The Colmen Witch Project

The Colmen Witch Project


Le idee malsane nascono come le idee sane. Non hanno sintomi diversi che ci permettano di prevenirne la realizzazione. Nascono e basta. Dalla pancia, dalla testa o dal cuore; davanti allo specchio, pedalando un sentiero o parlando con un amico.

IMG_0150_res

L’idea in questione nasce nella Statale della Valtellina, lungo la consueta via che porta al lavoro e che ad un certo punto costeggia il montagnozzo della Colmen, un pandoro montano senza zucchero a velo, modesto in altezza rispetto ai vanti circostanti, ma altrettanto arduo e inospitale, specie se esplorato in mtb.

IMG_9113_res

La mente del Valtellinese disegna discese vert su panorami che tolgono il fiato perché, soprattutto in primavera, lo zucchero a velo si posa sulla sommità dei monti circostanti e nell’azzurro dell’Adda si riversa la limpidezza dei ghiacciai.

IMG_9140_res

IMG_9267_res

La Valtellina, con i suoi trail ripidi e impegnativi, è il pane di grano saraceno per i denti del Valtellinese e dei suoi amici, non propriamente estimatori dei “loci amoeni”.

Lo “Svizzero”, così si definisce un uomo nato e cresciuto su quel ramo del Lago di Como che volge a sera, non ha tatuato nulla di bucolico sulle sue braccia…

IMG_8850_res

IMG_8733_res

…mentre per convincere “Terra di Mezzo”, l’uomo che, vivendo a Colico, non si sente né Valtellinese nè Laghéé, basta proporgli trail esplosi sotto le bombe e appesi su dirupi senza fondo.

IMG_9013_res

IMG_9129_res

L’idea di un trail vert che si avvita nel panorama valtellinese è accolta e gli amici scorrono veloci sopra l’Adda, con uno sguardo alla valle e alle cime lontane, spettatori di un altro capolavoro della natura e protagonisti di una nuova storia da scrivere per le montagne.

IMG_8941_res

In corrispondenza dei passaggi più difficili osservano il nemico, si suggeriscono l’arma, provano e lo affrontano…

Collage1_1_1

IMG_0030_res

…con la soddisfazione di avere la pelle ancora attaccata alle ossa a fine passaggio.IMG_0079_res1

IMG_9483_res

IMG_9166_res

IMG_0040_res

Tutto sembra andare per il meglio, sia nei tratti in cui si trattiene il respiro per non cadere a valle…

Collage8_1_1

IMG_8995_res

IMG_0095_res

…sia in quelli in cui lo si riprende e stare sulla sella, per contrasto, è rilassante come uno spuntino all’aria aperta.

IMG_9411_res

IMG_9496_res

Anche il desiderio di ogni biker sembra per un giorno in continua realizzazione: la discesa è interminabile e non si perde mai quota.

IMG_8989_res

E’ inspiegabile, soprattutto per il Valtellinese, che non ammette eventi irregolari nel paradigma della vita; ma chi fra loro non desidererebbe un giro con un dislivello, solo negativo, pari al raggio della Terra?

– Ragazzi, che giro! Che ne dite di prendere per Dazio per concludere?

IMG_8735_res

Improvvisamente un cartello recitante “bosco dei bambini” pungola un loro lato giocondo, neanche tanto nascosto, che li costringe ad una deviazione.

Collage5_1

IMG_8749_res

La sensazione che li assale è che a pedalare siano le loro ombre e il loro riflesso in un mondo capovolto.

riflesso_lago2_1_res

Improvvisamente il volto di Terra di Mezzo si veste di nero:

– Lo Svizzero!! Dov’è?!!

Un fiume di ricordi confusi e felici scroscia impetuoso sul letto di una mente ancora umana.

Collage6_1_1

Il Valtellinese vaglia raziocinante tra un ventaglio di possibilità: – Escludo che sia caduto in un dirupo. Non ne ho visti nel bosco…

IMG_9069_res

…escludo che sia stato catturato dalla strega della Colmen, perché non credo alle superstizioni valtelliniche. Escludo…

La luna osserva tra gli alberi la loro ricerca dell’invisibile in un dedalo senza cima e senza fondo e…senza uscita.

IMG_9233_1_res

La foresta si popola di simboli mistici e sciamanici e insieme pedalano più veloci della loro interpretazione…

IMG_0024_res

collage7_1

…finché un desiderio primigenio di fuga si impadronisce delle loro anime. Inizia una corsa disperata verso la valle in cui i passaggi tecnici non si provano più.

IMG_8913_res

Il manubrio che sanguina davanti ai suoi occhi increduli fa crollare le ultime certezze del Valtellinese.

