[Video] RCM tutorial: come fare il nose press

[Video] RCM tutorial: come fare il nose press


Ce lo chiedete in tantissimi e sembra davvero che questa manovra sia sulla “wish list” di ogni biker. Ovviamente avere confidenza sullo stare su una sola ruota può rivelarsi davvero utile, anche se non necessario, in molte situazioni.
E poi diciamocelo: rendere in mano una bici qualunque e fare un bel trick da parcheggio fa sempre schiattare di invidia tutti i vostri compagni di uscite!

RCM World
Questo week end saremo a Sestri Levante per gli ultimi eventi del ricco calendario 2018. L’anno è stato pieno di eventi e di emozioni, chi ha partecipato ai nostri corsi sa di cosa stiamo parlando e i feedback entusiasti che riceviamo ci fanno capire che siamo sulla strada giusta. Per noi questo periodo è anche il momento di rimboccarci le maniche per la stagione 2019!

SAVE THE DATE
L’8 Dicembre uscirà il calendario RCM 2019.
Tante conferme, tante novità, un sacco di eventi.
Se non vuoi perdere il posto e vuoi rimanere sempre aggiornato iscriviti alla nostra newsletter (1 mail al mese). QUI X iscriversi

Like
Like x 1
    1. Se posso permettermi aggiungerei che è normale in base al fatto che tu sia “sinistro avanti” o “regular”. Se sei “sinistro avanti” normalmente riescono meglio i nose a dx mentre se sei “destro avanti” riescono meglio quelli a sx. Prova ad invertire i piedi e vedrai che qualcosa migliora

      0
      1. Ciao, sono totalmente d’accordo per quanto riguarda il fatto del sinistro o destro avanti (non è sempre vero ma normalmente è come dici tu).

        Non mi trovi invece d’accordo sull’invertire i piedi. La posizione a piedi invertiti limita molto nelle tecniche e sinceramente trovo molto più difficile fare i nose press in qualunque direzione senza il piede anteriore che comanda. Io sconsiglio di invertire i piedi durante la guida. Al contrario consiglio sempre di allenarsi a fare tutto anche a piedi invertiti per poter essere pronti nel caso tenerli invertiti fosse una necessità o un caso.

        0
        1. Grazie della risposta, a sto punto approfitto per un’altra domanda riguardante la posizione dei piedi, su cui magari potreste fare un video. Tu sconsigli di invertire i piedi, ed è prassi comune. Io invece, sebbene abbia un piede preferito davanti a situazioni come salti drop ecc, nella guida normale, quando il sentiero lo permette, tendo ad invertire i piedi, perché mi stanca meno, a maggior ragione ora che ho una caviglia fortemente danneggiata. Ci sono controindicazioni a cambiare il piede che sta davanti se le sensazioni di guida sono pressoché uguali?

          0
          1. Ciao,
            diciamo che è molto difficile che le sensazioni di guida siano uguali, sarebbe come dire che in snowboard non ci cambia niente andare dritti o in switch (per fare un paragone calzante e già proposto in precedenza).
            Per quanto riguarda la stanchezza alle gambe spesso è indice di una cattiva posizione base. In particolare il problema principale lo abbiamo di norma sul quadricipite femorale della gamba posteriore. Correggendo la posizione in sella si risolve la stanchezza senza necessità di invertire i piedi e “sentirsi sulle uova”.

            0
            1. Anche se siamo un po’ OT, puoi dirmi brevemente qual è l’errore nella posizione che provoca detto indolenzimento (te lo chiedo perché mi capita a volte)? Grazie

              0
            2. Ciao, scusa la risposta tardiva ma ero occupato con gli ultimi corsi di stagione. Per quanto riguarda la posizione spesso i problemi sono per via di un eccessivo piegamento delle gambe in posizione base. Questo implica uno sforzo totalmente isometrico che porta all’indolenzimento (e blocca tutto il sistema propriocettivo della caviglia peggiorando l’assorbimento degli urti sulla ruota posteriore).

              0
          2. Capita anche a me, e ho imparato a invertire i piedi almeno nelle situazioni più “facili”… poi come dice Jack le sensazioni cambiano, è un po’ come provare a scrivere con la mano sinistra se non sei abituato… ma come posizione “di riposo” pian piano sto imparando a gestire anche questa.

            0
  1. Purtroppo avendo una forcella doppia piastra che limita la sterzate , mi capita frequentemente di trovarmi in condizioni dove il nose press sarebbe utile , ma un conto è farlo in situazioni di sicurezza su un campo piano ( cosa che mi riesce più o meno bene) un altro è farlo in movimento su sentieri non ben conosciuti e magari in forte pendenza , dove basta un piccolo errore di valutazione o di spita per ribaltarsi ; in questi casi l’istinto di sopravvivenza prevale e mi fa scendere dal mezzo (anche se a volte in certi passaggi sarebbe più sicuro saper eseguire le giuste manovre sul mezzo piuttosto che farli a piedi ) . Nel video viene consigliato l’utilizzo di pedali flat ma non si specifica il perchè , nel caso di pedali con sgancio rapido c’è qualche svantaggio ?

    0
    1. Ciao, consigliamo i flat per due motivi. Il primo è che in caso di eccessivo sbilanciamento in avanti non si rischia di rimanere agganciati. Il secondo è perché così non ci verrà voglia di trazionare col pedale alzando la bici ma lasciando in basso il sedere (errore + comune nel nose press)… con gli sganci questo errore è indotto e spesso presente.

      0
  2. Ciao, volevo chiederti se hai in mente dei tutorial finalizzati alle e-mtb , visto che il segmento e’ in forte espansione e tutto sommato anche se molto simili alle mtb classiche sono comunque piu’ pesanti .
    Grazie

    0
  3. maxdoc

    Ciao, volevo chiederti se hai in mente dei tutorial finalizzati alle e-mtb , visto che il segmento e' in forte espansione e tutto sommato anche se molto simili alle mtb classiche sono comunque piu' pesanti .
    Grazie

    vitamin

    Anche se siamo un po' OT, puoi dirmi brevemente qual è l'errore nella posizione che provoca detto indolenzimento (te lo chiedo perché mi capita a volte)? Grazie

    Quoto il vostri messaggi perchè desidererei avere una risposta dal grande @Jack Bisi[emoji6]

    Anche il manual sembra pressochè impossibile[emoji24] (scusi l'OT[emoji5]).

    Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

    0
  4. Jack Bisi

    Ciao, scusa la risposta tardiva ma ero occupato con gli ultimi corsi di stagione. Per quanto riguarda la posizione spesso i problemi sono per via di un eccessivo piegamento delle gambe in posizione base. Questo implica uno sforzo totalmente isometrico che porta all’indolenzimento (e blocca tutto il sistema propriocettivo della caviglia peggiorando l’assorbimento degli urti sulla ruota posteriore).

    Grazie x la risposta, molto esauriente

    0
  5. Jack Bisi

    Risposto sopra!… per quanto riguarda il manual hai già visto il tutorial??? Prova Prova Prova!

    Ciao Jack, grazie per le risposte. Nello specifico ho una Giant Dirt e-2+, un carro armato da 22,5kg.
    Se dai uno sguardo alla mia e-xc e mi dici che è fattibile mi impegnerò come un dannato, anche se credo che i movimenti saranno diversi che su una muscolare [emoji28]
    Il nose press invece risulta piu facile e riesco a farlo…per modo di dire, devo ancora imparare a restare in equilibrio ma anche su questo ci sto lavorando.

    Il manual per ora mi sembra impossibile[emoji22]

    Sent from my SM-N950F using MTB-Forum mobile app

    0