MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Sondaggio] Monocorona: si, no, forse?

[Sondaggio] Monocorona: si, no, forse?

[Sondaggio] Monocorona: si, no, forse?

24/03/2016
Whatsapp
24/03/2016

[ad3]

Sono passati quasi 4 anni dall’introduzione sul mercato dello SRAM XX1, il primo monocorona ad 11 velocità che ha di fatto messo in naftalina il deragliatore anteriore per molti biker. Molti, ma non tutti, perché in tanti casi la coperta si é rivelata corta: vuoi perché c’è chi non ha la gamba per spingere un 28×42, il rapporto più piccolo disponibile, vuoi perché c’è chi ha bisogno sia di un rapporto molto corto per le salite ripide che di uno molto lungo per poter spingere in pianura (per esempio alcuni granfondisti).

Visto che oggi è il “grande giorno” in cui presenteremo una novità che andrà a minare definitivamente le traballanti fondamenta su cui si erge la vecchia casa delle trasmissioni 2x e 3x, non sarebbe male fare un bilancio. Voi usate il monocorona? Quali sono i motivi della vostra scelta?

Votate, motivate, e soprattutto tornate su MTB MAG alle 15:00 per la novità accennata poco sopra!

Monocorona: si o no?

Results

Loading ... Loading ...

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
vagabondo73
vagabondo73

Ho votato x il monocorona, lo trovo molto comodo, ho il 28 42 su una 29 e si sale tranquillamente ovunque forse il 10 28 è un po’ corto

gasate
gasate

Attualmente ho un 32 e lo trovo un po duro ma riesco a tirarlo. Vorrei comprare il 30 ovale e vedere come va. Della singola mi piace la semplicità di guida. La leggerezza e se vogliamo l’eleganza. Se rapporti sono troppo corti? Per me no non sono in velocista . posso dire che in salita fatico abbastanza ma non è facile tirare il 32 10 in pianura provatelo.

gasate
gasate

Aggiungo che prima avevo una 29 con avanti singola da 27 e diretto 42 one u up e salivo dappertutto. Questa di adesso è più tosta da spingere ma ti alleni per forza di cose

nikolas
nikolas

Sono antico, in tutti i sensi, preferisco comunque avere più scelta (e NON perchè il monocorona non mi basta, come da risposta del sondaggio), giro con una tripla, ma sotto la doppia non scendo.
Ma il mondo è bello perchè vario.

argento.it
argento.it

Da scarso ciclista della domenica, il monocorona non fa per me. A parte il discorso della coperta corta, che mi tangerebbe relativamente perché non amo i rapporti molto corti, quello che più mi infastidisce del monocorona è l’eccessiva spaziatura tra i rapporti più corti. Salti di 5/6 denti sono troppo ampi.

Gilgamesh
Gilgamesh

Secondo me la coperta è corta solo per le granfondo, dove hai bisogno di tirare i 45 all’ora in alcuni punti e salire pezzi al 20% in altri. Fuori dalle gare basta scegliere la corona più adatta a se stessi.

pism
pism

Alla mia età, con la mia tartaruga ( ingoiata intera…), uscendo 1 volta alla settimana con la mia vecchia Sensor 29 da (credo) 14 kg, sarà dura farmi cambiare la mia tripla XT con rampichino da 20 della Mountain Goat. Sono felice, ed invidioso, per l’eccitazione che questa novità provoca ai possessori di “fisico adatto”, ma spero che nei sentieri ci sia posto anche per me 🙂
Ciao
Maurizio

Gabriele Zaffagnini

Mi associo… Anche la mia tartaruga ha dei problemi: è timida e si è voltata di schiena! 😀
Al momento del 22-36 faccio un uso smodato in salita perché voglio pedalare più agile che posso, se il nuovo gruppo permetterà di coprire simili rapporti tanto meglio. Altrimenti mi terrò i miei 3×9 e 3×10. Dell’estetica sulla bici senza deragliatore mi importa poco, della praticità non saprei cosa dire non avendo mai provato un 1×11 ed essendo abituato al deragliatore in tutte le situazioni, per la caduta catena finora non mi è ancora capitato di avere problemi, sarà per i percorsi poco scassati che faccio e/o perché vado piano… Quindi tutto sommato vado bene così. comunque mi porrei il problema di cambiare solo quando fossero presentati i gruppi 1×12 di fascia bassa, più consoni alle mie tasche ristrette e alle mie poche velleità di performance. visto che sono appena usciti gli 1×11 GX e NX credo ci sarà da aspettare un po’.

vagabondo73
vagabondo73

Anche io ho mangiato la tartaruga intera, forse anche 2 ma ti assicuro che se lo provi non lo lasci, è coma dalla tripla alla doppia, quando ti abbitui la tripla non riesci più a usarla, provato sulla mia pelle , e con il monocorona è uguale

Superdino
Superdino

Io ho 2 monocorona uno con il 24 /36 che uso su sterrato e l’altro con il 34/36 che uso per i trasferimenti su asfalto .posso passare dal 24 al 34 con un semplice clic ,nonostante non usi tendicatena guidacatena o ammenicoli vari la catena raramente casca .
Mi ritengo soddisfatto del mio doppio monocorona 😉

Claudio66
Claudio66

… Fantastica !ma solo io ho la sensazione che certe “opportunità” siano un po’ troppo imposte? ? Tipo il buco portaoggetti nel telaio della Specy? ?

