[Test] Lupine Wilma R7

[Test] Lupine Wilma R7

18/01/2016
Whatsapp
18/01/2016

[ad3]

Giornate brevi unite a bel tempo significano una sola cosa: notturne!  Lupine ci ha mandato una delle sue lampade più potenti, la Wilma R7, dotata di ben 3200 Lumen, da provare durante il periodo più buio dell’anno.

F75R6875

Analisi statica

I dettagli tecnici della Wilma sembrano usciti da un sogno di un ingegnere tedesco, e non per niente questo prodotto è totalmente made in Germany, con una cura per i dettagli che, agli attenti lettori di MTB MAG, faranno venire in mente la cura maniacale di un altro brand teutonico: Liteville. Scusate la lunghezza della presentazione, ma aiuta anche a capire il prezzo di questa lampada, e le differenze rispetto a soluzioni più economiche.

Cominciamo dalle caratteristiche della lampada, testata secondo gli FL1 Standard, stabiliti dalla ANSI (American National Standards Institute) e dalla NEMA (National Electrical Manufacturers Association). Come potete vedere dal grafico qui sotto, il raggio di luce, alla massima potenza, arriva a 325 metri di distanza, e la sua luminosità è molto alta (per una spiegazione delle singole voci andate qui). Non solo, ma la Wilma è anche resistente all’acqua e agli impatti con il terreno. Il corpo è in alluminio 6061-T6 lavorato in CNC.

Screen Shot 2016-01-17 at 21.08.54

Il cuore del sistema è dato dai quattro led Cree XM-L2 U4, settabili in 10 diverse luminosità a partire da 45 Lumen fino ad arrivare ai 3200 di massima potenza. Oltre alla modalità fissa, Lupine ha pensato ad un SOS in codice morse luminoso, che manda un segnale fino a batteria scarica per far individuare la persona in difficoltà.

F75R6897

Molta attenzione è stata riposta nell’indicazione della carica ancora rimanente nella batteria. Infatti, oltre ai led presenti sulla batteria stessa, la luce presente sulla testa della lampada cambia colore a seconda della carica, passando da blu a verde a rosso. Quando la batteria è scarica, rimane disponibile una carica di riserva, sufficiente ad attivare la lampada nella sua modalità meno luminosa.

Sempre sulla testa della lampada sono presenti 5 led che indicano la potenza usata. 4 sono i livelli settabili manualmente o tramite un’app, che poi si possono poi scegliere in sequenza mediante la pressione del tasto centrale o del comando remoto a manubrio collegato tramite bluetooth. Quest’ultimo è alimentato da una pila 2032.

F75R6874

Maniacale anche la cura dei dettagli nei supporti per il fissaggio della lampada al casco o al manubrio. Tutti lavorati in CNC, questi supporti in alluminio vengono avvitati ad uno o entrambi i lati della lampada tramite una vite a brugola (la chiave esagonale è nella confezione), per poi essere fissati al casco tramite una fascia in velcro…

F75R6893

..o tramite un adattatore per GoPro..

F75R6887 F75R6892

…o al manubrio, grazie ad collarino dotato di quick release. Per chi ha un manubrio da 35mm, è disponibile anche per quello.

F75R6885

La batteria in dotazione è una SmartCore 6.6 Ah, con la caratteristica di mostrare l’energia rimanente in multipli di 10%, facilmente leggibili dai led che si accendono con una breve pressione sul tasto on/off. Gli stessi led fungono da luce posteriore, qualora si posizionasse la batteria sul tubo sella, per esempio. I led possono anche venire accesi in modalità intermittente.

F75R6881

Può venire fissata al telaio, grazie ad una fascia in velcro presente nella confezione, o riposta nello zaino. In questo caso si deve usare una prolunga, anche lei compresa nel pacchetto.

F75R6871

Da notare i robusti innesti dei cavi, e la loro spessa protezione in gomma, per poter funzionare bene anche in condizioni di bagnato e di freddo (fino a -25°). Rimanendo in tema di innesti, questi sono identici in tutta la gamma Lupine, cosa che permette di usare anche la mega batteria da 13.2 Ah per uscite extralong.

