Notte all’addiaccio nella neve per due biker dispersi nel Savonese

248

Sabato scorso due biker risultavano dispersi nella zona di Naso di Gatto (SV), dopo che le famiglie non li hanno visti rientrare da un giro in bici. Sono stati ritrovati il giorno dopo sani ma in ipotermia, visto che hanno dovuto passare la notte all’addiaccio nella neve dopo che si sono persi ed i telefoni si erano scaricati una volta allertati i soccorsi.

Questo quanto riferisce IVG:

I due sono stati individuati dall’elicottero dei vigili del fuoco.

Secondo le prime informazioni, i due biker (L.M. e G.M., rispettivamente di 42 e 51 anni) sarebbero in ipotermia e perciò saranno trasferiti in codice rosso al San Paolo di Savona da due ambulanze della croce bianca savonese.
Secondo quanto accertato, quando si sono resi conto di non riuscire a trovare la strada di casa, i due biker hanno allertato i soccorsi via cellulare, che poi si è scaricato. Perciò i due hanno trascorso tutta la notte all’addiaccio in un bivacco, con temperatura al di sotto dello zero e solo abbigliamento sportivo addosso.

Ad individuarli, come detto, è stato l’elicottero Drago, che ha segnalato poi la posizione al personale a terra. Vista la presenza di molta neve, medico e personale del soccorso alpino li hanno raggiunti utilizzando gli sci.

I due sono stati poi “vericellati” sull’elicottero e trasferiti al pronto soccorso. Le loro condizioni non sono buone ma non sono in pericolo di vita.

 

Commenti

  1. Alexrcl:

    Io nello zaino tengo sempre uno di quei telini di emergenza reversibili arancioni da un lato e dorati dall'altro, in più è a forma di sacco e quindi ci si può avvolgere dentro, ha un peso ridicolo ma male non fa in aggiunta ad un powebank a ricarica solare e ad un minikit di pronto soccorso...
    Non ci avevo mai pensato, grazie per il suggerimento. Ho già ordinato due teli. Difficilmente mi capiterà di perdermi d'inverno (mi limito a girare nelle mie zone che conosco al millimetro) ma basta anche un guasto meccanico o un banale infortunio che ci costringa a passare un paio d'ore al freddo. Ne ho presi 2 perchè nessuno dei miei compagni di uscite ce l'ha.
  2. Tronicox:

    Sulla copertina di sopravvivenza non ci fare troppo affidamento con temperature vicine e sotto lo zero e con la neve. Purtroppo lei trattiene calore che il tuo corpo produce, se non hai una fonte di calore alternativa. Con condizioni così difficili freddo, neve rischi di andare in iportermia velocemente.
    Grazie! aggiungo un accendino allora
  3. Omar69:

    Concordo con gli amici che si portano per i giri in montagna: Telo termico, kit pronto soccorso, fischietto, accendino, coltellino, una pila e un piccolo power bank, più per consultare oruxmaps che per telefonare visto che sulle mie Orobie se ti inoltri un po il segnale manca. Il tutto per la dimensione di un piccolo sacchetto di kway
    aggiungo la pila! grazie
Storia precedente

Bici della settimana #375: la Yeti ARC di Gamba.86

Storia successiva

Danny Hart firma con il team Cube Factory Racing

Gli ultimi articoli in News

Il team Yeti/Fox 2023

Eccovi al squadra Yeti/Fox per il 2023. [Comunicato stampa] – Il due volte campione del mondo…