Nuove ruote Ibis con prime impressioni di riding

Nuove ruote Ibis con prime impressioni di riding

07/04/2014
Whatsapp
07/04/2014

>>> This article is available also in English

Ibis si lancia nel mercato delle ruote e lo fa a modo suo, con tre modelli in carbonio. Abbiamo avuto la fortuna di poterle provare in quel di Moab, montate su una Ibis Ripley di cui leggerete il test a breve. Non male, se considerate che siamo stati il primo media al mondo a vedere e testare il nuovo prodotto della casa californiana!

toniolo-ibisripley-002

Scot Nicols, il fondatore e proprietario di Ibis, ci ha spiegato la filosofia che sta dietro alle nuove ruote: i cerchi larghi vanno meglio. Niente di nuovo, anche noi siamo convinti che i vantaggi siano evidenti. Primo fra tutti la maggiore stabilità della gomma, che non spancia. Secondo, la possibilità di usare pressioni più basse di un cerchio normale, proprio perché la gomma viene supportata meglio. Pressioni più basse significano miglior impronta a terra, dunque più trazione, ed una minor resistenza al rotolamento su terreni accidentati. Qui trovate un articolo specifico su questo tema.

Questa idea viene unita alla leggerezza e robustezza del carbonio. Se i pesi che vedrete qui sotto non vi faranno urlare al record, dovete pensare che, a parità di peso, un cerchio in carbonio è più robusto e rigido di uno un alluminio. Non solo, Ibis ha pensato di cambiare le pareti del cerchio: non sono la classica “J” rovesciata, ma hanno una forma rettangolare per resistere meglio agli urti. Secondo Ibis, che ha fatto una comparativa con prodotti concorrenti, i nuovi cerchi sono del 50 – 300% più resistenti proprio per questo accorgimento.

928-1600

I cerchi hanno 32 buchi rinforzati, per resistere ad eventuali rotture dei raggi. Questi sono classici raggi in acciaio acquistabili in qualsiasi negozio di bici. I nipples sono in alluminio 7075 e sono esterni al cerchio, così se si devono fare dei lavori con i raggi non bisogna togliere la gomma, il lattice e il nastro.

La larghezza dei 741 e 941 ha delle conseguenze sulla forma della gomma: questa si allarga di circa 3-5mm nella parte più larga della carcassa e la forma del battistrada sarà più squadrata. Per questo motivo Ibis consiglia di scegliere delle gomme che ben si adattano a dei cerchi larghi, tipicamente quelle più rotonde sul battistrada.

I mozzi sono anch’essi di casa Ibis, disponibili per perni da 9mm QR o 15mm per l’anteriore e 9mm QR o perno 12mm per il posteriore, con corpetti Shimano o SRAM XD.

Prezzi: 1.499 Euro.
Disponibilità: immediata, tranne per le 941, da maggio

741

IBIS_741_L3Qtr_Pair

Larghezza: 41mm esterna, 35mm interna.
Diametro: 27.5″
Peso:  1669g la coppia, 777g anteriore, 892g posteriore, solo cerchio 475g.

928

IBIS_928_L3Qtr_Pair (1)

Larghezza: 28mm esterna, 22mm interna
Diametro: 29″
Peso: 1545g, la coppia, 721g anteriore, 824g posteriore. solo cerchio: 390g.

941

Larghezza: 41mm esterna, 35mm interna.
Diametro: 29″
Peso: 1745g la coppia, 821g anteriore, 924g posteriore, solo cerchio 490g.
Queste ruote saranno disponibili non prima di maggio.

Prime impressioni di riding

toniolo-ibisripley-005

Le ruote che abbiamo provato a Moab sono le 928, e sono state montate su una Ibis Ripley, una trail bike 29″ con 120mm di escursione anteriore e posteriore. Se c’è un formato su cui si sente la differenza fra un paio di ruote in alluminio e uno in carbonio, questo é il 29 pollici. Prima di usare le 928, abbiamo trascorso una giornata piena con un’altra Ripley montata con delle Notubes ZTR Archex, che potete vedere nella foto qui sotto.

P1000391

La differenza di comportamento è netta, le 928 risultano più precise nella guida e più rigide quando si entra in curva. Non sono così rigide da rendere la bici inguidabile, ma ci sono sembrate nel giusto mezzo. Le 928 hanno un canale interno di 22mm, quindi il discorso della larghezza del cerchio fatto qui sopra non ha molta rilevanza, visto che sono i modelli 941 e 741 con il loro canale interno da 35mm ad essere interessanti sotto questo punto di vista.