Screen Shot 2016-01-17 at 22.56.27

Per quanto riguarda la sua durata, questa varia a seconda della potenza che si usa durante l’uscita. La tabella qui sopra è molto precisa, e possiamo dire di ritrovarci con i valori indicati.

lupine

I livelli di luminosità possono venire settati sia manualmente o, più facilmente, uno smartphone, grazie all’app gratuita di Lupine, che fornisce anche indicazioni sullo stato della lampada durante il suo uso.

F75R6900

Sul campo

IMG_4505

Con una lampada del genere, girare di notte diventa un piacere. Il peso di soli 124 grammi permette di fissarla al casco senza patemi d’animo, anche per lunghe uscite, ma soprattutto, anche nell’oscurità perfetta di un bosco, il sentiero viene illuminato a giorno. La modalità full power, ideale per discese su singletrack, ha un fascio luminoso molto bianco, piuttosto  cilindrico, cioè poco pronunciato sui lati, ma così potente da permettere di scendere a velocità molto sostenute.

Qui sotto trovate la diversa luminosità dei tre preset di fabbrica. Tenete presente che il prato illuminato presenta un fosso subito davanti alla bici, e poi è in salita. Per delle foto in piano cliccate qui.

3200 Lumen

F75R7002

1800 Lumen

F75R7004

225 Lumen

F75R7003

La batteria è stata usata anche durante uscite con la neve, intorno agli zero gradi, e non abbiamo riscontrato una riduzione avvertibile della sua capacità, mentre la sua durata ci ha convinto in pieno, anche considerando i tipi di itinerari alpini che siamo soliti percorrere. Infatti in salita è sufficiente usare la modalità da 225 Lumen (durata stimata: 31 ore), mentre durante le discese, purtroppo sempre più brevi delle salite, abbiamo usato per la maggior parte i 3200 Lumen.

A 3200 Lumen la lampada diventa molto calda, fatto che non ha creato problemi durante il test, svoltosi in inverno, ma che in estate, se le temperature sono alte, potrebbe portare ad una riduzione automatica della potenza per evitare il surriscaldamento. C’è da dire che si riesce a girare bene anche con i 1800 Lumen, quindi il problema è più accademico che altro, visto che si può regolare la luminosità in ben 10 livelli diversi. Sul casco non ci sono stati problemi per il calore, grazie alla distanza della Wilma dalla sua superficie.

IMG_4562

Molto pratici gli attacchi per casco e manubrio, anche perché permettono di variare l’inclinazione della lampada con una semplice pressione della mano, e altrettanto efficace il fissaggio della batteria al telaio. Nessuna delle due unità si è mai mossa, malgrado i tanti singletrack in discesa che abbiamo affrontato durante la prova.

F75R6872

L’accessorio più comodo è il comando remoto bluetooth, che permette di tenere le mani sulle manopole anche quando si accende/spegne la lampada o se ne varia la potenza. Soprattutto quando la si fissa sul casco, questo è un componente a cui non si vuole più rinunciare. Il tasto è bello grande, facile da usare anche con guanti invernali, e la sua luce blu lo rende individuabile anche nel buio completo, senza problemi.

F75R6873

È importante far notare che la Wilma non è adatta per girare nel traffico, a causa del suo fascio di luce e della mancanza di una modalità anabbagliante. Cosa, fra l’altro, comune alla maggior parte delle lampade per mountain bike/frontali.

Conclusioni

La qualità si paga , ma si sente anche. La Lupine Wilma R7 mantiene quello che promette: tanta luce, una batteria molto capace, affidabilità e una cura maniacale nei dettagli. La ciliegina sulla torta è il comando remoto bluetooth. Non c’è luce cinese che si avvicini a questo prodotto, malgrado sulla carta tante lampade sembrino avere le stesse caratteristiche. Se girate spesso offroad con il buio, la Wilma è un ottimo investimento, malgrado il suo prezzo elevato.

