[Test] Specialized Stumpjumper FSR Comp Carbon 6Fattie

[Test] Specialized Stumpjumper FSR Comp Carbon 6Fattie

11/09/2015
Whatsapp
11/09/2015

[ad3]

F75R4985

Specialized entra nel mondo dell’all mountain in formato 650b+ con la Stumpjumper FSR 6Fattie, della quale abbiamo testato la versione Comp Carbon. Abbiamo usato la bici per oltre un mese in svariate tipologie di situazioni e terreni, questo per farci un’idea non solo del mezzo, ma anche delle potenzialità e dei punti deboli del formato plus. Chi scrive era infatti completamente digiuno di questo tipo di formato, quindi privo di riferimenti con prodotti simili.

Analisi statica

La Stumpjumper “classica” è forse il modello più eclettico del catalogo Specialized, e la versione plus ha tutte le carte in regola per non essere da meno. Intanto per la scelta in termini di escursione, con valori ben differenziati fra anteriore e posteriore nell’evidente intento di coniugare al meglio pedalabilità e sicurezza in discesa. Mentre all’anteriore troviamo una Fox 34 da 150 mm di corsa, al posteriore il travel gestito dal Fox Float con dispositivo di Autosag scende infatti a 135 mm. Risicati per una all mountain? Attenzione che il diametro effettivo di una ruota 650b+ è paragonabile a quello di una 29” (nel caso della 6Fattie una decina di mm in meno), ed a ciò si aggiunga che le coperture di grosso diametro richiedono basse pressioni di esercizio garantendo così un plus in termini di assorbimento e comfort. Colpisce quindi anche l’angolo sterzo dichiarato di 67°, ben aperto in rapporto al diametro ruota.

F75R5010

Il triangolo principale del telaio è in fibra di carbonio con dispositivo SWAT, mentre il carro è in alluminio. Lo schema adottato per la sospensione posteriore è ovviamente l’ultracollaudato FSR, con la caratteristica biella di azionamento dell’ammortizzatore che “avvolge” il seat tube, a sua volta piegato in modo da contenere la quota di chainstay. Il passaggio dei cavi è interno al telaio, e la cura realizzativa generale molto buona.

F75R5011

F75R5012

Aspetti puramente estetici a parte, esaminando minuziosamente ogni dettaglio si fatica a trovare qualcosa fuori posto dal punto di vista funzionale. Anzi, diciamo pure che non lo si trova, e che ogni cosa è esattamente nel posto in cui deve stare per rendere la vita del biker la più semplice possibile. Per il montaggio non è stata utilizzata componentistica top di gamma, e questo potrebbe fare storcere il naso se si pensa che il prezzo di listino si avvicina ai 5000 Euro. Il peso della bici di 13.7 kg è però un ottimo risultato, e non abbiamo trovato un singolo componente non all’altezza del suo compito. Segno che, quando ben ragionato, anche un montaggio non top può dare eccellenti risultati.

Montaggio e geometrie

montaggio1_res

geo

Il set ruote

F75R5003

F75R5004

La 6Fattie si affida ad una coppia di ruote montate con mozzi Specialized, raggi DT Swiss e cerchi Roval Traverse da 29 mm di canale interno, valore abbastanza contenuto per lo standard 650b+. La ruota anteriore ha 24 raggi, mentre al posteriore ne troviamo 28. Dovendo assecondare lo standard Boost, il mozzo posteriore ha battuta da 148 mm e l’anteriore da 110 mm. Il peso delle ruote complete*, montate con le camere d’aria originali, è di 2297 g per l’anteriore e di 2779 g per il posteriore (*con ruote complete si intende la ruota in ordine di marcia, quindi pacco pignoni, dischi, pneumatici e camere d’aria inclusi).

F75R4997

Da specifiche il pneumatico anteriore dovrebbe essere uno Specialized Purgatory Control 2Bliss Ready da 3.0”, mentre al posteriore ci dovrebbe essere un Ground Control della stessa serie e misura. La bici ci è stata inviata con un Ground Control anche all’anteriore, una copertura da 910 g di peso, profilo bello tondo e tassellatura piuttosto fitta e poco pronunciata che punta più sulla scorrevolezza che sul grip . La pressione massima di esercizio indicata per questo pneumatico è di 1.5 bar, e l’ingombro carcassa/max da noi rilevato è di 68/74.5 mm.

F75R4998

Nessun problema di spazio nel carro della 6Fattie. Nel punto in cui il pneumatico passa più vicino ai foderi, vale a dire in corrispondenza del batticatena, rimangono comunque più di 5 mm di luce. Nonostante il set “tubeless ready”, la bici montava delle camere d’aria Specialized Mountain 650B 2.3”-3.0”. Con un peso di quasi 300 g la consistenza è paragonabile a quella di una camera d’aria standard, quindi nessuna scorciatoia ultralight o montaggi tubeless con pochi ml di liquido sigillante per contenere il peso del set.

Gli altri componenti

F75R4988

F75R4987

Lo SRAM GX monocorona ad 11 velocità ha solamente il peso da invidiare ai suoi fratelli di gamma superiore, essendo altrettanto fluido e preciso nel funzionamento. La scelta di montare una corona da 28 denti è azzeccata per la tipologia di bici e l’uso a cui è destinata. Il batticatena integrato (avvitato) è di larghezza un po’ risicata, ed a fine test la parte superiore esterna del fodero presentava qualche segno di contatto con la catena.

F75R4991

Va riconosciuto che lo SWAT (Storage, Water, Air, Tools) è un piccolo uovo di Colombo dalla innegabile utilità, soprattutto per quelle uscite veloci dove ci si porta appresso il minimo indispensabile. Minimo indispensabile che, per l’appunto, trova facilmente spazio nel vano in questione permettendo di uscire anche senza zainetto. Personalmente l’ho trovato di grande utilità per metterci la camera d’aria di scorta con la sicurezza di avere sempre con me quella giusta, cosa tutt’altro che scontata quando si alternano frequentemente bici con diversi formati ruota.

F75R5008

Abbiamo già rimarcato come il montaggio della 6Fattie sia ben ragionato e tutti i componenti si siano rivelati estremamente funzionali. Se però dovessimo indicare quello che più di tutti ci ha impressionati in positivo, la palma andrebbe alla forcella. La Fox 34 Plus Performance da 150 mm di travel è sensibile, fluida, ha una curva di compressione ben sostenuta, la giusta progressività finale ed un efficace controllo idraulico. La frenatura in compressione è regolabile su tre livelli, con quello intermedio molto simile a quello più aperto. Se da un lato manca quindi una reale frenatura intermedia, dall’altro c’è un’arma in più da giocarsi sulle discese più ripide e tecniche.

F75R4993

 Affidandosi all’autosag del Fox Float si ottiene un affondamento di poco inferiore al 25%, settaggio adeguato per andature tranquille ma che porta a frequenti finecorsa quando la guida si fa più aggressiva e “salterina”. Con un valore del 20% la sospensione perde poco in sensibilità (anche i gommoni aiutano) ma si evitano eccessivi e ripetuti stress a sospensione e telaio. Considerato che praticamente al ritorno da ogni uscita l’o-ring era a fine stelo, avremmo tuttavia preferito una maggiore progressività finale. Specialized ci ha confermato che è prevista la possibilità di montare degli spacer per ridurre il volume della camera dell’aria, spacer che però non sono forniti con la bicicletta.

F75R4994

La velocità con cui il telescopico Command Post IRcc sale è abbastanza elevata e pur riducendo la pressione di esercizio al valore minimo raccomandato le cose non cambiano di molto, anche se la forza si riduce. Comunque ci si abitua, ed a parte questo dettaglio il funzionamento è sempre stato impeccabile, il gioco assiale è minimo e quello verticale praticamente nullo.

F75R5002

Bello ed estremamente comodo da azionare anche il comando a manubrio, che essendo dotato di due fori di fissaggio consente un ampio range di posizioni. In definitiva il Command Post è ampiamente promosso, anche se una versione da 150 mm di escursione non guasterebbe su una taglia L con seat tube da 468 mm.

F75R5007

Quando si è abituati a pieghe da 780 mm ed oltre è sempre difficile “tornare indietro”, per cui anche una piega da 750 mm, per quanto adeguata al tipo di bici, richiede un attimo di (ri)adattamento.  Chi scrive è un estimatore degli impianti frenanti Shimano, apprezzati soprattutto per le doti di modulabilità e la grande affidabilità. I Deore montati sulla 6Fattie non hanno deluso, specialmente pensando che si tratta del base di gamma. Unico inconveniente riscontrato è una leggera perdita di mordente dell’anteriore nelle condizioni di maggiore stress, ma nulla di realmente preoccupante.