Mitzkal
Mitzkal

Non sei l’unico, ma purtroppo ci sono imposizioni più gravi, come l’assenza dell’attacco del deragliatore su molti telai nuovi.

pujentilktm
pujentilktm

Ho un gruppo sram 2×11 appunto per colmare il vuoto della agilità nelle salite ripide e della durezza in pianura, mi trovo benissimo rispetto al monocorona davanti sto con 36/26 e dietro 10/42, va benissimo ho un range infinito di rapporti rispetto al monocorona e alla doppia 2×10

Worldbike Formia

Su alcuni siti tedeschi hanno già pubblicato immagini e dettagli dei nuovi XX1 Eagle e X01 Eagle (entrambi 1×12): voi cosa aspettate?

Sfaticato
Sfaticato

Marco lo ha scritto … aspettano le 15 …

Worldbike Formia

Non avevo visto….
Vabbé, mi affiderò a Google Translate per leggere in tetesco!

gianni1879
gianni1879

quando si firma un NDA non si dovrebbero pubblicare prima della scadenza. Se poi alcuni siti fanno di testa loro sarà un problema che avranno con sram direttamente

nicolapini
nicolapini

Io ho una 29 yeti sb 95 con monocorona 28×42 e salgo dappertutto (fin dove le capacità tecniche né lo permettono). Però essendo un appassionato, uscendo due o tre volte a settimana, non avendo pretese di alcun tipo posso dire che la coperta è un corta: è corta nei trasferimenti, mi piace partire da casa con la bici e quindi tornare con le mie forze e purtroppo in quei casi si spadello un po’. Quindi, sicuramente la presentazione di oggi (12v con pignone più grande) dovrebbe dare la possibilità a molti di montare un 30, un 32 su una 29 e non patire lo scarso allenamento e la mancanza della doppia.
Comunque io ho montato il monocorona per semplificare e si, per una scelta estetica: il manubrio pulito, il cavo in meno, il posto del deragliatore vuoto, rendono la bici più accattivante.

Roby80
Roby80

Ciao,

il 28-42 è leggero quindi è normale che sali bene, coefficiente 0,66 lo puoi paragonare ad una doppia dove hai la 24 davanti e il 36 dietro, stesso coefficiente, il problema come detto nell’articolo è la coperta corta, in questo modo sei veramente corto per piano e discesa, , quindi poi non risulta completo a 360°, questo nuovo andrà a coprire quel gap.

dlacego

Per fare enduro monocorona senza il minimo dubbio. Per la bici che uso per fare gamba, farmi giri esplorativi, andare a prendere il caffè ho una doppia. Ora che stanno uscendo pignoni più grandi penso che anche quest’ultima la passero a monocorona: la comodità e semplicità d’uso non ha paragoni!

tagnin
tagnin

ho la doppia ma niente contro il mono corona anzi,beato chi lo spinge,quello che trovo assurda è la scusa “quello che non c’è non si rompe”:ma davvero a qualcuno s’è mai rotto il deragliatore anteriore? bah, di certo a tanti con la singola casca la catena

MN_avatar
MN_avatar

beh io ho rotto un acera dopo quattro anni di onorato servizio, ma solo in seguito alla rottura del posteriore e della catena….

Stefbatt
Stefbatt

Monocorona tutta la vita! Su 26″ avevo 34 ovale e 36 dietro. Sulla 29″ 30 / 42 ed è fin troppo corto 😀

rimirkus1975
rimirkus1975

Per me non è questione di monocorona doppia o tripla, è il fatto che ci vogliate far credere che 12 pignoni al posteriore siano sta grande rivoluzione ! io la vedo più come una evoluzione di un sistema di trasmissione ormai quasi al limite , alla fine si tratta sempre di corone pignoni catena deragliatore e pedivelle ; la vera rivoluzione sarebbe un nuovo sistema di trasmissione (un po’ come successo dal passaggio di freni cantilever a freni a disco)

Roby80
Roby80

Certo, tipo i sistemi con il cambio al mozzo che eliminerebbero anche il deragliatore posteriore

pcortesi
pcortesi

Sulla Enduro da 26″ monto un 1×10 11-42 con il 30 e sono un ciclista della domenica, il 30×42 lo spingo abbastanza bene su delle belle rampe, e l’11 è più che sufficiente per spingere in pianura, quindi mono a vita, visto che mi semplifica la vita nella cambiata, nella gestione dello spazio sul manubrio etc etc etc. PS: con la doppia mi è caduta la catena, con il mono (senza guidacatena) mai.