Peso rilevato lampada: 124 grammi
Peso rilevato batteria R7:
240 grammi
Prezzo
: 495 Euro
Acquistabile online sul sito Lupine

Luci Lupine su CRC

Lupine.de

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
moustache75
moustache75

Quattrocentonovantacinqueeuro!!!! Biker leggasi stupido

Mattiade
Mattiade

si ma, tranquillo. La compri e puoi disdire la bolletta di casa. (logicamente sto scherzando)

Worldbike Formia

La mia opinione è un po’ diversa: la cifra è indubbiamente alta, ma non è obbligatorio acquistarla (esistono migliaia di alternative cinesi a basso costo) e la differenza rispetto ad altri prodotti simili è abissale.
I prodotti Lupine sono assolutamente eccezionali e chiunque ne abbia mai testato uno sa bene cosa significhi: si paga tanto, ma si ottiene un corrispettivo in termini di prestazioni e qualità che nessun altro prodotto potrebbe mai eguagliare.
Ovviamente siam tutti d’accordo che non è indispensabile acquistare la Bugatti Veyron per viaggiare dal punto A al punto B, ma non si può certo dire che sia del tutto equivalente ad una Smart ForTwo e che chi compra la Veyron sia stupido.
Personalmente sono contento di sapere che esistono ancora aziende che si ostinano a privilegiare la qualità e la cura dei dettagli, garantendo così ai consumatori la possibilità di scegliere tra più alternative.
Senza contare che una lampada Lupine è progettata per durare molti anni….. al contrario della maggior parte delle cineserie che ho visto in giro…… poi ognuno è libero di acquistare ciò che gli pare!

Mattiade
Mattiade

Il tuo ragionamento non fa una piega. Sono d’accordo quando dici che è impossibile paragonare una Smart ad una Bugatti. Ma per molti, oggettivamente, 1 mln di € sono tanti.

Swiggy
Swiggy

perfettamente d’accordo..
io ho una PIKO 4 da 1200 montata casco uvex predisposto;
non c’è lontanamente paragone con le precedenti luci cinesi usate; e si badi che i lumen dichiarati sono effettivi, diversamente dalla stragrande maggioranza dei faretti che si trovano in commercio.
il punto quindi è:
l’indiscutibile superiorità di questo faretto giustifica un esborso tanto maggiore?
io lo rifarei, così come rifarei il passaggio ad un marchio “blasonato” di mtb sebbene pure il precedente il suo sporco lavoro lo avesse fatto…
i miglioramenti in entrambi i casi sono evidentissimi

sunrider88
sunrider88

Interessante ma vorrei vedere cosa c’è dentro,le prove a scatola chiusa mi lasciano perplesso.Mi spiego:quasi sicuramente Lupine compra i componenti da fornitori esterni e la loro qualità decreta
l’affidabilità e la durata.Quindi giustificherei il prezzo solo in presenza di componentistica allo stato dell’arte e sinceramente la presenza di una seconda batteria.

logio
logio

Lupin III

thiphino
thiphino

😀 Questa è da Commenti Memorabili!

MarcelloDe Giuseppe
MarcelloDe Giuseppe

Fuori discussione la qualità, ma (lo so, sono noioso e triste) a quel prezzo con il mio stipendio (e sono fortunato ad averlo) semplicemente non me la posso permettere, mi accontenterò delle mie cinesi (a un quinto del prezzo ne ho tre!!!), con le quali mi diverto moltissimo, la consiglierò agli amici ricchi (a pensarci non ne ho………)………………

R I E L
R I E L

Ho avuto modo di provare il precedente modello, potente e veramente curato. ma.. cifre folli..
stavo facendo un raffronto con i faretti cinesi ed effettivamente la cura anche del cono di luce è notevole, ma pareggi usando 3 faretti china del costo di 10eu cad. se uno ne ha da buttare o la sua vera passione è uscire di notte potrebbe anche starci, se uno si limita ad uscite saltuarie o con gli amici il cinesone fa il suo sporco lavoro ( con 2 si è anche sul sicuro). d’altronte fino a 5-6 anni fa si usciva con i sigma che di luce ne facevano veramente poca a confronto.

