[Test] Forcella MRP Ribbon Coil 29

[Test] Forcella MRP Ribbon Coil 29

05/06/2019
Whatsapp
05/06/2019

MRP entra nel campo delle forcelle a molla con la Ribbon Coil 29. Cerca di entrare in un settore dove mettersi al pari della concorrenza non é sicuramente facile. Ho avuto modo di usarla per due mesi, dove ho percorso dai sentieri più scassati a quelli più flow fino a quelli più ripidi, insomma ho avuto modo di portarla su quasi tutti i sentieri che si  possano trovare.

Iniziamo con il dare un occhio alla specifiche della forcella e su che bici e stata montata per il test.

Bici utilizzata

  • Scott Ransom Tuned 700, 29 pollici
  • Taglia: M
  • Ruote: GinRims 27.5 Carbon (profilo interno 30mm
  • Gomme: Michelin Wild Enduro Magi-x Front 2.4 e Michelin Wild Enduro Gum-x Rear 2.4.
  • DropperPost: Yep Uptmizer 155mm
  • Manubrio: Syncross Xinon 780mm , 20 mm Rise, 50 pipa manubrio.
  • Freni: Formula Cura 4
  • Trasmissione: X01

Dettagli MRP Ribbon Coil

  • Escursione: 140, 150 o 160 (29) – 150, 160 o 170 (27.5).  Regolabile internamente con incrementi da 1mm senza bisogno di parti aggiuntive.
  • Peso rilevato nella versione da 29 pollici e 160mm di escursione: 2.150 grammi.
  • Sistema a molle elicoidali con regolazione del precario tecnologia Ramp Control.
  • Molla: le bobine Soft, Medium e Hard sono incluse. La Extra Soft e la Extra Hard sono disponibili solo separatamente.
  • Nuovo ammortizzatore EssenTTial a doppio tubo senza camera d’aria che utilizza un IFP a bassa pressione.
  • Valvole di sfogo della pressione PSST che eliminano rapidamente e facilmente l’eccesso di pressione causata da variazioni di temperatura e/o altitudine.
  • Regolazioni esterne: compressione a bassa velocità 8 posizioni, Ramp Control 30 posizioni e ritorno 25 posizioni
  • Steli: 35mm
  • Regolazioni interne: corsa da 140 a 160 (29) da 150 a 170 (27.5).
  • Offset: 41mm, 46mm o 51mm
  • Supporto freno: 180mm PM compatibile con dischi fino a 203mm.
  • Pneumatici: fino a 2.6 x 29 e  3.0 x 27.5.
  • Perno: 15×110, standard QR15.
  • Prezzo: 1.099,00 – 1.168,90

Pulsanti di decompressione. Consigliano di usarli quando si hanno forti sbalzi di temperature o lunghe ascese.

Valvole PSST: ho provato a usarle un po di volte, ma lo scarico dell’aria in eccesso si é sentito soltanto in un paio di circostanze, segno che la Ribbon Coil non tende a subire così tanto le variazioni di temperatura.

Con il peso di 78kg senza abbigliamento ho utilizzato la molla verde durante il test.

Nello stelo sinistro sotto questo tappo troviamo la molla elicoidale.

Durante la sostituzione della molla originale ho avuto qualche problema durante l’estrazione, dovuta al gommino in plastica che riduce il rumore nella molla durante il funzionamento. Un mio consiglio é quello di controllare durante l’estrazione della stessa che la parte in plastica non sia danneggiata così da incastrarsi nella sede. Una volta estratta la molla ho rimosso questa parte e il problema si é risolto. Anche senza questo elemento non si sentono rumori della molla che sbatte.

Nello stelo destro troviamo la leva per regolare la compressione alle basse velocità tramite 8 click. Sullo stelo sinistro in basso troviamo la regolazione RampUp

La regolazione della compressione va a lavorare unicamente sulle compressioni a bassa velocità. Il cambiamento tra un click e l’altro é facile da sentire ma non così tanto incisivo da non trovare il giusto compromesso.

Attacco Post Mount 180 ed è possibile montare dischi fino a 203mm.

La valvola Ramp Control ci permette di poter gestire con facilita la progressività della molla andando a controllare sopratutto la parte finale della corsa. Se si rimane verso la fine del range del peso della molla è consigliabile fin da subito iniziare ad azionare questa regolazione con diversi click.