Paulento
Paulento

come pcortesi, per ora monto 11-42 10 v con corona da 30, endurona con ruote 27.5…su alcune rampe ripide la mancanza di un rapporto più agile lo sento ma non tornerei alla doppia, troppo comodo il singolo comando e la libertà di montare senza giri strani il comando del reggisella a sx…ora che i prezzi si sono un po’ abbassati soprattutto sulle trasmissioni di media gamma, credo faro il passo di montare corpetto xd e passare a sram (almeno sul pacco pignoni, magari comando e cambio resteranno shimano). sicuramente un 12v aumenta il range di utilizzo, l’unico “difetto” (volutamente tra apici perchè difetto non è) è che sram ha praticamente il monopolio e shimano mi è rimasta al palo senza proporre alternative veramente competitive…peccato.

giancazaza
giancazaza

Se teniamo conto che sulla mia 29″ il 22-36 lo uso molto di rado e i rapporti 36-13 e 36-11 non li uso praticamente mai
un 28 con una cassetta 11-42 ci potrebbe stare
e poi il mio manubrio è una foresta di fili:
– Freno anteriore
– cambio anteriore
– blocco forcella
– freno posteriore
– cambio posteriore
– reggisella telescopico
… col monocorona avrei da gestire una levetta in meno
per ora giro con la doppia e va bene così … al massimo elimino un freno 😛

ilmarche
ilmarche

Purtroppo invece io (sempre su 29″) il 22-36 lo uso parecchio e non potrei rinunciarvi. Ma anche il 36-13 e 36-11 li uso moltissimo, in tutte le uscite.
Al limite se proprio dovessi, potrei rinunciare al 36-11 ma lo rimpiangerei molto…ho spesso dei tratti di trasferimento su asfalto e per rientrare a casa questi tratti sono in discesa o in falsopiano…
Del resto ho 45 anni e posso andare in bici solo una volta alla settimana, ma quando esco pedalo in media 4-6 ore e supero quasi sempre i 1500mt di dislivello.
Nelle mie condizioni un range molto ampio di rapporti è davvero troppo utile.
Comunque secondo me la scelta del monocorona non è solo una questione di allenamento…dipende davvero tanto dal tipo di uscite che si fanno e da dove si abita…
Poi è anche vero che spesso mi basterebbe caricare la bici in macchina per risolvere il problema della coperta corta…ma è una cosa che mi scoccia e faccio solo se indispensabile.

canyon67
canyon67

Mi trovo nelle tue stesse condizioni. Nei percorsi che faccio ci sono parecchi saliscendi e passare in un nanosecondo dal 38 al 24 non ha prezzo.

giancazaza
giancazaza

Marco se tra le risposte ci metti un “non mi dispiace ma vivo anche senza” voto quella.

200mm
200mm

Ho 2 bici con configurazione mono corona 30t 10-42 e 32t 10-42 e non tornerei più indietro, salgo ovunque, lo trovo comodo ed esteticamente “pulito”, quello che non c’è non si rompe e non devi nemmeno fargli manutenzione ?

jeanluc
jeanluc

Voto mono corona e non penso sia una coperta troppo corta, perchè dipende tutto dallo stato di forma, se non sei allenato non spingerai mai il rapporto più duro e nemmeno affronterai lunghe salite o oltre il 20 % dove hai bisogno del rapporto più leggero. Quindi in base alla gamba si sceglie la corona adeguata. Altrimenti meglio orientarsi su una bici a pedalata assistita.

FOF
FOF

L’unico dubbio che mi è sorto e’ questo: hanno chiamato il gruppo “Eagle” perché ti consente di arrivare dove osano lo acquile o piuttosto perché quelli di Sram sono le acquile e noi i polli da spennare?. Non ho votato al sondaggio, ho lasciato la doppia solo lo scorso anno, nei fatti mi trovavo bene prima come mi trovo bene oggi con la singola. Il resto è marketing.

ilmarche
ilmarche

Entrambe le ipotesi sono valide, ma temo che le Acquile non riescano a volare per via del peso di quella C di troppo… 😉

FOF
FOF

Cavoli! Hai ragione!

Lisadrardiode
Lisadrardiode

Azz… alle 15 sarò in bici…con la doppia!! voterei l’opzione “monocorona mi piacerebbe provarlo”
il problema è che quando avrò consumato il 2×11 della bici nuova sarò troppo vecchio..

Giorgio941
Giorgio941

Sull’enduro da 29 uso 33 ovale x 42, sull’enduro da 26 uso 33 x 36… per quello che voglio fare mi basta.
La semplicità d’uso della singola è imbattibile… IMHO

ducams4r
ducams4r

Il mio commento è stato eliminato, capisco…

Comunque uso il monocorona da anni e non tornerei indietro.

bike60
bike60

Monocorona…perchè non ci hanno pensato prima? fatelo un articolo con questo titolo…
davvero mi sembra pazzesco che prima avevamo bisogno di 24 rapporti e adesso con meno della metà facciamo tutto quello che facevamo prima e anche con meno problemi…faccio xc e uso una corona da 32, in alcune gare magari ci sarebbe stato meglio un 30 ma sono ancora qui a raccontarlo. Onestamente non sento la necessità di cambiare nuovamente rapportatura, a meno che non arrivi la novità che elimina anche la catena credo che morirò col monocorona montato sulla bici! 😉

litho
litho

Ritengo che, per chi abbia uno stato di forma adeguato, la monocorona sia un’ottima cosa, allegerisce e rende il tutto più snello. Non capisco però la gente che la monta esclusivamente per moda e poi magari si ritrova a dover fare tratti a piedi.
Monocorona sì ma con buon senso.

