MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Muore in gara XCE a Méribel

Muore in gara XCE a Méribel

Muore in gara XCE a Méribel

23/08/2014
Whatsapp
23/08/2014

Annefleur-Kalvenhaar_acrossthecountry_mountainbike_by-Maasewerd

Gara finita tragicamente quella di ieri per l’olandese Annefleur Kalvenhaar del team Focus. Durante le eliminatorie del XC eliminator è caduta su un ponte andando a sbattere fortemente il viso. Trasportata d’emergenza all’ospedale di Grenoble (quello dove era stato ricoverato anche Michael Schumacher), i medici non hanno potuto fare niente se non confermarne il decesso per emorragia celebrale, avvenuto questa mattina alla presenza dei genitori dell’atleta ventenne. È il primo incidente mortale nella storia della Coppa del Mondo MTB, tutte le discipline comprese, ed era l’ultima gara di XCE, dato che dall’anno prossimo il XCE non farà più parte del circuito UCI Worldcup.

Da tutta la redazione di MTB-MAG le più sentite condoglianze.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
SuperDuilio
SuperDuilio

Assurdo…… Povera atleta e povere famiglie coinvolte.

Andrey737
Andrey737

che disgrazia, sentite condoglianze alla famiglia. rip. 🙁

alphabike2006
alphabike2006

R.I.P. Annefleur!

lele1974
lele1974

R.I.P.

Gas Gas 30
Gas Gas 30

R.i.p.

Tc70
Tc70

Cacchio che disgrazia…povera ragazza cosi giovane,sentite condoglianze ai familiari e al team…

ozzap73
ozzap73

Mamma mia che brutte robe ragass!!! R.I.P.

frullix
frullix

Secondo me, le gare di xc, diventando sempre più difficili, tecniche, ed ” estreme “, saranno si affascinanti ma, fatte con le minime protezioni che richiede la disciplina, stanno diventando eccessivamente pericolose per gli atleti viste anche le velocità in gara.
Boh, forse mi sbaglio??
Condoglianze comunque alla famiglia, r.i.p.

srorange
srorange

Hai ragione! Gli ultimi tracciati presentati dal team Cannondale presentavano tratti molto pericolosi, rock garden degni di la Thuile.

bardina condor
bardina condor

Io ero a Meribel per la gara di XC, il percorso era si duro per le salite anche su pietraie, ma non cosi pericoloso come lo paventate.
Inoltre il percorso di XCE era compeltamente diverso da quello di XC.
La disgrazia puo sempre e comunque succedere.
Un saluto ad Annefleur, un grande abbraccio alla famiglia.

mountaindoctor
mountaindoctor

R.I.P. Sentite condoglianze alla famiglia di Annefleur. La notizia mi ha scosso.

Jacopo.p.
Jacopo.p.

effettivamente, questo non dovrebbe essere xc!!

d

ciò

R.I.P. annefleur

Bigbattery
Bigbattery

R.I.P. Condoglianze alla famiglia

francifranci28
francifranci28

Condoglianze alla famiglia….
Sfortunata anche la stazione di meribel, dopo michel adesso quello più grave di Annefleur
Di nuovo condoglianze alla famiglia…

chest
chest

R.i.p.

Mitzkal
Mitzkal

R.I.P.

crab
crab

Una notizia che non vorremmo mai sentire. Condoglianze alla famiglia.

krei
krei

R.I.P.

Giobg1907
Giobg1907

Che dire……si pensa sempre che il pericolo vero e proprio stia negli sport motoristici (ben più veloci), ma anche nel nostro meraviglioso sport può succedere la disgrazia. R.I.P. grande atleta.

Replay72
Replay72

Concordo: in uno sport come il nostro un coefficiente di rischio c’è sempre, non necessariamente soltanto nelle discipline gravity. Del resto ci si può ammazzare anche andando a comperare il pane… Perlomeno è morta facendo qualcosa che amava. R.I.P.. Condoglianze ai familiari.

Sandro6
Sandro6

condoglianze alla famiglia

giorgiocat
giorgiocat

Cavolo io sono a Meribel e non mi sono reso conto di nulla… che assurditá RIP Annefleur

vevey63
vevey63

RIP

@ndrew
@ndrew

RIP Annefleur

bisten
bisten

Ma le gare xce sono del circuito red bull..e dai vabasta con ste robe super extrem…solo per render all esasperaziobe qualsiasi cosa

kolang
kolang

nel filmato a 1:19 si vede un’atleta con un cartoncino in mano con scritto “Annefleur be strong” .. sai se si riferisce all’incidente ?

zebra70
zebra70

che disgrazia: un pensiero alla povera atleta RIP

bisten
bisten

Xce non è xc eliminator?? Cmq non avevo finito il commento..povera famiglia …e che lei riposi in pace

bisten
bisten

..e cmq tutte ste robe esterne esasperate…vanno un po ridimensionate..ma the show must go on..red bull in primis..non importa altro…purtroppo…

LUAI
LUAI

condoglianze alla famiglia, ciao campionessa, sempre con noi

parredj1683
parredj1683

Prima di tutto condoglianze alla famiglia… Ma io dico protezioni e casco integrale anche nel xce a parer mio

francescoMTB1
francescoMTB1

Condoglianze.

