MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Video] DH WC #4 Val di Sole: Pierron il dominatore

[Video] DH WC #4 Val di Sole: Pierron il dominatore

[Video] DH WC #4 Val di Sole: Pierron il dominatore

07/07/2018
Whatsapp
07/07/2018

Un’altra gara emozionante in Val di Sole sul terreno secco e polveroso del temibile tracciato Black Snake, tra pietre enormi e radici. Amaury Pierron ha sigillato il suo dominio della stagione 2018 di UCI DH World Cup vincendo anche la tappa di Val di Sole, la sua terza vittoria di fila in coppa e proprio nella gara più temuta e impegnativa del circuito di cui ormai è leader indiscusso in classifica generale.

La guida di Pierron dimostra la sua totale confidenza, con la scelta di traiettorie differenti dal resto dei concorrenti, fluide e veloci, che si stanno rivelando decisamente efficaci a ogni gara.

Seconda posizione per Laurie Greenland che ha effettuato una run eccellente, adrenalinica e scenografica, praticamente perfetta. Solo mezzo secondo lo separa dal miglior tempo di Pierron e grazie a questo risultato sale dalla quinta alla seconda posizione in classifica generale. Danny Hart ottiene la terza posizione con una discesa leggermente conservativa per il suo stile ma decisamente veloce e incisiva, che lo ha portato a poco più di un decimo di distacco dall’ex compagno di team Greenland, risalendo inoltre in quinta posizione nella overall.

Quarto posto per Luca Shaw, unico del team Syndicate a ottenere un piazzamento data l’assenza per infortunio di Minnaar e la caduta a inizio tracciato di Vergier. Thomas Estaque, dopo una lunghissima hot seat che ha segnato il tempo da battere e dato del filo da torcere a parecchi top rider, ha concluso con un brillante quinto posto.

Bruni è caduto mentre era in testa al secondo intertempo, mentre Gwin ha corso nonostante l’infortunio al pollice, ovviamente senza aspettative di risultati. Loris Revelli conclude in 34ª posizione seguito da Johannes Von Klebelsberg in 38ª.

Gara emozionante anche nella categoria femminile dove Tahnée Seagrave ha pennellato una run costante e controllata che le ha permesso di non commettere errori e di spingere lungo tutta lo sviluppo della Black Snake.

Rachel Atherton ha condotto la run migliore della categoria ma ha accusato la stanchezza nella parte conclusiva, perdendo la prima posizione e chiudendo al secondo posto.

Rachel e Tahnée scavalcano entrambe Myriam Nicole in classifica generale, elitrasportata in ospedale a Trento a causa di un infortunio alla schiena durante le prove di ieri che fortunatamente risulta meno grave di quanto sembrasse inizialmente ma che comunque le ha impedito di correre.

Una sempre più veloce Monika Hrastnik conquista la terza posizione confermando l’ottima condizione di forma con la quale ieri ha vinto la manche di qualificazione. Quarta posizione per Tracey Hannah. Ottima performance di Veronika Widmann che chiude in quinta posizione dopo una lunga hot seat.

Rispettivamente ottava e undicesima Eleonora Farina e Alia Marcellini, entrambe rientrate alle gare in questo evento dopo una lunga assenza per infortunio.

Thibaut Daprela conquista la prima posizione nella classifica Junior Men, segnando un sorpasso in classifica generale sul leader di circuito Kye A’Herne che ieri non si è qualificato per la finale a causa di una caduta. Seconda posizione di Henry Kerr, seguito da Patrick Butler. Bene ma non benissimo Giacomo Masiero che dopo due ottimi intertempi in seconda posizione si è dovuto accontentare di una comunque brillante settima posizione. Risultati migliori rispetto alla manche di qualificazione invece per gli altri due italiani in gara, Hannes Alber e Stefano Introzzi che chiudono rispettivamente in 11ª e 14ª posizione.

Qualsiasi siano le condizioni o le difficoltà del tracciato, la giovane promessa Valentina Höll domina letteralmente la categoria Junior Women con ampi distacchi, come se corresse in una categoria a sé. Oltre 17 secondi di vantaggio sulla prima delle inseguitrici, o per meglio dire, la prima delle “non-Höll”, la statunitense Anna Newkirk che raggiunge il terzo posto in classifica generale. Terza posizione per Mille Johnset mentre la seconda in classifica generale Nastasia Gimenez, chiude solo sesta.

