Perché il monocorona è la trasmissione migliore per la MTB (sfatiamo i falsi miti)

Perché il monocorona è la trasmissione migliore per la MTB (sfatiamo i falsi miti)

Daniel Naftali, 21/04/2021

La mountain bike ha detto praticamente addio alle trasmissioni 2x e 3x e con loro ha messo in soffitta il deragliatore anteriore. Vediamo i motivi che hanno portato a questa scelta e sfatiamo alcuni falsi miti riguardo alle trasmissioni 1x.

YouTube video

 

In collaborazione con Bike Lab.
Supporta il canale con un abbonamento.

 

Commenti

  1. Io sono passato ormai da quasi un anno da un classica 2x10 36/22 + 11/36 ad una mono 34 10/51 entrambi Shimano XT ed entrambi su bici da trail 130/130. Sono stato "obbligato" al passaggio al monocorona, ormai è lo standard, ma non ho fatto il cambio con entusiasmo. Devo ammettere che mi trovo bene anche con il mono, ma sono dell'idea che alla fine vantaggi e svantaggi si equivalgono. Per me non è mai stato un problema gestire anche il deragliatore anteriore, anzi in alcuni trail con saliscendi è più semplice e veloce "giocare" con le corone che non con i pignoni. Il maggior pregio del monocorona è la stabilità della catena, anche se un paio di volte sono riuscito a farla cadere anche lì, per il resto o si equivale, penso soprattutto al peso perché non credo che nel complesso la differenza di peso sia sostanziale (i "padelloni" posteriori da 51-45-39 pesano molto di più della corona eliminata davanti), o è in svantaggio il mono e qui mi riferisco alla rapportatura e ai costi. A livello di rapporti non intendo il range massimo, volendo si potrebbe ottenere anche il 700% con un pacco pignoni da 8v, perché alla fine siamo lì, ma alla spaziatura dei rapporti. Purtroppo con il mono si deve scendere a compromessi, la tabella allegata credo sia di semplice comprensione.View attachment


    A me per esempio manca tantissimo il 22/21 della doppia, rapporto che usavo moltissimo su molte delle salite che frequento. Con il mono il 33 è un pelo corto ed il 28 lungo. Non è un dramma perché non devo fare i tempi, però la cosa un po' mi disturba. Potrei montare un 34 davanti, ma poi andrei a sballare tutti gli altri rapporti.
    In conclusione io sono ancora un sostenitore del 2x10, un vero mulo ed accessibile nei costi, peccato però che ormai sia considerato preistoria.

    PS Il 2x11 no, non lo capisco proprio cosi come non capisco il 12V SRAM con la sua discutibile spaziatura!
  2. In effetti concordo con quanto dice nel video, ma speravo arrivasse a spiegare il perchè invece sulle specialissime campa ancora (e bene) la doppia
  3. sirc57:

    secondo me non e' ancora finita qua , mi aspetto un bel variatore di velocita sulla bici ,come uno scooter .E poi tutte queste menate sul monocorona non esiateranno piu ahahh
    Che poi, mi viene da pensare, quando ho chiesto all'artigiano che mi sta realizzando la bici di montare una trasmissione 2x11 questo ha storto il naso, come se avessi deflorato la più sacra delle purezze, poi teneva lì motori e mozzi motorizzati per la sua produzione di e-bike.
    Il socialmente accettabile è una revolving door.