[Test] Pompa Crank Brothers Klic hv + CO2

[Test] Pompa Crank Brothers Klic hv + CO2


Durante Eurobike 2016 Crank Brothers aveva presentato una nuova linea di pompe da portare con sé durante le uscite. Qualche mese fa abbiamo ricevuto la Klic high volume, pensata appositamente per le mountain bike.

Dettagli

Lunghezza: 260mm
Pressione d’esercizio max: 7.6bar
Peso: 186g
Garanzia: 5 anni
Prezzo: 55 Dollari

La particolarità di questa pompa sta nell’avere un raccordo flessibile dotato di manometro. È nascosto nella pompa stessa e si aggancia tramite un meccanismo magnetico. Funge anche da misuratore di pressione, visto che si può attaccare alla valvola senza far uscire aria, se non quella indispensabile per la misurazione.

Per facilitare le operazioni di pompaggio è disponibile una manopola posta a 90° rispetto al resto della struttura.

Per finire, svitando una delle estremità della Klic, si accede all’adattatore per cartucce CO2.

Sul campo

Ho usato molto la CB Klic, in particolare in vacanza, visto che non ho portato con me una pompa da terra, fiducioso nelle prestazioni della pompa portatile e nel suo manometro. Non solo, il fatto di essere high volume, e le sue dimensioni piuttosto generose, la rendono facile da usare anche se si deve pompare tanto.

Il dettaglio che più mi è piaciuto è il raccordo con manometro: dopo aver estratto e girato la manopola, con una leggera botta alla pompa esce dal suo scompartimento, per lasciarsi poi attaccare a valvole Presta o Schräder (basta svitare e girare la parte blu). Dal lato della pompa, il meccanismo magnetico si è rivelato a prova di bomba: il raccordo non si è mai staccato malgrado le angolazioni estreme a cui è sottoposto quando si utilizza su sentiero.

La pressione viene indicata su una scala in Bar e PSI. Viste le dimensioni, sono presenti solo 7 tacchette per i Bar, da 1 a 7, quindi non aspettatevi la precisione di una pompa digitale, ma è più che sufficiente per gonfiare le gomme alla durezza voluta, e soprattutto non si rischia di gonfiarle troppo poco dopo una foratura, rischiando di bucare di nuovo.

Come detto in precedenza, il manometro può venire utile anche per controllare la pressione, cosa piuttosto utile quando si fanno giri con grandi dislivelli e differenze di temperatura e si arriva in vetta con delle gomme di marmo.

La Klic non è pensata per essere appoggiata a terra quando si pompa, però grazie alla sua manopola e alle sue dimensioni si riesce a gonfiare una gomma da MTB piuttosto velocemente e senza troppo dispendio di energie. L’unica cosa che mi ha dato un po’ di fastidio è il fatto che, mettendo la mano intorno alla manopola, quando il pistone della pompa arriva in fondo si tende a toccare la pompa con le dita, in particolare se si hanno le dita da muratore. Mezzo centimetro in più di spazio non nuocerebbe (al momento il pistone va a “fondo corsa” a circa 2 cm di distanza dalla pompa).

Non ho mai usato l’adattatore per cartucce CO2, ma è del tutto simile ai classici attrezzi minimalisti su cui avvitare la cartuccia da una parte, ed inserirlo sulla valvola Schräder dall’altra.

La costruzione della Crank Brothers Klic è robusta: malgrado la sua lunghezza complessiva, a pistone esteso, flette veramente poco e di conseguenza scorre bene anche nelle posizioni astruse in cui si deve rigonfiare una gomma quando si buca durante un giro. Non ho contato quante pompate ci vogliono in media per gonfiare a 2 atmosfere un pneumatico per il semplice motivo che con tutte le dimensioni presenti sul mercato al momento, questo dato non avrebbe molto senso.

A chi non usa lo zaino dico solo che ho portato con me la Klic nella tasca della maglietta. In ogni caso viene fornita con un attacco da telaio avvitabile sotto il portaborraccia.

Conclusioni

La Crank Brothers Klic HV + CO2 è una pompa con dei dettagli ben pensati e molto utili sul campo, in particolare il manometro incorporato, applicabile in un nanosecondo alla pompa grazie ad meccanismo magnetico. Le sue dimensioni generose permettono di gonfiare delle gomme da MTB senza troppo dispendio di energie, anche grazie alla manopola estraibile.

Crank Brothers

  1. Un dei pochi componenti che uniscono un design ricercato ad una funzionalità senza compromessi. Per quello che offre trovo che il costo non sia per nulla esagerato ( anche se elevato considerando che si tratta “solo” di una pompa portatile)

    0
  2. Ciao Marco. Il manometro è di facile lettura ? Nel senso : avevo preso una pompa della Topeak ma il manometro è molto più piccolo e non facile da leggere (ricorda la bolla di una livella…) Questo mi sembra molto meglio e unito al raccordo flessibile potrebbe renderla una valida sostituta .

    Sent from my SM-G900F using MTB-Forum mobile app

    0
  3. Ciao Marco,
    credi che sia ancora valida dopo un anno o hai trovato qualcosa di meglio?
    dici che questa versione può andare bene anche per le bdc in caso di necessità? la userei principalmente su mtb ma quando esco in bdc non vorrei doverne comprare un’altra.

    grazie

    0