[Test] Multitool integrato nella serie sterzo OneUp EDC

[Test] Multitool integrato nella serie sterzo OneUp EDC


Un po’ di tempo fa vi avevamo presentato il multitool EDC della OneUp, integrabile nella serie sterzo con questa procedura. EDC sta per Every Day Carry, e lascia intendere il suo fine ultimo, cioé quello di avere sempre con sé gli attrezzi.

Dettagli

L’EDC contiene:

  • Brugole del 2, 2.5, 3, 4, 5, 6, 8mm
  • T25 Torx
  • 1 cacciagomme
  • Smagliacatena
  • Attrezzo per aprire la falsamaglia (10 e 11 velocità)

  • Alloggiamento per la falsamaglia
  • Caccciavite a testa piatta
  • Chiavi per raggi 0, 1, 2, 3
  • Bullone da guarnitura di riserva
  • Attrezzo per aprire/chiudere la cassetta (che serve anche per ritensionare la serie sterzo)
  • Attacco femmina alla fine del cilindro per poter avvitare una bomboletta CO2 da 12, 16 o 20g oppure per avvitare cilindro in plastica in cui inserire per esempio i vermicelli. Cilindro che rende l’EDC un lungo tubo di 20cm senza soluzione di continuità.

Peso rilevato: 99 grammi, senza cilindro in plastica.

Ecco una sintesi degli attrezzi.

Installazione

Per poter inserire l’EDC nel cannotto della forcella è necessario togliere il ragnetto, nel caso sia già stato installato, e fresare il primo centimetro e mezzo del cannotto stesso. Sembra un’operazione complicata, ma non lo è, grazie agli attrezzi che vengono forniti da OneUp insieme all’EDC:

  • estrattore ragnetto
  • fresa
  • relativa guida

Sono tutti attrezzi molto ben fatti e precisi, diciamo che sbagliare è praticamente impossibile. L’unica accortezza sta nel misurare la lunghezza della parte di cannotto che sporge dal tubo sterzo, ma anche per questo OneUp ha una soluzione, grazie alla guida per la fresa, che fa anche da “metro” (vedere il video sottostante). In ogni caso, qui trovate la lista delle forcelle compatibili e come misurare la lunghezza necessaria. Per ovvie ragioni non si può montare su cannotti in carbonio.

Ho impiegato circa 15 minuti per l’intera operazione, descritta con foto qui. A quel punto basta avvitare il tappo per mettere in tensione la serie sterzo, ed il gioco è fatto. Da notare che la confezione del tappo contiene anche ogni possibile distanziale per ottenere la distanza giusta dallo stem al tappo stesso.

Nel kit arriva anche un secondo tappo in plastica, da inserire nella parte inferiore del cannotto (lato da 1.5”), che farà da protezione per lo sporco, ed anche da ritenuta per l’insieme dell’EDC. Lo stesso tappo ha un piccolo foro per far passare l’acqua.

Per la cronaca, ho fatto partire questo video sul telefono che avevo messo sul bancone da lavoro e ho seguito le istruzioni passo per passo.

Fresare il cannotto della forcella dovrebbe inficiarne la garanzia, si dice, anche se non vedo come possa andarne a toccare l’idraulica ed il funzionamento vero e proprio. Senza poi considerare che si può sempre reinserire un ragnetto, che però rovinerà il filetto dell’EDC. Come ogni garanzia, sta poi al produttore essere più o meno tollerante e realista. Personalmente credo che ci si debba attaccare ai cavilli per non riconoscerla, a meno che non si rompa il cannotto, fatto piuttosto improbabile.

Sul campo

Quando si dice avere il multitool a portata di mano. Niente sfrugugliare nello zaino o, ancora peggio, attrezzi nelle tasche della maglietta che si trasformano in oggetti contundenti se uno cade. L’EDC è semplicemente geniale, da questo punto di vista. Semplice da tirare fuori dalla forcella, e veloce da estrarre dal suo contenitore, il multitool della OneUp è anche di ottima qualità, nel senso che l’acciaio usato per gli attrezzi è resistente e la lavorazione molto precisa. Il sistema di ritenzione è molto stabile, non c’è pericolo che salti fuori dal cannotto, neanche verso il basso, nel caso il tappo si rompa, grazie all’altro tappo presente sulla piastra della forcella.

Le prime volte che, dopo l’uso, si vuole reinserire il multitool nel cilindro di plastica, ci vuole un po’ di pazienza per capire il metodo migliore per farlo incastrare con velocità, ma è proprio questione di un po’ di abitudine, dopodiché l’operazione diventa veloce. L’attrezzo per tensionare la serie sterzo e la cassetta viene anche molto comodo nel caso si smolli una ghiera del center lock (che tiene i dischi attaccati alla ruota al posto delle classiche 6 viti). Durante un’uscita mi è capitato, e sono riuscito a ritensionarla. Quando mi era successo qualche mese fa non c’è stato modo, senza questo tipo di attrezzo, e la cosa è stata poco simpatica.

Mi è piaciuto molto anche lo spazio aggiuntivo del cilindro da avvitare sul fondo dell’EDC. Avendoci messo dentro i vermicelli per riparare le gomme tubeless, riesco a tirarli fuori in tempo record prima che la gomma perda troppa aria. Inoltre rimangono perfettamente asciutti.