F75R5131

Salita scorrevole

Da subito si fanno apprezzare l’ottima posizione in sella e, complice l’escursione relativamente contenuta ed il sag impostato al 20% scarso, la stabilità della sospensione posteriore. Stabilità che diventa sostanzialmente totale posizionando la levetta del controllo della compressione del Fox sulla più chiusa delle tre posizioni disponibili. Quando però si comincia a spingere sui pedali, si percepisce una sensazione di maggiore fatica rispetto ad una gommatura “normale”. Sui fondi che offrono scarsa aderenza i vantaggi in termini di trazione sono invece indiscutibili, ed il grip è nettamente superiore a quello di una copertura tradizionale con pari tassellatura e pressione di esercizio adeguata. Questo significa poter mantenere una pedalata rotonda e regolare dove altrimenti si sarebbe costretti a rilanciare e potersi alzare in fuorisella o avanzare il peso sui tratti molto ripidi senza il timore che la ruota posteriore scarti improvvisamente (entro certi limiti, ovviamente). Questo secondo aspetto risulta particolarmente utile, visto che abbiamo riscontrato una certa tendenza dell’anteriore ad alleggerirsi sul ripido. Per questo motivo avremmo preferito un reggisella a testa dritta (abbiamo ovviato spostando la sella il più avanti possibile) ed abbiamo abbassato lo stem rispetto alla posizione originale.

F75R5088

Salita tecnica

Il movimento centrale basso è una sorta di marchio di fabbrica per Specialized, e con i suoi 331 mm la 6Fattie non fa eccezione. Per colpire il suolo con i pedali non servono quindi ostacoli trialistici, e questo è un peccato perchè la salita tecnica è l’ambito dove forse emergono più chiaramente i vantaggi del formato plus. Fortunatamente le gommone garantiscono comfort e trazione sufficienti per poter lasciare l’ammo sulla posizione climb nella stragrande maggioranza delle situazioni, limitando così l’affondamento della sospensione. Nel tortuoso la 6Fattie se la cava bene, a patto però di avanzare con decisione il peso per evitare perdite di direzionalità. Anche in questo frangente l’elevato grip delle coperture fornisce un grande aiuto, dato che la motricità resta ottima anche quando la ruota posteriore è poco caricata.

F75R5060

Discesa scorrevole

Comincia la discesa e la prima sensazione è un po’ spiazzante, probabilmente molto simile a quella spesso lamentata da chi passa da una front ad una full dotata di una certa escursione. Grazie alla maggiore superficie di appoggio ed alla bassa pressione di esercizio, i pneumatici agiscono infatti da filtro molto più di un pneumatico normale, trasmettendo al biker una percezione un po’ ovattata del terreno. Bisogna dunque ricalibrarsi sulle reazioni del mezzo, molto meno repentine e scorbutiche. La cosa è particolarmente avvertibile sui fondi moderatamente smossi, dove gli scartamenti laterali sono molto contenuti ed in velocità la bici resta attaccata al terreno come se i pneumatici fossero fatti di una magica mescola collosa. Grande stabilità e comfort, dunque, ma anche una certa pigrizia sia nel prendere velocità che nelle reazioni, cosa che potrebbe risultare piuttosto frustrante per chi ha una guida attiva e preferisce portare la bici piuttosto che lasciarsi portare.

F75R5067

Discesa guidata

Uno dei timori era che le grosse coperture rendessero la 6Fattie pigra ed imprecisa nel guidato, sia per una questione di inerzia che per l’effetto deriva spesso imputato alle coperture di queste dimensioni. Per ovviare al secondo inconveniente abbiamo preso le nostre precauzioni evitando di scendere eccessivamente con la pressione. Alla prova dei fatti è stato abbastanza facile ed immediato calibrarsi sulle reazioni del mezzo, e sia la facilità di conduzione in curva che la precisione ci sono parse buone. Evidentemente le geometrie azzeccate, compresa quell’altezza del movimento centrale che nelle salite tecniche ci aveva dato qualche grattacapo, hanno la meglio anche su quelli che, almeno sulla carta, dovrebbero essere i limiti di questo formato ruota. Nei cambi di direzione repentini, quando non è possibile impostare la curva con debito anticipo, l’impressione è invece quella di un certo ritardo ed una minore precisione rispetto ad una bici geometricamente simile montata con ruote dal formato standard.

F75R5054

Discesa sconnessa/tecnica

Una sensazione al primo impatto piuttosto sgradevole è che la bici rimbalzi quando impatta ostacoli di una certa entità. Le grosse coperture gonfiate a pressioni relativamente contenute funzionano infatti come una sorta di sospensione supplementare, sospensione che è però priva di controllo idraulico e che quindi restituisce in modo incontrollato l’energia assorbita. Capito l’andazzo, la cosa può essere sfruttata a proprio favore per far “galleggiare” la bici quando necessario, ma in quanto a precisione e reattività siamo un gradino sotto rispetto al comportamento dei formati standard. Indiscutibili vantaggi si hanno invece sui fondi smossi o che offrono poca aderenza affrontati a velocità moderata, quindi affidandosi alle doti di tenuta dei pneumatici più che alla capacità di “volare” sugli ostacoli. Poche centinaia di metri su fondo roccioso fortemente sconnesso affrontati a velocità sostenuta sono invece bastati per capire come in queste situazioni il set ruote mostri evidenti limiti. La pizzicata è infatti arrivata quasi subito, ed una volta controllata la camera d’aria a fine discesa (proseguita ad andatura ben più tranquilla con la camera di scorta) abbiamo contato ben otto fra tagli e buchi vari!!! Passando alla soluzione tubeless i risultati non sono stati molto migliori, dato che al primo atterraggio un po’ sporco su fondo roccioso la copertura si è bucata ed il liquido non è riuscito a sigillare il foro (notare che ce n’erano quasi 200 ml!). E’ quindi evidente che in questo genere di situazioni si deve scendere a compromessi, rassegnandosi ad andature non troppo elevate e piuttosto accorte nella scelta delle linee. Altra opzione sarebbe quella di montare coperture ben più sostenute, pagando però pesantemente sul fronte del peso. L’opzione tubeless non risolve più di tanto la situazione, visto che la mancanza della camera mette sì al riparo dalle pizzicate, ma rende la spalla del pneumatico ulteriormente cedevole costringendo a salire con la pressione per non danneggiare il cerchio e non avere eccessive flessioni laterali in curva.

F75R5031

Sulle discese tecniche al limite del trialistico il problema non si pone e la 6Fattie si comporta molto bene, potendo contare sul favorevole mix diametro ruote – angolo sterzo relativamente aperto – grip delle coperture. Per questo genere di situazioni avremmo però preferito uno stem più corto, soluzione che ci sentiamo di consigliare se si intende ottimizzare l’assetto del mezzo in questa ottica.

Conclusioni

La 6Fattie Comp Carbon è una bici ben realizzata, montata con criterio e geometricamente molto valida. Per quanto riguarda il formato 650b+ rimane però qualche riserva. Sicuramente interessante per chi cerca comfort e sicurezza ad andature relativamente tranquille, chi invece ama la velocità e la reattività potrebbe restare deluso sia in salita che soprattutto in discesa. Se i costruttori spingeranno con decisione questo formato si prospetta una bella sfida per le case costruttrici di ruote e soprattutto di pneumatici, vista la necessità di compiere uno step in avanti in termini di rapporto peso/solidità.

Commento di Wolf VormWalde, ingegnere Specialized settore gomme

Pochi minuti prima della pubblicazione di questo test ci è giunta la presa di posizione di Wolf VormWalde, l’ingegnere Specialized che si occupa delle gomme. Dice di aver avuto gli stessi nostri problemi di affidabilità e, per questo motivo, hanno rinforzato la carcassa e la Ground Control verrà offerta solo nella versione Grid, di circa 70 grammi più pesante.

All’inizio, continua Wolf, l’attenzione era tutta sul peso, ma poi ci si è accorti che il divertimento della 6fattie stava nello poter scegliere linee più dirette del solito e “spianare” gli ostacoli.

