300 rider all’Amiata per il Partyride di CPGang e Torquato

1

Al Monte Amiata 300 rider per la seconda tappa del Partyride Tour organizzato da CPGang insieme a Torquato Testa. Il comunicato stampa di seguito ci racconta l’evento.

[Comunicato stampa] Attorno alle 8:00 di Sabato si sono iniziate a sentire le prime urla di riders gasati! Questo perché da li a poco Torquato e Luis si sarebbero nascosti per consegnare i 40 bike pass gratuiti offerti da Foodspring attraverso una caccia all’uomo sui trails.

L’atmosfera di eccitazione generale era più che comprensibile, per la prima volta l’evento PARTYRIDE si teneva al di fuori del bikepark Mottolino (Livigno) con lo scopo di raggiungere riders in diverse parti d’Italia, iniziando appunto dalla toscana.

Il bikepark Amiata infatti è stato scelto come seconda tappa del Tour perché fin dall’inizio, Emiliano Pinzi ed il suo team, hanno mostrato di condividere a pieno lo spirito PARTYRIDE, oltre ad offrire una scelta di trails perfetti per l’esperienza che volevamo creare. La posizione più centrale rispetto ai bikepark nelle alpi, inoltre, ci permetteva di raggiungere nuovi giovani riders che non vedevamo l’ora di conoscere!

Il programma per Sabato 17 prevedeva la classica discesa PARTYRIDE tutti assieme, ed anche 3 sfide divertenti a cui tutti potevano partecipare, senza alcun stress da competizione. Alle ore 15:00 partiva l’enorme “trenino” di oltre 300 riders che si dirigevano verso il trail 8volante, uno dei nove trails accessibili con la seggiovia (altri tre trails più lunghi sono presenti al di fuori del bike park e vi si accede con una navetta apposita).

Ben presto i riders, capitanati da Torquato, raggiungevano l’area salti dove una folla di spettatori (genitori, amici e curiosi) li aspettava per godersi 20 minuti di Best Whip challenge.

A seguire tutti i riders si sono spostato sul salto finale del trail Froggy, dove si è tenuta la sfida di salto in lungo. L’enorme massa di riders e spettatori si è poi spostata verso la sfida finale, quella forse più attesa: la Deathgrip challenge. Questa sfida consisteva nell’affrontare una curva, destra o sinistra, senza frenare e con le mani chiuse a “pugno” attorno alla manopola (un solo dito sul freno avrebbe causato la squalifica).

I riders sono passati progressivamente da una rincorsa di circa 40 metri ad oltre 200 metri, distanza da cui solo due riders si sono giocati la finalissima, cercando di restare dentro la parabolica, regalando così uno show al pubblico gasatissimo!

Seppure il PARTYRIDE sia un evento non competitivo, aperto a tutti e gratuito, a fine giornata si è tenuta la premiazione per i ragazzi che hanno dimostrato di aver dato il massimo in ognuna delle 3 sfide.

I festeggiamenti sono poi proseguiti allo stand CPGANG dove chiunque poteva scambiare due chiacchiere o una foto con Torquato, ma anche altri riders italiani come Nick Pescetto, Jonny Livorti, Manuel Simion, Luis Biscaldi o Ivo Pasquettin, finendo la giornata con una birra e un sorriso stampato in faccia.

Vi aspettiamo tutti per il terzo e ultimo appuntamento del PARTYRIDE TOUR: CPGANG W/ Torquato Testa al Monza Pizza Bikepark Sabato 22 Ottobre.

Vincitori delle sfide:
Best whip – Edoardo Perugino
Salto in lungo – Federico Lovo
Deathgrip – Mattia Nucci

 

Commenti

  1. Vi ho partecipato diversi anni fa....(7? 9? mboh...) al Mottolino: grandissimo momento di aggregazione ignorante! Ce ne vorrebbero di più in diverse location!
Storia precedente

RaceFace presenta la nuova versione della guarnitura Turbine

Storia successiva

Radon presenta la nuova gamma in alluminio

Gli ultimi articoli in News

La miniera

Le miniere di carbone del Belgio, da dove proviene Thomas Genon, il protagonista di questo video,…