Pi Rope: raggi da fibre tessili

Pi Rope: raggi da fibre tessili

12/11/2017
Whatsapp
12/11/2017

Avete letto bene: la giovane azienda tedesca Pi Rope ha sviluppato un progetto per produrre dei raggi in fibra tessile sintetica, i più leggeri sul mercato e, stando a quello che dicono, quelli che garantiscono più rigidità, perché la fibra permette di essere tirata ben oltre le normali tensioni dei raggi metallici.

Il progetto necessita finanziamento, qui trovate come parteciparvi e le informazioni dettagliate sul prodotto.  Questa è invece la loro pagina Facebook.

Qui sopra potete vedere un raggio, e sotto una ruota montata.

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
D
Davide_sd

E’ un’idea sicuramente molto innovativa. Credo che si presti meglio alla BDC che alla MTB. A me capita spesso di girare su sentieri con vegetazione molto attiva, dove i ramoscelli dei piccoli arbusti vanno ad interferire con i raggi. Temo che questi raggi potrebbero essere soggetti a sforzi di taglio eccessivi, rompendosi. Resta comunque un progetto molto molto interessante, e spero riescano a trovare i fondi per completarlo.

eventhepopesmokesdope
eventhepopesmokesdope

Un po’tipo il disk drive

D
Davidone

Pratico tiro con l’arco e ti assicuro che alcune fibre temono solo il calore di fiamma e le lame. Sono assolutamente insensibili ai ramoscelli ma anche ai rami. Forse un rischio remoto può provenire da rocce davvero taglienti

frenco

Però i raggi in fibra esistono da una vita, non hanno mai preso piede per tanti motivi.

stvrider
stvrider

frenco
credo che tu ti riferisca ai raggi mavic R-Sys…altra cosa…direi.
rigidi e singoli, con seri problemi sul punto di giunzione tra carbonio e metallo

Boncar
Boncar

No si riferisce hai raggi spinergy

A
Afa99pro

Si, io ho ancora su una 26″ le ruote Spinergy SPOX con i raggi in kevlar “flessibili”, mai avuto un problema con i raggi. Soltanto una volta ho strappato in nipples. Gran belle ruote con pure il corpo mozzo in carbonio.

C
ciciu

Andrebbero testati al taglio oltre che alla trazione
Le sassate che prendono i raggi , solo il telaio lo sa 😉

ottomilainsu
ottomilainsu

Quel passaggio attorcigliato su un pernettino al mozzo riduce di almeno il 50% la resistenza del filo e ne compromette enormemente la durata.
Mah!

Reynold
Reynold

non mi pare abbia un raggio cosi stretto da compromettere la resistenza della fibra.. ovviamente il tutto dipende dal tipo di fibra ma ci vogliono raggi ben più piccoli di quelli!

Gio63
Gio63

Non usano più le vecchie aramidiche. Le nuove generazioni di aramidiche e PBO hanno una resistenza di nodo nemmeno lontanamente paragonabile. Non trovo da nessuna parte che usano organiche, non avrebbe senso.

stvrider
stvrider

io non potrei mai utilizzarli…
già sbaglio lavaggi in lavatrice…
qui…se sbaglio detergente..mi ritrovo un cerchio da 26″ (scherzo…ovviamente)
..e direi che la tensione finale non dipende solo dai raggi,,,ma anche dal cerchio e dal nipple
cmq…….da osservare come idea

M
murphymax

Ma sbaglio o l’idea non è proprio nuova. Anzi è già da tempo che esistono raggi in fibre raggruppate, vedi Spinergy. Conosco anche gente che ci gira da anni

fitzcarraldo358

esatto Spinergy fa ruote con raggi in in PBO da almeno un decennio mi sa

frenco

[QUOTE="stvrider, post: 8254589, member: 120424"]frenco

credo che tu ti riferisca ai raggi mavic R-Sys…altra cosa…direi.

rigidi e singoli, con seri problemi sul punto di giunzione tra carbonio e metallo[/QUOTE]

No, pensavo a tanti esempi passati di raggi in fibra, tipo lightweight, topolino et similia.

