MTB-MAG.COM - Mountain Bike Online Magazine | Andreani porta in Italia la Semi Mousse

Andreani porta in Italia la Semi Mousse

Andreani porta in Italia la Semi Mousse

18/09/2018
Whatsapp
18/09/2018

[Comunicato stampa]  –  Andreani Group espande la proposta dei prodotti dedicati agli amanti della MTB siglando un contratto di distribuzione, per il mercato italiano, del kit Speedy Mousse, composto dalle mousse anti foratura “Semi Mousse Bike” anteriore e posteriore.

100% made in Italy, nata dall’esperienza degli ingegneri dell’azienda Speedy Mousse nel settore moto da cross ed enduro, la Semi Mousse Bike in butile aumenta le prestazioni e alcune caratteristiche della MTB. In particolare permette un miglior assorbimento sullo sconnesso, una buona risposta elastica sulla ruota e aumenta la reattività, il Grip e il piacere di non “stallonare”. La Semi Mousse Bike si può installare con classica camera d’aria (non ridotta) oppure con lattice tubeless: si consiglia un gonfiaggio normale per poi scendere fino a un massimo di – 0,3 bar (- 0,5 bar per uno pneumatico con le spalle rinforzate).

Il kit Speedy Mousse commercializzato dall’Andreani Group, che è composto da semi mousse anteriore e posteriore, di fatto nasce per dare una performance in più al pneumatico senza andare a stravolgere le sue caratteristiche tecniche e può essere visto come un vero sistema antiforatura (sicurezza al 95%). Consigliato per uso All Mountain, Gravity ed E-Bike, ha una durata garantita di almeno 2000 ore ed è disponibile nelle versioni Kit 27.5 – Kit 27.5 Plus – Kit 29 er.

Il kit Speedy Mousse è acquistabile sul sito www.andreanigroup.com o  presso i rivenditori autorizzati Andreani Group al prezzo di 155€ + IVA.

Andreani Group

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
Tommy Rodgers
Tommy Rodgers

Mi chiedo: nel resto del mondo questi polimeri hanno lo stesso successo o è una particolarità tutta italiana? Noto che per la maggior parte sono prodotti Made in Italy.

teoDH

i re indiscussi delle mousse sono francesi, le mousse le ha di fatto inventate michelin, ma in italia abbiamo molte aziende specializzate in enduro e cross motociclistico quindi di fatto siamo piuttosto avanti nelle tecnologie di quel settore.

PaolinoWRC
PaolinoWRC

155+iva a ruota o la coppia?

Somis
Somis

A coppia

gto
gto

Ma ha che fare qualcosa con la soluzione di mrwolf ?
Un mio amico lo ha provato funziona da dio ma continuava a pizzicare la camera interna forse per via del cerchio un po piccolo.

cheyax
cheyax

La smartmousse di mrwolf è praticamente una mousse completa dove la camera d’aria interna serve per evitare di stallonare o di essere costretti a utilizzare pneumatici wire bead. Invece in questo caso la mousse è larga 0,5-1 cm dal coperone quindi la camera d’aria avrà ancora un volume considerevole (infatti usa camere d’aria standard) e sarà comunque questa a dare il supporto fondamentale al copertone. La differenza tra i due sistemi si nota soprattutto nel peso (questo pesa circa la metà del mr Wolf)

cheyax
cheyax

In caso di taglio all’esterno dello pneumatico quando il sistema è montato tubeless con lattice, l’aria uscirebbe lo stesso o la mousse isolerebbe? Comunque vorrei segnalare l’esistenza della mousse completa della stessa azienda

teoDH

se la monti tubeless il taglio o lo ripara il lattice, o si sgonfia, la mousse di per se non sigilla… io sono dell’idea che sia ottima abbinata ad una camera leggera, probabilmente in ottica tubeless andrebbe meglio il salsicciotto in espanso, ma giusto per tornare a casa senza distruggere il cerchio… se la monti camera invece puoi pure tagliare il copertone e continuare a girare finchè non perdi la gomma per strada…