Peso bici completa tg. L: 13.7 kg
Prezzo: 4890 Euro
Specialized.com

[ad12]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Devastazione
Devastazione

5000 Euro per una bici che non e’ ne carne ne pesce,che ha un formato ruote che ancora nessuno ha capito a cosa serve e nessuno sa per quanto ancora lo si vedra’ in giro. Eppure mi viene da dire ” ecco i soldi,dammela subito !!! “

Devastazione
Devastazione

ps : ah ecco…5000 Euro e ha pure i mozzi Hi Lo. Bene bene.

qazed
qazed

e potevano anche usare un collarino più bello per il tubo sella, quello nella foto con quella vite a brugola bella sporgente non mi sembra il massimo.

gabrireghe
gabrireghe

Cosa sono i mozzi hi lo?

200mm
200mm

Sono gli affidabilissimi mozzi della Specialized…

l.j.silver
l.j.silver

e i freni deore….

Massinovecento
Massinovecento

1kg di pneumatico? Miii un missile 🙂

markxxx79
markxxx79

….bè ! è il peso di una normale gomma dà enduro rinforzata sui dà 27,5x 2.3/2.4 di sezione !

…la differenza è appunto che quà non è rinforzata , ma molto fragile …e se nel primo caso , si lavora a basse pressioni e si può spingere , quà con le plus diventa solo peso inutile che rende la bike più impacciata e lenta !

Cau Boi
Cau Boi

5000 euro e 5000 grammi di ruote su pei monti ? good luck

pablos
pablos

“All’inizio, continua Wolf, l’attenzione era tutta sul peso, ma poi ci si è accorti che il divertimento della 6fattie stava nello poter scegliere linee più dirette del solito e “spianare” gli ostacoli”

Quindi per cosa era stata pensata in principio?Neanche uscita già modificata nel cuore.

85549
85549

ma noo, è che neanche chi l`ha progettata sa a cosa serve….. 5k euri e componentistica deore, la prossima bici sara una specy di sicuro….

EmilianoNF
EmilianoNF

ahahaahaahaaaha

biker 69
biker 69

Ottima prova,avendo provato una plus ho riscontrato anche io i pregi e i difetti da te puntualmente segnalati; nessuna fretta nel salire,senza scatti, in discesa spiana tutto e molleggia…… bo, a chi piace!!!!

Ellsthar
Ellsthar

In che modo una MTB che costa 5000€ ed ha freni Deore può essere giudicata “montata con criterio”?

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Ellsthar Esattamente nel modo spiegato nel test, cioè ottenendo un insieme perfettamente funzionale pur utilizzando componentistica non top. Quanto la fanno pagare è un altro discorso, ma se anche costasse 10000 Euro i Deore frenerebbero bene ugualmente.

markxxx79
markxxx79

…credo che le bike siano pronte a questo nuovo formato…ma credo che ruote e coperture non lo siano per niente !
…ci vorrebbe forse un sistema tipo procore per le plus !
…almeno dà riuscire a sfruttarle per quello che sono state progettate !

…alla luce dei fatti : in salita si sente il peso maggiore delle ruotone che il maggior grip , non riesce a compensare come difetto , nel pedalato , la bike risulta impacciata e lenta nei cambi di direzione e nelle discese veloci , diventano problematiche dal punto di vista meccanico impedendo di spingere…

…sempre più perplesso su queste ruote !

…cma la bike è molto bella , ed ero curioso di leggere test , pensavo nettamente meglio però !
…altra cosa che mi lascia perplesso , è un pò il montaggio…

…spendo 5000 euro per avere freni deore e un gx su una bike alla fine più problematica di una comp carbon normale che costa 1000 euro in meno , và meglio in quasi tutti i frangenti e pesa meno ???

…bò ! …rimango perplesso !!!

Avoid
Avoid

Sono strabiliato dall’utilizzo massiccio dei puntini di sospensione! Perbacco!

The leg
The leg

Volete dirmi che il Franzi ha scoperto in 1 mese su e giu per la Valtellina quello che tutto il reparto esperienze della Specialized non si era accorto in, diciamo 1 anno?, a zonzo per la Contea di Santa Clara?
Oppure bisognava riempire delle pagine di catalogo per un formato su cui la concorrenza aveva annunciato battaglia ma non si era fatta abbastanza ricerca?
Per fortuna che abbiamo dei tester seri per dare una scrollata a queste operazioni di puro marketing.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@The leg
Beh, a giudicare da quanto dice l’ingegnere responsabile del reparto gomme di Speci se ne sono accorti eccome.

Pietro.68
Pietro.68

si ma se ne sono accorti con la bici già in produzione.
La prox volta è meglio se ti danno da testare il prototipo così gli dici tu che con quelle gomme si può girare solo in soggiorno. 😀 😀 😀

jack11
jack11

5000 euro e freni deore! non male!

enrico_zonzin
enrico_zonzin

ma questi deore devono avere le pastiglie in oro massiccio perche senno non mi spiego la differena di prezzo in confronto alla mia frontina per andare a fare i giretti in paese e a prendere il gelato pagata 400 euro 😉

greg2
greg2

…invece di parlare di montaggio ragionato parlerei di rapporto qualità prezzo!!!ma non mi sembra se ne parli più nelle recensioni…cmq orami i marchi US offrono montaggi da supermercato su bici da migliaia di euro (per non parlare dei pesi!)…non riesco neanche io a capacitarmi che l’ingegnere si sia accorto che hanno tappato clamorosamente sulle gomme a questo stadio di commercializzazione…ciao!

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@greg2 Non se ne parla perchè è il classico parametro che ha un peso diverso da persona a persona. Quindi noi diciamo come sono montate le bici e come vanno, poi ognuno faccia le proprie valutazioni.

greg2
greg2

@Mauro Franzi ……se un marchio offre montaggi di qualità a prezzi contenuti per me è da enfatizzare…..credo che a molti possa interessare anche questo nel valutare l’acquisto di una bici…

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@greg2 Ma secondo te le persone sono stupide ed hanno bisogno che sia io a far notare se un prezzo è alto o basso in rapporto al montaggio? Credo che tutti sappiamo come si collocano i vari marchi da questo punto di vista, e se uno non lo sa basta scorrere la lista della componentistica e controllare il prezzo della bici.

minion
minion

il prezzo è un aspetto legato al prodotto; potrà anche avere più o meno peso per persone differenti , anche altre caratteristiche potrebbero avere peso diverso per utenti diversi
…… io un giudizio rapporto qualità\prezzo lo darei comunque.

comunque bel test

emiz
emiz

No, è bella esteticamente, ma per 5000 pippi non me la farei mai. Oltretutto non ha nulla in più rispetto alla FSR 2014-2015, che costava 1600 euro in meno. Questo aumento di prezzo non può essere giustificato semplicemente con il nuovo telaio, il formato, lo SWAT o il GX 11v. Un’enduro 29 in alluminio costa meno, sale uguale, e in discesa va di più. Una Stumpy normale va di più in salita, e con gomme da enduro va anche meglio in discesa… Quindi questa a che serve???

AlfreDoss
AlfreDoss

In pratica questo plus è una “sola” colossale, sembrano più i compromessi da accettare che i vantaggi.
Dovrebbero piuttosto chiamarlo 29 Minus…

AlfreDoss
AlfreDoss

la mia non era una denigrazione sulle 29″ ma un gioco di parole sul suffisso “plus”, piuttosto sono delle 29 mancate quindi “minus”…

jomark
jomark

@Alfredoss…
“29 MinKIus”, non Minus ;-)!!
Scherzi a parte….come le 29 sono state la manna e un’ottima innovazione proprio nella pratica, così le “plus” sono un’emerita minxxxxxa (IMHO).
Io sono contento del prezzo delle Specy, cosi’ quando venderò la mia usata ne ricaverò un’ottima valutazione….

Fabryp
Fabryp

Formato ruote che non mi entusiasma particolarmente… Ancora non se ne capisce bene il senso.
Comunque test ben fatto!

OT: Posso chiedere dove sono state scattate le foto usate nell’articolo?!?!

