Ogni quanto cambiare l’olio dei freni

19

L’olio dei freni si deteriora nel tempo per una serie di cause e va dunque cambiato regolarmente affinché i nostri freni lavorino al meglio. Va fatta una distinzione fra i due tipi di olii, o meglio di fluidi, usati negli impianti frenanti delle bici: il Dot e l’olio minerale. Infatti il primo resiste molto meglio alle alte temperature, ma è igroscopico, cioé tende ad assorbire l’umidità. Questa si trasforma in vapore rendendo la frenata spugnosa perché, al contrario del Dot, si comprime. Sarà dunque necessario fare regolarmente una sostituzione del fluido.

L’olio minerale non ha di questi problemi, ma tende a deteriorarsi nel tempo soprattutto in utilizzi gravosi, quindi con discese lunghe o quando si usa la bici molto spesso. Basta vedere il colore dell’olio dopo un po’ di tempo per rendersi conto di quante impurità entrino nel circuito frenante.



.

Vediamo dunque ogni quanto cambiare l’olio, o fluido, sulle nostre bici: impianti con Dot | impianti con olio minerale.
Per le procedure di spurgo vi rimando ai video dedicati: Spurgo freni Shimano | Spurgo freni SRAM | Spurgo freni Magura.

In collaborazione con Bike Lab Torino.

Commenti

  1. Nessunego:

    Per un uso non esasperato, se non ci sono problemi meccanici all'impianto, il freno per frenare continua a frenare anche con olio vecchio di 10 anni e nessuno si accorge di nulla nè si sente particolarmente motivato a sostituirlo. Se invece si fanno discipline che stressano l'impianto costantemente, nessuno vuole scoprire in corso di discesa che i suoi freni non frenano e giustamente cambia olio 1-2 volte all'anno anche.
    Secondo me tra l'olio vecchio di 10 anni e cambiarlo 2 volte l'anno, c'è una via di mezzo di buon senso che fa sì che nel corso della manutenzione ordinaria uno già che c'è l'olio lo cambia e può essere ogni 1-2-3 anni a seconda dell'uso che uno ne fa.
    Giusto, ma dipende dal freno, come ho anticipato, con i formula R1R, soprattutto il primo modello quello senza serbatoio almeno una volta l'anno raccomando il cambio olio, 2 è meglio. Gli shimano li dimentichi tanto sono affidabili, però per quello che costa una volta l'anno il cambio lo faccio (tra me e i miei figli sono 5 bici a cui cambio olio, è un lavoro in catena)
  2. Quello che volevo capire è: su freni Shimano intonsi, posso decidere di usare Dot al posto di olio minerale? E mi darebbe qualche vantaggio?
  3. fitzcarraldo358:

    Nelle auto si usa il Dot ma non si cambia certo tutti gli anni. Perchè mantiene prestazioni decenti anche da umido, ed il problema del volume in un impianto da auto non esiste.
    La prescrizione di molti costruttori è generalmente di sostiuirlo ogni due anni.
    Da qualche parte avevo trovato un articolo che esponeva un grafico relativo al degrado prestazionale del fluido (in particolate t di ebollizione) con il passare del tempo, e dal quale si evinceva che due anni erano un limite cautelativo per garantire l'integrità dell'impianto nel tempo e la sicurezza delle massime prestazioni.
    Ovviamente se uno l'auto la usa solo in città o su percorsi comunque con poche frenate potrebbe anche non accorgersi del degrado del medesimo dopo 10 anni perché le temperature di esercizio resteranno lontane da quelle limite del fluido.

    Nelle auto con cambio manuale inoltre lo stesso fluido è generalmente usato anche nei pistoncini che azionano la frizione.

    Il problema delle bici è che le quantità di fluido in gioco per ciascun impianto sono minime, le dimensioni idem e le sollecitazioni, almeno in ambito MTB, in genere potenzialmente molto elevate, più di quelle che vedrà mai un'auto nel suo uso "medio".
Storia precedente

Nuovo Rock Shox Vivid

Storia successiva

Swatch Nines 2023 visto dal drone

Gli ultimi articoli in Tech Corner