AleEND

Intervento di Confr in 3…2….1…. :mrgreen:

kim7712
kim7712

Continuo a vedere sempre prezzi esagerati!!!
Inutile che me la menate sui materiali, sull’R&D, etc ect: c’è gente che se li fà in garage a tempo perso con pochi euro.
Se li vendessero a 15E all’uno, ci farebbero 200 volte più soldi!!!

cheyax
cheyax

Se guardi quanto costa una mousse per moto il prezzo è quasi giustificato, comunque questa cosa non è una guaina pensata per altri usi come il ptn, si tratta di una vera e propria mousse

teoDH

attenzione, questa non è un salsicciotto, è interamente fatta di butile, come le mousse per moto… non è del comune rivestimento per tubi idraulici…

mirc0
mirc0

Si ma comunque non si tratta di un materiale particolarmente costoso… Le camere d’aria sono fatte di butile mi pare. Estrusi di butile sono usati in edilizia e non hanno questi prezzi. Questo non è estruso ma pare sia prodotto iniettando il materiale in uno stampo (vedo scritte in rilievo). Secondo me costano di più le spese.di marketing, ma senza queste non si campa nel mondo della MTB.
E alla fine se il prpdotto risponde concretamente a esigenze di guida uno i soldi ce li può pure mettere, alla faccia del calcolo dei costi.

teoDH

una gomma da DH double ply costa 70 euro cmque… e ne producono migliaia di pezzi…

mirc0
mirc0

Intendevo dire che materiale e processo secondo me non incidono molto sui costi. Altre costi “di struttura” probabilmente si. I volumi fanno la loro parte. E soprattutto il prezzo non è legato al costo ma a quanto il mercato è disposto a pagare.

NB: i costi di un impianto per la produzione di uno pneumatico non sono paragonabili a livello di costo ad un sistema di stampaggio ad iniezione senza alcuna esigenza di tolleranze geometriche.

Teofil75
Teofil75

E’ vero!!! Quanto può costare? Il materiale preticametne nulla. Al limite lo stampo che deve essere ammortizzato su un mercato che già dall’inizio si considera molto ristretto. Se scendesse il prezzo, molto di più potrebbero essere invogliati a provarlo.
Inoltre ho un sacco di dubbi sulla resistenza al rotolamento che deve offrire un siffatto sistema.
Mi spiego meglio, se pedalo sul duro, o se pedalo su un tappeto elastico, la resistenza è ovviamente molto diversa. Pedalare sull’erba o sulla neve, rispetto ad un terreno duro, tutti sappiamo come campbia. Avere un materasso continuo inglobato nella ruota dissipa la dissipare un sacco di energia. La ruota sgonfia anche, ma molto meno….

mirc0
mirc0

uno stampo di quel tipo ti costa 200 € a far tanto. Al limite è il costo dell’impianto di iniezione. In ogni caso il prezzo è definito dal mercato (o dall’interpretazione del mercato da parte dei produttori e intermediari…)

tostarello

io l'avrei chiamata demi mousse, in francese fa più figo, comunque meglio semi mousse che mezza schiuma :-P::loll:

BAROLO71
BAROLO71

io l’arei chiamata mezza mussa :-))

pk71
pk71

Percentuale di antiforatura a parte (onore e merito alla ditta che si è esposta numericamente) girare con solo – 0,3/0,5 mi sembra di discutere delle scorregge delle formiche.
Battute a parte sembra “l’evoluzione” del procore, dove in sostituzione tubeless esterno c’è la mousse che fa anche da sistema antiforatura.
Interessante, ovviamente prezzo a parte.

teoDH

Le sto usando sul Pivot Phoenix da inizio stagione, montate su maxxis minion DHF all’anteriore e HR2 posteriore. Me le hanno date da provare per avere un parere da un rider normale e non da un pro.

