MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | [Workshop] Come nastrare un cerchio a regola d’arte

[Workshop] Come nastrare un cerchio a regola d’arte

[Workshop] Come nastrare un cerchio a regola d’arte

17/09/2014
Whatsapp
17/09/2014

Le gomme tubeless sono diventate un must in quasi tutte le discipline della mountain bike. I vantaggi sono essenzialmente due: minor peso ed una maggiore protezione contro le forature.

A parte le ruote tubeless native, su cui è sufficiente montare e gonfiare il copertone, quasi tutti i cerchi in commercio richiedono di essere “nastrati” per essere convertiti in tubeless. L’operazione di nastratura, fondamentale per sigillare in maniera ermetica il cerchio, è piuttosto delicata: se fatta in maniera ottimale può durare a lungo e risultare quasi permanente, se realizzata in maniera approssimativa può causare problemi di tenuta con il risultato di dover rifare tutto da capo.

Nell’articolo di oggi scopriremo tutti i segreti per nastrare al meglio i nostri cerchi.

I segreti di una nastratura perfetta

Il primo passo che dobbiamo fare è procurarci un kit di conversione tubeless composto da:

obe

  •  Nastro tubeless
  • Coppia valvole tubeless
  • Liquido sigillante

E poi alcool isopropilico, uno straccio per pulire il cerchio ed un compressore per tallonare la gomma.

1) Rimozione eventuale flap paranipple: prima di procedere all’applicazione del nastro, occorre togliere l’eventuale nastro paranipple. Identifichiamo il foro della valvola, zona in cui il nastro è più robusto, ed aiutandoci con un cacciavite solleviamo il nastro.

obe

Sollevato il nastro, lo sfiliamo con le dita e lo rimuoviamo.

2) Pulizia cerchio: per assicurare una corretta adesione del nastro al cerchio è indispensabile che la superficie sia completamente pulita e sgrassata. Ogni residuo di lattice vecchio va rimosso, sia nella zona della gola centrale, sia nella zona del tallone. Basta un piccolo lembo di nastro sollevato per far infiltrare l’aria, il lattice ed a far scollare il nastro.

obePer pulire il cerchio consiglio di utilizzare l’alcool isopropilico ed uno straccio di stoffa che, a differenza della carta, non lascia peluzzi. L’alcool isopropilico è particolarmente adatto allo scopo perchè non lascia residui. L’alcool denaturato o altri prodotti sgrassanti lasciano infatti un residuo sulla superficie del cerchio che riduce l’effetto di adesione della colla.

Il segreto per una nastratura duratura è la corretta pulizia del cerchio, quindi prestiamo attenzione a questa fase.

obeNotiamo come il cerchio sia perfettamente pulito e sgrassato. Facile nel nostro caso visto che le ruote sono nuove 😉

3) Inizio nastratura: preparato il cerchio, è giunto il momento di applicare il nastro. Per prima cosa identifichiamo il punto di inizio della nastratura.

05Partendo dal foro valvola, andiamo a contare due fori di nipple ed a metà tra il secondo ed il terzo andiamo ad iniziare la nostra nastratura. La fine della nastratura avverrà nello stesso punto (a metà tra il secondo e terzo foro) dalla parte opposta della valvola. In questo modo avremo un doppio strato di nastro in zona valvola.

obeApplichiamo il nastro avendo cura che la prima porzione sia perfettamente aderente al cerchio e che non ciano bolle d’aria. Schiacciamo bene con le dita per assicurare una perfetta aderenza.

4) Applicazione nastro: proseguiamo applicando il nastro su tutto il cerchio. Per assicurare una buona tenuta il nastro deve essere tirato con forza. Bisogna letteralmente appendersi alla ruota, in modo che il nastro si allunghi (è piuttosto elastico) e tenda naturalmente a schiacciarsi sul cerchio. Sarà la forza di trazione del nastro, insieme alla colla ovviamente, ad assicurare una buona durata e tenuta della nastratura.

07Srotoliamo circa 30cm di nastro e tirando con forza applichiamolo sul cerchio in modo che sia bello tirato e centrato nel canale.

08In alcuni casi i produttori consigliano di utilizzare nastri piuttosto larghi che vanno ad inserirsi perfettamente nell’interno del cerchio. Per assicurare che il nastro si inerisca correttamente durante l’applicazione è molto utile muovere il rotolo a destra ed a sinistra. In questo modo faciliteremo l’ingresso del nastro nel cerchio.