Sul campo

Come anticipato prima ho avuto modo di utilizzare questa forcella per due mesi, un lasso di tempo sufficientemente lungo per capire bene come funzionasse. Ho passato decisamente più tempo su sentieri tendenzialmente ripidi, tecnici e scassati. Fin da subito sapevo che non sarebbe stato un compito facile per questa forcella potermi convincere fino in fondo, perché abituato a utilizzare una Fox36 Kashima.  In salita ho provato fin da subito a chiudere completamente sia il RampUp che la compressione, ma se ci si sposta in piedi sulla bici la forcella affonda e oscilla comunque. Se si sta in sella rimane ferma senza dare troppo fastidio. Ma diciamocelo, chi opta per una forcella a molla non sta sicuramente cercando un prodotto che eccella nella scalata.

Per quel che riguarda la discesa, ho iniziato a utilizzare la Ribbon con la molla verde ed il RampUp completamente aperto e la compressione aperta, ed il rebound a 11 click. Come primo giro ho utilizzato un sentiero dietro casa non troppo impegnativo per iniziare a capire come potesse lavorare e dopo pochi giri mi son dovuto ricredere: la forcella divorava veramente tutto.

Dalle più piccole asperità fino a quelle più grosse sembrava davvero avere una corsa infinita. Super contento della prima impressione che mi ha dato, durante i giorni a seguire ho continuato con grande entusiasmo a utilizzarla. Ho iniziato a variare i trail su cui giravo andando a prendere sentieri più impegnativi e impervi per poter mettere sotto stress e capire fino a dove ci si poteva davvero spingere. Anche in questo caso sono rimasto davvero colpito sul quanto fosse morbida ma mi sono ben presto reso conto che tendeva ad utilizzare fin troppo facilmente l’intera corsa. Come ho notato questo problema ho iniziato con l’intervenire sulla RampControl utilizzando 10 click. Dopo questo piccolo cambiamento di setting ho riprovato lo stesso sentiero: si sentiva il sostegno maggiore su tutta la corsa e l’O-ring rimaneva a qualche millimetro dal fondo corsa. Provata sui sentieri dietro casa mi son spostato su una linea di salti poco distante da dove abito, lì ne abbiamo di ogni tipo dai salti più piccoli fino a quello più grossi. Come ho iniziato la linea di salti la forcella dopo i primi salti ha iniziato ad avere i primi veri e propri fondo corsa con il classico rumore metallico.

A questo punto ho provato a installare la molla blu. Purtroppo ho avuto modo di provarla veramente per pochi giri, perché fin da subito con questa molla si sente davvero picchiare in maniera molto fastidiosa sulle mani, risultando molto stancante durante le discese lunghe e impegnative (la forcella con questa molla era completamente aperta sul Ramp Control). Dopo questo breve test son ritornato sulla molla media (verde) che stavo utilizzando prima. Ho cambiato nuovamente il settaggio andando ad agire sul RampControl con 20 click e chiudendo le compressioni di 3 click. Con questa nuova taratura la forcella, che fosse sui salti o nelle pietraie più impegnative, rimaneva ben composta e morbida sui piccoli ostacoli. In frenata rimaneva ben supportata nella sua corsa senza andare ad affondare eccessivamente, e allo stesso tempo riusciva ad assorbire molto bene gli ostacoli e lasciare ancora quel leggero margine in caso di errore.

Conclusioni

La MRP Ribbon Coil è  forcella molto sensibile che divora gli ostacoli. Ho sentito la mancanza della regolazione separata della compressione alle alte e basse velocità, cosa che mi avrebbe aiutato a trovare il setting giusto. La sostituzione della molla non è delle più semplici. La consiglio a tutti coloro che non vogliono spendere cifre esorbitanti per una buona forcella a molla e non guardano il peso extra.

MRP
Distribuita in italia da RIE Cycle

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
la tzeca
la tzeca

“La consiglio a tutti coloro che non vogliono spendere cifre esorbitanti per una buona forcella a molla”

Uhm.

Tanto per curiosità: Visto che 1150€ sembrano essere bruscolini, chi vuole spendere cifre esorbitanti quanto dovrebbe sborsare ? E per che cosa ?

