[Test] Five-Ten Freerider Pro

[Test] Five-Ten Freerider Pro

14/06/2012
Whatsapp
14/06/2012

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=156960&s=576[/img]

Dopo la comparativa fra Minnaar e Maltese Falcon, entrambe dedicate all’uso con sgancio rapido, parliamo questa volta di un modello di casa 5-10 studiato per l’utilizzo con pedali flat. Le Freerider Pro sono, a detta del costruttore, delle calzature che possono spaziare dalla DH allo skate park, dal dirt jumping all’all mountain e – perchè no visto l’aspetto gradevole – adatte anche per una capatina al bar. Noi ci siamo limitati ad utlizzarle in ambito all mountain e per delle giornate in bike park, alternando diversi tipi di pedali flat.

[img]http://fotoalbum.mtb-forum.it/image.php?id=153014&s=576[/img]

Per la suola delle Freerider Pro è stata scelta la mescola Stealth S1, la stessa utilizzata dalle ormai storiche Impact e quanto di meglio si possa desiderare in termini di grip. Altra caratteristica di questa mescola è l’elevato potere assorbente nei confronti degli urti, fattore che ne aumenta il comfort specie in caso di utilzzo prolungato e continuativo come potrebbe esser un’uscita all mountain.

Le scarpe hanno un taglio basso e non presentano le abbondanti imbottiture che caratterizzano altri modelli di casa Five-Ten. Ciononostante, la struttura delle Freerider Pro garantisce al piede un buon contenimento laterale e la suola è sufficientemente spessa e rigida perchè il pedale non dia troppo fastidio. Su quest’ultimo aspetto vi sono in realtà diverse sQuole di pensiero, dato che qualcuno ama “sentire” il pedale in nome di una maggior sensibilità. E’ però indubbio che una suola molto flessibile è alla lunga più faticosa, quindi ben venga un po’ di rigidità e potere assorbente in più quando si tratta di trascorrere molte ore sui pedali.

  

A livello di grip non possiamo fare altro che ripeterci ogni volta che la suola è la Stealth S1, e cioè che siamo ai massimi livelli. Con le Freerider Pro si cammina abbastanza agevolmente, dato che sono sufficientemente flessibile, calzano in modo stabile e sulle rocce asciutte garantiscono un ottimo grip. Qualche attenzione va invece posta sui fondi meno compatti a causa della scarsa tassellatura, ma si tratta di un inconveniente comune a tutte le calzature studiate per rendere al massimo su un pedale flat piuttosto che su uno skate.  L’unico reale appunto che ci sentiamo di muovere a queste calzature è la mancanza di un sistema di fissaggio delle stringhe, le quali si possono rivelare piuttosto pericolose se lasciate libere di sballonzolare (ed impigliarsi) dove capita. Una soluzione è quella di infilare lacci e parti terminali sotto le stringhe tese fra gli occhielli, ma un sistema come la classica fascia in velcro (peraltro adottata da Five-Ten su altri modelli) sarebbe più pratico e veloce, oltre che più elegante.

Visto l’incombere della stagione estiva, concludiamo con una nota sulla “freschezza” di queste scarpe: nonostante i piedi non si lessino come potrebbe avvenire con delle Impact High, le Freerider Pro sono più calde di quanto ci si potrebbe attendere vedendole in foto o la mancanza di abbondanti imbottiture potrebbe far credere. Inverno a parte, si tratta in ogni caso di scarpe utilizzabili in tutte le restanti stagioni, e d’altro canto è il prezzo da pagare per una calzatura che sappia essere comoda e ben contenitiva sia sui pedali che quando i piedi poggiano a terra.

 

Peso: 525 g (mis. 44.5)

Prezzo: 110 €
Fiveten.com 

Distributore per l’Italia: 4Guimp