Marco Toniolo

Sotto al passo dello Stelvio. Salendo da Bormio, sulla destra, dove ci sono le trincee con altare e statua

Fabryp
Fabryp

Got it!

pacidavi
pacidavi

in sostanza una bici da pensionati?
Dalla descrizione la vedo bene per mio padre che, over 50, ha iniziato a pedalare con la mia vecchia full da 26″ montata con gommoni da 2.4
tutto sommato questo formato ruota mi intriga… ma tra vent’anni quando l’età sarà sugli anta anche per me

pablos
pablos

ouuuuuuuuu
io sono appena entrato negli anta..GGggRrRRrrRRR
e quella bici non la voglio!! 🙂

l.j.silver
l.j.silver

io ho 52 anni e un cesso simile, oltretutto montato da supermercato e ad un prezzo folle non lo vorrei mai….

menollix
menollix

Dico la mia :
Esteticamente è bellissima! E’ però il solo pregio che trovo però…
Capisco che i gommoni diano più trazione… ma se buco ogni uscita (a meno di andar piano) diventa più importante la trazione … delle scarpe ! 😀
Poi sarà che io sono piuttosto fermo… ma io in salita nel 90% dei casi mi fermo perchè mi manca fiato, non perchè mi manca trazione.
last but not least 5000€ con i freni Deore e il gruppo GX mi sembrano fuori luogo. Sono sicuro che vanno benissimo… ma almeno freni xt e gruppo X1 almeno si potevano montare.

DoubleT
DoubleT

dalle mie parti si dice… che sono fuori come un balcone o che sono fuori di una riga di case!!!
infatti, voglio vedere quanti dopo la prima volta essersi portati su 5 kg di ruote, magari per 1,5 km di d+, si tengono la bike oppure al primo dirupo la lanciano giù… con viva e vibrante soddisfazione (euri a prescindere).
e poi bisognerebbe spiegare ai più (parlo ai neofiti) che la salita tecnica normalmente non si esaurisce in 100/150 di dislivello, ma che è variamente distribuita in quel famoso millino e mezzo di cui sopra!!! e che spesso la parte più dura è verso la fine (leggasi vetta) dove si è molto più stanchi.
poi ancora… è ovvio che la bike va bene, però è da specificare bene a chi può andare bene ‘sta bike, e vorrei vedere se non fosse altrimenti per 5.000 euri, perché se la fanno, la faranno per venderla, o no?
p.s. cacchio, forse è la prima volta che ho qualche perplessità su una scelta di specy… certamente mi sto sbagliando.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@DoubleT Spero che non vi fossero dubbi, ma con ruote complete si intendono le ruote in ordine di marcia, quindi con tanto di pacco pignoni, dischi, pneumatici e camere d’aria.

DoubleT
DoubleT

sì ok, ma comunque sempre almeno un kilo in più

DoubleT
DoubleT

…di massa rotante (e non è poca cosa)

Velocity
Velocity

La bici più inutile dell’anno : and the winner is…

P.s.come già detto 5000€ con quei freni deore è un insulto, un paio di freni xt costano 150€+dischi icetech ai comuni mortali figuriamoci a Specialized…

wally73
wally73

sinceramente anche io non capisco i vantaggi di questo formato. poi ovvio che se le case li fanno e i clienti li comprano. ogni costruttore le fa. sui componenti del montaggio sono abbastanza d’accordo.
almeno gli SLX che sono comunque ottimi su una bici di quel costo ci starebbero. ma anche case molto più fighe tipo santa vendono bici a 6/7000€ con montati componenti di media gamma…
questa è una cosa che non capisco molto. fanno pagare i telai come fossero d’oro mentre molti di noi sappiamo quanto costa a una casa un telaio in carbonio anche se di modulo e gamma altissima.
però far pagare i componenti come li pagassero in negozio o quasi… boh
e non parlo di specy. questa cosa la si può applicare a tutte le case tranne una manciata…

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@wally73I vantaggi sono quelli citati nel test: maggiore grip e comfort rispetto al formato standard. Per chi va in bici in un certo modo o prevalentemente su certi tipi di fondo ed itinerari può quindi avere un senso, diversamente costringe a parecchi compromessi.

Tira la careta
Tira la careta

@Mauro Franzi
Ciao,
considero il 650+ un’opportunità, nel senso che mi consentirebbe di scegliere, semplicemente cambiando le ruote, di modificarne la destinazione d’uso.
Avete eventualmente provato a montare ruote da 29 per capire se l’adattamento dei passaggi ruota più larghi comporta delle penalizzazioni o meno rispetto a una 29 nativa?

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Tira la careta No, non avendo a disposizione ruote da 29″ adatte l’ho utilizzata solamente con le sue ruote originali. In linea teorica non vedo quali penalizzazioni potrebbero esserci per via dei passaggi ruota più ampi. Metti invece in conto che l’altezza del MC salirebbe di 10-15 mm, ma non sarebbe un problema se consideri che con le plus è alto 331 mm.

shonajut1952
shonajut1952

Leggo che le ruote sono le normali Roval Traverse 650b quindi si potrebbero montare senza problemi delle gomme non 27+ di sezione intorno ai 2,20/2,40 quindi si estende la possibilità di scelta

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@NIPI In quel caso andresti però ad abbassare ulteriormente il già basso movimento centrale, e sulle salite sconnesse mi sa che diventa veramente dura.

shonajut1952
shonajut1952

Costringerebbe a montare pedivelle da 165mm… 🙂

Quanta differenza c’é tra la spalla di una gomma ‘normale’ ed una ‘plus’??

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@NIPI Dipende da cosa si intende per gomma normale ed a quale gomma plus ti riferisci. Nel caso delle Ground Control montate sulla bici del test la spalla non sembrava poi così misera al tatto, il che mi ha lasciato abbastanza perplesso riguardo la facilità con cui pizzicavo (l’ultima volta lungo una sterrata, probabilmente atterrando da un saltino fatto sfruttando un cambio di pendenza della strada). Il fatto di andare facilmente a finecorsa al posteriore credo comunque che non abbia aiutato, e può darsi che aggiungendo degli spacer nell’ammo il fenomeno si riduca . La facilità con cui la gomma si forava mi fa invece sospettare che per contenere i pesi e non avere una spalla ridicola si sia lesinato in zona battistrada, dove oltretutto la distanza e scarsa altezza dei tasselli non è d’aiuto. Però è solamente una mia supposizione.

shonajut1952
shonajut1952

@Mauro Franzi io intendevo parlare di altezza della spalla, scusami mi sono espresso male!

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@NIPI Anche in questo caso dipende da pneumatico e cerchio, ma direi che siamo attorno alla decina di mm.

Elio Bortone
Elio Bortone

Oramai senza un “carroarmato” sembra che non si possa più fare Mtb o semplicemente divertirsi.
Auguri ai coraggiosi acquirenti.

gas29
gas29

Come al solito si sprecano i commenti di chi non è mai salito su una B+ e lancia giudizi perentori. Muldox ha testato una bici e una coppia di gomme, e il suo giudizio è abbastanza equilibrato, tranne per gli elementi che sono alla base del giudizio. La fatica che si fa in più in salita in realtà si traduce in una diminuzione della velocità ascensionale inversamente proporzionale alla “cattiveria” del fondo o del sentiero. Ed è ovviamente una combinazione tra sezione della gomma, peso delle ruote e pressione di gonfiaggio. Per seconda considerazione direi che, come nelle 29 pollici, risulta indispensabile latticizzare; inoltre esistono gomme pensate per l Enduro ( Veetyre Crown Gem , wtb Bridget e altre) decisamente più robuste ma anche gomme ” di compromesso” peso/robustezza, come i Traxx Fatty da 72 tpi sui quali non si sono presentati grossi problemi di tagli. Dalla mia esperienza ritengo che la taglia di gomme ottimale per i terreni compatti sia il 2,8″, però alcuni 3″ hanno lo stesso volume d’aria del Traxx Fatty da 2,8 che al momento ritengo la gomma di riferimento, visto che sono 2 anni che ci lavorano. Senza contare che VeeTyre produce gomme per tanti marchi Americani. Relegare a una nicchia un formato di telaio che di fatto, cambiando ruote, può essere trasformato in una 29 tra il (è questa la VERA forza delle B+, Imho), adattandosi ai diversi percorsi, stagioni, stili di guida del rider, mi sembra riduttivo. Tanto più che poi, chi ce… Read more »