Non discuto sui prezzi o altro, la sensazione che io ne ho avuto è stata molto buona, rispetto ad altri salsicciotti o sistemi (vedi procore) è di facile montaggio, basta cospargere tutto con un po’ di talco che danno in dotazione, e monti la gomma come se la montassi camera, la mousse non esce e non rompe le palle. Consiglio di usare camere da 26×1.7 o 1.9 per vestire le 27.5, in quanto la mousse toglie un po’ di volume e così si monta più rapidamente e senza rischiare pieghe della camera, si può usare una camera leggera da XC, tanto non pizzicherete mai più e così compensi il peso della mousse, io ho montato le maxxis ultralight.
Giro attualmente a 1.1 atm, non pizzico da inizio stagione, la gomma non deriva, e in uso DH/bikepark smorzano i piccoli impatti tipo i brakebumps, e grazie alle basse pressioni migliorano in generale il grip.

pk71
pk71

Sono curioso, giri ad 1,1 ma quanto pesi?

Tigre27
Tigre27

Anche io anteriore giro a 1.1-1.2 con montato il vittoria air line..secondo me con questa mousse si va ancora meglio e si potrebbe fare a meno del lattice che proprio mi sta antipatico..ps.io peso 72 kg.

teoDH

90 kg

teoDH

al momento 90 kg nudo

pk71
pk71

Discreto torello anche te!
Il giochino allora si fa interessante…..
Grazie.

cheyax
cheyax

Mi sembrano molto interessanti, mi piacerebbe provarle, secondo te in ottica enduro/am sono valide e permettono di utilizzare pneumatici non rinforzati senza problemi di sorta? Si sente la differenza come smorzamento degli urti anche senza girare a pressioni troppo basse?

teoDH

Come sapete non pedalo granchè, e mi baso sulle impressioni di un altro rider normale che invece le ha montate su una trailbike. lui ne èp meno entusiasta, perchè comunque il peso e l’inerzia si sentono quando si sale, non tanto per il peso in se della mousse quanto per dove è piazzato, ovvero sulle ruote… Inoltre in scorrevolezza qualcosa perdi. Per come la vediamo in modo abbastanza congiunto, sono soluzioni (come le altre mousse o i salsicciotti) più adatti alla discesa o alle ebike che a bici da trail o da enduro, che per quanto mi riguarda, vanno benone con un tubeless, il lattice, ei kit di riparazione con i vermicelli.
se giri con una doubleply e camera spessa, monti queste con una camera leggera e incrementi di circa 150gr a ruota, ma se passi da una singleply e lattice a un sistema mousse e camera l’incremento di peso si fa consistente.

Teofil75
Teofil75

senti resistenza anomala al rotolamento, rispetto a delle ruote convenzionali? Per convenzionali intendo tubless.

rapez
rapez

Soliti problemi che hanno tutte le altre. Pesano e costano.. Ormai le ho provate quasi tutte..

lona79

Ma per quei poveri sfigati che hanno ancora una 26" (tipo me) niente?

Dynamite
Dynamite

Si conosce il peso per singola mousse?

teoDH

le ho pesate prima di montarle, 310gr per la 27.5. Considera che se usi una camera freeride, pesa circa 280-300gr, con le mousse puoi usare camere leggere da 26 dal peso di circa 120-140 gr, quindi in pratica hai un peso maggiore di 150-170 gr a ruota

Dynamite
Dynamite

Grazie Teo.
Attualmente uso ruote latticizzate su tutte le mie bici, inclusa DH. Quindi l’aggravio di peso rispetto a questa soluzione indicativamente quanto potrebbe essere su una ruota da 27,5″?