Pensa alle vulnerabilità coi solventi, detergenti, UV, temperature e comunque invecchiamenti vari, poi hai bisogno di cerchi e mozzi dedicati… aerodinamica scadente…

frenco

appunto, anche spinergy…

G
gabriele(76)

Sono andato a vedere la presentazione del progetto sul sito. Puntano molto anche alle sedie a rotelle. A volte dimentico che non siamo gli unici ad usare delle ruote a raggiatura. Spero che il progetto possa avere un futuro.

lucamox
lucamox

mi sembra un progetto interessante, se fossero giá in commercio certamente ne monterei una anche solo per vedere come va

Reynold
Reynold

ma esistono un sacco di materiali con cui fare fibre con elevate proprietà meccaniche, resistenza ad attacco chimico/UV e al taglio..il più conosciuto: il Kevlar ma anche il PE ad ultra alto peso molecolare.. quindi magari aspettiamo di sapere di che materiale è prima!.. forse e dico forse peccheranno un po’ in rigidezza laterale

motobimbo

ma i raggi spinergy non sono composti di fibre vegetali….detto questo a me piacciono tanto.

fitzcarraldo358

[QUOTE="motobimbo, post: 8254995, member: 33762"]ma i raggi spinergy non sono composti di fibre vegetali….detto questo a me piacciono tanto.[/QUOTE]

ma chi ha parlato di fibre vegetali?

motobimbo

[QUOTE="fitzcarraldo358, post: 8255004, member: 35883"]ma chi ha parlato di fibre vegetali?[/QUOTE]

hai ragione….ho letto fibre tessili ed ho interpretato vegetali.

Happykiller
Happykiller

sono di lana merinos

Ivo
Ivo

Peccato che i raggi li si debba tirare uniformemente, altrimenti dando una buona accordatura alla ruota, nelle pause si potrebbe eseguire qualche brano per arpa

fitzcarraldo358

[QUOTE="motobimbo, post: 8255011, member: 33762"]hai ragione….ho letto fibre tessili ed ho interpretato vegetali….comunque per tornare a spinergy non credo che pbo sia roba tessile.[/QUOTE]

certo che PBO è roba tessile. è una fibra sintetica. Nei raggi Spinergy è rivestita da una guaina plastica per proteggerla dagli UV che altrimenti la deteriorerebbero in brevissimo tempo.

Reynold
Reynold

[QUOTE="Ivo, post: 8255410, member: 2018"]Peccato che i raggi li si debba tirare uniformemente, altrimenti dando una buona accordatura alla ruota, nelle pause si potrebbe eseguire qualche brano per arpa[/QUOTE]Ahahahah!.. lo stavo per dire io!

Inviato dal mio Nexus 4 utilizzando Tapatalk

G
gam0319

Potrebbero funzionare.
La resistenza non è problema a scegliere il materiale adatto.

Un altro aspetto da considerare è la dilatazione termica e l’elasticità.
Secondo me direi che nasceranno ruote con pregi e difetti.

frenco

Ma come spesso accade, bisognerebbe vedere nel futuro per sapere se veramente questa fibra è adatta all'uso che intendono farne. Solitamente queste fibre organiche si deteriorano col tempo, inoltre spesso il problema è la congiunzione tra la fibra e il nipplo regolabile che ne permette il tensionamento (se non è pretensionata e costampata). Uno sguardo a wikipedia svela un particolare interessante, ebbe un boom come materiale per i giubbotti antiproiettile al posto del kevlar, fino a quando due agenti furono colpiti, uno morto e uno ferito gravemente, e le indagini tecniche svelarono che la fibra si degradava e i giubbotti erano da buttare dopo meno di tre anni… Body armor[edit] Zylon gained wide use in U.S. police officers body armor protection in 1998 with its introduction by Second Chance Body Armor, Inc. But protective vests constructed with Zylon became controversial in late 2003 when Oceanside, CA Police Officer Tony Zeppetella's and Forest Hills, PA Police Officer Ed Limbacher's vests failed, leaving Zeppetella mortally wounded and Limbacher seriously injured. Some studies subsequently reported that the Zylon vests may degrade rapidly,[4] leaving wearers with significantly less protection than expected. Second Chance eventually recalled all of its zylon-containing vests, which led to its subsequent bankruptcy. In early 2005, Armor Holdings, Inc. first recalled its existing Zylon-based products, and decreased the rated lifespan warranty of new vests from 60 months to 30 months.[5] In August 2005, AHI decided to discontinue manufacturing all of its Zylon-containing vests. This was largely based on the actions of… Read more »

pk71
pk71

Qualche fondo lo meriterebbero soltanto per dare da mangiare a quel tipo, penso il capo della baracca, che spiega tutto l’archibugio, è talmente magro che sembra denutrito.
E poi qualcuno che si intende di marketing sa spiegarmi perché hanno presentato il prodotto sulle scale? forse per commuovere gli investitori?
Spero per loro che il nome da “Pi Rope” non diventi “Si Rompe”.