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@gas29 In che senso “tranne per gli elementi che sono alla base del giudizio”? Il gioco di parole sulla maggiore fatica in salita è apprezzabile, ma alla fine siamo sempre lì: a pari velocità farai più fatica, a pari fatica andrai più lento. Questo, come giustamente dici, prevalentemente sullo scorrevole. I vantaggi sui fondi più ostici sono invece innegabili e sono stati evidenziati.
Che con una copertura da 2.8″ cambi il mondo non mi pare molto credibile, credo invece che per avere la necessaria affidabilità sia necessario salire con i pesi. E forse non solamente quello dei pneumatici, visto che a fine test la ruota posteriore era pure leggermente decentrata. Non so dopo un annetto di utilizzo intenso come starebbero le cose, ma per questo ci vorrebbe un test di durata.
Inoltre scendendo con la misura del pneumatico si perderebbero sempre più le caratteristiche del plus per riavvicinarsi a quelle dei formati standard. Non vorrei che fra un po’ di tempo saltasse fuori che la misura ideale è il 2.6″ quando esistono coperture tradizionali da 2.5″. Non so se mi spiego…

Velocity
Velocity

Mi viene il leggerissimo dubbio che tu le vendi queste plus… (non è un dubbio in realtà ).La vera Mtb non è questa, sono pochi quelli che fanno i calcoli con le ruote adatte in base ai percorsi e a tutte le altre variabili teoriche…gia tanto se si cambiano le gomme ed io.personalmente uso le stesse tutto l’anno sia che piova ci sia il sole.o.la neve.. Almeno imho chi pensa a pedalare veramente non da troppo peso a queste cose…

gas29
gas29

Io non ti sto pubblicizzando il mio prodotto, spiego le mie sensazioni dopo 1 anno di uso, su tutti i fondi e con sezioni diverse. Non ho mai evitato di denunciarne i difetti, di dire che sotto 1 bar di pressione le gomme hanno troppa deriva. Ma non mi vanno i giudizi stroncanti da gente che non ci è mai salito. Il paragone con le Fat è tra la merda e il risotto. E non di possono paragonare a bici Xc, sono bici tra il e il paragone va fatto con pari diametro esterno e peso simile di gomme e ruote. Altrimenti non ha senso. Poi hanno pregi e difetti, lavorandoci sopra si possono minimizzate i difetti. Montando cerchi canale interno 30 e peso 400 grammi, (DRC Climber xx)latticizzando le gomme e montando Traxx Fatty da 2,8 i difetti già si riducono.
Dopotutto sono le prime bici di serie in questo formato. Lo sviluppo è agli inizi, anche se beneficia delle esperienze fatte con le 29.

Pietro.68
Pietro.68

Premesso che i tuoi prodotti mi piacciono molto.
Ma tu stai parlando di una bici diversa.
Se a quella provata da @Mauro Franzi (che costa già come una macchina) devo poi farci un upgrade di altri 2000 euro vuol dire che, come dice Mauro, questa fatta così ed assemblata così ha quei limiti lì. 😀

#mainagioia
#mainagioia

Ma tu, per dire che questa non è la VERA mtb hai provato un B+ o 29+? Si, no, 1 volta, 1 mese, 1 anno? Sempre, poi, che esista la VERA mtb: che poi cosa vuol dire non si sa…

#mainagioia
#mainagioia

e aggiungo: non sono tanti che scelgono la MTB in base alla proprie esigenze (leggasi lacune) e sono invece molti quelli che scelgono la MTB perché fa figo… purtroppo.

Gxp
Gxp

Ma non si tramanda da migliaia d’anni la tradizione che il miglior upgrade per una mtb è l’alleggerimento delle ruote ? Quale scisma ci ha portato al suo opposto ?

#mainagioia
#mainagioia

Fosse così gireremmo tutti con dei 1.9 da 450g, io personalmente davanti preferisco abbondare, e anche dietro non lesino. Poi se uno fa solo strade bianche…
E’ sempre un compromesso: se non voglio che la gomma scappi via, slitti, eccetera (si tagli, buchi) devo prendere un 2.2 o 2.35, magari molto aggressivo come disegno, sacrificando rilanci, scorrevolezza e reattività dell’insieme ruota-gomma.

gabrireghe
gabrireghe

@Mauro Franz i
La sensazione di gomma rimbalzante l’hai avuta con le ruote montate con camere o tubeless?

Quindi consideri impossibile l utilizzo anche com gomme da 2.4?

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@gabrireghe Direi con entrambe le soluzioni. Per l’utilizzo con coperture da 2.4″ vale quanto già detto: ti ritroveresti con un MC ulteriormente abbassato rispetto ai già pochi 331 mm che si hanno con le coperture da 3.0″. A quel punto non capisco il senso di acquistare la 6Fattie, quando la Stumpjumper “normale” può tranquillamente ospitare coperture da 2.4″ con geometrie più adatte.

bakunin
bakunin

voglio ricordarvi che specialized non è un marchio che vende online, ha i suoi rivenditori con una buona discrezionalità sul prezzo di listino. quindi se la volete subito in preordine sono affari vostri e il prezzo sarà alto, mentre se si ragiona l’acquisto e si prende un pelino piu avanti con un paio di preventivi si ha un discreto sconto. non provate nemmeno a paragonare questi prezzi ai marchi online, che non hanno un rivenditore dietro e hanno un prezzo “congelato” senza possibilità di permuta etc.

tra l’altro questa bici può piacere o meno ma è abbastanza innovativa, a me non convincono i gommoni ma sono curiosissimo di provarli 🙂

gas29
gas29

Non credo si scenderà sotto i 2,8 pollici. Ho visto dei 3,5 a Eurobike, ma li relegherei ad usi specifici.

Ma per quanto riguarda la velocità in salita farei una considerazione.
Mentre con una fat non è praticamente possibile tenere il ritmo dei soliti compagni di uscita muniti di gomme strette, con la B+ (a meno di non uscite con gente cha va palesemente piano), il gap non è tale da farci abbandonare la solita compagnia, si perde qualcosina nei tratti più ripidi con fondo liscio, ma sul “mangia e bevi” e sullo sconnesso si va uguale. Che poi è quello che conta.

Io poi sono convinto che sulle full le B+ siano ” anche troppo” mentre sulle Hstdtail hanno una loro ragione di essere.

barbasma
barbasma

a me interesserebbe un confronto trazione 27,5PLUS vs PROCORE SCHWALBE su una 29…

Mttia983
Mttia983

@gas, ma tu hai mai usato delle 650b su hardtail di nuova concezione tipo 120 aut 130 aut 140 , se si come ti sei trovato?? La ruota posteriore rimbalza come sulle ht tradizionali???

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

@cadmo, gas29 le hardtail trail 650b+ le produce 😉

AlfreDoss
AlfreDoss

Non per niente le difende a spada tratta…

pirpa
pirpa

Non mi sembra, ne indica correttamente vantaggi e svantaggi….tra l’altro dopo mesi di prove in diverse configurazioni…. quindi direi una ottima campana!

gas29
gas29

Per cortesia, prenditi una mezzora e vai aleggere nella nostra sezione. vedrai che non è così.
Si tratta solo di fare la somma pregi e difetti e vedere se il risultato si adatta a se stessi
Mi fanno ridere risposte tipo quella di Haran…. sono le stesse che leggevo 7 anni fa per le 29 pollici……

#mainagioia
#mainagioia

Nemo profeta in patria est…

Haran
Haran

Ma le 29″ hanno degli innegabili vantaggi. Non solo sulla carta, ma ben avvertibili mentre si pedala. Io (che non ne prenderei mai una) sono il primo a riconoscerlo.
Obiettivamente qui mi sembra che di vantaggi non ve ne siano, o non siano così rilevanti.
E’ vero tuttavia che l’importante è divertirsi, a prescindere dal formato.
Però tutto questo proliferare di formati ha portato il settore nel caos IMHO, con evidenti distorsioni nel posizionamento economico delle bici. In una parola: costano troppo. Questa fattie ne è il chiaro esempio.

gas29
gas29

Posteriormente resta un carro rigido. più confortevole, più “assorbente”, ma una sospensione è un altra cosa. Il maggior volume d’aria aiuta, girare a pressioni più basse aiuta, ma NON è, nè sarà mai come avere una sospensione moderna.

Mttia983
Mttia983

AH… allora finalmente qualcuno potrà spiegarmi bene 🙂 wow, infatti spesso quando parlo di queste bici tutti dicono che non vanno bene e che serve l’ammo. Vero dico io ma dipende cosa vuoi fare, come ci vuoi scendere e a quanto ci vuoi scendere!! Del resto anche gas29 dice cose sagge. Ma la domanda è: se una persona che non è smanettona, CHE NON VUOLE PER FORZA ANDARE A CANNONE IN DISCESA, ma che si vuole divertire senza esagerare e che dopo alcuni anni di esperienza inizia a sentire tutti i limiti della sua 26″ hardtail entry level fa bene a cambiare con una hardtail 140mm e con una geometria dove l’angolo del piantone è come quello di una enduro (68°/67° circa) o è meglio farsi una scott spark 27.5 120/120 e buona notte??