Rockyluca
Rockyluca

è morta un’atleta durante lo svolgimento di una gara (disgrazia che mi ha lasciato basito, R.I.P.) e gli organizzatori che fanno??? “The show must go on”… Metti il caso che qualche sponsor avesse avanzato l’ipotesi di un “rimborso” per aver sospeso o annullato l’evento.. Cosa che puntualmente si è verificata in occasione di tante altre tragedie simili: dalla F1 (ma quì è “scontato”, si tratta del business sport per eccellenza!), oppure al giro d’Italia quando a morire fu Weylandt…. Pensavo che il mondo della mtb fosse diverso da altre realtà, ma a quanto pare siamo tutti uguali davanti al dio denaro…

Marco Toniolo
Marco Toniolo

all’inizio sembrava che si fosse solo rotta la mandibola e avesse un trauma cranico. Solo dopo, in ospedale, le sue condizioni sono peggiorate a causa di un’emorragia celebrale.

E piantiamola di dire che per fare XC ci vogliono le protezioni e il casco integrale. Tutti gli sport dove c’è di mezzo la velocità sono pericolosi, ma non si può ucciderli facendo girare gli atleti con lo scafandro. I ciclisti su strada dovrebbero portare 5 caschi integrali, allora.

Fabrizio Nespoli
Fabrizio Nespoli

Un casco integrale non mi sembra uno scafandro.. Poi ognuno è libero di pensarla come vuole ma secondo questo ragionamento dovremmo vedere i piloti di motogp indossare ancora i caschi a scodella e pigiamini di pelle in stile Agostini.. a me pare giusto che sport e sicurezza si evolvano assieme. Tutti gli sport dove c’è di mezzo la velocità sono pericolosi ma certi rischi si possono limitare.

SuperDuilio
SuperDuilio

Siamo tutti bravi a mettere il segno meno a persone che non la pensano come i moderatori….ma questo è risaputo da tempo. Sono d’accordo con tutti coloro i quali scrivono che basterebbe imporre un casco in stile Parachute, magari riveduto e corretto per l’utilizzo, ed è probabile che ci scapperebbe qualche morto in meno. In bdc è dovuto morire più di un atleta prima di imporre il casco adesso aspettiamo (spero non ne accadano più) qualche altro brutto incidente così tutti a mettere R.i.p.
Se l’utilizzo di un casco meglio progettato alle caratteristiche di questa disciplina salvasse anche solo una vita perché non farlo???
Accomodatevi coi meno non mi fanno alcuna impressione

lele1974
lele1974

Penso che interrompere la manifestazione non era possibile, ma un almeno un po più di sobrietà nelle premiazioni, anche delle altre discipline, sarebbe stata cosa giusta e rispettosa.
Io per esempio ho assistito alle premiazioni della DH sabato pomeriggio e tutto si è svolto come se nulla fosse avvenuto ( ho saputo della tragedia solo sabato sera collegandomi a internet).
E solo una mia opinione.

Rockyluca
Rockyluca

…..e quindi sabato si stava ancora svolgendo l’evento ( non dico la XCE in particolare ma l’evento in generale)???? …… sono senza parole…..

bardina condor
bardina condor

Prima di ogni partenz della gara di XC è stata ricordata Annafleur con un minuto di silenzio.

giorgiocat
giorgiocat

Concordo un po’ di contegno in più non avrebbe guastato. Infatti una volta appresa la notizia, cioè solo il sabato sera, quelle cerimonie di premiazione così frastornanti, mi sono sembrate stonare, e ogni tanto mi ritrovavo a pensare: ” ma cavolo qui ieri è morta una ragazza, giovanissima, mentre gareggiava, e adesso si festeggia, boh!…” E io sono un appassionato scalmanato…IMHO

Rockyluca
Rockyluca

ok, ma credo che una volta appresa la notizia della morte l’evento era ancora in svolgimento. Almeno così mi sembra di capire leggendo il tuo report: “….Trasportata d’emergenza all’ospedale di Grenoble (quello dove era stato ricoverato anche Michael Schumacher), i medici non hanno potuto fare niente se non confermarne il decesso per emorragia celebrale, avvenuto questa mattina alla presenza dei genitori dell’atleta ventenne….”
Comunque rimane il fatto che purtroppo è morta una giovane donna…

raven
raven

perchè sospendere la gara sarebbe servito a…?

Rockyluca
Rockyluca

di sicuro non avrebbe riportato in vita la povera sfortunata…. però un minimo di rispetto!!!

