Bici della settimana #155: la Specialized Rockhopper 1989 di FabioTS

Bici della settimana #155: la Specialized Rockhopper 1989 di FabioTS

01/01/2016
Whatsapp
01/01/2016

[ad3]

Anno nuovo, bici vecchia, anzi vecchissima! Un vero cimelio, tirato a lucido.

Specialized RockHopper 1989 83

Montaggio

Restyling della mia prima mtb, Specialized RockHopper del 1989
Telaio e forcella originali –
Guarnitura CTK Light 30T
Cerchi DTSwiss
Pignoni Sram 11-36
Reggisella Thomson
Sella Seavid
Freni Kcnc
Manubrio in carbonio
Cambio Sram X9
Pneumatici Continental
Attacco manubrio Bontrager
Pedali Xpedo
Peso 9,300

>>> Come partecipare al concorso bici della settimana

Specialized RockHopper 1989 82 Specialized RockHopper 1989 81 Specialized RockHopper 1989 80 Specialized RockHopper 1989 79 Specialized RockHopper 1989 78 Specialized RockHopper 1989 77 Specialized RockHopper 1989 76

[ad45]

Devi fare il Login per commentare
  Sottoscriviti  
Più nuovo più vecchio più votato
Notificami
andreasia610
andreasia610

complimenti.
solo una domanda… la forca originale non è da 1″ con expander? vedo dalle foto che monti un attacco headset.
come hai fatto?
magari do nuova vita alla mia Raleigh del 1992!

andrea_78s
andrea_78s

Credo abbia usato uno stelo con expander a cui ha attaccato lo stem ahead……cmq bella , ho una Stumpjumper coeva (con forcella Amp ma conservo l’originale) che adoro pedalare di tanto in tanto.

FabioTS
FabioTS

si esatto confermo l’uso dell’expander

sunsetdream
sunsetdream

Mi piaccion le foto. Ma la bici non mi garba per nulla. La rockhopper già all’epoca non era un granché e rivederla pasticciata con pedaloni, monocorona e piega da enduro non mi dice proprio niente. L’unica cosa buona che il telaio e’ di ferro, ma allora tutti o quasi lo erano e non aggiunge nulla di pregio. Naturalmente conservare le bici in ricordo dei vecchi tempi fa bene al cuore (pure io un paio ce le ho), e in questi tempi non è’ poco. Conservare però, ma qui di conservato non c’è nulla, a parte il nome e il marchio.

miki99
miki99

Quanto veleno!

A me piace! Ci vedo un bel mezzo per fare un giretto tranquillo con classe…

Oniriko77
Oniriko77

Foto bellissime. l’idea è originale, l’avrei realizzata diversamente, ok thomson ed extralite, ma non le taiwanate ctk o KCNC, così come il cambio x7, avrei messo un full XTR di qualche anno fa, dei freni a pattino Extralite o roba vintage, marinovative, PMP, Kooka…

gotto
gotto

Hai vinto e se ne sei convinto hai fatto bene, a me non piace ma devi pedalarla te 🙂

sma73
sma73

Finalmente una bici fatta e non scartata da negozio…può piacere o non piacere ma vera.

@lberto
@lberto

A me sembra che in questa rubrica siano tutte sempre e solo custom, non ti pare?

vito e alloggio
vito e alloggio

Tra quelle dell’anno scorso, per fare un esempio, c’era una capra completamente originale. (Forse aveva il manubrio in carbonio)

Buskers73
Buskers73

Bella!

SUNN CHARGER
SUNN CHARGER

Maledetto mi hai anticipato… Ho avuto la stessa idea di realizzare una bike molto simile alla tua. I miei più sinceri complimenti per la realizzazione ben riuscita, mi dai conferma che l’idea non è male. Come ti trovi a pedalare con un bel telaio in acciaio? Come hanno scritto altri, finalmente una bici fatta in casa e non commerciale, con quel fascino eterno che hanno le bici in acciaio. Bravo.

FabioTS
FabioTS

pedalare un telaio in acciaio è un po’ particolare soprattutto se sei abituato con carbonio o alluminio
ma questa mtb ha una buona elasticità e un discreto grado di rigidità, a me è sempre piaciuta anche se un po’ di perdita di potenza nei rilanci la si nota

Gabriele Zaffagnini

Io ho avuto una front in alu, ora ho una full in alu e ho restaurato una Scott in acciaio del ’94. Forcella sempre in acciaio rigida per sostituire quella originale con l’ammortizzatore andato. Nonostante il peso non di molto inferiore alla front (circa 12kg) la sensazione è di una bici estremamente più rigida e scattante, precisa in curva e agile in salita.