Il terreno roccioso di Moab, unito a dei giri piuttosto massacranti per rider e bici, ha messo a dura prova i cerchi, con alcuni impatti veramente violenti, vuoi anche per la pressione delle gomme tenuta piuttosto bassa, per il tipo di trails: eravamo intorno agli 1.8 bar al posteriore e 1.7 all’anteriore. Malgrado alcuni “fine corsa”, in cui si è evitata la pizzicatura grazie alla latticizzazione delle gomme, i cerchi hanno tenuto bene.

Le grafiche sono molto sobrie, come potete vedere dalle foto. Abbiamo chiesto a Scot Nicols il motivo, e ci è stato risposto:

We tend to keep things understated, rather than “in your face”.  On the other hand, we will definitely be offering a different graphic treatment on the rims as an option.

toniolo-ibisripley-003

Questo non vuole essere un test, ma solo un primo assaggio. La prova di durata non tarderà ad arrivare!

Ibiscycles

toniolo-ibisripley-004

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
BrunoGe
BrunoGe

Prodotto interessante, anche se fin’ora le alchemist non riesce a farmele passare dalla testa nessun set di ruote.

ferrilamiere
ferrilamiere

la larghezza del canale è davvero
un miglioramento serio secondo me

ho montato un ztr flow ex davanti
al posto di un flow “normale” (25.5 mm contro 22.6)
si sente un sacco la differenza nella giuda
e anche il fatto di poter scendere con la pressione è positivo

ferrilamiere
ferrilamiere

una domanda marco

quando scrivi “Ibis ha pensato di cambiare le pareti del cerchio: non sono la classica “J” rovesciata, ma hanno una forma rettangolare per resistere meglio agli urti”
intendi che i cerchi non hanno il classico “ingaggio” per il tallone della gomma giusto ?
sono “hookless” quindi

ma la compatibilità va bene con qualsiasi gomma?
(sempre mettendo in conto la larghezza del canale ovviamente)

Marco Toniolo
Marco Toniolo

esatto. Come compatibilità non dovrebbero esserci problemi, ti saprò dire di più quando arrivano i cerchi per il test di durata

valeduke
valeduke

Sbaglio o non ci sono modelli di ruote da 26 ?
Se è così non è bello visto che la HDR nonostante sia montabile sia da 26 che 27.5 sia migliore in enduro da 26 ……
Se non ci credono più neanche loro al 26 …….

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Non sbagli, niente 26. Le 26 sono finite, in termini di vendite.

xzy
xzy

Chi l’avrebbe deciso ? Non dirmi gli acquirenti

Marco Toniolo
Marco Toniolo

fondamentalmente no. Ma se tu stesso vai a comprarti una nuova bici, dubito che prendi una 26″. Diciamo che la cosa é stata iniziata dalle aziende, ma ormai va avanti per inerzia perché sono in pochi a volersi comprare una 26 nuova adesso sapendo che fra un anno non riusciranno più a rivenderla.

xzy
xzy

Chi l’ha deciso ? Non dirmi gli acquirenti

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Mi sento sotto interrogatorio, manca solo la lampada in faccia…

È partito tutto dalle aziende, chiaro. Ma ormai é una valanga che non si ferma più.

xzy
xzy

Scusa ho postato un doppione per errore

xzy
xzy

Comunque ho apprezzato la tua risposta

Alessio-7791
Alessio-7791

Il 70% delle mtb nel mondo sono ancora 26 pollici..Io dovrei aquistare dei cerchi nuovi da 26 pollici e non ho intenzioni di cambiare bici …………(lo presa l’anno scorso)..E incredibile il marcheting ,stanno esagerendo. Spero di non offenderti .

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Il punto è semplice: un’azienda guarda al futuro, non al passato. Produrre ruote da 26 significa avere un ulteriore stampo da pagare, e altri costi.
Avranno fatto i loro conti su quanto spesso un biker che si compra delle ruote da 1500 euro cambia la bici: ogni anno, ogni 2? Questo significa che da qui a 2 anni i clienti con i soldi per queste ruote avranno un nuovo telaio, e sicuramente non da 26.

stons65
stons65

Bella anteprima!!! Complimenti!!