Reynold
Reynold

[QUOTE="frenco, post: 8255575, member: 227483"]Ma come spesso accade, bisognerebbe vedere nel futuro per sapere se veramente questa fibra è adatta all'uso che intendono farne. Solitamente queste fibre organiche si deteriorano col tempo, inoltre spesso il problema è la congiunzione tra la fibra e il nipplo regolabile che ne permette il tensionamento (se non è pretensionata e costampata). Uno sguardo a wikipedia svela un particolare interessante, ebbe un boom come materiale per i giubbotti antiproiettile al posto del kevlar, fino a quando due agenti furono colpiti, uno morto e uno ferito gravemente, e le indagini tecniche svelarono che la fibra si degradava e i giubbotti erano da buttare dopo meno di tre anni… Body armor[edit] Zylon gained wide use in U.S. police officers body armor protection in 1998 with its introduction by Second Chance Body Armor, Inc. But protective vests constructed with Zylon became controversial in late 2003 when Oceanside, CA Police Officer Tony Zeppetella's and Forest Hills, PA Police Officer Ed Limbacher's vests failed, leaving Zeppetella mortally wounded and Limbacher seriously injured. Some studies subsequently reported that the Zylon vests may degrade rapidly,[4] leaving wearers with significantly less protection than expected. Second Chance eventually recalled all of its zylon-containing vests, which led to its subsequent bankruptcy. In early 2005, Armor Holdings, Inc. first recalled its existing Zylon-based products, and decreased the rated lifespan warranty of new vests from 60 months to 30 months.[5] In August 2005, AHI decided to discontinue manufacturing all of its Zylon-containing vests. This was largely based… Read more »

frenco

google

Reynold
Reynold

Si su Google si trova un sacco di cose ma non ho trovato scritto da nessuna parte che loro, Pi Rope, usino lo zylon

Inviato dal mio Nexus 4 utilizzando Tapatalk

frenco

hai ragione, avevo frainteso io, usano Vectran

frenco

Vagando sul loro sito noto che nella tabella comparativa dei materiali omettono il dyneema, molto più leggero… e sembrerebbe con caratteristiche superiori, boh.

Poi guardo il sistema a doppio nipplo, ottimo perché consente di fare ruote tubeless native, e spero non sia in violazione del brevetto Mavic sul doppio nipplo…

In ogni caso ben vengano queste iniziative con la loro spinta innovativa, che possono solo spingere le altre aziende a migliorare il prodotto.

Reynold
Reynold

Mah queste cose non sono mica riuscito a trovarle sul loro sito.. ma poi cercano fondo con il crowdfunding è manco na parola in inglese!… Riguarderó meglio il sito

Inviato dal mio Nexus 4 utilizzando Tapatalk

frenco
fitzcarraldo358

una treccia in Vectran è probabilmente la soluzione più facile ed economica che potevano trovare dal punto di vista del materiale e della lavorazione, ma sulla carta ha prestazioni nettamente inferiori ad un unidirezionale in PBO o in carbonio. Dynema ancora meno problemi ma prestazioni ancora inferiori.

 

in ogni caso il Vecran soffre gli UV e dalle FAQ non si capisce se useranno una guaina (che aumenterà il peso, non per niente i raggi spinergy pesano di più) o se si accontenteranno di una resinatura con blande proprietà antiUV. Senza una guaina in ogni caso mi sembra del tutto sconsigliato l'uso in mtb visto che la resistenza al contatto con una roccia sarebbe alquanto bassa.

B
bbk

Sono disponibili alla vendita le ruote Pi Rope, su r2-bikee su bike24.
Raggi tessili (Vectran).
Cerchi in carbonio ed alluminio e mozzi prodotti da Newmen.

La curiosità sale…

 

POTRESTI ESSERTI PERSO