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Il rispetto lo potresti mostrare tu smettendola di fare commenti mielosi che non portano a niente. Ascolta come è nata la decisione di far continuare il weekend di gare, trovi l’intervista al responsabile UCI nel replay donne: http://www.mtb-mag.com/replay-schurter-domina-absalon-vince-la-coppa-del-mondo/

lostinweb
lostinweb

Marco ho sempre letto e apprezzato tutti gli articoli che hai scritto e ora rimango basito di fronte alle risposte che pubblichi di rimando a chi,dimostra la giusta sensibilità in merito a degli episodi così tragici e che al tempo stesso si pone delle domande in merito a cosa si potrebbe fare per poter rendere queste competizioni non dico “sicure in senso assoluto” ma almeno un po’ meno rischiose per la vita dei partecipanti.

“ Il rispetto lo potresti mostrare tu smettendola di fare commenti mielosi che non portano a nulla”

Questa frase che definire “becera” è riduttivo ce la potresti spiegare meglio o è da intendersi solamente così per come è scritta? Voglio sperare che sia dovuta solamente da un’ infelice accostamento di termini da parte tua perchè diversamente non farebbe altro che confermare l’arroganza, la superficialità e la mancanza di quel minimo di sensibilità di cui sono permeate le tue precedenti risposte, proprio quella che al contrario tuo, molti di coloro che scrivono dimostrano di possedere..

raven
raven

Chi decide quale deve essere la giusta sensibilità? tu? Non confondiamo quello che “per noi è giusto” con leggi divine. Che senso ha interrompere le gare per un incidente? lo si fa se c’è una situazione pericolosa, altrimenti non ha senso. Parli di sensibilità, beh direi che per definizione appartiene alla sfera personale ed individuale, andare ad imporre sensibilità al prossimo non mi sembra una gran trovata. Ricorda inoltre che paese che vai, sensibilta che trovi.. Concordo con Marco che questi commenti non servono a molto, ed il rispetto per un atleta è ben altra cosa che fermare tutta la baracca, gesto teatrale figlio del Tipico atteggiamento italiano di deriva Catto-latin-romantico, completamente inutile.

lostinweb
lostinweb

Caro Raven non sono di certo io a dover decidere quale debba essere la giusta sensibilità ci mancherebbe, ma come forse tu saprai o meglio dovresti sapere, questa appartiene alla sfera della “ratio” che ognuno di noi dovrebbe avere a prescindere dal e uso la tua frase: ”paese che vai ,usanza che trovi”. Se poi questa la vuoi attribuire come dici alla sfera personale individuale va benissimo, infatti sei perfettamente in linea con il Marco pensiero punto. Forse più che cercare frasi ad effetto ( Tipico atteggiamento di deriva Catto- latin-romantico n.d.r.) per tenere le parti dell’autore dell’articolo, avresti fatto meglio e rileggerti più volte quanto da me scritto dal momento che la sensibilità era intesa a 360° e non solamente facendo riferimento a quella personale.

raven
raven

non tengo le parti di nessuno. A parte lo sproloquio su “ratio che ognuno di noi dovrebbe avere” (vuoi fare un inciso anche su eros e thantos?) mi spieghi che senso ha interrompere una weekend di gare? esattamente si dimostrerebbe rispetto di che cosa? Il tuo commento mi sembra molto superficiale, ed anche arrogante. Se vuoi fare qualcosa per commemorare la vittima fallo, ma fermare le gare non serve a niente. Se vuoi ti rispiego il concetto, “Forse più che cercare frasi ad effetto ( Tipico atteggiamento di deriva Catto- latin-romantico n.d.r.)” Certe popolazioni hanno la tendenza al dramma, in aggiunta sono attratte dalla pubblica espiazione. Questo deriva dal senso di colpa insito nella religione cattolica e dalla sensibilità tipica dei popoli “latini”. Tu rappresenti pienamente la media, per te e necessario stracciarsi le vesti e gridare in pubblico. Altri hanno altri modi di affrontare il dolore. Nel tuo modo di vedere il rispetto e NON FARE UNA COSA PER ESPIARE, in altre parti del mondo, e per altre persone il rispetto E FARE LE COSE AL MEGLIO POSSIBILE PER ONORARE LA MEMORIA. Due approcci diversi, inutile dire che l’Italiano medio preferisce non fare e frignare a fare e migliorare. Un primo passo potrebbe essere accettare che non tutti quelli che la pensano diversamente da te siano in difetto.

