunsetdream
sunsetdream

Grazie. Il tuo parere e’ importante. L’articolo del redattore presenta semplicemente un mezzo. A me interessano le sensazioni. Buone corse.

dubleciccio
dubleciccio

Scusate leggo ora che o ripetuto motore al mozzo… quello con il 36 davanti è il motore centrale… come il bosch per intenderci.

NiKo05
NiKo05

Sono pienamente d’accordo con chi desidera confrontarsi senza pregiudizzi; pragmaticamente sulle possibilità e gli attuali limiti di qs. mezzi. Questo è il punto… per chi desidera, per proprie diverse ragioni, aprire qualche panorama più ampio. Magari in parallelo o in alternativa a classiche MTB.
Per esempio un mio fondamentale dubbio è quale sia la reale autonomia per giri lunghi? E se si resta scarichi che si fà? Quali limiti ci sono in un sentiero tecnico in discesa? Quanto durano le batterie nel tempo, visto che la spesa non è indifferente? Chi come DUBLECICCIO ne ha esperienza, ci dica ciò che ha compreso fino ad ora!

beggia70
beggia70

Beh, condivido a pieno il giudizio di Dubleciccio. Se non lo conosci già puoi dare un occhiata a questo forum, dedicato alle bici a pedalata assistita: http://www.jobike.it/forum/ (certo non è figo come mtb mag comunque…). Per tutti gli scettici posso dire che comprendo lo scetticismo e consiglio comunque di riflettere. Gli scettici non hanno mai provato una E-bike. Purtroppo leggo con tristezza che molti di quelli che hanno commentato l’articolo affermano che quando il tempo farà il suo corso e non riusciranno più a pedalare passeranno alla moto da enduro o al trial. Ritenete davvero sia l’unico step successivo? Quando non avrete più fiato e gambe, visto che vi auguro di pedalare a lungo con le vostre forze, sul mercato ci saranno full da AM a pedalata assistita sui 12-13 kg a prezzi contenuti (costeranno meno di un enduro o trial). Non attira e affascina di più questo tipo di futuro che andare a fare casino e impuzzolire le nostre montagne? Lavoro nel mondo della pedalata assistita e a breve le realtà dove provare e noleggiare E-bikes prolificheranno ovunque. Consiglio quindi agli scettici di non perdere mai la curiosità che è una delle cose più belle della vita e, anche per gioco, saltare in sella ad una full assistita. Spero che quanti amano dialogare in maniera costruttiva sull’argomento trovino in questo forum il giusto spazio. Grazie e buone pedalate, di qualsiasi natura siano

sunsetdream
sunsetdream

Bene. Questo e’ un altro commento che mi aiuterà a superare la mia diga di pregiudizi. Grazie e a presto vedere questi leggeri ibridi scorrazzare su e giù per le montagne!

Marco Toniolo
Marco Toniolo
beggia70
beggia70

Ciao Marco, non mi dà nessun risultato al link che hai postato… grazie

Marco Toniolo
Marco Toniolo

adesso c’è il primo topic 😉
è la nuova sezione “E-Bikes”

beggia70
beggia70

Ottimo! appena commentato! Perfetto e a presto allora! Grazie e buon lavoro
Alberto

Mario.lop
Mario.lop

Bene bene! anche Trek con Bosch! Peccato che queste E-Bike rigide non hanno proprio senso: il peso c’è sempre e considerato che si viaggia ai 15-20km/h anche in salita, le sospensioni sono d’obbligo!

bafiofer
bafiofer

…….mai dire mai……bello sapere che ci sono e in un domani quando faro fatica a fare le mie solite escursioni….magari un pensierino……si può fare!!! per lo meno qui bisogna sempre pedalare per muoversi!!

monorotula
monorotula

Al momento quello di postare un articolo su una ebike è in assoluto il metodo migliore per fare incetta di commenti inutili (per non dir altro), molti dei quali sono dei copia/incolla dall’articolo precedente.
Riguardo la bici in oggetto, non capisco i rilievi estetici; a ma pare ben disegnata, considerato che si tratta appunto di una ebike. Piuttosto avrei qualche dubbio sull’utilizzo nello scassato di una bici così zavorrata col retrotreno rigido. Sarebbe da provare.

