MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Nuovo Garmin Edge 1000

Nuovo Garmin Edge 1000

Nuovo Garmin Edge 1000

09/04/2014
Whatsapp
09/04/2014

[Comunicato stampa]
Un nuovo GPS per il ciclismo in grado di identificare tratti significativi di un tracciato e lanciare sfide contro altri ciclisti che hanno già percorso quella strada o che vi transiteranno successivamente. Edge 1000 avvisa l’utente dell’inizio e della fine del tratto “cronometrato” per alimentare una classifica virtuale su Garmin Connect. Questo e molto altro nelle nuove funzioni del GPS bike computer di Garmin più completo di sempre.

Il ciclismo è fatto di sfide e la salita è il terreno su cui duellare. Tutti i ciclisti hanno una manciata di ascese su cui misurare il proprio stato di forma, ma anche dove sfidare amici e compagni di squadra. Da oggi questi confronti avranno una nuova dimensione.
Grazie al nuovo arrivato in casa Garmin, Edge 1000, le sfide su strade di riferimento delle singole community di ciclisti diventano non solo “dirette” ma anche virtuali. Con la nuova funzione “segmenti” il GPS bike computer segnala l’inizio del tratto di strada da cui accelerare: che sia una salita storica ai piedi delle Dolomiti o un lungo rettilineo da pedalare in posizione aerodinamica, Edge 1000 avvia automaticamente il cronometro che si fermerà altermine del percorso. Fin qui tutto ok, ma sarà solo al rientro a casa che il ciclista potrà scoprire la propria posizione all’interno della classifica specifica di quel tratto stradale presente su Garmin Connect. Sarà l’occasione per analizzare i propri tempi sulla “solita salita” o per scoprire nuovi “avversari” e allargare la propria cerchia di colleghi in bicicletta. L’ultimo nato della famiglia Edge, con la funzione “segmenti” alza così l’asticella delle prestazioni.

GARMIN_Edge_1000

«Edge 1000 unisce tutte le caratteristiche più apprezzate dei suoi predecessori Edge Touring e Edge 810, a cui si aggiungono nuove funzionalità– ha commentato Maria Aprile, Marcom Manager di Garmin Italia – oltre a un ampio display 3’’ a colori touch screen ad alta risoluzione, ben visibile in bicicletta in tutte le condizioni meteo». Come il precedente Edge 810, infatti, il nuovo Garmin offre la possibilità di condividere sui principali social network (e in tempo reale) il proprio allenamento o gara grazie alla funzione Live Tracking oltre a scaricare i dettagli dell’uscita in bici su Garmin Connect™, la piattaforma mondiale con milioni di tracciati disponibili gratuitamente.

Sempre connesso.
Edge 1000 può essere associato al proprio smartphone (iPhone® 4s e successivi) così da ricevere e visualizzare notifiche e-mail ed sms, ed è anche possibile aggiornare in ogni momento il proprio profilo dati su Garmin Connect™ tramite protocolli di trasmissione Wireless, Smart Bluetooth®, e anche Wi-Fi®.

GARMIN_Edge_1000_ (7)

Lungo il giusto percorso.
Edge 1000 è dotato di mappa Garmin Cycle Map Europa precaricata che include contenuti OSM (Open StreetMap) con strade facilmente navigabili, piste ciclabili, dati di quota, punti di interesse (tra cui parchi e sentieri) e ricerca degli indirizzi, con indicazioni di svolta curva dopo curva, proprio come un navigatore da auto. Su Edge 1000 quindi si troveranno precaricate mappe specifiche sia per il ciclismo su strada sia per la mountain bike. Con la funzione Round Trip Routing al ciclista basterà inserire quanti chilometri vuole percorrere e Edge 1000 fornirà ben tre diverse possibilità di tracciato tra cui scegliere, specificando percorso e profili altimetrici, per non trovarsi a dover sostenere salite troppo impegnative per la propria preparazione. Le tracce potranno essere studiate tra loro, in modo da individuare quella più adatta alle proprie richieste.

Dati mai così chiari.
Edge 1000 è dotato di uno display a colori touch screen (utilizzabile anche indossando i guanti) ad alta risoluzione da 3 pollici. Le pagine sono personalizzabili con numerosi campi dati, così da poter monitorare il proprio andamento, sia che ci si trovi su sterrato, che su strada o lungo un percorso cicloturistico. Inoltre, il sensore di luce ambientale regola automaticamente la luminosità dello schermo in base alle condizioni di illuminazione esterna. Robusto e resistente all’acqua, Edge 1000 ha un’autonomia fino a 15 ore e
un’impermeabilità IPX7.