Cadricar
Cadricar

mono tutta la vita finche sto allenato, tuttavia il lavoro e gli impegni famigliari non mi permettono di allenarmi come vorrei cosi dopo oltre un anno di uso esagerato del X01 con la 32 ovale e 10-42 su 27,5 l’ho trasformata in 2×11 montando solo il deragliatore e la doppia GX 24/36. Faccio gli stessi giri alpini di prima con discreto dislivello e piuttosto lunghi anche se ora esco meno.
Secondo me per un uso amatoriale ludico sportivo un bel 1×12 sarebbe perfetto, 32 davanti, cassetta 10/45. Solo che i monocorona si usurano spesso, la prima cassetta mi è durata 1000km il 42 si usura a vista d’occhio, la seconda un po’ di più usando catene differenti più morbide (costa meno cambiare catene piuttosto che cassette) Ora con la doppia il 42 lo uso di rado

Tetsuo
Tetsuo

Assolutamente monocorona per me. Sistema più semplice, estetica più essenziale, meno roba che può rompersi o da regolare. Naturalmente ad ognuno il suo, ma per le mie esigenze avere una sola corona vuol dire togliere in un colpo solo:
-commando cambio ant e relative cavo
-deragliatore ant
-tendicatena
Una sola cosa mi dispiace: dover rinunciare al cambio a gabbia corta (che ho sempre adorato), ma non si può avere tutto.
Per la questione dei rapporti….sono un weekend-warrior (parola [email protected] per dire “ciclista della domenica”) e percorro i trails senza fretta: il 30×10 come velocità mi basta e avanza, il 30×42 in salita pure; per me a posto così grazie 🙂

pb0206
pb0206

Devo ancora provarlo, so già che sulla enduro sarebbe perfetto – ma su giri AM con trasferimenti o pianura non saprei. Quello che mi lascia perplesso è il peso del pacco pignone, per mantenerlo leggero vengono usati materiali che si consumano in fretta e la catena lavora molto.
Dipende molto dell’uso che uno fa della MTB, per come la uso io, la domenica e non tutte, la doppia non mi crea nessun problema. Non capisco questi marchi che sulla Entry Level, destinata a “bikers della domenica” che montano monocorona arrangiati giusto perché i telai non possono più supportare la doppia.

sesei
sesei

“Si, ma ho una seconda bici con una doppia” che risposta è?
E’ come dire che ho una bici col 52/11 ma ci faccio solo la ciclabile marittima.

La risposta è assolutamente assimilabile “Assolutamente no, i rapporti non mi bastano” solo che invece che usare una doppia usi due bici.
Mah!

scnia
scnia

A me il mono non mi ha mai convinto, ma non per la sua funzionalità (da quel che leggo va bene). Il punto è che faccio le stesse cose con la doppia, risparmiando visto che i prezzi di una trasmissione doppia son scesi da quando il mono si è diffuso (sembra quasi la storia del formato ruote). A me poi piace l’idea del deragliatore davanti e di una catena più robusta, alla fine il fatto di semplificazione della trasmissione è limitato nel senso che un cambio ben tarato non dà tutte ste rogne poi

Fabio Bozzo

ho 3 bici
2 con monocorona agili da AM puro, su tratti di trasferimento si frulla abbastanza, ma non mi interessa.
1 per uso più XCistico quasi stradistico e il monocorona non basta (o è troppo duro o troppo agile) e quindi vado di doppia

Dumpweed
Dumpweed

Io uso la doppia e sono soddisfatto, per la mia gamba e le mie esigenze è perfetto. Certo il monocorona mi piacerebbe, per la semplicità, per il minor peso, ma bisogna essere ben allenati per spingere certi rapporti per lungo tempo e soprattutto và in difficolta sui tratti in piano, dove ti basta mettere la catena sulla corona da 36 (o 38) con un clic e con due pedalate sei già davanti all’avversario che ti precede. La cuorisità di provare il mono cmq c’è, l’unica cosa che mi trattiene è la gamba e i costi; da quello che so si consumano molto più rapidamente corone e pignoni e gli sram non sono certo economici.
Se il di2 costasse la metà, per me sarebbe il top

MN_avatar
MN_avatar

per come la vedo io, i punti deboli del monocorona 11v sono:
poca durata dei componenti e costi elevati degli stessi
range di rapporti limitante se uno ha una sola bici

mentre per il monocorona modificato 10v:
funzionamento non ottimale
durata del pacco pignoni
range di rapporti insufficiente