Marco Toniolo
Marco Toniolo

@raven: esattamente così è stato. Hanno chiesto a tutti i team, e sopratutto a quello della deceduta (Focus), cosa volessero fare e tutti sono stati d’accordo nel continuare a gareggiare. E la vincitrice ha onorato la memoria di Annefleur Kalvenhaar sul traguardo così:

xc

lostinweb
lostinweb

Ecco …ci mancava solamente la fotografia ad alto valore simbolico, essi perchè la gara,scriveranno sicuramente i media è stata portata a termine per Lei…….perchè Lei avrebbe voluto così e la vittoria manco a dirlo sarà stata dedicata ad Annefleur …….per ONORARNE LA MEMORIA! E dalle prossime gare tutto ricomincerà così come è stato lasciato, e chissenefrega se (speriamo di no ovviamente!!) qualcun altro si farà male, questo è il Circo BARNUM Signori e Signore ….prego venghino c’è ancora posto…..Ehhhh…caro Raven ,come vedi tutto secondo copione proprio come voleva la parte di mondo, quella buona non CATTO- VATTELAPESCA che si piange addosso,ma bensì quella che persegue ì principi del “ rispetto e FARE LE COSE AL MEGLIO POSSIBILE PER ONORARE LA MEMORIA”. Bene,se la parte di mondo nella quale te e quelli che la pensano come te è questa,sai cosa ti dico? Io scendo alla prossima ..Grazie.

raven
raven

Accomodati. Di arroganti frignoni intrisi d senso di colpa e pieno il mondo. Sto ancora aspettando di capire quale sarebbe stata la tua soluzione, oltre al fermare il tutto. Fai la classica confusine delle persone un po’ poco attrezzate. Confondi il “rispetto per la persona scomparsa”(ovviamente deciso da te le modalità migliori perché tu sei la morale del mondo) con la capacita di intervenire per risolvere i problemi. Quale sarebbe la relazione per te? In questo minestrone concettuale che fai alla fine non si fa nulla e si frigna tutti contenti. Sei il classico bigottino da bar. “E dalle prossime gare tutto ricomincerà così come è stato lasciato” tutto cosa? Ma sai di cosa si sta parlando? hai mai fatto una gara? Quanti morti ci sono stati in questo “circo” della coppa del mondo (che dura da circa una ventina di anni)? Eh si, si stava meglio quando si stava peggio e non ci sono più le mezze stagioni…..ed e ovviamente tutta colpa della Germania (questo sempre e comunque eh)

lostinweb
lostinweb

Si hai ragione Raven su tutta la linea .. tranquillo… grazie di esistere, ma ora siediti e respira con calma…..bravo così, ora prendi le goccine che ti faranno sentire meglio….così dopo potrai tornare in cortile a giocare, ma mi raccomando, la bicicletta non prenderla sino a che non ti sarai ristabilito per bene. Saluti.

raven
raven

Come volevasi dimostrare: tentativo di fare ironia/insultare per mandare il discorso “in vacca” (necessita di drammatizzare, captatio benevolentiae del pubblico, tentativo di umiliare in pubblico), contenuti inesistenti. Totale disprezzo per idee diverse dalle proprie. Il classico bigottino conservatore da bar di paese.

Rockyluca
Rockyluca

Ho riletto i miei commenti e… non vedo dove possa aver mancato di rispetto a qualcuno.
Esprimendo pensieri dettati dal mio “io” non intendevo imporre a nessuno la linea da seguire , al contrario di quello che qualcuno (@Raven) possa credere: ma quello che per me era auspicabile aspettarsi in caso di una disgrazia del genere, da classico “italiano medio” quale io sono e come dice @raven: con “… Tipico atteggiamento italiano di deriva Catto-latin-romantico, completamente inutile…”
essendo per l’appunto di origine latina e di cultura cattolica…(“Paese che vai, sensibilità che trovi…”)
Per rendere meno “mieloso” anche questo commento cosa dovrei aggiungere? un caz… o un vaff…??
ho trovato le ragioni del responsabile UCI “ragionevolmenti giuste”, e, se lo avessi saputo prima di scrivere, i miei commenti probabilmente sarebbero stati diversi…. mea culpa se non mi sono informato prima di scriverli. ma non per questo (ripeto) mi sembra di aver mancato di rispetto a nessuno.

anacron
anacron

@raven

Personalmento penso che abbiano fatto bene a non bloccare la gara, però non capisco cosa centra esprimere la propria personale opinone su una frase del direttur con: 1) l’essere cattolico ; 2) l’essere di origine latina; 3) essere un romantico. Sono italiano quindi Io sono tutte e tre queste cose eppure sono daccordo con te. A proposito non è colpa della Germania hai ragione anche su questo, ma a me i tedeschi stanno sul culo lo stesso..pazienza

raven
raven

@Rockyluca , non fare il pesce in barile, prima scrivi questo “è morta un’atleta durante lo svolgimento di una gara (disgrazia che mi ha lasciato basito, R.I.P.) e gli organizzatori che fanno??? “The show must go on”… Metti il caso che qualche sponsor avesse avanzato l’ipotesi di un “rimborso” per aver sospeso o annullato l’evento.. Cosa che puntualmente si è verificata in occasione di tante altre tragedie simili: dalla F1 (ma quì è “scontato”, si tratta del business sport per eccellenza!), oppure al giro d’Italia quando a morire fu Weylandt…. Pensavo che il mondo della mtb fosse diverso da altre realtà, ma a quanto pare siamo tutti uguali davanti al dio denaro…” e poi scrivi questo “non vedo dove possa aver mancato di rispetto a qualcuno.” Hai sparato sentenze (sbagliate) senza informarti e dando colpe e giudizi a destra e manca, alla faccia di “Esprimendo pensieri dettati dal mio “io” non intendevo imporre a nessuno la linea da seguire “. O sei bipolare o paraculo… @anacron , non sopporto chi spara sentenze del tipo: ” frase che definire “becera” “giusta sensibilità” e la perla “’arroganza, la superficialità e la mancanza di quel minimo di sensibilità di cui sono permeate le tue precedenti risposte, proprio quella che al contrario tuo, molti di coloro che scrivono dimostrano di possedere..”. Specialmente quando nel suo cercare di essere ecumenico aggredisce in modo miope gli altri. Il volersi appellare ad un comune senso del pudore ( da lui immaginato) per aggredire il pensiero altrui è… Read more »