5) Completamento nastratura: completiamo la nastratura tagliando il nastro a misura. Ricordiamoci che la nastratura deve finire a metà tra il secondo ed il terzo foro dalla valvola dal lato opposto rispetto a quello da cui abbiamo cominciato.

obe

 

Aiutandoci con le dita facciamo aderire al cerchio anche l’ultima porzione di nastro.

obeLa giunzione deve apparire come in foto: il nastro è perfettamente aderente allo strato sottostante e non ci devono essere bolle d’aria.

obeFacendo scorrere le dita sul nastro, eliminiamo eventuali bolle d’aria ed assicuriamoci che il nastro aderisca perfettamente al cerchio.

obeCon un cacciacopertone in plastica andiamo a schiacciare il nastro anche nel tallone, in modo da assicurare un’adesione perfetta anche sui bordi. Questo è un trucchetto molto utile quando si utilizza il nastro NoTubes: questo nastro è particolarmente largo rispetto al canale del cerchio e va a terminare proprio nei pressi della spalla. Non essendo in una posizione raggiungibile con le dita è quindi facile che non aderisca perfettamente, con il cacciagomme risolviamo questo problema.

6) Foratura nastro: completata la nastratura, dobbiamo realizzare il foro per la valvola. Procuriamoci un cutter, o ancor meglio un bisturi.

obeEd effettuiamo un taglio a croce sul nastro in corrispondenza del foro della vavola.

obeIl taglio a croce è preferibile perchè in questo modo il nastro si piega dentro il foro ed assicura un’adesione ottimale tra la valvola ed il nastro. Adesione ottimale significa una miglior tenuta ermetica.

7) Assestamento nastro: per assicurare una buona tenuta della colla l’ideale è sottoporre a pressione l’intero nastro prima di andare a montare la gomma. Installiamo quindi un copertone ed una camera sul cerchio nastrato.

obe

Talloniamo la gomma e gonfiamo il tutto alla massima pressione consentita dal cerchio o dallo pneumatico (3-4bar).obeLasciamo quindi riposare la ruota in pressione per una notte. In questo modo il nastro viene pressato sul cerchio e la colla ha tutto il tempo per assicurare un’adesione ottimale.

8) Installazione valvola: il giorno seguente smontiamo la gomma e la camera. Installiamo quindi la nuova valvola.

obePrima di tutto svitiamo il core ed assicuriamoci sia pulita e priva di grumi di liquido sigillante (se usata). Nel caso puliamola con del WD40.

obeRimontiamo il core e con la ghiera rimossa inseriamo la valvola nel cerchio.

obeAvvitiamo la ghiera con decisione ed abbiamo finito. Non ci resta che quindi installare la gomma, tallonarla ed iniettare il liquido anti foratura. Se abbiamo fatto tutto con cura, il nostro nastro sopravviverà a numerosi cambi gomme.

 

 

 

 

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
pollonico
pollonico

nella quinta immagine la scritta “valvola” indica il primo nipplo

gianni1879
gianni1879

Vero, il foro vuoto dove andrà installata la valvola, si vede che è quello successivo e non quello segnalato dalla freccia.

Piccoli refusi

Domenico piazzoll
Domenico piazzoll

Sapete dirmi quale è la differenza tra un cerchio che si può rendere tubless e che non si può renderlo? (Ovviamente parlo di cerchi welded)

Mario.lop
Mario.lop

…dipende prevalentemente dal canale interno che deve permettere alla gomma di fare tenuta anche nel diametro minore.
Però io ho tublesizzato cerchi tipo Mavic F219 di 10 anni fa: il problema principale è appunto mandare in pressione la gomma nella fase iniziale, poi il lattice fa miracoli!

Domenico piazzoll
Domenico piazzoll

Appunto, vorrei sapere quele è questa differenza, se qualcuno la conosce.

Mario.lop
Mario.lop

…in linea generale, la profondità del canale interno deve essere ridotta.

MN_avatar
MN_avatar

oltre a quanto gia detto, aggiungo che i bordi del canale, dove si incastra il tallone della gomma, hanno una forma leggermente differente nei cerchi tubeless ready, e inoltre specie sui modelli piu recenti è presente una tacca antistallonamento (che si nota nelle foto dell’articolo).

baffosardi
baffosardi

Cosa ne pensate del flap tubeless in gomma elastica al posto del nastro? Intendo quelli nuovi di color rosso trasparente..