giorgiocat
giorgiocat

Mah prezzi del genere per dei faretti… non lo so, mi sembrano veramente fuori luogo. Io ne ho uno cinese e mica dico che a livello di qualità sia la stessa cosa ( e ci mancherebbe!) ma siamo ad un decimo del prezzo. Il faretto (mio) è veramente potente, poi sulla lunga distanza e sull’affidabità in un uso intensivo non lo so , ma per quello che devo farci io va più che bene…

FabioTS
FabioTS

più leggevo l’articolo più mi saliva la scimmia, ma alla fine ho visto quei 3 numeri che mi hanno abbattuto
Mi sembra davvero molto, troppo, costosa

macmorbida@gmail.com

3200 Lumen, se effettivi, sono veramente tanta “roba”.
Attualmente uso una Powerled Evo della sigma da 900 lumen e mi trovo benissimo.
Naturalmente il tutto pesa molto ma molto di più. Qui siamo a livelli eccelsi di ingegnerizzazione del prodotto. Unico neo è il prezzo.

rikiuan
rikiuan

Il test è molto interessante e mi consente di fare alcune riflessioni… considerato che ho comprato da circa una ventina di giorni un faretto della concorrenza: Natural Shine NG 5, il più pontente della casa, a 150 €. Abissale la differenza per quanto riguarda la configurabilità: app per smartphone, infinita variabilità della emissione luminosa, bluetooth, batteria/faretto posteriore sono cose che la concorrenza semplicemente non ha (certo, alla fine ci sono delle preimpostazioni di fabbrica per gli step di luminosità che vanno più o meno bene…). Molto interessante anche la batteria in sè: il voltaggio di 6.6 V è quasi il doppio di quelli che normalmente si trovano in giro (la mia è 3.7 V). Da quello che ho capito Natural Shine è una società spagnola che compone lampade con materiale cinese (come quasi tutte le case coi telai in carbonio, peraltro…), mentre il maggior prezzo dovrebbe essere giustificato da una maggiore cura nella qualità costruttiva e soprattutto nella costruzione/selezione delle batterie (due nella confezione, utilizzabili anche in parallelo per una maggiore autonomia). Nel complesso mi sembra faccia sostanzialmente la stessa luce di questa Lupine (sarebbe accreditata per 5000 L, ma credo che siano meno visto il datasheet dei led) offrendo una costruzione ed un livello di finitura comunque molto buono. Questo per dire che oggi per fortuna è possibile trovare mille soluzioni all’esigenza delle notturne, anche con validi compromessi. E’ vero, rosico a leggere di questa lupine, come si rosica quando si vede passare una S-works… Ma per il mio… Read more »

mandrake52
mandrake52

Per carità, produzione tedesca, qualità eccelsa, ecc. ecc. , prezzo… no comment, io come forse molti per le poche uscite notturne uso un faretto made in China, da 2500 lumen che ha sempre fatto il proprio dovere, costo 35€ con comando remoto, beh a filo non blutooth, chi se ne frega, non posso usarla con il cellulare? vorrei vedervi scendere di notte in mezzo al bosco e armeggiare sul cellulare, inutile, con il costo di acquisto comprerei, dunque 495/35=14,14 faretti come il mio con relative batterie, si perchè mi piacerebbe sapere quanto costano le batterie di ricambio, ma a quel prezzo, saranno mica eterne??

rimirkus1975
rimirkus1975

Il comando remoto che batterie usa e la sua luce blu rimane tale o varia anche quella a secondo della carica della batteria della lampada o della potenza impiegata ?
Ovviamente il prezzo scatenerà la maggior parte dei commenti (per chi non è contento c’è anche la Betty 14r che accessoriata supera i 900 euro), ma ovviamente la qualità come avete rilevato è superiore a qualsiasi altra lampada in commercio, poi a mio parere un fattore importante è l’ottima affidabilità cosa per esperienza introvabile su quelle economiche d’importazione (capita che si surriscalda la lampada e ti molla d’improvviso e nulla serve il cambiare pacco batterie)

rikiuan
rikiuan

Ecco ad esempio la Natural Shine NG 5 scalda poco… almeno col fresco

qazed
qazed

come vivete male i prezzi alti ! Escono i nuovi modelli di bici top di gamma da 8.000€ e oltre e tutti a commentare che abbiamo perso al bussola, che le stesse cose si possono fare con una bici che costa un terzo, ecc ma se un produttore se ne esce con un prodotto valido e con caratteristiche molto migliori della concorrenza ha senso parlare solo di prezzo alto? Anch’io un faretto da 500€ non me lo posso permettere (anche perchè per le poche notturne che faccio non lo sfrutterei) ma perchè criticare solo il prezzo o peggio chi se lo può comprare ?
In ogni settore è così, dalla moda alle auto, nessuno ci obbliga a comprarli.