Rockyluca
Rockyluca

pure paraculo (tra l’altro altro stereotipo dell’ italiano medio con atteggiamento di “deriva Catto-latin-romantico”, che “preferisce non fare e frignare a fare e migliorare” e da sempre “la colpa alla Germania”…..). quello che dici citandomi è tutto giusto, ma ancora non vedo dove io ho mancato di rispetto e soprattutto a chi, e poi…. io almeno un’opinione l’ho espressa (condivisa o meno)…..tu? oltre a dire che NON avresti interrotto la gara, cosa avresti fatto? per (cito) ” … FARE LE COSE AL MEGLIO POSSIBILE PER ONORARE LA MEMORIA…”?
poi mi spieghi a chi avrei dato colpe? e soprattutto colpe per cosa? per la morte di qualcuno? i giudizi (sbagliati o giusti che siano) sono figli del mio pensiero e quindi di fatto posso esprimerli (siamo ancora in un mondo libero) se poi non ti garbano la cosa mi rattrista ma non per questo mi sembra di averti mancato di rispetto dantoti del pesce in barile o del bipolare (a proposito sei psichiatra per affermare questo?).

raven
raven

Rocky fai pace con Luca e rileggete il mio post precedente (in cui ti spiego il perché del “pesce in barile”) ma, soprattutto, i tuoi precedenti (leggiti quello che ti ho quotato in cui accusi a destra e manca di fare scelte solo per convenienza economica “the show must go on ecc…”) ok che le parole sono gratis ma accusare senza ragione è mancare di rispetto. Per esempio “ma a quanto pare siamo tutti uguali davanti al dio denaro” quando non centra un tubo con il motivo delle scelte è offensivo.

Rockyluca
Rockyluca

L’ho letto e riletto ancora e…. dove tu dici che io accuso a desta e manca io vedo solo ” ….metti il caso che qualche sponsor avesse avanzato l’ipotesi…” mi pare di essere nel campo “dell’ipotetico” e quindi al massimo si può parlare di illazioni ( L’inferire argomentando, il processo mentale con cui da una premessa si trae una conseguenza logica. da treccani.it)….” the show must go on”? non è un’accusa, bensì quello che è successo (quindi la premessa da cui è scaturita l’illazione). “….cosa che puntualmente si è verificata in occasione di tragedie simili…” a confermare la premessa del caso specifico. “…a quanto pare ( riferito quindi “all’ipotetica” richiesta da parte degli sponsor) siamo tutti uguali davanti al dio denaro è la conclusione del discorso al netto di tutte le premesse e illazioni …
Tu però ancora non mi hai risposto: (cito) “… FARE LE COSE AL MEGLIO POSSIBILE PER ONORARE LA MEMORIA…”…
p.s Rocky e Luca non sono due persone, è solo un nickname e si scrive tutto attaccato, ah….. ma forse ti riferisci al fatto che sono bipolare (anche qui non mi hai detto se sei psichiatra per affermazioni del genere). vedi la differenza tra il modo di commentare? io nel campo dell’ipotetico e tu a darmi del paraculo o bipolare…..

Marco Toniolo
Marco Toniolo

La gara si è tenuta venerdì, il decesso è avvenuto sabato mattina.

Rockyluca
Rockyluca

questo l’ho appreso solo ora, quindi “decadono” tutti i miei propositi…

Andre27
Andre27

R.I.P.