In definitiva credo che sia ok per certi tipi di utilizzi, il top a livello di funzionamento, però cambiare una catena e un pacco pignoni una o piu volte in una stagione, anche senza fare 8000 km/anno è una cosa inammissibile. Certo se uno ha una enduro va bene, tanto il 70% del tempo lo passa in discesa. Se uno ha una sola bici magari da xc e ci fa anche asfalto, secondo me è un supplizio inutile, anche perchè una 2X10 ben regolata, con cambio frizionato non è che vada cosi male dai…

polreinero
polreinero

Votato a favore della mono perchè mi soddisfa in tutto (range di rapporti, semplicità, pulizia, stabilità della catena). Secondo me la 1×11 di sram con 10-42 è ottima così. Su bici da AM da 29 inizialmente avevo la corona da 32 poi ho preso anche una 30 da montare per i giri alpini. Personalmente non sento l’esigenza di un pignone più grande e nemmeno la mancanza di un rapporto più lungo per i trasferimenti.

marco1624
marco1624

Per me, con un braccio solo, sarebbe la soluzione almeno ad una parte dei problemi.
La parte destra del manubrio della Genius è fin troppo affollata:
deragliatori e freni, entrambi anteriori e posteriori, meno male che ho una manona che arriva quasi ovunque…
vorrei montare il reggisella telescopico ma, ora come ora, non c’è lo spazio fisico
solo a sinistra ho lasciato il TC, ma devo comunque fermarmi per cambiare posizione
Credo che la prossima bici avrà, volente o (forse) nolente, il monocorona.
Chissà che lo spazio lasciato dal manettino del deragliatore non venga subito sostituito da quello del telescopico.

Cadricar
Cadricar

sei un grande a riuscire ad andare in bici con un braccio solo! complimenti per la forza di volonta

marco1624
marco1624

Ti ringrazio

turkishweb
turkishweb

idolo!! 😀

marco1624
marco1624

Grazie.

rikiuan
rikiuan

Manca un’opzione: monocorona anche si ma ho una bici con una 2×10 e non intendo spendere per sostituire una trasmissione che funziona bene. Prossima bici volentieri il monocorona.

jimmy27
jimmy27

Ma del peso dei pignoni grandi non se ne preoccupa nessuno? Il deragliatore anteriore pesa 100 grammi ma se ne aggiungo 200 sulla cassetta dove sta il vantaggio? Che tra l’altro essendo una massa rorante e non sospesa è il posto peggiore dove andare ad aumentare il peso? io di sicuro per ora non cambio la mia doppia, vedremo cosa ci sarà sulla mia prossima biga

Paulento
Paulento

vero..aumento del peso sulla massa rotante…ma non è che devi calcolare solo il deragliatore anteriore, ma anche comando, guaina e cambio e una corona in meno con le relative viti. poi il confronto di peso va fatto a parità di gamma…e credo che un top di gamma monocorona pesi cmq meno di un parigamma che monta la doppia.

giusto per fare un esempio, il peso del pacco pignoni 10-42 più economico di sram , quello in acciaio tutto rivettato è di 394 g (dichiarato). già il pacco pignoni 11 velocità shimano xt pesa di più (dichiarato mi pare sia 430 g circa). se poi lo shimano lo usi in configurazione doppia il peso aumenta ancora.
quindi, sulla questione peso è sempre una questione di portafoglio :-)…ma confrontando prodotti sulla stessa fascia (più o meno) credo che alla fine il monocorona pesi meno…anche se questo non vuol dire una ceppa…perchè se uno ha bisogno della doppia perchè la coperta (almeno fino ad oggi;-)) è innegabilmente corta, credo che 100 grammi in più o meno non sia il problema.

robtorrevillamtb
robtorrevillamtb

Io viaggio ancora alla vecchia maniera; (22/32 con pacco pignoni 11-36) e riesco a salire quasi dappertutto. Mi piacerebbe provare il monocorona pero’ non mi piace assolutamente la linea catena sui pignoni estremi che oltre a causare attriti superiori a quelli che si hanno con la doppia, per forza di cose usurano anche molto prima i componenti……….ciao a tutti e buone pedalate! (singole o doppie che siano)…….

pcortesi
pcortesi

La maggiore usura dei componenti è dovuta al fatto che per contenere il peso fanno i pignoni in alu, già quelli in acciaio usurano mooooooolto meno, mentre per corone e catena, l’usura maggiore è durante la deragliata sulle corone, quindi a meno di fare corone di pongo, questi componenti sono meno soggetti a usura

jajamtb
jajamtb

Propongo un test semplice e oggettivo per togliere ogni dubbio su pesi e affidabilità.

Prendete un 1×12 completo di tutte le parti (escluso freni) e comparatene il peso (reale misurato col bilancino) con un gruppo doppia corona di PARI livello (interessante sarebbe un confronto tra XT11v 2X e un 1×12 di livello X01 ammesso che verrà presentato) .