engelmax
engelmax

…Veramente veramente bella…cura veramente maniacale dei dettagli e mi aspettavo il prezzo alto….alto si…150 euro ecco…XD vivrò in un altro pianeta mannaggia :/

gasate
gasate

Acquist a re una lampada così ha senso se uno fa molte notturne. Non è solo una questione di soldi ma quanto la sfrutti.io attualmente butterei i soldi ma se dovessi per forza maggiore uscire in orari notturni potrei anche fare un acquisto del genere.

dlacego

Che palle… sempre discussioni legate al prezzo!

Devastazione
Devastazione

Caxxarola c’hai ragione c’hai,della serie “se chiedi quanto costa vuole dire che non te lo puoi permettere”. Fai una cosa,ti do il mio IBAN,mollami lì’ 5000 euro che voglio la Camber 2016…

dlacego

Se non puoi permettertela, non chiedere la carità, passa alla deca e trovi qualche cosa alla tua portata 🙂

Devastazione
Devastazione

Ma visto che sei cosi’ ricco potresti farci un regalo…

dlacego

Sono tutt’altro che ricco… mi infastidiscono i soliti discorsi dei “vorrei ma non posso”… Costa tanto ma va bene, ok! Commenta le funzionalità non il prezzo. Costa tanto ma fa schifo? Allora si che puoi parlare di un prezzo irragionevole.

Qui si paga la cura dei dettagli, il packaging, le funzionalità…. per fare un prodotto simile ci vuole tempo e ci vogliono professionisti che lo realizzino… ma c’è sempre chi, dall’alto della sua miseria è pronto a dire che costa troppo, che il lavoro e la passione non vanno retruibiuti come si deve. Qui mi fermo perchè tanto so già che perderei tempo…

Devastazione
Devastazione

Però ho speso 6500 euro per una bici da strada,sono alla tua altezza ora mio signore ????? ??

giorgiocat
giorgiocat

ma è ovvio che si commentino i prezzi, non sono un particolare trascurabile quando si parla di migliaia di euro per le bici, e di centinaia di euro per un faretto… dopodichè io abolirei pollici su e pollici giù(non ne capisco il senso) e sanzionerei solo chi palesemente si comporta da troll o è offensivo palesemente… ma questo è un altro discorso

rikiuan
rikiuan

Ma la Camber? ma è una 29! fa schifo fa!

stefanocucco83
stefanocucco83

se 500 euro vi sembrano tanti, andate a vedere cosa costano le Exposure Light che sono anche meglio di queste Lupin. Tanto per dirne una, non hanno il pacco batteria esterna, ma integrato.. basta strap e fili a penzoloni.

http://www.ultimatesportsengineering.com/exposure-lights

I

stefanocucco83
stefanocucco83
rimirkus1975
rimirkus1975

stefanocucco83 , personalmente penso che per la mtb la Lupine sia migliore ed abbia più accessori dedicati, il pacco batterie tuttuno con la lampada per me è più uno svantaggio specialmente per questioni di peso e posizionamenti (pensa di averla sul casco, tutta la massa concentrata in un punto non ideale!)