Enrico Guaitoli Panini
Enrico Guaitoli Panini

Grande e coraggioso!
Complimenti!

pemby
pemby

Stavo per scrivere la stessa cosa.
Giuro.
Grande e coraggioso.
Da possessore (ed utilizzatore) di mtb rigide vintage, posso affermare che ha tutto il mio rispetto.

Mattiade
Mattiade

…è come quei bellissimi quadri. Li guardi, li ammiri, ne resti affascinato, ma mai li compreresti per appenderli in casa tua. In ogni caso complimenti.

FabioTS
FabioTS

Ringrazio tutti!
una precisazione doverosa.
Questa bicicletta ha per me un valore affettivo particolare in quanto regalatami da mio padre e mia prima mtb.
per questo valore che ripongo ho cercato di fare un restyling, un aggiornamento, che risulti gradevole esteticamente con caratteristiche tecniche moderne con una strizzatina d’occhio alla leggerezza e per pedalarla in relax su percorsi non particolarmente impegnativi e in alternativa alle altre bici che ho in casa….
Potevo sicuramente investire su componenti anche di altissimo livello o semplicemente restaurarla ma ho preferito cambiare e renderla un po’ più particolare proprio per i motivi di cui sopra.
😉

85549
85549

oltre alla lista tecnica sarebbe bello avere una piccola descrizione del proprietario. Capire la motivazione e le scelte della costruzione di queste bici (progetti) è sicuramente molto interessante e farebbe apprezzare di più questi montaggi

vito e alloggio
vito e alloggio

Il lavoro che hai fatto è a mio avviso stupendo ed impeccabile. Bravo, che stile!

struciapanza
struciapanza

molto molto bella complimenti,sia per la biga che per il “recupero”che è sempre una pratica bellissima.

Marco De Franceschi
Marco De Franceschi

complimenti davvero, il colore e le foto mi fanno impazzire! insomma un perfetto esempio di #bicidellasettimana.
Il restyling mi sembra azzeccato visto che l’intento non era quello del restauro e non vedo la necessità di spendere cifre esagerate per certi componenti… credo che certe “taiwanate” spesso offrano un ottimo compromesso tecnico ed estetico.

FaustoGuidi1
FaustoGuidi1

bellissima la adoro.. a me piace da morire unire il “vecchio” con il nuovo..viene sempre un capolavoro..complimenti

Gabriele Zaffagnini

Complimenti per lo spirito e per il risultato!! Una domanda: ma il 30-11 non è un po’ leggero come rapporto più lungo per una belva così leggera?

Gabriele Zaffagnini

altra domanda: come ti trovi con il manubrio così largo (per il tipo di bici)? Chiedo perché io ho fatto un lavoro simile al tuo su una scott del ’94. Al manubrio da 560mm originale (che però impiccava troppo i cavi) avevo sostituito un 720mm (poi segato a 660), ma il braccio di leva era troppo e la bici diventava troppo nervosa sullo sterzo. Il giusto compromesso l’ho trovato con una piega da 600mm al momento.

FabioTS
FabioTS

hai azzeccato !
devo accorciare il manubrio, così largo non è agevole da pedalare

Gabriele Zaffagnini

la mia piegava troppo in curva, a metà mi accorgevo che tendeva a chiudere troppo

luca.pejrani
luca.pejrani

Mi piace. Bellissimo il colore. Per il comando avrei messo un frip shift

luca.pejrani
luca.pejrani

Grip shift. Toglierei anche il portaborraccia, da un’aria race che stona.

FabioTS
FabioTS

il portaborraccia effettivamente era in forse fino all’ultimo momento proprio per il motivo che mi hai detto, poi mi sembrava donasse un senso di completezza, ne avevo uno disponibile e l’ho montato….probabile che lo toglierò
🙂

Scaveon
Scaveon

Bella bici;
la verniciatura del telaio è originale? sembra troppo nuova.
Capisco l’efficienza dei v-brake ma penso che dei buoni cantilever shimano avrebbero fatto la loro porca figura.