Boss Equipment
Boss Equipment

Vanno benissimo e lo si può togliere e riusare, mai successo, ma in teoria si può.
Con il nastro una ripompatina la devi dare prima di ogni uscita e a volte era proprio giù ,con il flap in gomma ho notato che cala meno.

Boss Equipment
Boss Equipment

Ps forse si accoppia meglio con la valvola pure essa in gomma non so

Ganfo
Ganfo

Ecco. Mi sapete indicare un kit valido? i miei cerchi dovrebbero avere il canale interno da 24…

Boss Equipment
Boss Equipment

Su ebei cerca io ho questo Kit Conversione Tubeless 1 Flap RED REWIND

Ganfo
Ganfo

Grazie!

Vincent46
Vincent46
AleCast73VA
AleCast73VA

io ho usato semplicemente flaps da 25mm su cerchio con canale da 19mm e ci sta benissimo e ci sono meno sbattimento nastrare il cerchio

Mario.lop
Mario.lop

…operazione apparentemente banale, ma effettivamente senza i trucchetti come tirare il nastro, usare il levagomme e fare il primo montaggio con la camera, si possono avere spiacevoli sorprese quando si è in mezzo al proprio sentiero preferito ( …o peggio trovarsi alla mattina prima dell’uscita, con i tubeless che non vogliono stare su!)

ValerioIacobelli
ValerioIacobelli

Ottimo! volevo farlo ……ora con questi trucchetti non ho più dubbi

iaio
iaio

Perche sostituisci la valvola il giorno dopo? Intendo, la prima valvola teneva visto che l’hai gonfiata a 3 bar

Ioria77
Ioria77

quella gonfiata a 3 atm è una gomma con all’interno la camera d’aria se ho ben capito. serve per far aderire il nastro al cerchio. Il giorno dopo smonti gomma e camera d’aria e metti la valvola tubeless.

srorange
srorange

La prima valvola di cui parli è della camera d’aria! Rileggi perchè ti è sfuggito qualcosa 😉

1979gabriele1979
1979gabriele1979

Aggiungerei che bisogna fare bene il “compitino” della nastratura anche per essere sicuri che il nastro tenga la pressione (aria e liquido sigillante) con sicurezza. Il rischio che il copertone perda rapidamente pressione (se non posizionato e incollato a dovere) e durante una discesa potrebbe essere pericoloso.
peggio ancora se si ricorre, per la nastratura, a sistemi “alternativi” tipo nastro da elettricista, nastri telati in genere, cari America Tape che magari non sono molto American…e via dicendo.

jledenham
jledenham

bello! bravo!

CoB
CoB

prima di mettere il nastro, per farlo aderire al meglio, passo cartavetrata da 120 per rendere ruvida la superficie. inoltre aiuta a togliere le eventuali bave e spigoli vivi dei fori, di modo che il nastro non venga rovinato con la pressione. poi soffio bene col compressore e ripulisco con trielina e panno pulito.

Fabio.sbx
Fabio.sbx

Bello, precisi come sempre! Quello di montare prima la gomma con la camera per tallonarla bene al cerchio è il trucco del mestiere… La prima volta che ho fatto il tubless da neofita non l’ho fatto, così ho sprecato 100cc di latrice perché la gomma non prendeva pressione 🙁

SuperDuilio
SuperDuilio

Nemmeno con l’ausilio del compressore?

Fabio.sbx
Fabio.sbx

Nemmeno con il compressore, si vede che la gomma schwalbe che ho usato era piegata dentro la confezione da secoli!

SuperDuilio
SuperDuilio

Allora bisogna per forza ricorrere al metodo della camera onde evitare di smadonnare per ore 😉

Fabio.sbx
Fabio.sbx

Non sempre, ho constatato che dipende dalla gomma che usi e come viene piegata nella confezione… Diciamo che una bella sfiammata con compressore e camera d’aria a 3.5 bar aiuta subito il copertone a prendere la forma del cerchio e non si sbaglia prima di sprecare costoso lattice 🙂

marc.nocera
marc.nocera

L’alcool isopropilico si trova facilmente?

SuperDuilio
SuperDuilio

Si si anche nei negozi di bricolage.