Poi non ho capito bene una cosa: ho letto che si può montare anche latticizzata, ma sinceramente non ho chiaro come possa funzionare in questo modo. Qualcuno può delucidare in merito? Molte grazie.

teoDH

speedymousse e camera da 26 leggera in totale fanno dai 450 ai 500gr… togli il peso del lattice che normalmente metti e hai il totale. non l’ho montata latticizzata, ma da quel che mi sembra, è più adatta ad essere montata camera perchè la sua peculiarità è fare da cuscinetto tra camera e copertone, per migliorare il grip e poter girare a basse pressioni, se montata senza camera sta sicuramente in sede ma non avrebbe una superficie di appoggio (la camera) quindi sarebbe come girare tubeless senza nulla, e si ridurrebbe a fare da salvacerchio in caso di foratura

Becciu
Becciu

@teodh nella tua prova hai tenuto sempre i copertoni 2ply o oseresti passare anche ad un copertone con una spalla un filo meno sostenuta?

teoDH

io le ho usate su double ply, senza dubbio l’ottima tenuta allo stallonamento permetterebbe senza dubbio di avere ottime performance anche con carcasse leggere, a patto, a quel punto, che sia tassativamente montata con camera

Dynamite
Dynamite

Grazie Teo. Sinceramente ho pensato la stessa cosa anche io.
Certo che 500gr a ruota sono tantini. Toglici anche la differenza di 80-100gr di lattice. Siamo sempre intorno ai 400gr. Speravo meglio onestamente. Comunque da monitorare, come soluzione è interessante.

DoubleT
DoubleT

…ma quanti copertoni hanno tagliato per far vedere ognuno il proprio salsicciotto?

Sindaco17
Sindaco17

Salve,sono Raffaele Parisi responsabile del settore Bike della Speedy Mousse.
Approfitto di questo articolo per raccontarvi un po di noi piccola azienda Toscana.
La Speedy mousse nasce con lo scopo di produrre mousse per moto da cross e enduro.
Negli anni siamo diventati una delle aziende più competitive del settore. Ci siamo ritrovati a combattere nelle competizioni con i grandi marchi e solo grazie al gran lavoro dei nostri ingegneri in collaborazione di molti piloti, Speedy mousse ha portato a casa molte vittorie. Qui la scelta di passare al settore Bike
La mousse nasce con lo scopo di rendere più performante il mezzo, reattività, risposta elastica e Grip sono alcune delle caratteristiche della Speedy mousse. La nostra esperienza nel settore, e la collaborazione di alcuni grandi piloti come ad esempio Andrea Bruno o il nostro caro amico Gianni Biffi ci hanno dato i giusti feedback per lavorare al meglio sulla nostra Semi Mousse. Oggi con vero orgoglio insieme a Nicola Casadei (nostro tester in gara, siamo campioni della superenduro 2018 e non solo.
La Speedy mousse nasce per la performance, ha una grande durata se tenuta all’interno del cerchio, misura mezzo cm di spessore su i lati e un cm sulla parte superiore,questo permette di limitare tantissimo le forature, e di semplice montaggio o smontaggio, la Speedy mousse e un prodotto tutto Italiano al 100%, studiato e creato presso la nostra piccola sede in toscana.
Grazie per la vostra attenzione
Raffaele Parisi

lona79

@Sindaco17 : avete in programma di fare anche la versione da 26" ?
Grazie

Sindaco17
Sindaco17

Ciao Iona79, mettiti in contatto con Andreani Group e farò in modo di accontentarti😉

vecchiocatrame
vecchiocatrame

In genovese suona malissimo… 😉

Dynamite
Dynamite
vecchiocatrame

In genovese suona malissimo… 😉

ahahaha, hai ragione!!! 🙂

McGrath
lona79

@Sindaco17 : avete in programma di fare anche la versione da 26" ?
Grazie

E' da un po' che seguo le notizie riguardo a questo prodotto, si era parlato già su MTB Mag qualche mese fa della Gibson Speedy Bike SemiMousse, che sembrerebbe essere lo stesso prodotto, le immagini nel loro sito sono le stesse, però loro dicono che la mousse non è compatibile con il lattice.
Gibson dice che c'è anche in versione 26", le ho trovate anche su Amazon.
Sarebbe interessante sapere se davvero il prodotto è lo stesso, e se è lo stesso, come mai Andreani non vende il 26" (anche se in realtà immagino che non lo venda perchè per ruote da 26" si trova sempre meno…)

