Trek non ha violato brevetti Split Pivot, secondo il giudice

Trek non ha violato brevetti Split Pivot, secondo il giudice

David Roilo, 17/12/2013
Whatsapp
David Roilo, 17/12/2013

Nel Settembre 2012, Dave Weagle ha fatto causa a Trek, che secondo lui aveva infranto, con l’ABP (Active Braking Pivot), il brevetto Split Pivot, sistema progettato da Weagle stesso.
Venerdì scorso, il giudice William Conley si è pronunciato a riguardo, avendo deciso che Trek non ha infranto il brevetto di Weagle.

L’ingegnere commenta dicendo che malgrado la sentenza della corte rappresenti una vittoria temporanea per Trek, il caso non è chiuso. Split Pivot ha intenzione di ricorrere in appello.

Il giudice ha confrontato le curve del rapporto di leva di diverse piattaforme full Trek con il brevetto 8,002,301 di Split Pivot riguardo le curve del rapporto di compressione. Conley ha trovato differenze sufficienti a decidere che Trek non ha infranto il brevetto Split Pivot.

Per quanto riguarda il secondo brevetto che secondo Weagle Trek ha infranto (il 7,717,212), anche qui non ci sarebbero violazioni perchè “gli ammortizzatori che Trek usa non si conformano strettamente a quelli che SplitPivot descrive nel brevetto”.

Trek ha a propria volta fatto causa chiedendo alla corte di invalidare i brevetti Split Pivot al centro della disputa, ciò che però il giudice non ha concesso.

Fonte: bicycleretailer.com