DancingLizard
DancingLizard

Troppo belli, se li avessi, appena li graffio mi trovano sul percorso a piangere rannicchiato in posizione fetale.

katoz1
katoz1

Della bici cosa puoi dirci,bella è bella…..un commento veloce!!!!

teoDH
teoDH

Peccato che non ci siano da 26… posso essere d’accordo sul puntare su nuovi formati, ma credo che il 90% delle bici in circolazione siano da 26, e quindi si precludono un mercato del ricambio enorme… oltretutto la 741 sarebbe un’ottima ruota da freeride e anche da DH…

Jack Bisi
Jack Bisi

con pp 15 anteriore e 142 al post…. bha…..

teoDH
teoDH

Jack, i mozzi si cambiano, anche se sono da 32 fori e non da 36…

wally73
wally73

domandine veloci…

come funziona il mantenimento della gomma nei cerchi senza il bordino?
anche i roval carbon di specialized mi pare sano così.

l’accoppiata schwalbe è quella che vorrei montare sulla mia 29 trail. ma molti mi hanno fatto venire dei dubbi perché la racing Ralph è veramente sottilissima di spalla. qualcuno l’ha tagliata anche su ghiaia, commenti?

se avete parlato con IBIS non è che hanno in progetto una HD 27,5 nuova ???

Marco Toniolo
Marco Toniolo

Racing Ralph usata sui sassi di Moab e ha tenuto molto bene, però sul calcare non saprei, non è certo una gomma robusta.

Senza la J rovesciata la gomma dovrebbe stallonare più facilmente se usi pressioni molto basse.

daniele0511

La RaRa non è certo una gomma da AM/Enduro, ma comunque c’è una grossa differenza tra i modelli normali e quello SnakeSkin, la resistenza ai tagli è imparagonabile.

scinto59

alla fine della fiera invece di comprare bici nuova in carbonio , bisognerebbe prendersi solo un bel set di ruote carbon…e tenersi il vecchio telaio!

FabioTS
FabioTS

a patto che il tuo telaio “vecchio” non sia da 26….
🙂

raven
raven

o continuare ad usare quello che al momento dell’acquisto ci sembrava il top!

Sarebbe interessante fare un sondaggio sul motivo per cui si vuole comprare una bici/componente nuovo.

mascio
mascio

Quella del cerchio senza tallone non mi sembra una grande invenzione.Probabilmente per garantire la tenuta della gomma fanno un cerchio con un diametro leggermente piú grande?

Mitzkal
Mitzkal

Mario Rossi: Buongiorno Sig.Ibis, vorrei un paio di ruote dello stesso marchio della mia bici, sa’, sono un vostro fanboy.
Sig.Ibis: Che formato le desidera?
M.R.: 26″ grazie.
S.I.: guardi, mi spiace, ma 26″ proprio non le facciamo, da meno di un anno non esistono quasi più bici nuove che montano questo formato, quindi non ce ne saranno praticamente più in circolazione. Non mi dica che lei e dei pochi al Mondo che nonostante la crisi economica non ha buttato via tutto il suo vecchio materiale per adeguarsi al nuovo trend?
M.R.: Ok, grazie, mi rivolgerò alla concorrenza.

Sempre più perplesso da certe scelte…

train58
train58

“Non mi dica che lei è dei pochi al Mondo che nonostante la crisi economica non ha buttato via tutto il suo vecchio materiale per adeguarsi al nuovo trend?” -.-
Questa risposta la dice lunga su come ti costringono a far quello che vogliono loro…Pare che sia una cosa da fare assolutamente quella di cambiare formato perché ormai e “vecchio”.
Fino ad ora non avevo mai commentato sul formato ruote. Domenica ho usato 4 bici da 29 in un test-bike e sinceramente non ho notato chissà quanta miglioria da farmi decidere di acquistare il formato in questione. Eppure sono uno che sta attento a tutto e cerco di notare le differenze. Sinceramente mi vien da rispondere : – Ma se ne vada a cagare!!!-
Scusate lo sfogo e l’off topic!

Alessio-7791
Alessio-7791

Forse la Ibis non ritiene opportuno montare i nuovi cerchi sulle 26 pollici …che disonore

concettareynolds
concettareynolds

Sono d’accordo con te Zagor kella !!! Mi fa incavolare da morire il fatto che siano altri a scegliere per te e questo non solo per quanto riguarda la mtb ma anche in altri settori quotidiani.
Io personalmente con la mia “vecchia” Commencal Meta 5.5 con ruote da 26″ mi trovo benissimo e visto che le danno ormai per morte me la terrò finché posso, poi quando arriverà il momento di cambiarla (per onorato servizio) mi guarderò intorno ( a buon intenditore poche parole ).
Di certo non sarà una 29″ !!!! Mamma mia che brutte !!!!!!