Poi montate i due gruppi su due bici da trail della stessa tipologia, segnatevi i relativi prezzi di acquisto (reali) e macinate grossomodo gli stessi X000 Km. Alla fine dell’anno tirando le somme delle fatture del meccanico sarà semplice vedere quale dei due sistemi è piu’ affidabile anche in considerazione della spesa d’acquisto iniziale.

ilmarche
ilmarche

Per essere più corretto il confronto dovresti farlo usando una doppia 2×10, e non 2×11…
Le classiche 22-36 o 24-36 con cassetta 11-36.
Il range è più simile e pesi e costi sono inferiori.

Balzy
Balzy

Per quanto mi riguarda, per rispondere al sondaggio manca una scelta:
“Sono indeciso, non ho ancora avuto modo di provare il monocorona.”

Nessuna delle altre si identifica nella ragione per cui non ho ancora scelto il monocorona.

pcortesi
pcortesi

Se vuoi toglierti lo sfizio, con pochi € puoi convertire il tuo gruppo in un 1×10 e capire come va, considera che l’1×11 nativo funziona anche meglio.

pauluti
pauluti

Una cosa che forse non ha ancora detto nessuno, ma uno degli aspetti migliori che trovo con il monocorona è la tensione della catena. Se c’è una cosa che non sopporto è sentire “sbattere” la catena in discesa e col monocorona è tutta un’altra storia….e mai nemmeno mi è più scesa.
Non posso che consigliare vivamente a tutti i multipli di passare al mono.

MN_avatar
MN_avatar

domanda: hai provato anche una doppia con deragliatore posteriore con frizione? Perchè altrimenti il confronto è impari.

marcoita89
marcoita89

secondo me il monocorona è un bottino, eppure l’ho anche provato su una santa cruz Nomad ventisetteccinque… in salita hai un salto esagerato tra un pignone e l’altro, mi sono ritrovato con un rapporto troppo agile per salire e uno troppo duro. di pianura non ne faccio quasi mai e non avuto modo di provarlo.
ho montato una bici la scorsa settimana con uno splendido 2×11 e ne sono pienamente soddisfatto, non cade non gira non prilla e non batacchia

Deroma
Deroma

i discorsi sono semplici 1×12=12, 2×11=22
shcerzi a parte, lo so è provocatoria perchè ci sono rapporti doppioni, non li puoi usare tutti ecc ecc….. però personalmente il vantaggio di avere una scalatura migliore e quindi trovare più facilmente il rapporto che fa per me, soprattutto quando sono al limite, supera ancora i vantaggi dati dal mono, peso, semplicità (come se usare la doppia fosse roba da premi nobel vabbè), silenziosità (e anche qui senza fare polemica si sentono di quei freni che fischiano come un freccia 1000 e poi a me il rumore della catena che sbatacchia mi gasa guarda un pò!).
cmq sono d’accordo manca l’opzione ‘non l’ho mai provato quindi non saprei!’

luke1975
luke1975

Passato a monocorona da poco.. con il giusto allenamento lo trovo soddisfacente per i miei giri genovesi. Sulla resa alla distanza si vedrà. .

Alberto Andretta
Alberto Andretta

ho votato si, non lo uso da molto, ma allenandosi si spinge facilmente un 28-42 come monto io, toglie peso ed ingombro nel manubrio e la comodità è stellare, per non prlare poi di un fatto estetico, senza quell’accrocchio sul tubo sella, tra deragliatori, guidacatena e 3 corone……..

Anto62
Anto62

Ho due bici, una xc e un enduro, con monocorona, che presenta qualche difetto, ma ben compensato dai vantaggi.
Pro
peso, semplicità di funzionamento, rapidità, quasi eliminate le caduta di catena anteriori, durata dei componenti e diminuzione rischio rottura di catena.
Contro
Di fatto deve rinunciare a un rapporto (o molto agile o molto lungo).

Ideale sarebbe un 10/48, da abbinare a un 32 si và da 0.66 (pari a un 34/36) a 3.2 circa un 35/11 (3.18). Con 12 velocità si medierebbe qualche salto di rapporto eccessivo.

holleywhiteman5
holleywhiteman5

Ho da poco montato L’ xt monocorona su una vecchia cannondale rush, 30×11/42, e mi trovo molto bene!!!
In futuro penso di montarlo anche sulla mia GT grade!!!

Emanuele Fusrodah Mauro

La risposta è semplice, se hai un monocorona devi avere una buona gamba per colmare i salti tra un dente e l’altro… per non parlare del range di rapporti limitato.
Ogni gara ha la sua corona in rapporto alla potenza del biker.
Ad esempio in xc uso la 32 ovale per le salite e la 36 per le gare in pianura

pcortesi
pcortesi

Interessante, leggo molti commenti in cui si dice che le grandi case “CI OBBLIGANO……”
Non siete obbligati un bel niente, se volete mantenere una trasmissione 3×7 SIS, lo potete fare benissimo, se non volete montare le 10, 11, 12 velocità o la monocorona, liberissimi di farlo.
Se sostenete che le grandi case fanno uscire queste novità per farci spendere soldi, beh, o fanno delle cose veramente un passo avanti ( personalmente ritengo il monocorona un passo avanti, tanto che lo adotto anche con il 10V ) che funzionano, o gli acquirenti sono tutti dei pecoroni. Ma in entrambi i casi, come dare torto ai produttori, ci danno quello che volgiamo, una cosa nuova (o vecchia ma rinnovata) tutti gli anni perchè NOI, vogliamo una cosa nuova tutti gli anni. Siete Voi che decidete cosa comprare, NON LORO a obbligarvi…..