Haran
Haran

Beh, IMHO penso che, tra non molto, si potrà suonare il requiem per questo formato.
(Tanto subito dopo se ne inventeranno un altro!)

magicomaggio
magicomaggio

Bella recensione ….. cmq anche con le gomme della Mia enduro specj ho avuto gli stessi problemi…. Proviamola con altre gomme e vediamo che succede..

vmaxpower
vmaxpower

Quella del peso è una forte discriminante al momento dell’acquisto, salvo poi rendersi conto, dopo le prime continue forature, che servono gomme di una certa sostanza, e che il peso, non parlando di bici da xc, non è che un retaggio di anni indietro.

David Fregoli

Menomale che arrivata la precisazione di Mr. Wolf, quello che risolve i problemi di gomme!! xD

life
life

Cercate nella discussione quante volte esce la scritta ” 5000 euro e monta freni DEORE ”
è assurdo …ma li avete mai provati ? sono dei freni fantastici , funzionano in maniera identica a dei slx o xt , ve lo garantisco.

Se proprio dovete trovare qualcosa che non va nel rapporto qualità prezzo, l’ultimo problema sono i deore come freni.

Mttia983
Mttia983

@life – anche io sono del parere che si tratta di un prezzo altissimo, però si parla di carbonio e ammo di una certa levatura per cui risparmiano mettendo dei freni deore (così come tutto ciò che è deore è conosciuto per robuestezza ed economicità insomma) se mettono dei freni ormula a quanto si arriverebbe ??? cercano di fare il compromesso qualità prezzo.

******************************************************************************************************************
*Il test è un bell’articolo, però devo essere sincero oltre ai test da bici da 5000 e fischia mi piacerebbe *vedere una sezione con i test delle bici più alla portata di lettori esseri umani ***************************
****************************************************************************************

Haran
Haran

Con l’andazzo dei prezzi, le bici più alla portata di lettori esseri umani avranno al massimo i v-brake.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@life Dal punto di vista della funzionalità il tuo discorso non fa una grinza e potrebbe tranquillamente essere esteso alla forcella piuttosto che alla trasmissione GX.

dubleciccio
dubleciccio

@Gas29 mi sa che sei il solito venditore che tira l’acqua al suo mulino in maniera neanche tanto velata… “la merda il risotto? riuscire a stare dietro i propri compagni?” ma che azz… dici… io con la mia bucksaw ci esco sia con gente che si allena per la DSB e la Hero, sia per fare le endurate (non agonistiche) che organizzano dalle mie parti (romagna).
Molto probabilmente mi farò un paio di 650 + da montare nella mia bike per provarle per benino e perciò prima di allora non mi pronuncio, una cosa però è certa non tornerò mai + al formato standard, i gommoni a me mi hanno dato molti + vantaggi che svantaggi sia in salita che in discesa, e questo lo dico dopo 9 mesi di utilizzo e soprattutto non ho interessi personali di nessun tipo per scrivere ciò che ho scritto e sinceramente se i ruotoni prendono piede oppure no non me ne può fregare di meno… anzi essendo l’unico di entrambe le compagnie faccio + genere…;-)

gas29
gas29

Fortunato te che hai la gamba per star alla pari di chi sia llena forte (ma con che bici?) e soprattutto il portafoglio per permetteri una Fat montata leggera

tiziano73
tiziano73

mi viene da pensare che queste plus se avranno successo sarà più per l’estetica che per dei reali vantaggi,chi fa xc non la prende perchè sarebbe sicuramente più lento e chi fa enduro nemmeno perchè avrebbe gomme troppo delicate.mi piacciono ma secondo me sul mercato faranno flop.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@tiziano73 Non è che esista solamente l’xc o l’enduro, e neppure credo che bici di questo tipo vengano concepite per quello.

tiziano73
tiziano73

certo mauro franzi,non esiste solo xc ed enduro, ma se con queste fai un pò di tutto meglio (sempre se è cosi)questa a cosa serve?

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@tiziano73 Non ho capito cosa intendi dire. Ad ogni modo la 6Fattie è una bici pensata per utilizzo trail/am, non per farci le gare xc o enduro.

barbasma
barbasma

per gli italiani il TRAIL non esiste… in germania esiste solo il TRAIL… negli USA idem… la full è da trail… per farci tanti km e divertirsi…

da noi tutti enduristi modello EWS…

#mainagioia
#mainagioia

Da noi enduristi perché fa più fico… (e non la Raffaella)…

Devastazione
Devastazione

Tutti quelli che si lamentatno dei freni Deore se solo sapessero cosa vuol dire avere un mozzo Hi Lo. Ve lo dico io : vuol dire che dopo un mese dovrete spendere un bel 1000 euro per un set di cerchi nuovi.

Dandelion
Dandelion

Avuti anche io sulla Enduro Comp 2012. Una pena senza fine

luke bikewalker
luke bikewalker
barbasma
barbasma

appunto.. su una bici da 5000 mi aspetto almeno freni e mozzi decenti… non top… ma non la base di gamma…

AlfreDoss
AlfreDoss

Quindi i Deore sarebbero il male minore…

Mttia983
Mttia983

Comunque i formati sono sempre i protagonisti ultimamente. Vantaggi e svantaggi secondo me non ce ne sono la bici in un formato x o y avrà vantaggi su una cosa e scantaggi su un’altra non esiste la bici perfetta esiste quella che è più versatile per noi e per il nostro modo di andare in bici, ora ragiono un attimo e ditemi se vi sto dicendo una cavolata:
– Xc: bici leggera e veloce 29 per chi è alto oppure taglia media con una buona gamba e per chi vuole correre
Trail e XC della domenica : 120/120 AM 27.5, hardtail 650b – 120mm/130mm/140mm/150, hardtail 29+ fat bike
All Mountain: 140/140 27.5 oppure 29, hardtail 650b – 120mm/130mm/140mm/, hardtail 29+, fat bike
Enduro: 160/160 AM 27,5 se sei alto pure 29.
Trail, XC della domenica, Alla mountain – SECONDO ME LA PARTE PIU’ FUN DEL MONDO MTB. E ALLORA SOTTO CON TUTTI I FORMATIIIIIIIIII
Mi pare che da questo schema escono vittoriosi i nuovi formati, l’importante è divertirsi.

Simone-MTB
Simone-MTB

io con i gazzaloddi da 3″ non ho mai avuto questi problemi 😀

Jaco MtB
Jaco MtB

Quello che mi chiedo è… queste MTB non dovrebbero essere concepite per mangiarsi le discese con una facilità imbarazzante anche su terreni difficili rispetto a una bici con gomme “normali”? A me pare che questa Specy mostri invece limiti in discesa che con una bici senza il “+” sarebbero assai meno evidenti.

barbasma
barbasma

secondo me specy ha usato cerchi troppo stretti… 29 di canale quando la ENDURO usa lo stesso cerchio… su una PLUS imho è troppo poco… tutti gli altri usano 40 e oltre… forse è anche per questo che le gomme si tagliano.. il cerchio preme quando prendi le mazzate… non si sfrutta al massimo il formato PLUS con un cerchio stretto…

poi i freni deore su una bici da 5000 euro… quando online un paio di XT costano 150 euro…… OEM specy li pagherebbe un terzo… non è accettabile… su una bici di quel prezzo… non esiste proprio…

Fiore761
Fiore761

Non vorrei che si sta facendo e dicendo quello già avvenuto per la 29″ , cioè che erano troppo lente e pesanti , poco maneggevoli per farci le gare, poi basta vedere una coppa del mondo xc per capire che in molti sbagliavano.
Forse lo sbaglio, già successo con le prime 29 è quello di cercare di imitare le 26″ come peso gomme, ma ciò non può avvenire mantenendo la stessa affidabilità.
Infine, credo che ognuno di noi intenda la mtb come meglio crede e non è detto che debba a tutti i costi scendere come un missile in discesa o salire a cronometro, magari uno sceglie questo standard semplicemente perchè da più sicurezza e se in salita perde…pazienza, altrimenti staremmo tutti su front da 8kg con gommine da 2″