Dell’EDC è impossibile non apprezzare la cura maniacale dei dettagli e come tutto si incastri al mm per sfruttare ogni spazio disponibile. Lo stesso vale per gli attrezzi dedicati alla fresatura. E, se proprio non si vuole mettere mano alla forcella, OneUp ha in catalogo una pompa con un inserto cavo in cui inserire l’EDC.

La pompa può poi venire fissata alle viti del portaborraccia, nel più classico dei modi. Sono disponibili due lunghezze, per farci stare anche il cilindro aggiuntivo o la bomboletta di CO2.

Conclusioni

Se siete di quelli che preferiscono girare senza zaino, l’OneUp EDC fa per voi senza ombra di dubbio, in particolare perché eviterete di farvi male se cadete sulla schiena con un multitool nella tasca della maglietta. Grande cura dei dettagli, ottima qualità dei materiali e il fatto di averlo sempre letteralmente a portata di mano fanno di questo multitool un “must have”. Non fatevi spaventare dalla fresatura del cannotto della forcella, con gli attrezzi compresi nella confezione è un gioco da ragazzi.

Prezzi

EDC: 59 Dollari
Tappo con distanziali: 25 Dollari
Attrezzi per installazione: 35 Dollari
Pompa: 55/59 Dollari

Da aggiungere le spese di spedizione. OneUp ha un magazzino europeo da cui vengono spediti i prodotti per il vecchio continente.

OneUp Components

 

Like
Like x 1
  1. utile e funzionale, ma quello che più mi piace è la soluzione nella pompa!!! è fantastico, tanto la pompa vuoi non portartela dietro?? tutto questo lavoro sul canotto per poi portarsi dietro una pompa diversa? proprio no!
    mi piacerebbe vederla meglio, capire se pompa abbastanza aria ed è facile da attaccare alla valvola. ho una di quelle con il tubo in gomma e non fa sprecare aria e in un attimo gonfia la ruota.
    scusate ma un cacciavite a croce però manca?
    e i vermicelli come li infilo nella gomma se non ho i cacciaviti adatti e senza il mastice vulcanizzante?

    0
  2. interessante soprattutto la possibilità di mettere il multitool nella pompa, che a seconda dei casi può essere fissata al telaio oppure può essere infilata nello zaino ed estratta subito all’occorrenza, senza buttar fuori tutto il contenuto per cercare un piccolo attrezzo. Nel secondo caso il vantaggio è che la pompa rimane pulita, mentre fissata alle viti del portaborraccia è esposta a fango e schizzi di cacca di mucca.

    0
  3. …ma, un pezzo di una vecchia camera d’aria chiuso con una fascetta in basso con dentro quello che serve e trattenuta in alto, facendola sporgere un po’ fuori, con un tappo di sughero, no?
    la camera d’aria evita che si sentano gli scuotimenti e per il tappo si potrebbe trovare qualcosa in silicone
    lire zero

    0
  4. Manubrio? Così ti sbilanci tutto. Il garmin ci sta, vedi attacco nelle foto. Certo non se hai un attacco da 35 mm, ma non ci starebbe comunque

    Infatti pensandoci.. ma magari si dovrebbe divedere in 2 il peso…Comunque qui si riesce a fare entrare un garmin 810 o serie 1000? Il garmin non tocca vicino allo spessore?

    0
  5. ma il prezzo della pompa mica è comprensivo pure dell' attrezzo…occhio…:razz:rega:
    Almeno ho capito così…:nunsacci:

    vero, ma se una pompa buona costa 30 euro, questa 50 appena uscita.. magari cala e non mi sembra così fuori.
    questa sarebbe la vera rivoluzione!!!

    0
  6. Domanda forse leggermente off topic, esiste il solo tappo inferiore in vendita?

    Sent from my ALE-L21 using MTB-Forum mobile app

    Io ho trovato il tappo in un negozio di Torino dove vendono articoli di gomma, plastica e materiali simili. Sono anni che uso questi tappi sul fondo delle forcelle per evitare fango e sporco vario. Il buco per scaricare eventuale acqua che arrivi dall' alto, l'ho fatto io con un semplice trapano. Se sei di Torino, ti posso dare indirizzo del negozio.

    Sent from my SM-A510F using MTB-Forum mobile app

    0
  7. Manubrio? Così ti sbilanci tutto. Il garmin ci sta, vedi attacco nelle foto. Certo non se hai un attacco da 35 mm, ma non ci starebbe comunque

    Io ho cambiato i distanziali x il gzrmin. Tolto un pezzo da un cm e messo uno da 0.5 + attacco garmin da 0.5 . Se giochi con spessori e' uguale

    Inviato dal mio SM-G935F utilizzando Tapatalk

    0
  8. Io ho trovato il tappo in un negozio di Torino dove vendono articoli di gomma, plastica e materiali simili. Sono anni che uso questi tappi sul fondo delle forcelle per evitare fango e sporco vario. Il buco per scaricare eventuale acqua che arrivi dall' alto, l'ho fatto io con un semplice trapano. Se sei di Torino, ti posso dare indirizzo del negozio.

    Sent from my SM-A510F using MTB-Forum mobile app

    Io invece uso il classico mash guard da fissare alla forcella, così lo sporco non sale neanche sugli steli

    0