Tommaso
Tommaso

GPA
GPA

Questa è una autentica tragedia. Purtroppo quando la fatalità entra in gioco si può fare davvero poco,anche se c’è stata idonea prevenzione. Molti anni fa ho dovuto soccorrere una compagna di squadra di sci club di mia figlia (allora avevano 11-12 anni) la quale,in un giro prima di riprendere gli allenamenti non aveva tenuto la linea in una curva stretta che immette in una stradina,volando fuori e andando a sbattere violentemente di faccia (ruotata di 90° rispetto al terreno) contro il tronco di un albero.Ovviamente indossava casco omologato e mascherina serviti pressochè a nulla. Fortunatamente per lei può ancora raccontarlo,la sua fortuna è stata quella di avere il sottoscritto a brevissima distanza ed alcuni amici del soccorso alpino insieme. Abbiamo chiamato l’elicottero e siamo riusciti a stabilizzarla sino al suo arrivo. Ha subito 3 interventi neurochirurgici ma è viva e in buone condizioni (ora ha 23 anni). Io sono il primo a sostenere l’importanza delle protezioni,ho scritto più volte che l’XC mi fa più paura dell’enduro per il rapporto tracciato/bici/abbigliamento ma purtroppo ci si può fare poco,al limite consigliare agli atleti l’uso di protezioni a loro discrezione.Piuttosto,questo vale soprattutto per l’enduro,credo sia utile(ma mi sembra che in XC sia già in atto) una selezione graduale come in tutti gli sport.Nel senso che,anche se capisco il piacere che prova il biker della domenica ad essere in gara con i top mondiali,questo semplicemente non dovrebbe essere ammesso,come in qualunque altro sport.Una gradazione di livelli per merito (con i relativi rischi associati) è… Read more »

maverik84m
maverik84m

R.i.P.

Chri81spark
Chri81spark

Sentite condoglianze alla famiglia

raisso
raisso

R.i.p

200mm
200mm

Nessun articolo su Pinkbike e su VitalMTB…mah!
R.i.p.

mascio
mascio

R.i.p.

Luciano_Falciani
Luciano_Falciani

Una tragedia immensa.
Spero che si faccia tutto il possibile perchè non accada mai più, impossibile direte ma mi accontento dello sforzo.
PS. Non credo che chi ha progettato le biciclete e gliaccessori che questi bravissimi ragazzi fanno girare avesse in mente gli ostacoli che si vedono ultimamente nelle gare XC e compagnia bella..

wilduca
wilduca

ciao Annefleur 😉

clax81
clax81

Condoglianze alla famiglia.

Scheggia
Scheggia

R,I.P.

ps credo andrebbe rivisto il regolamento in merito alle protezioni.
fosse per me obbligherei l’uso di protezioni per le parti vitali, come casco integrale, paraschiena e parapetto obbligatori.

SuperDuilio
SuperDuilio

Grande!

powderfinger
powderfinger

“Era l’ultima gara di XCE, dato che dall’anno prossimo il XCE non farà più parte del circuito UCI Worldcup”.

Destino beffardo.
Condoglianze.

Ghido68
Ghido68

Scusate ma ho visto il filmato della gara ma almeno nelle curve le transenne di ferro nudo così senza neanche una protezione non mi sembra tanto regolare. Poi la disgrazia è la disgrazia.

Pietro.68
Pietro.68

come si dice in questi casi, la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo.

Matteo Meroni

era una ragazza col volto di una bambina… queste cose non dovrebbero MAI accadere! le mie più forti e intense condoglianze alla famiglia

DanyReve
DanyReve

condogliaze alla famiglia
e speriamo che chi fa i tracciati cx li faccia x questa disciplina

Tc70
Tc70

Ciò che mi ha lasciato perplesso è che nei Tg nazionali non è minimamente stata resa notizia,o almeno io non l’ho sentito…a qualcuno risulta? E se vero,perchè,mi chiedo …perchè?! Di fronte ad una disgrazia cosi,nemmeno 2 parole di rispetto…rip Annefleur…

(in caso contrario,chiedo venia e ritiro ciò detto…)

Scheggia
Scheggia

delle tv, nessuna ha fatto un servizio, nemmeno di 15/20 secondi… è così da sempre a prescindere dall’incidente della povera méribel…
su sportitalia hanno fatto sicuro un servizio, però non l’ho visto completamente, quindi non so se hanno parlato della morte di méribel …

gaios73
gaios73

Il nome dell’atleta era Annefleur Kalvenhaar eh.

Comunque, pur non essendo io un fan dei coccodrilli mediatici, fa un po’ pena che nessuno abbia dato questa notizia…

anacron
anacron

Però se per caso un moscerino fosse entrato nell’occhio di Cristiano Ronaldo mentre beveva champagne al Twinga in compagnia di qualche topona russa amica della sua amica…questo si che l’avrebebro detto.

A volte questo paese mi fa schifo ma solo un po’.

lostinweb
lostinweb

“E piantiamola di dire che per fare XC ci vogliono le protezioni e il casco integrale. Tutti gli sport dove c’è di mezzo la velocità sono pericolosi, ma non si può ucciderli facendo girare gli atleti con lo scafandro. I ciclisti su strada dovrebbero portare 5 caschi integrali, allora.”

Questa è un tuo pensiero e spero proprio che non sia anche quello degli organizzatori di tali eventi perché qualora fosse così significherebbe totale disinteresse per la vita umana in favore solo e unicamente dello show business.

Luciano_Falciani
Luciano_Falciani

Concordo, penso che l’uso delle protezioni non tolga nulla al gesto sportivo o al divertimento dell’XC..
..nemmeno allo spettacolo..

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Non vedo l’ora di vedere Schurter, Absalon, Nibali e Cancellara con casco integrale e pettorina mentre prendono il via alla coppa del mondo XC o al Tour de France.