stefanocucco83
stefanocucco83

@lollo72: per il casco l’Exposure ha modelli leggermente diversi, ma comunque come illuminazione tra Lupine ed Exposure Light le differenze sono minime, ma io ho preferito spendere per una Exposure proprio per l’assenza del pacco batteria esterna.
Comunque siamo a livelli di eccellenza e che ben pochi son disposti a comprare. Io ne ho presa una della Exposure da mettere sul casco (circa 180 euro)…beh… Sono delle opere d’arte in miniatura *_*

rimirkus1975
rimirkus1975

Ultimamente per il casco ho provato una XEO 19R di Led Lenser (guardacaso altro marchio tedesco!) ha un’ottima luce a due led con circa 2000 lumen totali , attacco compatibile GoPro , fascio luminoso ad apertura variabile su entrambe i led, peso ridotto ed una funzione che regola l’intensità luminosa in base alla velocità di raffreddamento oltre a sensore di luminosità; per ora funziona bene e come Lupine ed Exposure a livello di affidabilità e qualità non ha nulla a che vedere con le cinesi , ma parliamo sempre di cifre complessive oltre i 200.
Personalmente preferisco il pacco batterie separato anche perché su alcuni modelli c’è l’opportunità di sceglierne più di uno a seconda dell’autonomia desiderata (oltre a poterne avere uno di scorta)

PochoBiker
PochoBiker

Ma porca zozza!

Lo sapevo che dovevo partire dal fondo a leggere l’articolo. Leggevo subito il prezzo e mi sarei evitato una scimmia grande come King Kong…

495 euro sono davvero troppi, per me.

Devastazione
Devastazione

Girare di notte mi sa tanto di forzati dello sport e maniaci borderline bipolari. 495 euro ? Bene,e allora passati l’inverno a uscire solo di notte perché con 1/2 uscite a settimana questa lampada non finisci più di ammortizzarla. Nel frattempo io di notte sto a casa con camino acceso e pantofole dopo aver fatto una semplice uscita in pausa pranzo.

Clavius
Clavius

Guarda che non esiste solo la tua realtà soggettiva, quello che va bene a te non e la regola mondiale, io sto sul camion dalle 7 alle 18 dal lunedì al venerdì, più il sabato mattina, se non facessi almeno una notturna, uscire solo la domenica mattina e sarebbe più faticoso che divertente. Almeno ho un allenamento che mi permette di fare sui 1500 D+ essendo ancora bello lucido.

dlacego

Ma non diciamo assurdità…

federicodi
federicodi

beh dai, se la lampada è cara non puoi dire che chi esce la sera è un maniaco bipolare!
E se costava 49€? uscire di notte senza rischiare un TSO si poteva?

menollix
menollix

Bellissima!
Potentissima!
Tecnologicissima!
Carissima!

500€? sono un poveretto, non la prenderò mai ! 😀

miki99
miki99

fanno campanelli?

rikiuan
rikiuan

fanno 70 € col blutut!

vanbenno
vanbenno

Con 600€ ti puoi comprare un intensificatore di luce…

SandroCosto
SandroCosto

Prezzi da lampade per immersioni subacque con tenuta stagna fino a 200 mt!
Non comprerei mai un completino cinese su Aliexpress per vari motivi, tra cui il fatto che vendono falsi, ma su questi prodotti, di una semplicità costruttiva estrema non ho dubbi. Ricordiamoci che i led sono gli stessi.
Per il comando bluetooth e app forse se ne può fare a meno…..

paolodepasqual@gmail.com

Non è possibile paragonare questa con una delle tante cinesate che si comprano a 1/20 del prezzo. Le cinesate non sono affidabili, anzi sono pericolose, per tutta una serie di ragioni. Il connettore della batteria è molto pericoloso, a rischio cortocircuito, lo spinotto centrale non è fisicamente separato da quello concentrico, c’è il rischio concreto che un qualsiasi oggetto metallico possa entrare e mettere in corto la batteria. I cavetti sono in plasticaccia che con il freddo diventa dura come il marmo… I cavetti del pacco batteria sono fissati alla bell’e meglio, basta torcerli un po’ che il rischio cortocircuito è assicurato. Però fanno luce, anche tanta, se uno ha un minimo di attenzione e adotta quei pochi accorgimenti per fissare meglio il cavetto al pacco batteria, usandone un paio può uscire con una certa sicurezza che non resterà al buio. Sono uno che si diverte a “smanettare”, ho un paio di faretti cinesi più uno completamente autocostruito con led XM-L U2 che da solo fa luce come i due led XM-L (dicono) cinesi. Ho girato con il caldo e il freddo, preso diluvi pazzeschi, e sono ancora qua che vanno dopo tre anni. Il punto saliente non è, secondo me, la bontà tecnica assoluta rapportata a quanto costa. Non mi fiderei mai a girare con questo da solo, perché anche qui il connettore non è fissato in modo così stabile da prevenire il caso del rametto che s’impiglia e lo stacca. Ne dovrei prendere un altro, di sicurezza, di… Read more »

