Specialized consegna direttamente a casa

149

Da oggi Specialized inizia a vendere direttamente le proprie biciclette grazie a due modalità: “Consegna a casa” e “Specialized Delivery“.

Specialized casa



.

Con l’opzione Consegna a casa la bici viene spedita a casa dell’acquirente pre-assemblata e “già testata, con poche componenti da assemblare, la tua nuova Specialized sarà pronta in alcuni minuti senza troppa fatica”, come recita la comunicazione di Specialized Italia. Questa opzione non vale per le ebike.

Mentre con l’opzione Specialized Delivery la bicicletta verrà consegnata da un professionista Specialized che si  occuperà di consegnare la bici assemblata direttamente a casa dell’acquirente, assicurandosi di metterlo in sella correttamente e “fornendogli consigli e strategie per ottenere il massimo dalla sua nuova bici”. La Specialized Delivery per ora è disponibile solo in provincia di Milano e zone limitrofe.

Queste due nuove modalità non sostituiscono la vendita tramite rivenditori, che continueranno ad essere presenti ed a fornire vendita e supporto post-vendita dei prodotti Specialized.

Sito Specialized

 

 

Commenti

  1. ANDREAMASE:

    Resto convinto che la scelta strategica non sia pubblicitaria, specy venderà (poco o tanto) veramente online.
    Che poi sia un bene per qualcuno e per chi, quello è un altro discorso.
    non è di certo pubblicitaria.
    È pubblicità quando comunicano di vendere 50 telai Epic custom a 7000€.

    In questo caso, invece, si va in una direzione bene precisa, cioé quella dove la casamadre controlla tutto il processo distributivo internamente. Vedere Pon (Santa cruz) o Trek negli USA, che continuano a comprare negozi per renderli monomarchio, sottraendoli addirittura a Specialized. In certe zone del Nordamerica comprare online una Speci è l'unico modo per non farsi giornate in auto.

    D'altro canto la bolla covid ha mostrato ancor di più la forza dei marchi che vendono online, Canyon in primis, che hanno sia le bici da vendere sia i prezzi competitivi, dimostrando che fanno dei numeri pazzeschi e che hanno dunque una forza contrattuale enorme.

    Hanno tutti aspettato troppo e sono convinti che aumentare i margini e diminuire i numeri sia la soluzione sufficiente a contrastare i marchi online. Vedremo nei prossimi anni.
  2. ANDREAMASE:

    Resto convinto che la scelta strategica non sia pubblicitaria, specy venderà (poco o tanto) veramente online.
    Che poi sia un bene per qualcuno e per chi, quello è un altro discorso.
    certo che non è una scelta strategica e che avranno un listino online.
    Però se andiamo a vedere le aziende che hanno il doppio canale online e rivenditori fisici (di qualsiasi prodotto), raramente si trova il listino online più basso di quello dei negozi, per non fregare tutti i rivenditori.
    diverso invece se hai solo la vendita online.
  3. BOGIA NEN:

    Quindi secondo te,non tenteranno se davvero vogliono intraprendere quella strada,una politica aggressiva sui prezzi come canyon?
    ma no, fanno l'esatto opposto, l'ho scritto
Storia precedente

Commencal presenta il nuovo team ufficiale di enduro

Storia successiva

Trek Top Fuel 2022: la AllCountry che non ti aspetti

Gli ultimi articoli in News