Notte all’addiaccio nella neve per due biker dispersi nel Savonese

Notte all’addiaccio nella neve per due biker dispersi nel Savonese

Staff, 11/01/2021
Whatsapp
Staff, 11/01/2021

Sabato scorso due biker risultavano dispersi nella zona di Naso di Gatto (SV), dopo che le famiglie non li hanno visti rientrare da un giro in bici. Sono stati ritrovati il giorno dopo sani ma in ipotermia, visto che hanno dovuto passare la notte all’addiaccio nella neve dopo che si sono persi ed i telefoni si erano scaricati una volta allertati i soccorsi.

Questo quanto riferisce IVG:

I due sono stati individuati dall’elicottero dei vigili del fuoco.

Secondo le prime informazioni, i due biker (L.M. e G.M., rispettivamente di 42 e 51 anni) sarebbero in ipotermia e perciò saranno trasferiti in codice rosso al San Paolo di Savona da due ambulanze della croce bianca savonese.
Secondo quanto accertato, quando si sono resi conto di non riuscire a trovare la strada di casa, i due biker hanno allertato i soccorsi via cellulare, che poi si è scaricato. Perciò i due hanno trascorso tutta la notte all’addiaccio in un bivacco, con temperatura al di sotto dello zero e solo abbigliamento sportivo addosso.

Ad individuarli, come detto, è stato l’elicottero Drago, che ha segnalato poi la posizione al personale a terra. Vista la presenza di molta neve, medico e personale del soccorso alpino li hanno raggiunti utilizzando gli sci.

I due sono stati poi “vericellati” sull’elicottero e trasferiti al pronto soccorso. Le loro condizioni non sono buone ma non sono in pericolo di vita.

 

Commenti

  1. tylerdurden71:

    Anche a me il telefono quando fa freddo, passa da batteria piena a 0 in pochissimi minuti, leggendo quello che è successo a loro, mi rendo conto che la cosa può essere pericolosissima. Ho un vecchio iPhone (6s) a cui ho sostituito la batteria in un negozio ufficiale, ma la sostanza non è cambiata... sapete se c'è qualche accorgimento, anche i vostri fanno così?
    Ho avuto un Huawei che faceva così... quando andavo a sciare passava in pochi minuti dal 100% al 10%, però quando lo mettevi al caldo magicamente si ricaricava. Avevo risolto tenendolo in una tasca interna della giacca.
  2. marco:

    secondo me è sbagliato fare affidamento solo sul telefono. Magari l'hanno scaricato a furia di cercare campo.
    Piuttosto, una zona come quella del savonese non è il Borneo, mal che vada scendi in valle a caso nella neve, ma stare fermi tutta la notte con le temperature di quesi giorni...
    Certo, non si può fare affidamento solo sul telefono, quello che volevo dire è che avventurarsi nei boschi senza una pianificazione decente della gita può capitare, agli inesperti. Frasi trovare col telefono scarico al momento del bisogno, in generale è invece una roba inconcepibile.
  3. D-Lock:

    Lo fa anche il Garmin, successo proprio ieri. Ovviamente essendo montato sul manubrio è esposto al gelo, e sotto zero il mio Edge 1030 perdeva circa il 25% all'ora, in due ore era sceso al 55% da pienamente carico. Poi appena siamo saliti sopra lo zero termico ha ricominciato a consumare come al solito un 5% all'ora. Vedo che alcuni ebiker usano delle specie di coperte termiche per le batterie, perchè hanno lo stesso problema. Probabilmente tenere il telefono nello zaino/marsupio dentro una custodia termica può essere una soluzione.

    PS: in generale mi piace che se ne discuta per imparare tutti qualcosa per il futuro, piuttosto che arrivare qui con racconti da rambo di chi avrebbe fatto cosa al loro posto e dargli addosso.
    Ho dei problemi di batteria col garmin in questi gelidi giorni. Ieri in due ore e mezza è passato dal 100% al 20%......l'avevo dato per spacciato visto che ha cmq 7 anni, non avevo pensato all'effetto del freddo!

    C'è modo di verificare che sia effettivamente un problema termico e nn qualcosa d'altro?