IMG_0105_res

Inutile scrivere che, quando, dopo tanto pedalare, si ritrovano sfiniti di nuovo al cospetto dello stesso cartello, di loro, di quello che erano, non è rimasto più niente. Terra di Mezzo tira fuori la motosega giocattolo di suo figlio dallo zaino, ma in mano pensa di avere un mostro da n-mila Watt con cui abbattere tutta la foresta.

IMG_0006_res

E come accade a volte in queste drammatiche circostanze, prima di una condanna certa, ombre di uomini compiono gesti quotidiani, che nascono direttamente dai loro volti e dalle loro mani. O, ormai in preda alla follia, si infligge all’altro la pena per una sventura comune, di cui nessuno ha colpa.

Collage4_1_1

E (pensare che) vivevano felici e contenti…

 

Alessandra

WP_20150328_17_54_37_Pro_1_res_1

 

Info

Sulla Colmen è presente un fitto reticolo di sentieri, solitamente abbastanza puliti. La cima si raggiunge per una sterrata sul versante nord – ripida ma tutta pedalabile – che parte dal cimitero di Dazio.  A parte un paio di eccezioni, le discese presentano sezioni molto tecniche ed a tratti esposte.

Le foto sono state scattate in prossimità della cima, dove si trovano una paio di piccoli laghetti, lungo il sentiero “Bivio Crotto” e lungo la discesa “Cresta est – Desco, Bivio Est – Desco, Ca Molera – Desco, Porcido”. Più divertente, anche se meno panoramico in quanto nel bosco, sarebbe terminare la discesa per il sentiero chiamato “Desco, Bivio Est”.

Per una panoramica dei sentieri e relativi nomi cliccare qui.

Cliccare qui per info su come raggiungere la Colmen.

Leave a Reply

40 Commenti il "The Colmen Witch Project"

Notificami di
Ordina per:   più recente | più vecchio | più votato
fredricamx
fredricamx

bell’articolo. ho visto che cavalcate tutti delle zio jimbo. vorrei sapere se è per una sponsorizzazione o se invece è perchè la ritenete una buona bike. la sto considerando come prossimo acquisto. grazie.

19Tommy81
19Tommy81

Lavorano per Rose…

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@19Tommy81 Solamente Sergio lavora per Rose.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

andreazz71 Per entrambe le cose:
_Sergio rappresenta Rose in Italia e sicuramente la ritiene una buona bici.
_Niccolò l’ha comprata, quindi la ritiene una buona bici.
_Io la uso perchè Rose ce l’ha fornita come bici su cui testare la componentistica…e la ritengo una buona bici.
Il nostro test: http://www.mtb-mag.com/test-rose-uncle-jimbo-2/

19Tommy81
19Tommy81

Grazie per la precisazione 🙂

19Tommy81
19Tommy81

INVIDIA INVIDIA INVIDIA!
Giro a dir poco spettacolare, ma ben lontano dalle mie possibilità tecniche purtroppo 🙁
Complimenti davvero!

P.S. dove siete riusciti a trovarla una ragazza come Alessandra che vi segue ed è addirittura un’ottima fotografa??
Se è una specie evoluta di donna presente solo in Valtellina lascio subito il Varesotto! 😀

Mauro Franzi
Mauro Franzi

19Tommy81 E’ una specie che si è evoluta a Genova con un 50% di sangue dell’est Europa, non in Valtellina.

Mario128
Mario128

Diciamo che non è proprio un caso il fatto che sia dietro l’obiettivo e non davanti… Comunque grazie!

dott_djalemario
dott_djalemario

Ma ALE. di Pezza sei scesa a piedi o anche te in bici ???

Mario128
Mario128

Se fossi scesa in quei passaggi in bici non ci sarebbe stato questo report o, meglio , ci sarebbe stato ma l’avrebbero letto gli angeli in mtb-mag-clouds.com. 🙂

19Tommy81
19Tommy81

per quanto mi riguarda è più probabile incontrare un alieno! 😀

biker 69
biker 69

Bel racconto e grandi foto,i complimenti vanno anche a ragazzi per i passaggi sembrano davvero difficili

skettino84
skettino84

Da finalese in trasferta in Valle per lavoro ammetto di aver trovato un altro paradiso per la bike

abituato a Finale bisogna solo rifare un pò l’ occhio a sentieri più naturali

Mauro dovete portarmi a fare un giro con voi!

