Intense M1

Come è nata la nuova Intense M1

8

Aron Gwin e il team di atleti che corrono per Intense hanno lavorato a lungo per creare la nuova versione dell’M1, una bici da downhill che si rifà ai successi del passato.



.

Intense

Commenti

  1. L’introduzione in passato dell’uso del carbonio in DH e campo gravity a generato successo e utili alle aziende, in primis a Santa Cruz.
    Lo scritto tante volte sulle pagine di questo forum, ma sta di fatto che l’uso di tale materiale non porta praticamente nessun vantaggio in campo gravity..
    Anche se bisogna fare molta attenzione a paragonarsi con i cugini motorizzati, in quanto entrano in causa altre dinamiche, chiedetevi il perché i telai in carbonio non hanno mai fatto breccia nel mondo delle competizioni motociclistiche... eppure, che sia Supercross o MotoGP le risorse economiche non mancano. La risposta è il feeling, il gestire l’aderenza e il comportamento delle due ruote. (due ruote!! mica 4 come nel mondo auto...)

    Per quanto riguarda il mondo DH competitivo risposta è che ad oggi non ne vale più la pena investire su telai in carbonio e quelli in alluminio possono essere pure preferibili a molti piloti, esattamente come detto da gattobastardo.
Storia precedente

Ekoi Black Friday: 60% di sconto

Storia successiva

Bici della settimana: la Specialized Epic WC S-Works di Bubu21

Gli ultimi articoli in News

Posso la borraccia?

Durante l’ultima salita del Monte Grappa il dominatore del Giro d’Italia 2024, Tadej Pogacar, viene affiancato…