[Test] Scarponcini Shimano XM900

[Test] Scarponcini Shimano XM900

Marco Toniolo, 23/11/2018
Whatsapp
Marco Toniolo, 23/11/2018

Con l’arrivo dell’inverno ho ritirato fuori dall’armadio le scarpe Shimano XM900, ideali per giri in mountain bike con terreno fradicio e nella neve. Shimano li definisce come scarponcini adatti ad ogni stagione, con o senza bici. In effetti, se non si toglie la parte in gomma che nasconde l’attacco per gli sganci rapidi, gli XM9 sono dei normali scarponi da trekking con suola Vibram.

Caratteristiche

Fodera impermeabile in Gore-Tex
Pelle naturale e puntale in gomma rinforzato
Suola Vibram
Sistema di chiusura a strappo Mini Power Strap con tallone in TPU
Peso rilevato con cleat: 599 grammi per scarpa
Prezzo: attorno ai 150 Euro online.

Le XM900 arrivano con l’attacco per gli sganci rapidi coperto da una parte di suola fissata con due viti al resto della suola. Non la vedete in foto perché, una volta smontata, è finita nei meandri dell’officina circa un anno fa e non so più che fine abbia fatto. Il peso di 600 grammi per scarponcino parla da sé: ci troviamo di fronte ad un paio di scarpe robuste, pensate per andare in montagna. Lacciatura classica, con un rinforzo all’altezza della caviglia che va a tirare la struttura che arriva fino al tallone.

Fondamentale è la chiusura dei due fori per lo sgancio rapido, non solo tramite la soletta ma anche con la scarpetta interna in Gore-Tex. Questo rende le XM900 impermeabili anche dal basso, cosa che si apprezza molto anche quando si gira con l’asciutto ma si deve guadare un ruscello, per esempio.

Sul campo

Ho usato queste scarpe sia per andare in MTB che per camminare, comprese delle uscite con le racchette da neve. Sono praticamente indistruttibili. Visto che siamo su un sito di mountain bike, comincio con il dire che si pedala piuttosto bene con le XM-900 indosso. Tutto è relativo, ovviamente, ma considerando che sono scarponcini alti da 600 grammi l’uno, lasciano un buon movimento alla caviglia grazie alla parte alta della scarpetta costruita con materiale morbido.  La suola è sufficientemente rigida per trasferire la spinta delle gambe sui pedali, meglio di tante altre scarpe da freeride che si vedono in giro, con o senza tacchette.

Le ho usate in combinazione con dei pedali Shimano XT PD-M785, ai quali si abbinano perfettamente in quanto le tacchette non sporgono dalla suola, non andando quindi ad interferire in fase di camminata, e al tempo stesso lasciando che l’aggancio/sgancio sia netto e pulito, cioé la suola non va a toccare il pedale con il pericolo di bloccare lo sgancio quando serve. Lo stesso non si può dire qualora si decidesse di usare dei pedali Crank Brothers: ho provato anche questa combinazione ma non sono riuscito a trovare una posizione che non mi creasse problemi. Non le ho mai usate con pedali flat ma dubito che offrano un bel grip, basandomi sulla mia esperienza con suole dal profilo simile, con cui è difficile che un numero sufficiente di pin vada ad incastrarsi nella gomma perché gli spazi vuoti sono tanti, troppo distanziati e troppo alti.

Due giorni fa le ho usate di nuovo nella neve: sono riuscito a pulire l’attacco e il pedale con un paio di colpi con il piede, senza dovermi fermare, quando la neve (piuttosto bagnata) li aveva ricoperti completamente. I piedi sarebbero rimasti asciutti se avessi indossato un paio di ghette per non far entrare la neve dall’alto, cosa che di solito faccio quando so che mi andrò a ficcare in condizioni simili. Durante il giro con le racchette, quello che vedete nella foto qui sopra, sono tornato alla base con i piedi asciutti malgrado una camminata di circa due ore in 30cm di neve fresca e non tracciata. Ero arrivato in bici fin dove ho potuto, poi ho cambiato attrezzi per muovermi, ma le scarpe sono rimaste le stesse.

La struttura delle XM900 è molto solida, in particolare sulla punta e sul tallone, il piede viene difeso bene dalle sassate che arrivano lì. I lacci sono lunghi, ma è presente un comodo elastico che li tiene saldi per evitare che si vadano ad impigliare nella trasmissione. A livello di taglia ho comprato una 43 al posto del 42 e 1/2 che uso di solito, e mi ci sono trovato bene. Ho una pianta del piede piuttosto larga e non mi hanno creato fastidi.

Posso dire che non è un problema usarle anche per lunghi giri pedalati, personalmente però le ho indossate in estate solo quando sapevo che che c’erano dei lunghi tratti a spinta oppure dei sentieri esposti in cui era meglio avere un bel grip a piedi. Traspirano bene grazie alla scarpetta in Gore-Tex: anche qui, meglio della maggior parte delle scarpe “robuste” che si trovano in giro.

Oltre a tenere il piede asciutto, se si abbinano per esempio ad una calza in lana merino, tengono il piede ben caldo d’inverno evitando però di farlo sudare in salita, cosa che poi provoca il raffreddamento del sudore in discesa con conseguente senazione di freddo.

Conclusioni

Le Shimano XM900 sono perfette per chi gira in montagna non disdegnando dei tratti a piedi o condizioni di bagnato: sono impermeabili, molto robuste, efficienti in pedalata e si abbinano benissimo ai pedali Shimano. Difficile trovarne dei difetti, anche grazie alla scelta dei materiali Gore-Tex e Vibram. Una volta rimontata la parte di suola che copre lo sgancio rapido si possono considerare degli scarponcini da trekking a tutti gli effetti.

Shimano XM900