rimirkus1975
rimirkus1975

Concordo con quanto affermi, ma un altro grave problema delle “cinesi” è che hanno circuiti mal progettati e su molti prodotti alla massima intensità vanno facilmente in surriscaldamento e si spengono di botto e non serve a nulla sostituire connettori cavi o batterie , bisognerebbe probabilmente rifare anche i circuiti come credo abbia fatto tu, ma sono competenze non proprio all’altezza di tutti.

rikiuan
rikiuan

Ecco, ad esempio sul natural shine i cavi sono assicurati con una ghiera filettata con guarnizione in silicone

miscia
miscia

Il fatto che siano tedeschi a dichiarare 3200 lumen vale tanto quanto le dichiarazioni sulle emissioni del TDI… 😀
Secondo me è giusta la scelta del connettore a pressione, e forse (voglio crederci visto il prezzo), lo hanno proprio pensato perché se prendi il rametto che ti stacca il filo, si sgancerà il connettore che ti lascerà si al buio, ma almeno lo riposizioni e riparti. Se hai il connettore a ghiera invece strappi tutto, che è peggio, soprattutto se luce costa 500€.
Il cavo e i fissaggi sono dettagli studiati per risparmiare fino all’osso, tipica politica da cinesata, e se anche li mettessero di alta qualità il prezzo salirebbe di qualche euro, non di decine.
Sicuramente il sistema di fissaggio vale molto di più dell’elastico.
Per le funzioni Smart le trovo abbastanza superflue, ma adesso sviluppo una app che interagisca con la Lupin regolando l’intensità di luce in base alle necessità delle GoPro, e poi vai col Rampage in notturna!

Ciao,
Lucio

miscia
miscia

anzi, facciamo che varia la luce in base anche alla velocità

miscia
miscia

e anche in base a quanto è sconnessa la strada.

Se vado avanti con le belle idee che diano un senso alle funzioni smart magari me ne mandano una in omaggio 😀

85549
85549

quando ti fanno pagare 3500 euri 4 tubi saldati o fogli di fibre incollate assieme diventa normale pagare 500 euri una lampada. Per me nel mondo bike bisognerebbe togliere uno 0.

paolodepasqual@gmail.com

Si e no. Quando lavori in una azienda del settore ti rendi conto che per togliere tanto dal costo finale bisognerebbe eliminare tutte le intermediazioni.
Complicato, se non impossibile.

Manny
Manny

Concordo. E la prossima bici la compero on line.

stefanocucco83
stefanocucco83

Chi dice che le torce cinesi sono uguali a queste della Lupin, della Exposure, della Lezyne etc etc di sicuro non ha mai provato una di quest’ultime. Solo il fascio di luce che emettono è tutta un’altra roba..più omogeneo, più “pieno”… io ho una torcia della Exposure da 500 lumens e una torcetta cinese (1200 lumens)..quella della Exposure a metà potenza fa più luce della cinese alla massima potenza.
Sono investimenti e dipende da quante notturne si fanno..

stefanocucco83
stefanocucco83

Certo che mi fanno un po’ ridere quelli che hanno la bici da 5-6000 euro poi non hanno 1-200 euro (non dico 500 euro) per una torcia ben fatta…

Skatafossy
Skatafossy

Ford diceva che non esiste vero progresso finchè non è alla portata di tutti :-))…..sarà anche eccezionale ma ha un costo improponibile ed esistono tante alternative che consentono di comprarne 2 spendendo molto meno.