mountaindoctor
mountaindoctor

Eh eh eh eh, @pcortesi così la fai troppo semplice, usi la testa 🙂 E dire che basterebbe anche solo dare uno sguardo a un budget di marketing, e vedere quanto pesa la voce “analisi della domanda” 😉

mountaindoctor
mountaindoctor

PS: io ho mono e doppia, su due bici che non alterno in base alla rapportatura. Non entro in merito su cosa sia meglio o peggio (troppo personale), però devo ammettere fossi convinto che i nuovi gruppi 2×10 di Shimano e SRAM (XTR, XT, GX), che permettono di switchare dal mono alla doppia, avrebbero messo d’accordo tutti. Mi sbagliavo…

pcortesi
pcortesi

Certo che uso la testa, ma dopo aver valutato le cose con la passione. Certo, fosse per me avrei una Enduro 2016 in cabonio con la Liryk a cui mettere lo Sram a 12V ruote carbon etc etc etc. Ma alla fine mi accontento (e che bell’accontentarsi), della mia Enduro 2013 26″ pimpata da me e non mi sento obbligato……
PS: Fosse per me e potessi permettermelo, anche se sono una pippa, ne avrei almeno 5 o 6 d bici nel box
😉

tiziano73
tiziano73

giusto pcortesi,condivido il tuo pensiero.

Fabriziotor
Fabriziotor

Vabbè qui gareggiate quasi tutti e avete tutti molti soldi da destinare alle mtb….
A parte gli scherzi e le gambe allenate, vale il solito discorso già fatto tante volte: se hai soldi da investire si può benissimo pensare di passare al monocorona, l’1×12 poi dovrebbe essere ancora più interessante.
Avendo famiglia e figli ed essendo l’MTB solo una bella passione, non posso permettermi di cambiare guarnitura e resto a divertirmi sui sentieri Genovesi con quello che possiedo.
Capisco che nel commercio si tende a spacciare ogni giro di vite come una novità eclatante, ma tecnicamente sappiamo benissimo che non c’è nulla di nuovo sotto il sole. Quando SRAM o SHIMANO presenteranno un brevetto tipo il Pinion, o qualcosa di analogo sviluppato in casa, allora potremo parlare di novità. Quel giorno, lo sappiamo tutti, è lontano, perchè la legge economica è sempre la stessa: squadra che vince non si cambia, ovvero, guadagno più soldi a vendere quello che produco normalmente.
Buona MTB a tutti.

giorgiomartini
giorgiomartini

Anche io ho 12 pignoni, ma tre avanti e 9 dietro. Il più grande è un 42. Lo sviluppo è del 600%. P.S. l’escursione di oggi è andata benissimo.

tiziano73
tiziano73

ero un pò scettico sul monocorona,temevo come molti di aver la cosidetta coperta corta e in più con la doppia mi trovavo bene, poi quest’autunno un mio amico mi ha convinto a trasformarla in mono e adesso non tornerei più indietro,penso che fra qualche anno potrebbe essere lo standard nella mtb.

gotto
gotto

30/42 dal 2013 senza ripensamenti

canyon67
canyon67

Comunque il sondaggio mi sa che è un po drogato. Quando siamo al completo il ns gruppo di amici tocca la ventina e solo uno ha il monocorona. Però evidentemente siamo un gruppo anomalo.

RenaBiker
RenaBiker

MONOCORONA DA ANNI !!! X TUTTALAVITA !!!!! SENZA DUBBI !!!!

Gianz
Gianz

Monocorona mai provato, ma non mi convince del tutto.

L’idea che mi rimane in testa è un consumo smodato di catena e pacco pignoni, vuoi per il maggior numero di pignoni, vuoi per il lavoro della catena stessa su rapporti alti e bassi (gli estremi, insomma).
Adesso come adesso il pacco pignoni della mia scott scale 40, ormai da pensionare, ha 21.000 km sul groppone. Riuscirà il monocorona a fare altrettanto? 😀

Rayearth
Rayearth

niente impiccio del deragliatore centrale e più leggerezza. Meglio di così…

Maverick 89
Maverick 89

Attualmente uso due bici col monocorona una STJ FSR 26″ con 28/42 e devo dire che in pianura si frulla un po’,ma in salita si salgo bene o male ovunque con la gamba che ho io.
L’altra bici invece e’ una Rockymountain Thunderbolt BC 27.5″ con 32/42 beh,mi sto abituando a spingere il rapporto piu duro,ma sulle salite lunghe e ripide e sui giri lunghi si soffre alla fine e spingere un 32/10 in pianura con gomme da 2.3 si fa fatica…!!!
Il vantaggio di peso (circa 300g in meno sulla STJ rispetto alla doppia 38/24…) e’ sicuramente importante, come anche la comodita’ di cambiata e la pulizia cockpit sono sicuramente migliorate ma con 28/42 c’e’ la famosa “coperta corta”,sicuramente col 12v questo problema sara’ risolto!

janette97t
janette97t

Al momento su GT Sensor X Pro monto monocorona da 32t con xt 10v 11-42 (modificato ovviamente) e salgo ovunque. Assolutamente solo monocorona!