DoubleT
DoubleT

tutte balle!
interroghiamici anche noi sul futuro del movimento…
http://www.pinkbike.com/news/national-interscholastic-cycling-association-2015.html

cerbonim
cerbonim

ecco un altra recensione che rispecchia molto le mie impressioni.
http://mountainbike.bicilive.it/test/test-specialized-stumpjumper-fsr-comp-carbon-6fattie-2016/

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@cerbonim Hai la 6Fattie? Non hai mai avuto i problemi con coperture e ruote da noi riscontrati?

cerbonim
cerbonim

no , e’ l’ho da diversi mesi , pero’ le gomme 29+ sono diverse (schwalbe non le fa’) soprattutto le maxxis, ci giro a 0.8 mai un problema e ho notato che in generale le gomme plus si consumano meno.
Controllo sempre che ci sia il lattice anche perche’ le probabilita’ di beccare uno spino sono il doppio.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@cerbonim Scusami ma non ti seguo. Che bici, ruote e pneumatici hai?

cerbonim
cerbonim

la bici e’ questa :http://mercatino.mtb-forum.it/p-343301-vendesi-surly-krampus-10-8-kg–2015-29-plus
la sto’ vendendo per comperare la stj levo turbo fattie

gomme maxxis chronicle 29X3.0 120 FOLDABLE 1,050 DUAL 30 EXO/TR
e knard 120 tpi (preferisco le maxxis spalla piu’ robusta e gommose)

barbasma
barbasma

la STJ nuova è favolosa prova ne è che la BERTEEN ci ha vinto l’europeo enduro montata pike…

il problema sono quelle ruote plus… servono gomme più toste… cerchi più larghi…

gabrireghe
gabrireghe

si ma la berteen ci ha vinto con la 27.5 normale non con la plus

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@barbasma D’accordo con te, con ruote più affidabili ed un po’ più di progressione della sospensione posteriore (ottenibile aggiungendo gli spacer) questa è davvero una gran bici.

#mainagioia
#mainagioia

Era meglio telaio alu e ruote carbon… rimaneva più equilibrata, o perlomeno riduceva i difetti: la ruota carbon, peso a parte, è più rigida e reattiva.
Cosa ne pensi del sistema 24-28 raggi, il gommone ti impedisce di capire se sufficientemente rigida o hai notato problemi di rigidità causati dalla scarsa raggiatura?

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@lionmarck Impossibile giudicare la rigidità della ruota con una copertura di quelle dimensioni a poco più di 1 bar di pressione.

#mainagioia
#mainagioia

Grazie, temevo infatti..

markxxx79
markxxx79

ma infatti , i giudizi non sono certo sulla bike , ma su quello che è venuto fuori dal reparto ruote …
mi venderei un rene per la nuova stumpy fsr dà 150-150 con il 27,5 , magari la comp expert normale e che costa 1000 euro in meno e sembra che faccia quello che dovrebbe invece fare questa , e cioè essere una trail bike am che si mangia le discese e sale bene !

gabrireghe
gabrireghe

comunque secondo me il fatto che il mc sia così basso (troppo basso probabilmente in questo caso) è dovuto al fatto che specialized ha letteralmente preso la parte anteriore del telaio dalla stpj fsr 29 e ha progettato solo il carro ad hoc x questa bici.. quindi dato che le ruote complessivamente sono leggermente più piccole di una 29 alla fine il mc è trp basso

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@gabrireghe Il mc basso comunque è una caratteristica di Speci, al di là dello specifico modello.

rimirkus1975
rimirkus1975

Sul formato ruote tra 27,7+ o B+ , e 29er in realtà c’è più differenza di quanto si vuol far credere , personalmente ho comparato una spesy enduro con dei 29×2.35 ed una scott Genius lt con dei 27,5×2.8 ed anche confrontandole una affianco all’altra si nota il maggiore diametro esterno della 29 !
Personalmente apprezzo di più la 29 della 27,5+ ,ma su mezzi simili hanno comportamenti differenti (magari anche per questo sono state create le B+, altrimenti avrebbe avuto poco senso!) resta una scelta individuale l’apprezzamento delle caratteristiche di uno o l’altro formato

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@lollo72 Nel caso della 6Fattie il diametro era circa 11 mm in meno rispetto a quello di una Schwalbe Rocket Ron da 2.25″ montata su cerchio ZTR Crest 29ER. Metti che rispetto ad una copertura meno xc la differenza sia qualcosina di più.

rimirkus1975
rimirkus1975

Comunque restando sulla Spesy SJ in questione e lasciando stare considerazioni su ruote e prezzo , su un mezzo simile che presumibilmente non è destinato alle competizioni agonistiche, ma piuttosto ad un uso allmountain-trail più globale, avrei preferito una doppia corona (con quel prezzo possono benissimo proporre una trasmissione XT 11-40 con una doppia da 24-34) resterebbe un mezzo un pelo più sfruttabile (forse più apprezzato sul mercato tedesco?!)

gas29
gas29

E’ difficile far lavorare bene una doppia/tripla in una B+ hardtail, penso che in una full sia praticamente impossibile, a livello costruttivo, anche considerando di usare una guarnitura Boost

Jack Bisi
Jack Bisi

Queste parole sono PERFETTE!
cit”Grande stabilità e comfort, dunque, ma anche una certa pigrizia sia nel prendere velocità che nelle reazioni, cosa che potrebbe risultare piuttosto frustrante per chi ha una guida attiva e preferisce portare la bici piuttosto che lasciarsi portare.”

Oniriko77
Oniriko77

trovo che i formati plus abbiano il loro senso con una assistenza di un motore elettrico, non a caso per il 2016 ce ne saranno diverse a catalogo, haibike, Rotwild, Specialized, Cube, Mondraker… tutte 27.5+ più trazione + confort + peso, ma c’è il motore.
Tra le “muscolari” con 5000€ o poco meno ci esce fuori una all mountain/enduro da 12kg 12.5kg se 29″ con gomme da 2.35 o 2.4, con tutto il confort la trazione che si vuole, e allora voglio vedere il confronto con una Plus come questa da 2kg in più.

Pietro.68
Pietro.68

è quello che vado dicendo anche io.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@cerbonim Ma se hai una bici totalmente diversa come puoi dire che la recensione rispecchia le tue impressioni?!?!?

KATARRUSO
KATARRUSO

No ma veramente???
Sta gente e appassionata di bici?
Leggo troppi commenti generalizzatori…
Frutto di menti mangia spaghetti e calcio su SKY.
Oltre il vostro naso non siete capaci di vedere.
E non solo vi precludete anche solo l’idea che esista la possibilità di una alternativa.
Ma per partito preso e per (non rischiare chissà cosa); precludete possibilità future anche agli altri.
E un comportamento al limite del regime.
Se non vi piacciono se non vi tante per nulla.
Non rompete le scatole.
Avete tutti i vostri diritti di criticare.
Ma dopo un commento o due basta.
C’è ne di gente su facebuk che fa a gara a chi c’è l’ha più lungo.
Io ho provato la 29+ rigida.
E comprendo pregi e difetti
E sono proprio curioso di provare il 27,5+
Per avere una maneggevolezza maggiore.
Se intendete mtb pura diciamo all mountain .
Proprio una front in acciaio affidabile….
Proprio da 29
Che può ospitare 27,5+ quando si fa discesa scassata.
Ho usato perfino una fat full
Ma e fin troppo in discesa. Pare un bulldozer.
Se proprio volete mettervi limiti nella vostra mente, metteteli pure.
Ma metterli anche nella testa degli altri e proprio da uomini piccoli e paurosi del cambiamento.
Bah
Gas 29 ci crede e rischia di tasca sua.
Ma se avete un briciolo di amor proprio nell andare a leggere il topic.
Vedrete che e frutto di sudore passione scambio di pareri e passione vera. Anche questa e vera mtb.
E non sparare castronerie seduti sul cesso col cell in mano.
Ciao

fitzcarraldo358
fitzcarraldo358

una subordinata mai?
mica facile leggerti.

Avoid
Avoid

hey Bro, in linea generale potrei anche essere in sintonia con quello che dici… però che cazzo hai scritto?

KATARRUSO
KATARRUSO

Che troppa gente spara minchiate.
Mette limiti nella propria mente per paura e ignoranza.
Che per non rischiare, induce pure altre persone a non cambiare. Addirittura neanche alla possibilità che esista un alternativa. Sembra di sentire gli esponenti della lega… Ma che cazz.