McGrath
mirc0

uno stampo di quel tipo ti costa 200 € a far tanto. Al limite è il costo dell'impianto di iniezione. In ogni caso il prezzo è definito dal mercato (o dall'interpretazione del mercato da parte dei produttori e intermediari…)

In realtà uno stampo del genere costa molto di più, non è un semplice stampo maschio/femmina perchè c'è un notevole sottosquadro, quindi la parte mobile è divisa almeno in due parti che si muovono in direzioni diverse. Oltrettutto è uno stampo di discrete dimensioni, quindi serve un sacco di materiale. Visto il tipo di materiale è probabilmente uno stampo a camera calda e se il pezzo non è estratto manualmente c'è anche un sistema di estrazione (cioè, non è che lo stampo si apre il pezzo cade giù, è impossibile, vista la forma).
Secondo me uno stampo del genere costa almeno 10000 euro, non 200…

mirc0
mirc0
McGrath

In realtà uno stampo del genere costa molto di più, non è un semplice stampo maschio/femmina perchè c'è un notevole sottosquadro, quindi la parte mobile è divisa almeno in due parti che si muovono in direzioni diverse. Oltrettutto è uno stampo di discrete dimensioni, quindi serve un sacco di materiale. Visto il tipo di materiale è probabilmente uno stampo a camera calda e se il pezzo non è estratto manualmente c'è anche un sistema di estrazione (cioè, non è che lo stampo si apre il pezzo cade giù, è impossibile, vista la forma).
Secondo me uno stampo del genere costa almeno 10000 euro, non 200…

ti vedo ferrato e ti do fiducia 😉
Il senso del discorso è che sono ben altri i costi che incidono.
OT tecnico. Ma se il profilo è a U non basta un "cerchio interno" e due semicerchi che si chiudono su quello interno? il materiale è flessibile, quindi l'estrazione non credo sia un grosso problema

McGrath
mirc0

ti vedo ferrato e ti do fiducia 😉
Il senso del discorso è che sono ben altri i costi che incidono.
OT tecnico. Ma se il profilo è a U non basta un "cerchio interno" e due semicerchi che si chiudono su quello interno? il materiale è flessibile, quindi l'estrazione non credo sia un grosso problema

Esatto. Un cerchio interno che è la matrice (tipo la parte di alluminio che entra nell'incavo interno della mousse) e due parti che chiudono la "scatola" dove viene iniettato il materiale. Poi, più che due semicerchi, due mezzi coperchi, uno a destra e uno a sinistra. Infatti, se guardi la foto, vedi la "bava" lungo tutta la mousse, al centro, che corrisponde alla zona dove i due mezzi coperchi si chiudono (e un po' di materiale trafila).
Il fatto è che se uno stampo è semplicemente una scatola che si apre in due, tipo scatola e coperchio, lo stampo costa poco, perché è il minimo per uno stampo a iniezione, ma basta aggiungere una sola parte mobile (tipo due "coperchi" che si aprono in sensi inversi) che il prezzo dello stampo sale incredibilmente (pistoni, leveraggi…).
Poi la "scatola" si apre e il pezzo resta incastrato sulla matrice, si può estrarre a mano perché il materiale è molle, ma se il processo è automatizzato ci sono anche gli estrattori (ma in questo caso non credo, perché non è una produzione di massa).
Poi ovviamente, come dici tu, ci sono un sacco di altri costi, dalla materia prima alla distribuzione…

lucae2495@gmail.com

peso? mai dichiarato

 

POTRESTI ESSERTI PERSO