Marco Toniolo
la tzeca

"La consiglio a tutti coloro che non vogliono spendere cifre esorbitanti per una buona forcella a molla"

Uhm.

Tanto per curiosità: Visto che 1150€ sembrano essere bruscolini, chi vuole spendere cifre esorbitanti quanto dovrebbe sborsare ? E per che cosa ?

cioé l'unico commento che riesci a fare su un test così esaustivo è il prezzo?

la tzeca
la tzeca

La mia interpretazione della frase è: “per 1150€ non é male, ma c’é di meglio”.
Ed allora mi sono chiesto quanto occorra spendere per avere “di meglio”, e per quale forcella.

Ma vedo che là fuori è pieno di MacAskill, questo per esigenze, capacitá, sensibilità, e soprattutto budget.

P
pizzooo

a me sembra che i prezzi per forcelle enduro siano tutti più o meno lì…tranne fox

enzo steppa
enzo steppa

Il commento non è sul prezzo, ma sul “commento sul prezzo” del redattore.
In ogni caso il post di @la tzeca mi sembra pertinente e meritevole di risposta (così come è stata data)
PS: per 1.150 euro anche per me, basandosi solo su review senza prove dirette, mi orienterei su prodotti più collaudati

motobimbo
marco

cioé l'unico commento che riesci a fare su un test così esaustivo è il prezzo?

tanto prima o poi qualcuno lo tira in ballo sempre, no? 😉

fafnir

A parte un IFP a molla io non ho ancora capito cosa c'è dentro lo stelo destro…

P
pizzooo

le forcelle a molla mi attirano per l’affidabilità e la robustezza, domanda: da un punto di vista della manutenzione, se uno volesse farsela a casa, è completamente fattibile? avete fatto qualcosa in questo senso durante il test oppure solo il cambio di molla?

lollo72

Se avessi una Scott Ransom 700 probabilmente non sostituirei la Fox 36 con il Lockout per questa MRP Ribbon !

fafnir
la tzeca

Questa cosa è andata oltre: Semplicemente se per 1150€ non ho il top (al di là delle preferenze per/caratteristiche della molla), allora occorre porsi una qualche domanda. Come del resto faccio da tempo.

Da quando lo spendere di più garantisce di avere il top (come prestazioni)? Non è mai stato così.

Semmai puoi avere il top come immagine/percezione

salukkio
enzo steppa

Il commento non è sul prezzo, ma sul "commento sul prezzo" del redattore.
In ogni caso il post di @la tzeca mi sembra pertinente e meritevole di risposta (così come è stata data)
PS: per 1.150 euro anche per me, basandosi solo su review senza prove dirette, mi orienterei su prodotti più collaudati

La storia insegna che marchi blasonati inserendo nuove tecnologie nei propri prodotti, tra una serie e l'altra, hanno fatto passi indietro (vd. Fox sulla 36 di qualche anno fa).

Haran Banjo
Haran Banjo

Quale modello FOX?

Grazie

salukkio
Haran

Quale modello FOX?

Grazie

La Fox 36 ma non ricordo quale anno, che soffriva di scarsa sensibilità ai piccoli urti.

Sent from my SM-G950F using MTB-Forum mobile app

G
gto

i commenti sui prezzi sono sempre più presenti, al netto delle reazioni c’è da chiedersi la mtb è diventata uno sport per ricchi? , messa così è volutamente provocatoria ma certo che chi di voi come me si tiene il conto di tutte le spese fatte sulla mtb in un anno non può che restarne stupefatto. Io ho 2 figli cominciano a venire con me in mtb e sono sinceramente un pelo preoccupato di come fare a mantenere 3 mtb all’ anno .

fafnir
gto

i commenti sui prezzi sono sempre più presenti, al netto delle reazioni c'è da chiedersi la mtb è diventata uno sport per ricchi? , messa così è volutamente provocatoria ma certo che chi di voi come me si tiene il conto di tutte le spese fatte sulla mtb in un anno non può che restarne stupefatto. Io ho 2 figli cominciano a venire con me in mtb e sono sinceramente un pelo preoccupato di come fare a mantenere 3 mtb all' anno .

No trasmissioni eagle, no sospensioni Fox (e cane creek, purtroppo), no ruote di polenta, girare gonfi, fatti tutto in casa e ce la fai.