Bro17
Bro17

L’alcol isopropilico è una chimera!!!!! So di qualcuno che l’ha trovato sotto nome di “alcol bianco”. Io è dal tech corner sulla manutenzione/spurgo dei freni che lo sto cercando…
@SuperDuilio: me ne spedisci un litro?

Ganfo
Ganfo

Ma non lo trovi anche su Amazon?

SuperDuilio
SuperDuilio

Sono sicuro che c’è anche nella tua città. Qui da me in un qualsiasi bricocenter una conf. da litro costa due euro 😉

giancafede
giancafede

Lo trovi nei negozi di materiale elettronico (di solito sotto forma di spray per la pulizia dei contatti) o nei negozi di belle arti (si utilizza per i restauri).

Ispettore Zenigata
Ispettore Zenigata

lo trovi facilmente nei negozi di elettronica

SuperDuilio
SuperDuilio

Complimenti Daniel, spiegazione e qualità delle foto al top!

Mi permetto di aggiungere un consiglio qualora si volesse rinastrare un cerchio tubeless però in carbonio: è consigliabile, durante la fase di assestamento del nastro, NON superare i 2,5 bar di pressione.

castidavide
castidavide

Ma la giunta del nastro va sovrapposta? Se rimane un minimo di spazio tra i terminali drl nastro è un problema?

SuperDuilio
SuperDuilio

Va sovrapposta per una decina di cm come spiegato da Daniel e non crea alcun tipo di problema in quanto le due parti aderiscono perfettamente. L’importante è lavorare in modo molto pulito evitando di toccare le parti adesive con le mani.
Stesse accortezze di quando si attacca lo Shelter sul telaio.

solofutaegiogo
solofutaegiogo

Salve

Se converto i miei cerchi non tubeless RR, i michelin country trail mi toccherà gonfiarli con il compressore? Ottima spiegazione ma mi sembra di capire che basta un piccolo errorino nel nastrare il tutto e il copertone cede molto facilmente

g-col66
g-col66

Ottimo articolo

louannescrymgeou
louannescrymgeou

mi permetto un suggerimento , quando usate cerchi trasformati e cambiate una gomma o inserite una camera sul campo poi controllate bene la nastratura , il rischio è che se non tiene bene e il lattice che contiene ammoniaca passa sotto il nastro , può corrode i niples in ergal , che col tempo cedono. Non è niente di pericoloso ma costoso si. Suggerisco in oltre per precauzione di rifare la nastratura una volta all’ anno in concomitanza della nuova carica di lattice.

The leg
The leg

Questo alcool isopropilico mi sta facendo diventare pazzo.
O sono io lo sfigato oppure sono davvero pochi i negozi di bricolage/elettronica che lo tengono.
Qualcuno sa dirmi un negozio tra BG e MI dove trovarlo sicuramente?

Andre27
Andre27

@The leg io lo prendo a Milano da GBC Elettronica.

The leg
The leg

Grazie Andre

Ganfo
Ganfo

Amazon…

Marco_Rossi
Marco_Rossi

Perchè le ruote Tubeless “vere” ovvero quelle che non richiedono nastratura, sono ancora così poche in commercio?? Mi sembra assurdo ormai il Tubeless si usa dappertutto ed in quasi tutte le discipline, dovrebbero costruirli tutti così i cerchi, senza i fori per i nipples!

Marco_Rossi
Marco_Rossi

So che le producono Mavic, Crank Brothers, qualcuno sa consigliarmi altri produttori di ruote UST?

swiffer
swiffer

Fulcrum, io ho le red zone xlr da 2 anni e vanno molto bene per utilizzo AM / Enduro.

Marco_Rossi
Marco_Rossi

Grazie della dritta swiffer vado a guardarci subito! 🙂

AleCast73VA
AleCast73VA

io la differenza della guida qui ho lasciato stare flaps ho aggiunto altro flaps da 25mm che ci sta tutto la larghezza del canale e valvola tubeless e gomme tubeless e ci sta da dio! 😉

giancafede
giancafede

A volte il difficile non è nastrare, ma far tallonare la gomma.
Di solito se non si inserisce il lattice la gomma non tallona.

Gianni_RR540
Gianni_RR540

Un grazie grande cosi, ho seguito la guida ed è andato tutto bene sia sulle ruote tubeless ready che sulle “normali”.

jojo62
jojo62

L’ alcool isopropilico si trova da Leroy merlin “VERO ALCOL BIANCO” io lo uso da un pò e va benissimo.