Luciano_Falciani
Luciano_Falciani

Mi sembri inutilmente esagerato..

Replay72
Replay72

Ricordo ancora le tappe del Giro d’Italia quand’ero piccolo con tutti i ciclisti col cappellino e nient’altro: oggi ci appare normale che mettano il casco e a questo si è giunti anche a seguito di diversi eventi tragici. Non dico che nelle gare di BdC e XC si debba andare in giro bardati come i motociclisti (io per primo metto il caschetto aperto e basta, anche se va detto che sono il tipo che a volte, se non se la sente, smonta di sella e scende a piedi) ma l’uso di caschetti con mentoniera tipo Parachute o similari, magari riprogettati per renderli più ergonomici ed agevoli da indossare, non mi sembrerebbe così fuori luogo… I caschi aperti non proteggono il viso e a me stesso è capitato in passato di dare una bella facciata al suolo e ritrovarmi con il mento aperto (tre punti di sutura).
Perdonami Marco: di solito ti seguo ma oggi mi sembri eccessivamente drastico nei toni.

Dario
Dario

Bah…io la penso come Marco (e non perchè è il moderatore o chissà cos’altro come ho letto in altri post), ma semplicemente perchè a ragione. Non si può imporre in una disciplina di resistenza fatica e mobilità come l’XC o , visto che è saltata fuori, la BCD ,le protezioni che dite voi , perchè impediscono troppi movimenti e cmq sono perfette per 5 minuti di gara non per ore…
Il rischio esiste sempre ovunque, lo dico sempre a mia madre quando mi insulta che vado in park: Se voglio essere sicuro di non farmi niente sto a casa.
Il punto è che non ne muoiono 10 a gara come sembra trasparire da certi commenti ma sono disgrazie isolate.
Il rischio esiste e fa parte dello spettacolo (anzi è una grande fetta della torta!) che piaccia oppure no.
Mi dispiace per la povera atleta sfortunata e per la sua famiglia.

Luciano_Falciani
Luciano_Falciani

Scusa Dario, ma qui nessuno vuole imporre alcuna protezione..
Per me le protezioni che un atleta XC usa oggi non sono più adeguate ai percorsi: XC è fatica e fisico? Che ci rimanga tale allora e si riducano certi passaggi tecnici..
Ma se poi vogliamo mettere i puntini sulle i, quanto dura una manche di XCE?

Bro17
Bro17

Concordo: mi sembri inutilmente esagerato! Anche un po’ spocchioso…

alucard3d
alucard3d

La disgrazia è che una ragazza ci abbia lasciato in un’ età così giovane facendo una gara di “bici”.
Se io genitore avessi la possibilità di scegliere per un figlio, protezioni si o protezioni no, sarebbe da stupiditi non farle mettere. Cosa costa far mettere una ginocchiera antitaglio o un casco tipo il parachute a gare di xc o corse su strada? Sei meno bravo se proteggi il tuo corpo da eventuali rischi? Inoltre la differenza tra sport pericolosi e rischiosi è:
Pericolo è quando un evento non si può evitare in nessun modo.
Rischioso è quando possiamo limitare il rischio di incidenti utilizzando un atteggiando particolare o degli apparati di sicurezza
Quindi lo sport è rischioso perché si decide di abbassare il livello di sicurezza.
Mi spiace ma come sempre il businness rovina il cervello delle persone che dovrebbero gestire la sicurezza degli sportivi.

Condoglianze alla famiglia.

Filippo97
Filippo97

Per ragioni che non e’ il caso di elencare purtroppo non pratico quasi piu’ questo sport, solo saltuariamente leggo il forum.
La notizia, da padre di 3 figli e (ormai-ex)biker mi ha molto rattristato ma, in tutta sincerita’ e senza polemica, non riesco veramente a capire se tutti quelli che stiano parlando di casco integrale, praraschiena (!!!) e altre protezioni, si siano mai attaccati in vita loro un pettotale ed abbiano partecipato ad una gara di XC o una GF o anche una gara udace di ciclismo su strada: avete mai provato a pedalare a tutta, coi polmoni che bruciano, naso e bocca che sembra non riescano ad aspirare tutta l’aria di cui hai bisogno? La gara, per me, significa questo e, sinceramente, non mi sognerei mai di farlo con una mentoniera davanti al muso o peggio una pettorina addosso.
Le cose, sempre secondo il mio parere, non sono semplicemente compatibili, lo dico alla luce delle poche gare che ho fatto (strada ed off-road) e delle giornate di divertimento in funivia con integrale e ginocchiere, sono due modi e mondi totalmente diversi di vivere la bici.
Non vogliamo realmente farci piu’ male in bici? Allora non andiamo piu’ in bici del tutto… vi assicuro che funziona perche’ purtroppo lo sto sperimentando da almeno 2 anni.

RIP Annefleur.