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

E’ confortante sapere che in un futuro (spero lontano) i sentieri saranno percorsi da frotte di enduristi troppo “machos” per una bici elettrica e troppo anziani per pedalare sino in cima.
La possibilità di inserire parafanghi, luci e portapacchi non credo che l’abbiano messa per fare gare di XC o di Enduro, bensì per farne un mezzo di trasporto oltre che di divertimento (in altri paesi funziona così)
Noi invece ci ostiniamo ad utilizzare l’auto per andare al lavoro, a fare la spesa, per la mobilità insomma e la bici, magari spendendo spropositi per una bici, divertente sì, ma utilizzabile solo per quello
Trek (ma come loro molti altri costruttori) si sta orientando verso qualcosa che sia abbastanza versatile per fare l’uno e l’altro.
Personalmente non penso che il livello costi-durata batterie-peso sia competitivo, ma sono convinto che le cose cambieranno e presto diventeranno una valida alternativa.

Lord Soth
Lord Soth

Da provare

Menghy
Menghy

In buona sostanza, come conciliare la Ebike con questo?
http://www.mtb-mag.com/quando-si-ignora-un-divieto-e-si-crede-di-avere-ragione/

La differenza sta solo nella puzza della benzina o solo perchè le Ebike non sono vietate ( PER ORA? )
Quindi se io avessi una moto che non puzza posso sgommare per i sentieri senza sentirmi un delinquente?
Lo scrivo perchè in 30 anni sono andato in fuoristrada a piedi, con il 4×4, con la moto da enduro, e da almeno 20 anni con la MTB ( e ne sono contentissimo!).
Ho smesso il 4×4 e la moto perchè mi sono stufato di sentirmi insultare, ed ora… tutti gasati perchè si puà andare in montagna facendo (forse) meno fatica?
Inoltre, tenete presente che in molti parchi, il divieto è per i MEZZI MOTORIZZATI, e quandi anche un motore elettrico è di per sè vietato, tantopiù che se comincia ad essere più voloce di una bici, e più pesante, di danni nei sentieri ne fa eccome!
Si tratta di un tentativo commerciale di recuperare i motociclisti esasperati dai divieti ( tra l’altro con successo, molti miei “ex colleghi” si stanno convertendo alla Ebike e non a casa KTM fa moto da 40 anni). Appena il mercato sarà esploso, si arriverà ( come successe negli anni ’80) a divieti indiscriminati, e allora… si vedrànno divertenti articoli sui giornali .. ” elettrociclista fulmina ciclista con la sua batteria da 300 Ah!”

Menghy
Menghy

Se quanto indicato qui” http://www.bicielettriche.bikeitalia.it/guida-acquisto/differenza-bici-elettriche-pedalata-assistita-ciclomotori-elettrici
corrisponde al vero ( e non dubito ..) … Il motore deve avere una potenza nominale massima di 250W
Il motore si deve attivare automaticamente, e solo in contemporanea alla pedalata; se i pedali sono fermi, il motore deve spegnersi.
La potenza fornita dal motore deve essere massima alle basse velocità, diminuire gradualmente, e interrompersi del tutto al raggiungimento dei 25 km/h.

…vorrei sapere chi è disposto a portarsi dietro un “ferro” da decine di chili per andare, in pianura, a batteria carica, a 25 all’ora!
Oppure … qualche lavoretto “all’italiana” la fa andare di più? 😉
ma allora siamo nel sito sbagliato, si parlerebbe di bici elettriche…
E dal punto di vista legale ed assicurativo come la mettiamo?

Menghy
Menghy

volevo dire “moto eletttriche”

 

POTRESTI ESSERTI PERSO