Bikepark Airolo: giornata di volontariato per sistemare i trail

Bikepark Airolo: giornata di volontariato per sistemare i trail

Marco Toniolo, 21/05/2021

[Comunicato stampa] Cari amanti della Mountain Bike, dopo mesi di preparazione siamo quasi pronti a dare il via alla stagione estiva 2021. Da sabato 26 giugno torneremo a trasportarvi in alta quota e a farvi divertire sui nostri percorsi e trail MTB.

Anche quest’anno è in programma l’ormai tradizionale Giornata Volontariato MTB dedicata alla pulizia dei sentieri.

Il 19 giugno aiutaci anche tu a preparare al meglio i percorsi MTB e approfitta in anteprima di una giornata di divertimento sulle due ruote

Iscriviti all’evento entro il 16 giugno attraverso il formulario online.

Orari

  • 08.30: Saluti e colazione al bar la Chièuna
  • 09.00: Risalita e inizio lavori
  • 13.00: Pranzo offerto
  • Nel pomeriggio: possibilità di testare e divertirsi sui percorsi e sulle piste MTB
  • A fine giornata: Aperitivo e grigliata alla Chièuna (a carico di chi vorrà fermarsi)

Come funziona

Verranno individuate delle zone di intervento ed ogni zona avrà un responsabile MTB che guiderà la squadra di volontari durante il giorno. Saranno eseguiti dei lavori di manutenzione e migliorie sui vari tracciati MTB del comprensorio.

Materiale
Per chi ne possiede, vi preghiamo di portare con voi: zappe, rastrelli, pale, picconi o cesoie da giardino

La giornata avrà luogo solo con il bel tempo.In caso di dubbi, consultare il sito www.airolo.ch.

Data di riserva: domenica 20 giugno 2020

 

Commenti

  1. il magico alverman:

    ciao Marco, ma in questo momento in cui la pandemia non è ancora stata debellata si può venire in territorio elvetico dall' Italia oppure bisogna avere qualche permesso?
    Non serve permesso
  2. la tzeca:

    Questa é la conseguenza della politica turistica di una regione, la mia, il Ticino, dove in tanti si lavano la bocca con proclami e intenzioni, ma poi al lato pratico, quando c'é da investire qcosa, spariscono tutti.

    Lodevole l'iniziativa, lodevole l'impegno dei responsabili di Airolo, ma se poi ci vuole il volontariato per tenere in piedi la baracca, allora qualcosa non quadra.

    A me non sembra che a Livigno o Lenzerheide servano queste cose.

    Cantone dal largo potenziale, ma dalle strette (ed egoistiche) visioni.
    Boh, io ho aiutato l’anno scorso e si è trattato più che altro di tagliare l’erba con lo zacky boy. Qualche ora e poi giri gratis quando il comprensorio è chiuso agli altri
  3. Dipende. Magari in certe regioni non si vuole una Livigno o una Lenzerheide. E la cosiddetta politica mira ad un approccio più “mild” della cosa. Dalle mie parti non vogliamo veri bikepark e piste. La massa che c’è a Livigno? Ma neanche per sogno. La cosa deve rimanere sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Wildtrails, vecchi sentieri dismessi, niente grossi interventi ( solo aggiustamenti). Chiaro che qualcosa di politico dietro ci deve stare. Ma gli investimenti rimangono davvero limitati e il risultato davvero al top. Qui siamo al terzo anno. 16 ospiti che si annunciano e che rimangono 5 giorni. Vitto e alloggio offerti. Al mattino si lavora, al pomeriggio si pedala. Solo percorsi naturali, solo interventi senza macchinari. Shuttle limitati ( c’è il trenino se proprio..). C’è una nicchia di scontenti delle grandi destinazioni? Per qualcuno è un opportunità. Riflettete ci sono possibilità ovunque…
 

TRAININGS AND ROUTES