Mauro Franzi
Mauro Franzi

@marenc Vero quel che dici dei sentieri, anche se ultimamente si comincia a vederne qualcuno un po’ “lavorato”. La valle comunque è grande e si trova di tutto, compreso il flow della zona di Livigno.
Per il giro volentieri (possibile che ci fossimo già sentiti qualche mese fa?).

skettino84
skettino84

si si.. anche perché finalesi spostati in Valle non ce ne sono così tanti

Morganfly72
Morganfly72

complimenti Ale per l’articolo… ben scritto, belle foto e davvero originale!!!

Danielvalsesia

Se scaricaste la traccia sarei + contento. Qui non è chiarissimo https://www.google.com/maps/d/viewer?mid=zY8YIaMee6Tk.kf4AFZ5tq2O0&hl=it

Mauro Franzi
Mauro Franzi

Danielvalsesia Purtroppo non abbiamo preso la traccia, ma trovare la discesa non è difficile: il sentiero parte sulla sx della sterrata un paio di tornanti prima di raggiungere la cima. Discesa obbligata fino all’incrocio con quello che arriva da Dazio, dove si tiene la dx percorrendo un tratto in saliscendi con delle sezioni attrezzate con catene. Il bivio che permette di scendere a Desco per il sentiero più divertente è ben segnato e bisogna scendere sulla sx (cartello della foto con i caschi appesi alle zampe del povero quadrupede).
La prossima volta se mi ricordo prendo la traccia.

Danielvalsesia

@Mauro Franzi se la scarichi tra gli itinerari fammelo sapere per cortesia, un giro così me lo vorrei proprio fare ;). Ho fatto anche un cerca ma di COLMEN non c’è nulla.

Mauro Franzi
Mauro Franzi

Danielvalsesia In ottica mtb è probabile che si trovi poco o nulla perchè come ho scritto si tratta di sentieri un po’ “particolari” (diciamo pure che in molti si guardano bene dal metterci le ruote). Prova a fare qualche ricerca usando il nome in italiano Culmine di Dazio, ma probabilmente troverai più che altro materiale riguardante trekking/corsa (negli ultimi anni vi fanno una gara che ha un discreto successo).

alexbit
alexbit

Veramente un pezzo che si legge e si guarda con piacere!
Ho apprezzato molto le foto e trovo che il testo ci si sposi alla grande.
Sembra davvero che ci sia un legante forte e continuo fra testo e immagini che risultano così un tutt’uno.
Bravi!Complimenti davvero!

Mario128
Mario128

Mi fa piacere che tu abbia notato il mio tentativo di far sposare testo e foto. Vuol dire che un pochino ci sono riuscita! Grazie..

apelassa
apelassa

Verissimo,veramente ben amalgamato,il mix foto e testo rende da matti…

spiri
spiri

ci riesci sempre! complimenti davvero. dovresti mettere su un blog. grandi tutti per il giro!

apelassa
apelassa

Grande Ale Di Pezza,gran bel articolo…
COMPLIMENTI!!!

gotto
gotto

Chi sa veramente adoperare la macchina e chi sa veramente adoperare le bici…certe storie non lasciano il tempo che trovano, ma viceversa, con grande stima per quello che fate e come lo fate.

Mario128
Mario128

ma grazie!

gotto
gotto

Quando leggo in qualche articolo Ale di Pezza..mi struscio le mani. Ora si gode 🙂

jomark
jomark

Come sempre gran bell’articolo…Belle parole, bellissime foto…Ancora meglio del solito i passaggi di quei manici di bikers che hai immortalato!Complimenti a tutti!!!

spiri
spiri

assolutamente vero! questi sono i reports che piu’ di tutti preferisco!

Mario128
Mario128

sono contenta! grazie…

ferrilamiere
ferrilamiere

che bello…. e che bravi!!!

complimenti

sunsetdream
sunsetdream

Foto bellissime e servizio bellissimo i posti non mi piacciono ma non dipende da voi. Grazie come sempre.

wsurfista.saltuario
wsurfista.saltuario

A lot of hat …. complimenti alla fotografa e ai ciclisti ….

daniele0511

Foto favolose e testo coinvolgente, come sempre del resto …

Mario128
Mario128

mille grazie Sembola!!!! Ci porti da qualche parte in Toscana per un bel report?

petronilla
petronilla

Bellissime foto … Terrificanti brava Ale! ……. Grande ammirazione per i bikers

petronilla
petronilla

Bellissime foto … Terrificanti brava Ale! ……. Grande ammirazione per i bikers

scinto59

Brava Ale…bel reporter come sempre …e tempismo perfetto…il 25 sono a Lecco x lavoro…non si sa mai che ci scappi un’uscita veloce….se è come credo nello stile del Tracciolino deve essere una figata pazzesca…tecnico ma su roccia ferma e aderente come solo il granito sa essere!

Mario128
Mario128

Contatta Mauro allora!!!!