Sfaticato
Sfaticato

Continuo a non capire che fastidio vi da il comando del deragliatore.
Continuo a non capire perchè vi crea tanto disturbo cambiare volantina ogni tanto,
io prima della salita metto la piccola, in falsopiano quasi sempre la piccola, la grande quasi sempre su asfalto o sterrati ma in una uscita media non è che sono li tutto il tempo a usare il deragliatore!
Continuo a non capire quelli che montano la doppia senza il deragliatore, per cosa per 2 etti?
Continuo a non capire chi, PUR NON GAREGGIANDO, preferisce spendere 200 euro per un pacco pignoni invece dei 50-60 di un buon 10v.
Continuo a non capire chi cambia un gruppo completo su una bici spendendo centinaia di euro per passare al monocorona x11 per effettivi 3 etti su per giù (anche mal disposti se vogliamo).

Insomma … continuo a non capire.

Scherzi a parte il monocorona nativo (1×11 con mozzo dedicato, cambio, comando, catena) lo valuto come scelta per una nuova bici, non come upgrade su una esistente, amenochè non si usino le soluzioni 1×10 in modo da contenere i costi al solo pignone/i aggiuntivo/i.

Ripeto: parlo per uso amatoriale-escurionistico.

minion
minion

In primis meno manutenzione
Meno peso
La bici per me è piu’ bella (sarà un argomento futile … ma ci sta)
A me tutte ste combinazioni non servono e regolo meglio il mio sforzo fisico con l’11 (… già con il 10 velocità ero soddisfatto)

Riki174
Riki174

Ho il monocorona su 29.
Col trucco.
Quando leggo che tanta gente fa “salite alpine senza problemi” col 28-42 e 29 mi viene da sorridere.
Tutti 60kg e 5 allenamenti a settimana?
O le alpi dalle vostre parti sono piu’ tipo pianura padana?
Io sono quasi obeso e scarso in salita…ma mi sembra che
28-42 su 29 per 1500m d+ su sterrato in 10km sia un rapporto non adatto al 99.9% dei bikers.
Io onestamente x roba simile uso il 24-42…e x chi commenta che farei prima a andare a piedi ho dei consigli utilissimi 🙂

vito e alloggio
vito e alloggio

Io abito in liguria, al confine con la francia. Le salite qua non scherzano. Peso cento chili. Mi tiro un 32×42 (quando sono un po’ in molla ho un 30 di scorta)… Se si va in bici con una certa frequenza, lo si fa senza bisogno di essere silfidi e senza tanti patemi…

Mirko bru
Mirko bru

Monocorona solo sulla DH. Sulla 29′ da AM spingo una doppia 28/40 con un pacco pignoni 11/36. Sulla front da 26′ ancora 28/40, ma con un pignone max da 34.

luca.pejrani
luca.pejrani

OK, mi avete convinto, bello bello, ma con una bici del 2006 e una del 2011, quindi secondo i miei standard nuovissima, dovrò aspettare ancora un po’. L’unico motivo per cui la tripla non mi convince? Dovrei pagarla, per il resto sono un suo fan 😉

luca.pejrani
luca.pejrani

Volevo dire il monocorona. Scherzi a parte direi che se funziona tutto alla perfezione e piano piano escono le versioni più economiche, dovrebbe diventare lo standard.

nicosacco
nicosacco

Ho monocorona sia sulla full 27,5 che uso dal giro alpino al park 11v con corona da 32 ovale e anche sul frontino acciaioso in versione 10v e corona 30.. Mai più con il manettino anteriore!

windfed
windfed

Una domanda x i “tecnici ”
1×12… 1x 11…. la catena non lavora “storta”?

Gianz
Gianz

E’ la stessa cosa che mi chiedo anch’io. Non è che con simili rapportature e “storture” la catena dovrà esser cambiata ogni 2000 km?

minion
minion

Per me il Monocorona è perfetto

gianspecial
gianspecial

mono, mi trovo molto bene, sulla mia stumpj monto una corona da 30 con il pignone da 42 salgo anche su ripide del 26- 27 per cento

riro975
riro975

Nativamente su 29″ front 11v XT 26-36 davanti 11-40 dietro, ora 32 ovale davanti 11-50 dietro! Favoloso non tornerei mai indietro. 2 uscite max a settimana quindi ciclista della domenica (o sabato) 😉

 

POTRESTI ESSERTI PERSO