Happy trails & happy races a tutti.

fagottovolante
fagottovolante

Credo fermamente che nel rispetto di Annefleur e di tutti coloro che danno la vita per una loro passione vadano messe in discussione alcune cose, non sulla scia dell’emotività, ma con devozione ed intelligenza, se pensiamo ai caschi di alcuni anni fa ci viene da ridere all’idea di indossarli, pretendere una maggiore protezione del viso credo sia un dovere e diritto di ogni ciclista, sono certo che con l’impegno di tutti sia possibile realizzare prodotti più efficaci in tal senso pur mantenendo una certa comodità.
R.I.P. Annefleur

SuperDuilio
SuperDuilio

Completamente d’accordo, si raggiungono velocità da scooter e speriamo che i caschetti a “scodella” possano ancora far qualcosa.

Mario.lop
Mario.lop

A me sembra che non siamo più in grado di accettare la disgrazia, la fatalità, che bisogna sempre trovare un responsabile per i nostri errori! Basta! Non esiste la sicurezza assoluta!
Si può lavorare per ridurre i rischi statisticamente più elevati, ma ci sarà sempre un “buco nero” che non è possibile controllare, nella mtb ma anche in tutti gli aspetti della vita!

raven
raven

amen

gaios73
gaios73

Io da tempo penso che ci sia molta più proporzione tra rischi e protezioni+MTB nel DH che nell’XC.

Detto questo, c’è da dire che questa è la prima morte in tutta la storia della Coppa del Mondo, e non è che la gente non cada mai eh… quindi, sicuramente, e purtroppo, una grossa mano ce l’ha messa la sfiga – io personalmente ho fatto lo stesso tipo di incidente, volo di faccia su pietra, e benché mi tritai per bene, ancora sono qui.

bike60
bike60

secondo me il percorso dell’XCE non era particolarmente pericoloso, purtroppo le fatalità succedono ogni tanto. Certo cosa sarebbe potuto succedere se un tubeless difettoso avesse stallonato nella curva a 90° che immetteva sul ponticello di legno in salita o nella successiva discesa? cosa poteva succedere se un biker perdeva il controllo della bici sulle due paraboliche del percorso? o se l’urto di un sasso con il pedale avesse proiettato il biker in avanti nella pietraia? sono tutte cose che sono all’ordine del giorno nella guida fuoristrada, come si fa ad evitarle? non si fa fuoristrada!
Detto questo ritengo assolutamente inutile la polemica protezioni si/no, piuttosto che riflettano sul senso delle gara XCE (anzi l’hanno già fatto e hanno deciso di eliminare questa disciplina, purtroppo però prima è successo questo incidente tragico) e sul livello degli atleti che possono prendere parte a queste manifestazioni.
Gli organizzatori delle gare di ogni livello invece potrebbero cominciare a ragionare su quanto utilizzano per delimitare i percorsi, spesso vengono utilizzati dei paletti di ferro o legno a cui vengono legati i nastri e ogni tanto penso a come possa reagire la pelle della mia faccia se dovessi caderci sopra.

sambofoto
sambofoto

concordo in pieno con Comaz15.
Una preghiera per l’atleta e la sua famiglia.

werner4513
werner4513

Concordo sulla fatalità e sul destino beffardo, ma credo anch’io che spesso si esageri a voler spettacolizzare l’xc con tratti al limite della dh, questo perchè semplicemente gli atleti non sono abbastanza protetti in caso di caduta.
Ma non è il momento di polemizzare… come già detto da qualcuno, terribile è che una giovane ragazza ci abbia lasciato così presto.
Condoglianze ai suoi cari.

harlock@71

Fatemi capire,qui c’è gente che gira tutti i giorni con scooter e moto con caschi aperti a velocità sicuramente superiori,con un sacco di decessi con traumi facciali e cranici,il tutto omolagato ed in regola.
Succede un incidente mortale(primo nella coppa del mondo in vent’anni) in mtb e tutti a fare la morale sulla pericolosità di certe discipline.
Faccio un appunto sulle considerazioni fatte da alcuni sui percorsi xc. I vari ostacoli o tratti molto tecnici non sono stati inseriti per rendere più rischiosa la salute dei biker o “solo” per rendere le gare più spettacolari,ma perché il livello tecnico dei pro rider è elevatissimo,quando molti di noi o di voi biker normali vediamo certi passaggi ci sembrano esagerati per il semplice motivo che abbiamo difficoltà a superarli, o non ne siamo capaci.
Il casco integrale non lo mettiamo noi che possiamo fermarci a bere e prendere fiato,come potete pensare di farlo mettere a chi prende il gel e beve in uno max due punti al giro.

exmocug
exmocug

r.i.p

Ank
Ank

Che disgrazia per i familiari e per tutto il mondo delle MTB. Condoglianze alla famiglia

guido bocca
guido bocca

ma è solo una mia impressione o sui vari siti di redbull, uci.. ecc non è stato fatto neanche un accenno a questa disgrazia? e per fortuna che il mondo della mtb si considera una grande famiglia…. che amarezza
R.I.P.