Il commento , il dire la propria e all ordine del giorno.
Devi essere social e sparare minchiate su tutto.
Se non ti piace amen.
Le fat fanno lo stesso effetto.
Ma almeno provala prima di giudicare.

Adesso un telaio montato27+
Lo vedo adatto a fare trail, Dell Am.
E perché no del Bike packing.
Le ruote e la gestione pressione e un po una rottura.
Il fatto sta che il top di gamma con telaio in carbonio non ha un montaggio top. E neanche semi.
Fosse stato il primo gradino della gamma….
Ad un prezzo più accessibile.
Ma i produttori forniscono sempre il mezzo più bello più leggero ecc…
La possibilità di un carro allargato c’è .
Poi ognuno lo monta come vuole.
Ragionare sul solo telaio.
Vabbe
Va
Pace

Avoid
Avoid

Grazie per la risposta. Ultimamente leggo molti commenti critici a riguardo delle tante novità che affollano il mercato. Il mio pensiero è questo, inviterei coloro i ai quali non piace un settore così dinamico ed in fermento a comperarsi una rampichino in acciaio e via andare con quella. Bello no?

Pietro.68
Pietro.68

questo peggio dell’altro. 😀 😀 😀

jimmy27
jimmy27

a leggere l’articolo le B+ vengono massacrate ma essendo una trail bike andava valutata come tale e non confrontata con le enduro racing solitamente utilizzate dal tester…

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@jimmy27 Scusa, ma dove hai letto che la bici è stata paragonata ai modelli da enduro? Comunque uso varie tipologie di bici, trail comprese. Proprio in questo periodo sto provando una trailbike con la quale arrivo indenne alla fine degli stessi sentieri sui quali la 6fattie mi ha dato più di un problema con le coperture.

Tapirone
Tapirone

Acquistata da qualche giorno con due settimane di ruote 27,5+ e 29 .
Non so dare giudizi sulla guida ma noto che molte case produttrici vanno nella direzione delle 27,5+ non ultima la hightower di santacruz.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Tapirone A dire la verità la HT accetta ANCHE il formato 27.5 +, per il quale prevede oltretutto forcelle da 150 mm anzichè i 140 mm della versione 29″ (questo nei loro build kit).

Riki174
Riki174

Ciao Mauro, scusa se rivango questo vecchio test.
Preso da 400km la alu (stesso montaggio ma più rustica ed economica).
L’ho usata 10giorni con 27.5+ con camere e poi quando sono arrivate le ruote 29che avevo ordinato (Mavic XA) sono passato a 29.
Ho usato poco le 27.5 ma non ho mai bucato 🙂 ma la vera differenza —più che nella guida in discesa dove non spingo molto— che ho rilevato è che nell’utilizzo trail con saliscendi frequenti le ruote originali erano talmente pesanti da ammazzare qualunque voglia di spingere e rilanciare.
Con le 29 pur venendo da full XC ovviamente più leggera e scattante mi trovo bene anche in quel frangente.
Piuttosto avrei domande sulla forcella: ricordi che pressione hai usata (per quanto peso)? io mi trovo a dover girare molto più basso del “consigliato dalla casa”, tipo 75psi x 90kg di manzo
Secondo: trovo la fox 34 piuttosto ballerina e “sbacchettante” sia frenata che sui piccoli urti. Potrebbe essere la norma ed è solo una mia impressione derivata dall’essere abituato alla rigidissssima Lefty da XC?
Grazie se vorrai rispondere ai miei dubbi.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@Riki174 Purtroppo non ricordo che pressione utilizzavo, in ogni caso considera che peso quasi 20 kg meno di te e quindi non so quanto ti sarebbe d’aiuto conoscere il dato. Ti posso dire che di norma uso pressioni un po’ superiori a quelle suggerite, ma anche questa è una cosa soggettiva influenzata da tanti fattori. Strano però che ti trovi male con la forcella. I settaggi dell’idraulica sono corretti? Considera che più aumenta l’escursione della forcella e più assumono importanza (immagino che la Lefty avesse parecchi mm in meno di travel).

Riki174
Riki174

Grazie per la risposta (che avevo letto a settembre…anzi, è stato un piacere vedere che “mi hai cagato” su un test vecchio un anno!!!) 🙂
In effetti ho preso spunto ed ho cominciato a smanettare un po coi ritorni ecc..
Alla fine, non spingendo assolutamente “come uno bravo” in discesa mi sono orientato per un set-up molto morbido. Sono quindi molto lontano dai 95psi cui me l’aveva settata il negoziante, ma ho trovato la quadra in funzione di quello che faccio, ed ora sono soddisfatto in quanto davvero ho tanti mm che mi godo. Sulla rigidità credo che una lefty da 100mm sia inarrivabile, quindi il paragone era un po’ forzato, ma adesso che sono a posto con il settaggio mi trovo molto bene.

andrea1966
andrea1966

io ho la comp in alluminio e la uso con grande soddisfazione da 8 mesi. mi trovo benissimo, è l’ideale per la mia guida tranquilla. salgo dappertutto, il grip è fenomenale, e scendo dovunque senza velleità velocistiche.

3 note
– per i miei 194cm di statura avrei sperato in una xxl, mentre non si va oltre la xl.
– avrei preferito un telescopico con maggior escursione.
– nei primi giri ho sofferto particolarmente la ridotta altezza da terra delle pedivelle, problema cui ho parzialmente ovviato adeguando la pressione dell’ammo e della gomma posteriore. ero abituato alla mia vecchia enduro 26, più alta da terra.

per il resto, ripeto, grandi soddisfazioni.

lukauka
lukauka

anche io comp in alluminio, ce l’ho da qualche settimana e mi ci trovo molto bene, le uniche modifiche sono un attacco manubrio più corto e copertoni originali sostituiti con due nobbynick. le differenze dall’altra bici (avevo l’endurona 29″) sono: un più marcato effetto perdita di aderenza all’anteriore, se non si distribuiscono bene i pesi, e la facilità con cui riesco a fare manual e bunny hop e saltellare tra un sasso e un altro. occhio a scendere troppo con le pressioni!!( ho bozzato il cerchio posteriore perchè sono sceso troppo sgonfio (stavo facendo un po di prove) nel complesso sono contento dell’acquisto e di come va, sia in salita, soprattutto quelle tecniche anche se i pedali toccano gli ostacoli con facilità, che in discesa e, guardando strava , sto migliorando i miei tempi.

Teofil75
Teofil75

è da 6 mesi che sto provando la 6fattie alloy M5. Premetto che non sono un velocista, e preferisco i passaggi trialistici difficli, anche a bassa velocità, che spararmi giù a tutta birra. Confermo la scelta ragionata di ogni componetne. Premetto che però 5000€ non li avrei spesi. Io me la sono cavata con 2700 per la versione 2016, che aveva ancora le sospensioni FOX. Dalla 2017 in avanti Speccy ha deciso di passare sia forca che posteriore a RockShox, e secondo me si è scesi di qualità, mantenendo lo stesso prezzo. Le mie impressioni: praticamente sostidiuito da subito i copertoni e tublerizzato. Ora ho Rekon+ all’ant. e Ikon+ al posteriore, entrambi MAXXIS da 2.8″. Grip eccezionale rispetto a prima e risparmio di peso: -400gr a copertone e -200gr fra aver tolto le camere e aggiunto 160ml di liquido. Consiglio a TUTTI gli eventuali possessori a fare altrettanto!!! Ground Control e Purgatory per me sono del tutto INADEGUATI!!! Sostituito il manubrio più per sfizion che altro con FSA in carbonio. Ora la bici pesa 13.3kg, e lo ritengo un buon risultato. Unico neo: i freni li ritengo poco potenti. Inoltre il rotore da 203mm fa vibrare l’anteriore, indice del fatto che ha diametro troppo elevato per il tipo di forcella. Sarebbe meglio un 180mm ma con una pinza a 4 pistoncini e 160mm al posteriore. Forse l’impianto M5 al front e M4 al rear di Magura, o addirittura il Magune Trail sarà nel mio futuro upgrade. Per la questione pinzatura:… Read more »

andreazampellini
andreazampellini

Qualcuno sa quali sono gli spacer adatti? ovvero quelli standard FOX vanno bene visto la misura ad hoc dell’ammo x specy (e visto che nella tabella fox non sono riportati)?