Classifiche complete Finali Val di Sole – Elite Men
Classifiche complete Finali Val di Sole – Elite Women
Classifiche complete Finali Val di Sole – Junior Men
Classifiche complete Finali Val di Sole – Junior Women

World Cup Overall – Elite Men
World Cup Overall – Elite Women
World Cup Overall – Junior Men
World Cup Overall – Junior Women

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
giorgiocat

Vista dal vivo. Emozionante come sempre.
Pierron é davvero in stato di grazia . Ho visto che attaccava la parte finale di rocce con una cattiveria davvero eccezionale.
Ma sbaglio ma il pezzo di pista chiamato the Hell (che era impestatissimo tra roccioni impressionanti) é stato notevolmente addolcito?

SEBULBA
SEBULBA

Hart e Greenland davanti fino all’ultima sezione da oltre sessanta all’ora. Che ci sia lo zampino della 29 pollici? Grandissimo comunque Pierron

bax70
bax70

Non mi pare proprio! se si vogliono analizzare i fatti in modo un po’ piu’ accurato per le velocità primo è Brayton (Scott 27.5), Greenland (27.5) 5°, Hart addirittura 23°, Pierron “solo” 15°. Nei primi 20 ci sono 10 27.5″ e 10 29″ chi prima e chi dopo e non si vinceva solo negli ultimi 300 m. magari per il mercato, i costruttori o i piloti punteranno tutti sulle 29″; al momento si puo’ dire che nella gran parte dei casi se la possono giocare e la scelta oltre che da parte del team ad avere pronta la bici da 29 va molto in base alle caratteristiche di guida dei rider. che le 29 abbiano “stimolato” una parte di rider è palese, come palese il fatto che le Commencal in VdS sono andate alla grande ma la sensazione è che sia un formato al momento non adatto a tutti anche le donne al momento vanno tutte su 27.5 solo la Miller aveva provato a FW il prototipo Specialized da 29 e la Nicole lo scorso anno inizio’ con la Commencal 29 ma dai Crankworks di Les Gets torno’ a girare con la 27,5 andando poi a vincere anche la coppa . Io ero su in Val di sole da Giovedi Pierron l’ho visto in una forma strepitosa, mi ha impressionato in qualifica con pista bagnata, ero nella Redbull zone ed è passato a bomba rispetto agli altri che erano un po’ piu’ in riserva e si è poi visto anche… Read more »

sickbiker

Ma quindi chi ha comprato una bike in carbonio non ha capito un cazz.
Pierron continua a vincere su bike in alluminio!

Sent from my iPhone using MTB-MAG.com

cheyax
cheyax

Bastasse una bici in alluminio e le ruote da 29″ per andare forte come pierron

Froster182
Froster182

Pierron sta cavalcando l’onda
Ma mi sembra una classifica un po’ magra…

giorgiocat
Froster182

Brosnan ??
Mi sembra una classifica un po' povera…

eh se fai il tempo ci sei altrimenti no ; )
Comunque Brosnan direi decimo

Mostro
sickbiker

Ma quindi chi ha comprato una bike in carbonio non ha capito un cazz.
Pierron continua a vincere su bike in alluminio!

Sent from my iPhone using MTB-MAG.com

….e pure mono pivot!:-) (però come la butti giù fai irritare i “Carbon user”)
… scherzi a parte, il pilota va forte,molto forte.. ma anche la bici è sicuramente veloce! Non è il solo a portarla in zone alte della classifica in questa stagione, fa strano che siano solo fortune e coincidenze…

cheyax
cheyax

Pierron era un tantino on fire questo weekend, greenland continua ad andare forte, ma alla fine erano diversi anni che si vedeva che stesse per diventare uno dei più veloci, hart invece da quando è passato a saracen mi sembra che come risultati sia peggiorato

teoDH

Pierron è un mostro… una run degna di un Sam Hill ai tempi d’oro, o di un Hart a Champery… un capolavoro di run, e cmque inizio a pensare che max commencal abbia nuovamente creato una macchina da DH davvero efficace!