FabioTS
FabioTS

no il telaio è stato sabbiato e verniciato in color oro
l’originale era bianco/blu

aretux
aretux

È questione di stile…ormai anche le mtb fanno storia .e sono personalizzabili come auto e moto! Con un pregio in più però,non inquinano e fanno bene a spirito e corpo! Complimenti molto affascinante !

Cecio

Apprezzo l’idea, ma non mi piace il colore della bici ?.
Domanda : quanto pesava in origine? 9.3 kg adesso mi sembrano pochi, ma probabilmente era già leggera di suo. Possibile? Quel modello non era “race” o mi sbaglio?

FabioTS
FabioTS

in origine mi sembra era oltre i 14kg.
Adesso il telaio ridipinto pesa 2,495 e la forcella 0,845 poi ho cercato dei componenti molto leggeri vedi manubrio reggisella e sella in carbonio, freni tra i più leggeri in commercio, guarnitura light e monocorona pedali flat ma tra i più leggeri, cerchi della dt swiss da 850gr la coppia etc potevo stare ancora più light ma non mi interessava fare la gara con la bilancia.
il peso finale ottenuto è di 9,360 kg

Cecio

Quasi 5kg in meno?? Complimenti per la dieta!!!

FabioTS
FabioTS

devi pensare che in quegli anni non si badava alla leggerezza
aveva dei componenti molto robusti e pesanti(vedi tripla, ruote e cerchi veramente molto pesanti sella e reggisella facevano quasi 1kg etc etc)
ho davvero lavorato molto per trovare dei componenti adeguati e per gli standard del telaio per renderla più leggera e con un profilo slim.
😉

nikolas
nikolas

Bella bici, bel lavoro, mi piace il connubio tra vecchio e nuovo, bravo.

scnia
scnia

Oltre essere bella è anche tenuta bene, poi se ha un valore affettivo è una di quelle cose che seppur vecchie restano belle perché la bellezza è nel cuore di chi le guarda non nelle mode o nei pareri altrui. Anche io ho ancora la mia prima 26″ mtb simile a questa che rischiava pure il cassonetto se non la riprendevo io, prima o poi la rimodernerò in qualche modo.

stefanocucco83
stefanocucco83

L’unica cosa che non apprezzo sono i pedali…io li vedo sproporzionati rispetto a tutto il resto, in primis al telaio. Dei bei pedali spd li avrei visti meglio 😉

emiz
emiz

Al cuore non si comanda. Questo pezzo di storia, “pimpato” con elementi moderni, trasmette cuore e passione. Le foto poi fanno il resto! Complimenti!
P.S.: non so se esiste per cannotto da 1″, ma per completare il tuning ci vedrei bene anche una forcella rigida in carbonio stile white bros con freno a disco avanti.

FabioTS
FabioTS

cercata parecchio ma non trovata

amarone
amarone

Bravo! azz…! Finalmente una bici della 7mana davvero seria!

Paolino79
Paolino79

Come una splendida auto d’epoca, questa mtb è davvero meravigliosa: sarà che adoro il colore oro abbinato al nero, ma la trovo fantastica. Complimenti per la cura con cui hai scelto le componenti, davvero azzeccate ed equilibrate. Il massimo sarebbe stato trovare un gruppo trasmissione dell’epoca nuovo per lasciarla perfettamente incastonata nel suo periodo storico, ma il connubio vintage/moderno è davvero riuscito.
Una delle più belle mtb viste in questa rubrica.

louvenianangle
louvenianangle

complimenti fabio x il restauro e ricerca dei componenti cosi in stile. 6 1 grande! poi regalo di papa’ rende unica questa tua bike. ciao e buon anno

cispugliaio
cispugliaio

Io non ho mai capito e non riuscirò mai a capire quale spirito, principio, intenzione, regola le scelte dell’autore di questa rubrica. Non mi si parli ancora di buona tecnica fotografica e originalità del mezzo, per favore…beh, comunque un applausino alla rockhopper, era da tanto che non cliccavo piu sulla finestra della home, almeno ha risvegliato il mio interesse.

greanto
greanto

Ciao la tua bici è fantastica, ho una specialized come la tua, mi chiedevo dove hai trovati gli adesivi, se sono adesivi…………grazie