GARMIN_Edge_1000_ (4)

Velocità e cadenza.
Edge 1000 si integra con i sistemi di cambio elettronico Shimano Di2 per visualizzare che tipo di corona e pignone hai inserito. Potrai anche visualizzare lo stato di carica della batteria del cambio elettronico. E’ inoltre compatibile – tramite tecnologia ANT+™ – con fascia cardio e misuratore di potenza Vector™, e i nuovi sensori di velocità e cadenza di Garmin. Questi ultimi sono facili da installare da calibrare sulla propria bici, registrano la velocità e la distanza anche a GPS inattivo (come quando siamo in galleria), oltre che fornire dati sulla cadenza al minuto, permettendo un’analisi dettagliata degli allenamenti rendendoli sempre più efficaci e ottimali. Senza magneti, perché dotati di un accelerometro interno, o altre parti esposte, i nuovi sensori di velocità e cadenza possono essere facilmente spostati da una bicicletta all’altra.

Remote control.
L’innovativo accessorio GARMIN che ti permetterà di pedalare in sicurezza senza mai staccare le mani dal manubrio. E’ possibile posizionarlo sul lato freno destro/sinistro e direzionarlo nel verso che più ti è comodo da raggiungere con le dita. Potrai cambiare pagina, segnare i LAP e personalizzare un tasto dedicato “BLU” per comandare le opzioni che desideri, per esempio, andare direttamente sulla pagina mappa o accendere la retroilluminazione dal bottone dedicato.

Edge 1000 sarà disponibile nei migliori punti vendita ad un prezzo al pubblico a partire da 499,00 Euro. Disponibile una versione bundle con nuova fascia cardio HRM e nuovi sensori velocità/cadenza a 579,00 Euro e bundle TOPO Trek MapV3 a 679,00 euro.

Per informazioni: www.garmin.com/it

1000

 

 

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
barbasma
barbasma

presto i GPS ci diranno quando mangiare, bere e fare la cacca e di sicuro alzare la testa per guardare il panorama indicando la direzione in gradi dove guardare….
spero anche in una funzione tipo il tirapugni del lunapark…. “fai cagare… pedala più forte…” oppure “hai una bici di merda… cambiala…”

Sender 9.0
Sender 9.0

…….importante sarebbe se dice: hai messo il casco !!

spiri
spiri

ma sai alla fine tutto e’ utile per renderti la vita comoda ma non e’ indispensabile 😉

Clavius
Clavius

Gli SmartPhone già lo.fanno con applicazioni tipo Fit bit o s healt per tener d’occhio il regime alimentare e l’attività fisica, c’è anche qualcosa di garmin se non sbaglio che se venisse integrata con i suoi GPS per avete un riscontro globale sulla propria attività sportiva/alimentare non sarebbe male.

Worldbike Formia

Mi sa che terrò il vecchio Edge 800…. della connessione bluetooth (già introdotta con il modello 810) non saprei che farmene, perchè l’upload delle tracce lo faccio a casa…. quando sono in bici mi importa solo di sapere dove andare e registrare il percorso…

Che pensino, piuttosto, a migliorare l’autonomia e a sfruttare cartografie migliori (OpenMTB, ad esempio)… oppure a dirmi quanto manca prima di scollinare….

Lutrave
Lutrave

Ti do ragione, anche se il monitor più leggibile da 3″ non è male.. 😉

Pitaro
Pitaro

Il “quanto manca a scollinare” in effetti sarebbe una funzione geniale!

User99
User99

con l’800 inserisci i punti corsa nella traccia e, con il ‘distanza da successivo’, hai quello che ti serve 😉

wally73
wally73

il mio 800 in condizioni di luce forte non vedo quasi niente. troppo riflesso. nel bosco ok, ma non ci sono sempre durante un giro…

Pitaro
Pitaro

Bellissimo il discorso sicurezza: grazie al comando remoto puoi leggere gli sms mentre guidi, ma senza togliere le mani dal manubrio! 🙂
Però anche se fa ridere è già un grande passo in avanti rispetto alle pessime abitudini di molti (me compreso)

Una cosa mi domando: quanta gente c’è in giro disposta a spendere tutti sti soldi per un gps da bici quando per qualsiasi smartphone sono disponibili applicazioni gratuite o quasi che hanno più o meno le stesse funzioni?
Senza polemica ovviamente, solo per curiosità!

raven
raven

contami

Haran
Haran

Mah, io come innovazione mi sarei aspettato un display da 3,5″.