lecs
lecs

Vista la mole di commenti per una lampada, adesso (non inteso come ancoraggio temporale vero e proprio, sono cose che ho compreso da tempo oramai) capisco che il prezzo di un oggetto si valuta anche sotto questo punto di vista. Il commentare negativamente questo prodotto per il prezzo porta benefici alla casa produttrice, che voi ci crediate o meno. Gli articoli che ne parlano sono cliccati, risalgono le indicizzazioni dei motori di ricerca, aumentano la loro visibilità, innescano un processo di autocomunicazione molto efficace, il tutto al costo quasi nullo del prestare a tempo determinato il prodotto in prova alle testate on-line o giornalistiche.
Detto questo se proprio volete sovvertire lo stato delle cose non commentate; il mercato è immenso, autoregolato e cinico, sarà egli stesso a decidere se questo Lupin è vincente o meno.
Bye

giancazaza
giancazaza

Bella ed economica
anche perchè esistono le banconote da 500 euro
in sostanza costa meno di un soldo
gli dai un soldo da 500 ti danno la lampada e pure un soldo da 5 di resto
una bici di medio livello costa molto di più … e non fa neanche luce

rimirkus1975
rimirkus1975

Peccato che per ora le puoi comprare solo su internet e non riesci a rifilargli la banconota da 500 (magari tarocca stampata con carta e inchiostri cinesi).
Seriamente, qualcuno sa di qualche negozio in Italia che le tratti e le abbia da vedere queste Lupine ?

izanola76
izanola76

Gialdini a Brescia
gialdini.it

Dumpweed
Dumpweed

sicuramente è un oggetto molto ben progettato e di ottima qualità, ma il prezzo reale sarebbe al massimo la metà di quello di listino. Con lo stesso prezzo ci si compra una bici, di qualità medio bassa sì, ma una bici intera; un paio di ruote di buona qualità; forse un gruppo completo; l’abbigliamento per inverno+estate, uno smartphone o un tablet di ottima qualità, ecc… insomma considerando il valore reale di 500 €, quella lampada è OBBIETTIVAMENTE fuori mercato o destinata ad un mercato di nicchia e siccome il prezzo è un elemento fondamentale di qualsiasi oggetto sul mercato, fare commenti sul prezzo mi sembra approriato quando si commenta un oggetto. Poi sicuramente ci sarà chi è disposto a spendere quelle cifre per una lampada ed è assolutamente legittimo, nessuno lo critica, ma non mi si venga a dire che quel prezzo è congruo, o peggio, che non si possono fare commenti sul prezzo

Geep
Geep

Ca..zo, volevo darti feedback positivo. Maledetto smartphone.

Bald
Bald

E chi sei tu per definire quella lampada “obiettivamente” fuori mercato?

Bottiglie di vino o whisky a 500 euro sono fuori mercato?

Una cena in un ristorante pluristellato a 500€ è fuori mercato?

Un paio di pantaloni di Thom Browne (in verità non ti bastano neppure per quelli della tuta) sono fuori mercato?

Hanno una lampada ottima e la vendono a quella cifra, ti è utile, può risolverti problemi, funziona meglio delle altre e puoi permettertela? Comprala.

Ti bastano le cineserie? Comprati quelle.

Vuoi commentare, benissimo, ma non stare a fare la morale sull’obiettivamente fuori mercato, che non ne sai nulla.

vito e alloggio
vito e alloggio

Bottiglie di vino o whisky, hanno motivazioni molto piu ragionevoli di arrivare a certi prezzi rispetto a questa lampada. oh. Sono 500 euro di lampada. Loro hanno diritto di venderla a quel prezzo, chi la compra ha diritto di spendere quei soldi, ma io ho diritto di rimanere completamente attonito e di dire che si sta pixxxxxdo fuori dal secchio….

izanola76
izanola76

Ho da un anno la sorella minore (Lupine Neo 2) pagata pur sempre cara (180€) ma devo dire che la uso con grandissima soddisfazione e lascia davvero l’impressione di essere molto ben fatta….
P.s. Io la monto sul casco, credo sia la cosa migliore, il fascio di luce va dove va lo sguardo,
N.b. Con aggeggio cinese, o super lampada da 500€ l’uscita in notturna èun esperienza da provare!!!