Antonino Cappella
Antonino Cappella

Uhm, segmenti, chissà che ne pensano quelli di Strava… Tra l’altro mi pare abbiano pure un paio di brevetti in proposito.

pablos
pablos

….scommetto che la prossima versione permetterà di fare telefonate….:-)

stevedebeuzevill
stevedebeuzevill

un buon passo in avanti, anche se per come uso il mio 800 non credo valga molto la pena il salto. Mi sconfinfera solo il display più grande e la migliore definizione (che non è il punto forte dell’800).

dott_djalemario
dott_djalemario

Ma un’evoluzione (in basso) di prezzo???

barbasma
barbasma

io uso molto i GPS… in auto in moto ovunque… sono utilissimi… anzi quasi indispensabili… fanno risparmiare tempo…

ma mi chiedo il perchè invece che semplificare le funzioni che probabilmente vogliamo tutti (trovami un sentiero sterrato tra A e B e dammi le info relative) … si aggiungono funzioni imho assolutamente futili… ma che indagine di mercato hanno fatto per fare i socialconfronti tra le prestazioni? magari vivo sulla luna ma praticando vari sport… nessuno che conosco ha mai pensato di voler correre, camminare, pedalare, sciare (in discesa e salita) confrontandosi in tempo reale con altri via internet…

cosa fa in più di un ETREX30 da 200 euro e che posso usare anche in moto o in auto???

daniele0511

Nessuno che conosci, ma su Strava sono in centinaia di migliaia… 😉

simo89
simo89

Questa moda di essere sempre connessi mi fa paura…almeno quando vado in bici voglio stare tranquillo senza queste menate…io uso un semplice etrex30 basta e avanza..

stons65
stons65

Io invece mi chiedo chi è che usa un Iphone sul manubrio in mtb….e dopo 2 ore la batteria è a terra…

Paolo M.
Paolo M.

beh il fatto che “ti vedano” gli altri,
da un qualsiasi supporto “elettronico” dotato,
è una gran cosa, ce l’ho sull’810 e non potrei più farne a meno, è una questione anche di sicurezza! A qualcuno è già capitato ….
oltre che comodo se ti devi incontrare con qualcuno durante un tragitto che non conosci particolarmente bene.

marcos9999
marcos9999

Ho un 510 (non mi lamento affatto) e a me basterebbe UNA sola funzione tipo un’icona banalissima che con UN solo click -in caso di emergenza- possa visualizzare immediatamente la posizione/coordinate in cui ci si trova da poter dire al volo al 118, se mi serve. Non star li a ricordarmi in quale sub-sub-sub-menu devo andarmelo a cercare. Questo per me è pensare alla sicurezza.
Perchè, diciamocelo, chi è che sente l’esigenza di leggersi un SMS mentre stai scoppiando in salita col rampichino, o magari cerchi di non infilare una scarpata mentre sei sul tecnico o in picchiata !? Dai, chi !? 😀

delmi
delmi

Ho il 510 anch’io (prima uscita fatta domenica) e devo dire che è molto valido. Prima usavo il cell con runtastic MTB in una tasca dello zaino.. riuscivo a sentire la voce indicare ad intervalli di tempo la distanza, le calorie ecc.. però avere tutto a portata di mano è veramente molto più comodo.
QUesta nuova versione non mi attira più di tanto perchè alla fine tanto vale prendere un buon supporto per cellulare e più o meno la situazione è analoga.. Come scritto sopra da altri gradirei invece la possibilità di usare le mappe OSM Cycle direttamente da Garmin Connect anzichè passare per altri siti, esportare la traccia e buttarla sul garmin..

Ciao!

SlowMotion
SlowMotion

Bah! Secondo me non hanno capito di avere come concorrenti telefoni ip67 (impermeabili) da meno di 200 € e peso molto più contenuto, visto che il telefono chiunque ce l’ha giá dietro, e un paio di batterie di scorta pesano molto meno di questo.
Lo schermo leggibile al sole, che si traduce nel non dover mettere la mano di fianco per fargli ombra quando si è in piena luce, vale 300€ (o 500 se consideriamo sempre che il telefono giá ce l’abbiamo indipendentemente)?
Almeno dovevano fare un prodotto dall’aspetto figo, quello schermino piccolo al centro di un grosso corpo non mi piace proprio, anche se capisco che così sia sicuramente ben protetto.

barbasma
barbasma

Manco so cosa sia strava

alonzorichardson
alonzorichardson

approfitto dell’argomento , spero non in ritardo , per chiedere lumi sulla funzione salva posizione sul 500.
in buona sostanza vorrei sapere come fare ad avere indicazioni (frecce, visto che il 500 non ha carte preinstallate), ma solo dati vettoriali, su come avviare il computer per essere indirizzato verso la posizione salvata, che sia home od un’altra.
ho girato i sottomenù ma nn trovo nulla per far partire il programma su una delle posizioni salvate.

grazie
e ancor più grazie se mi mandate msg privato

 

POTRESTI ESSERTI PERSO